Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 7 dicembre 2019

Queste ragazze sono morte di meningite anche dopo essere state vaccinate ... blackout totale dei media

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti



Non è difficile trovare storie e notizie che spingano le persone a vaccinarsi contro la meningite, in particolare mentre i bambini si preparano a tornare a scuola. Molti titoli avvertono i genitori che i loro ragazzi dovrebbero prendere il vaccino prima di andare al college, ma quasi nessuno di loro discute del fatto che alcune persone che sono state vaccinate muoiono comunque di meningite.



Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

La maggior parte delle persone vorrebbero pensare che quando assumono i rischi associati alla vaccinazione, ottengono la protezione completa da una malattia mortale in cambio dei possibili effetti collaterali. Questo è certamente quello che hanno pensato le madri di due adolescenti che sono morte in casi non correlati di meningite B quando le loro figlie hanno iniziato a manifestare sintomi simil-influenzali. Entrambi non pensavano che la meningite potesse essere il colpevole perché le loro figlie avevano ricevuto il vaccino contro la meningite.
Tuttavia, si scopre che il vaccino contro la meningite standard richiesto da alcune scuole non protegge completamente i riceventi dalle infezioni. Questo perché copre solo quattro ceppi di meningite:
A, C, W e Y.

Morti tragiche

Kimberly Coffey, liceo senior, è tornato a casa da scuola un giorno lamentandosi di dolori muscolari e febbre. La sua salute si deteriorò rapidamente e alla fine finì con il supporto vitale dopo che i suoi organi finirono di funzionare. Morì e fu sepolta appena tre giorni prima del diploma di scuola superiore con l'abito da ballo che non riuscì mai a indossare. Sua madre ha detto che all'inizio non riusciva a credere alla sua diagnosi perché aveva ricevuto il vaccino, e ora sta cercando di assicurarsi che tutti sappiano che il vaccino non offre la protezione che molte persone pensano faccia.

In un incidente separato, la diciannovenne Emily Stillman, una studentessa del secondo anno, si è lamentata di dolori muscolari e mal di testa. I medici del pronto soccorso inizialmente pensavano che soffrisse di emicrania, ma un prelievo spinale eseguito dopo aver perso conoscenza ha rivelato che aveva la meningite. Sua madre disse che non aveva idea che il vaccino non proteggesse da tutti i ceppi della malattia. Come la madre di Kimberly Coffrey, la madre devastata di Emily sta ora cercando di assicurarsi che la stessa cosa non accada alle altre persone.

Meningite B non coperta dal vaccino per meningite standard

La meningite B che ha ucciso queste due ragazze rappresenta quasi la metà di tutti i casi di meningite. La protezione dalla meningite B proviene da un vaccino diverso da quello standard e solo recentemente ha ottenuto l'approvazione della FDA. Il CDC raccomanda che tutti i bambini americani ricevano il vaccino di MenACWY, ma il vaccino MenB non è di routine raccomandato perché la maggior parte delle persone non è a rischio.

Il direttore medico della National Foundation for Infectious Diseases Dr. William Schaffner ammette che il vaccino per la meningite B non è infallibile . Ha detto a NBC News : “Il tipo B, a differenza degli altri, ha molti cugini. Non esiste un tipo B come A, C, Y e W. Un altro problema, come con molti vaccini, è che non siamo completamente sicuri della durata della protezione. Non è infinito. "

Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine ha rilevato che il 34 percento degli studenti che hanno assunto il vaccino Bexsero MenB durante un focolaio del 2014 non ha sviluppato alcuna immunità al ceppo che ha causato l'epidemia. I ricercatori hanno avvertito che molte persone che ricevono questo vaccino possono probabilmente ancora contrarre la malattia e hanno esortato le persone a essere consapevoli dei sintomi e cercare immediatamente un trattamento se dovessero iniziare a notarli.

La meningite batterica colpisce più spesso neonati e giovani adulti che vivono in spazi ristretti e si diffonde condividendo spazzolini da denti e utensili. Se non trattato, può essere fatale in poche ore, mentre quelli che sopravvivono spesso devono fare i conti con danni cerebrali e altri tipi di disabilità.
È importante per le persone rendersi conto che ottenere un vaccino non è un modo infallibile per assicurarsi di non finire con una malattia. In effetti, con alcune malattie, potrebbe persino causare il problema che speri di evitare. In altri casi, se sei abbastanza fortunato da sfuggire agli effetti collaterali, ti verrà lasciato poco più di un falso senso di sicurezza.

Le fonti includono:


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

1 commento:

  1. Molto semplice: non c’è prova rigorosa che il vaccino sia efficace nel prevenire la meningite B

    RispondiElimina