sabato 31 marzo 2018

Glifosato legato all'autismo; come disintossicare questa "tossina dormiente" dal tuo corpo.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina
glocofato_autismo_disintossicarsi_tossine_dormienti



Traduzione a cura di Vivere in modo naturale
Tratto da: www.naturalnews.com

Si stima che almeno un bambino su due sia diagnosticato con autismo entro il 2025, e la ricercatrice Dr. Stephanie Seneff, Ph.D., ha concluso che una delle cause più prolifiche del mondo oggi è la sostanza chimica mortale colturale nota come glifosato.

Il principale ingrediente attivo nell'erbicida Roundup della Monsanto, il glifosato è stato originariamente sviluppato come agente di pulizia industriale per chelare metalli pesanti e altre sostanze dai tubi intasati. 
Quando è stato scoperto che il glifosato può anche uccidere i microbi, alla fine è stato trasformato in quello che alla fine sarebbe diventato uno degli assassini più usati nell'agricoltura convenzionale.

Ma la ricerca compilata dal Dr. Seneff in concomitanza con i dati pubblicati dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) rivela che, contrariamente alle affermazioni di Monsanto secondo cui il glifosato è "sicuro" per gli esseri umani, l'uso della sostanza chimica è direttamente associato all'aumento dei tassi dell'autismo negli ultimi decenni.

I dati pubblicati dal CDC nel 2014 dimostrano che uno su 68 bambini cade ora nello spettro autistico - rispetto a circa uno su 2.000 bambini negli anni '80. 
È interessante notare che l'autismo non era nemmeno presente sui radar delle persone fino a quando il glifosato non ha colpito la scena, poiché i tassi della malattia sono aumentati bruscamente a fianco del maggiore uso del glifosato nell'agricoltura chimica.

Oltre all'autismo, il glifosato è anche collegato a una serie di altre condizioni di salute, tra cui il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), allergie alimentari, asma, sindrome dell'intestino tenue, malattia dell'intestino irritabile (IBD), morbo di Alzheimer e demenza, malattie cardiache e cancro - un fenomeno che il dott. Seneff descrive come "devastante".

I cibi ricchi di zolfo sono i peggiori nemici del glifosato

E non è solo la dottoressa Seneff a dirlo. 
L'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha concluso diversi anni fa che il glifosato è un "probabile cancerogeno" nell'uomo. 
Eppure continua a essere spruzzato su soia, mais, colza, barbabietola, arachidi e legumi geneticamente modificati (OGM).
Ma il glifosato può semplicemente essere lavato via dal prodotto finito, giusto? Sbagliato. 

Non solo le piante assorbono il glifosato in ogni singola cellula, ma possono anche combinarsi con altre tossine per aumentare la tossicità in modo esponenziale, con conseguente interruzione ormonale, metabolismo danneggiato, compromissione della funzionalità epatica e squilibrio nel microbioma intestinale.

Questo è il motivo per cui la dott.ssa Seneff sottolinea l'importanza della disintossicazione da glifosato , che afferma aiuterà a rimuovere questa cosiddetta "tossina del sonno" dal corpo in modo da minimizzare i danni che provoca.

Finché il glifosato non è completamente vietato dall'agricoltura, non c'è modo di evitarlo completamente, soprattutto perché finisce in quasi tutti i tipi di alimenti che non sono certificati biologici o coltivati ​​in casa lontano dagli spruzzatori chimici.

Quando il glifosato si attacca nel corpo, impedisce ai globuli rossi di mantenere sani livelli di vitamina C, che è importante non solo per l'immunità, ma anche per la salute dei vasi sanguigni e del cuore. 
Il glifosato può ulteriormente portare alla malattia del fegato grasso, in quanto interrompe il metabolismo del fruttosio e la sintesi del solfato.

Il dottor Seneff raccomanda di consumare una dieta ricca di colesterolo, poiché il glifosato tende a privare questo importante nutriente dal corpo - visto che è un chelatore per tutto il resto. 
Anche mangiare frutti di mare selvatici e uova pastorizzate e biologiche è importante, poiché consuma molti alimenti probiotici come lo yogurt, il kefir e il kombucha, così come le verdure crucifere ricche di zolfo come cavoletti di Bruxelles, broccoli e cavolfiori.

L'integrazione con integratori contenenti zolfo come l'acido alfa-lipoico e il metilsulfonilmetano, o MSM, aiuterà anche a reintegrare i minerali che si perdono nel corpo a causa dell'esposizione al glifosato. 
Assicurati di consumare anche un sacco di verdure, erbe e spezie, tra cui cose come aglio, prezzemolo, cipolle, coriandolo, basilico, verdure e tarassaco, che sono tutti potenti disintossicanti naturali.

Per stare al passo con le ultime notizie sul glifosato tossico, non dimenticate di visitare Glyphosate.news .


Presentazione di Dr. Stephanie Seneff sugli effetti dannosi del glifosato




Le fonti per questo articolo includono:

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Nessun commento:

Posta un commento