Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

domenica 10 gennaio 2021

VACCINO COVID: DANNI GENETICI IRREVERSIBILI - UN CRIMINE CONTRO L'UMANITÀ

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Vaccini-covid-danni-irreversibili-geneticamente


Inquietante lettera di avvertimento della naturopata tedesca Anette Lillinger a tutti i suoi pazienti che chiedevano informazioni sul prossimo vaccino contro il coronavirus.

"Per tutti i miei pazienti: vorrei attirare con urgenza la vostra attenzione su importanti domande relative all'imminente vaccinazione con Covid-19, a causa della nuova modalità d'azione del futuro vaccino contro il coronavirus, tali successi nella cura non saranno più possibili in futuro. Per la prima volta nella storia della vaccinazione, i cosiddetti vaccini mRNA di ultima generazione intervengono direttamente nel materiale genetico del paziente e quindi cambiano il materiale genetico individuale, che rappresenta la manipolazione genetica, qualcosa che è stato vietato, fino ad ora considerato criminale. Questo intervento può essere paragonato a quello degli alimenti geneticamente manipolati, il che è anche molto controverso. Anche se i media e i politici attualmente banalizzano il problema e addirittura chiamano senza pensare a un nuovo tipo di vaccinazione per tornare alla normalità, tale vaccinazione è problematica in termini di salute, morale ed etica e anche in termini di danno genetico che, a differenza i danni causati da precedenti vaccinazioni saranno ora irreversibili e irreparabili. Cari pazienti, dopo una vaccinazione senza precedenti contro l'mRNA, non sarete più in grado di curare i sintomi della vaccinazione in modo complementare. Dovrai convivere con le conseguenze, perché non possono più essere curate semplicemente eliminando le tossine dal corpo umano, così come non puoi curare una persona con un difetto genetico come la sindrome di Down o 21, sindrome di Klinefelter, sindrome di Turner, genetica malattie cardiache, emofilia, fibrosi cistica, sindrome di Rett, ecc.), perché il difetto genetico è una volta per tutte! Chiaramente, questo significa: se si sviluppa un sintomo di vaccinazione dopo una vaccinazione con mRNA, né io né nessun altro terapeuta possiamo aiutarvi in ​​modo causale, perché il danno causato dalla vaccinazione sarà geneticamente irreversibile. A mio avviso, questi nuovi vaccini rappresentano un crimine contro l'umanità che non è mai stato commesso in una forma così ampia nella storia. Come ha affermato ieri il dottor Wolfgang Wodarg, un medico esperto: in realtà, questo "promettente vaccino" per la stragrande maggioranza delle persone è in realtà vietato per la manipolazione genetica! "


"Il vaccino, sviluppato e sostenuto da Anthony Fauci e finanziato da Bill Gates, ha utilizzato una tecnologia sperimentale di mRNA. Tre delle 15 cavie umane (20%) hanno subito un “evento avverso grave". Moderna ha riconosciuto che tre volontari hanno sviluppato eventi definiti dalla FDA come impedimento della normale attività quotidiana, richiesto intervento medico".

- Robert F. Kennedy, Jr.

 

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

venerdì 18 dicembre 2020

Reazione avversa grave a un'infermiera in Alaska dopo il vaccino contro il covid Pfizer/BioNtech. Non era allergica a niente

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

infermiera-reazione-avversa-grave-vaccino-pfizer-per-covid-19
Nella foto l’infermiera Tiffany Dover del Tennessee mentre parlava ai media della ricezione del vaccino ha detto di aver iniziato a sentirsi stordita ed è svenuta.

Pfizer vaccino anticovid può portare a reazioni avverse anche gravi

Un operatrice sanitaria dell'Alaska ha avuto una grave reazione allergica dopo la somministrazione del vaccino contro il Covid. Si tratta di una reazione allergica simile a quelle dei due casi che si sono verificati in Gran Bretagna. La Fda ha lanciato un warning riferito alle vaccinazioni per le persone che hanno avuto in passato gravi reazioni allergiche ai vaccini e ai loro componenti.


Un operatrice sanitaria dell'Alaska ha avuto una grave reazione allergica dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid di Pfizer/BioNtech. Le autorità sanitarie riferiscono che ora le sue condizioni sono stabili, dopo la somministrazione in emergenza di epinefrina, anche se è ancora ricoverata in osservazione al Juneau’s Bartlett Regional Hospital.

Da giorni si susseguono discussioni e polemiche sul vaccino anti-coronavirus: se dovrà essere obbligatorio o meno, in quali termini dovrà essere strutturato un piano nazionale vaccinale, chi vaccinare per primo. E proprio da uno di questi vaccini, specificamente, quello di Pzifer e Biontech, arriva una prima doccia gelata, decisamente preoccupante. Il New York Times, citando fonti del Barlett Regional Hospital di Juneau, in Alaska, riporta la grave vicenda di una operatrice sanitaria del nosocomio che avendo ricevuto la somministrazione del vaccino ha riportato una grave reazione allergica.

Diversa, invece, è la posizione della FDA. L'Ente regolatorio americano ha lanciato il warning solo per le persone che hanno avuto in passato gravi reazioni allergiche ai vaccini e ai loro componenti.
 
Pfizer riferisce che il vaccino viene fornito con il chiaro avvertimento che un trattamento medico e una supervisione appropriati dovrebbero essere sempre prontamente disponibili in caso di anafilassi e si è detta disponibile, se necessario, ad aggiornare il foglietto illustrativo.

 
Negli USA la somministrazione del vaccino è iniziata lunedì scorso dopo l'autorizzazione in emergenza della scorsa settimana. Le prime dosi sono state riservate agli operatori sanitari e ai residenti delle case di cura.
 
L'ex chief scientist della FDA, Jesse Goodman, ha definito "preoccupante" la reazione allergica dell'operatore sanitario dell'Alaska, ma ha affermato che è necessario avere maggiori informazioni per comprendere meglio i rischi.

Quel vaccino davanti alla telecamere


La notizia è destinata a gettare una ombra sulle crescenti preoccupazioni, molto spesso avanzate dagli stessi medici e dal personale ospedaliero, perché sembra che l’infermiera, prima di sottoporsi al vaccino, non soffrisse di alcuna allergia pregressa. La gravissima reazione allergica al farmaco è stata sviluppata in appena dieci minuti dalla somministrazione del farmaco stesso. Paradosso nel paradosso, la donna aveva ricevuto l’iniezione, l’11 dicembre, davanti alle telecamere televisive, in quella prospettiva di sensibilizzazione mediatica della popolazione affinché il maggior numero possibile di persone si vaccini.

CHATTANOOGA, Tennessee – (giovedì pomeriggio, 17 dicembre):
È stata una giornata importante nella contea di Hamilton, poiché i lavoratori in prima linea hanno ricevuto i loro primi vaccini COVID-19.
Alle 14:00, lo specialista in malattie infettive Dr. Mark Anderson ha ricevuto uno dei primi vaccini Pfizer-BioNTech COVID-19 al CHI Memorial.”Sono molto fiducioso che sia stato fatto in sicurezza, mi sento come se non fosse stato affrettato”, ha detto Anderson.
Durante il live streaming delle vaccinazioni al CHI Memorial, l’infermiera Tiffany Dover mentre parlava ai media della ricezione del vaccino ha detto di aver iniziato a sentirsi stordita. È svenuta, ma per fortuna uno dei medici dietro di lei l’ha tenuta.”Mi ha colpito all’improvviso, potevo sentire che stava arrivando. Mi sentivo un pò disorientata ma ora mi sento bene, e il dolore al braccio è sparito”, ha detto Dover.
I medici volevano rassicurare coloro che l’hanno visto accadere tutto questo: “Non c’è motivo di sospettare che ciò sia dovuto al vaccino”, ha detto il dottor Tucker.
.... veramente?

L’infermiera allergica al vaccino finisce in intensiva

Nello specifico, l’infermiera ha sviluppato evidenti e pesanti rush cutanei, una forte tachicardia e particolare ancor più inquietante una forte crisi respiratoria, tanto che è stato necessario somministrarle epinefrina per placare la sintomatologia emersa. I sintomi si sono poi ripresentati e in questo caso i medici curanti hanno fatto ricorso a steroidi. Come se tutto ciò non fosse già abbastanza, la donna ha subito un ulteriore aggravamento delle condizioni tanto da rendere necessario il ricovero in terapia intensiva.

Il direttore medico dell’ospedale Lindy Jones ha dichiarato al NYT che la donna ora si sente bene e che continua a sentirsi entusiasta del vaccino. C’è però da giurare che forse non si sentirà entusiasta dell’essere finita ricoverata in terapia intensiva, in condizioni che gli esperti hanno giudicato gravissime e ai limiti del rischio di sopravvivenza.

Nel 2009 Pfizer si è dichiarata colpevole della più grande frode nella storia della sanità degli Stati Uniti e ha ricevuto la più grande sanzione penale mai riscossa; la frode è consistita nella commercializzazione illegale di quattro dei suoi farmaci nei dieci anni precedenti, fra cui Bextra.[3] Inoltre la Pfizer è responsabile di aver effettuato test per farmaci molto pericolosi sulle popolazioni nei Paesi in via di sviluppo, soprattutto in Africa[4] e alcuni suoi funzionari sono stati sospettati di essere mandanti di omicidi ai danni di attivisti per i diritti civili.

La Pfizer da oltre un decennio si è strategicamente impegnata in una serie di acquisizioni di aziende farmaceutiche al fine di conquistare quote sempre più significative del mercato farmaceutico mondiale. Acquisizioni che hanno comportato come effetti collaterali la massiccia perdita di posti di lavoro e di valore azionario.[5] Anche in Italia la Pfizer ha dismesso centri di ricerca e diverse centinaia di lavoratori delle aziende acquisite.[6][7][8

Fonte Wikipedia.

Direi che come azienda e' assolutamente seria ed affidabile


Riferimenti:

Ilprimatonazionale.it

Quotidianosanita.it

Wikipedia.org/wiki/Pfizer

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

venerdì 11 dicembre 2020

Robert F. Kennedy Jr. avverte: non prendete un vaccino COVID-19 in nessuna circostanza

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 

robert-f-kennedy
Nella foto Robert Francis Kennedy Jr

Se stai anche solo pensando di vaccinarti per il coronavirus di Wuhan (COVID-19), Robert F. Kennedy Jr. ha un messaggio per te: NON FARLO!

Il nipote dell'ex presidente John F. Kennedy ha recentemente rilasciato una dichiarazione pubblica esortando le persone di tutto il mondo a evitare il vaccino COVID-19 a tutti i costi perché contiene una nuova tecnologia non testata nota come mRNA, i cui effetti collaterali a lungo termine sono completamente sconosciuti.

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

L'mRNA altera direttamente il materiale genetico di coloro che lo ricevono, proprio come accade quando gli "scienziati" ingegnerizzano geneticamente (OGM) colture alimentari come la soia o il mais per renderle resistenti agli insetti o alla siccità.

"Questo intervento può essere paragonato agli alimenti geneticamente modificati, che sono anche molto controversi", dice Kennedy.

A differenza di tutti gli altri vaccini, il cui danno genetico non è necessariamente permanente, il danno genetico dell'mRNA è "irreversibile e irreparabile", osserva Kennedy.

Puoi saperne di più sulla tecnologia del vaccino mRNA a questo link .

"Anche se i media e i politici stanno attualmente banalizzando il problema e addirittura chiedendo scioccamente un nuovo tipo di vaccino per tornare alla normalità, questa vaccinazione è problematica in termini di salute, moralità ed etica, ma anche in termini di danno genetico", Kennedy dice.

Kennedy: i vaccini COVID-19 sono un "crimine contro l'umanità"

A differenza dei vecchi vaccini, molti dei quali possono essere "disintossicati" dopo l'iniezione, i vaccini mRNA COVID-19 vivono per sempre all'interno del corpo. Il danno che causano, in altre parole, è per sempre.

"Dovrai convivere con le conseguenze perché non sarai più in grado di essere curato semplicemente rimuovendo le tossine dal corpo umano", spiega Kennedy, confrontando il danno genetico con il tipo che causa la sindrome di Down o la fibrosi cistica.

L'mRNA è quasi come un "motore" di vaccino continuo che vaccina ripetutamente una persona per il resto della sua vita. Per questo motivo, non è possibile "risolvere" o "curare" eventuali problemi che si presentano.

"Questo significa chiaramente: se un sintomo di vaccinazione si sviluppa dopo una vaccinazione con mRNA, né io né nessun altro terapista saremo in grado di aiutarti, poiché il danno causato da questa vaccinazione sarà geneticamente irreversibile", avverte Kennedy.

Non dall'attuale Olocausto qualcosa di così malvagio è stato imposto al mondo in nome della "salute pubblica". I vaccini COVID-19 non sono solo pericolosi, sostiene Kennedy, ma rappresentano un "crimine contro l'umanità che non è mai stato commesso in modo così significativo nella storia".

"Come ha detto il medico esperto Dr. Wolfgang Wodarg: in realtà, questo 'vaccino promettente' per la stragrande maggioranza delle persone dovrebbe essere vietato perché è ingegneria genetica! "

In altre parole, farsi vaccinare per COVID-19 significa che una persona diventerà una sorta di zombi OGM , senza alcuna possibilità di tornare al suo vecchio sé. Suona molto come il marchio della bestia del libro dell'Apocalisse, non sei d'accordo?

In passato, Kennedy, che è considerato da molti il miglior Kennedy , ha avvertito che i vaccini tradizionali sono già abbastanza dannosi, causando gravi danni al cervello che per molti sono irreversibili. E i vaccini contro il coronavirus di Wuhan (COVID-19) sono molto peggiori di così, dice, motivo per cui nessuno in nessuna circostanza dovrebbe prenderli.

"Studia la storia della vaccinazione, da Jenner a Pasteur a Polk", ha scritto un commentatore di Strange Sounds . "Non ci sono prove che facciano altro che iniettarti (nel migliore dei casi) una parte del virus."

"Un virus è semplicemente un pezzo di DNA o RNA e poiché NON è una forma di vita cellulare, non è disattivato o morto", ha aggiunto lo stesso commentatore. La teoria è che devi istruire o esercitare il tuo sistema immunitario. Sbagliato. La medicina moderna può essere semplicemente descritta dal film Frankenstein ".

Altre notizie correlate sui nuovi vaccini contro il coronavirus di Wuhan (COVID-19) sono disponibili su Pandemic.news .

Le fonti per questo articolo includono:

StrangeSounds.org

Science.news

Radio.NaturalNews.com

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 2 dicembre 2020

L'esperto sottolinea la "scienza traballante" dietro i risultati della sperimentazione sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 

esperto-scienza-traballante-vaccino-coronavirus-astrazeneca
"scienza traballante" dietro i risultati della sperimentazione sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Tratto da Naturalnews.com

Un esperto ha avvertito che i risultati delle sperimentazioni sul vaccino contro il coronavirus di AstraZeneca si basano su "scienza instabile". La scienziata diventata scrittrice Hilda Bastian ha sottolineato che i dati sul vaccino COVID-19 del produttore britannico di farmaci, sviluppato con l' Università di Oxford , sono stati "rattoppati" ed escludono i gruppi con il più alto rischio di COVID-19. 

Bastian ha scritto in un pezzo per Wired che i dati di AstraZeneca provenivano da due studi separati - uno a maggio e un altro iniziato alla fine di giugno - che erano sostanzialmente diversi l'uno dall'altro. Ha osservato: "Il fatto che possano aver dovuto combinare i dati di [queste] due prove per ottenere un risultato forte solleva la prima bandiera rossa".

Bastian ha detto che un errore di dosaggio ha contribuito a un tasso di successo più elevato: gli esperti hanno accidentalmente somministrato ad alcuni volontari una dose e mezza del vaccino invece di due dosi complete. Ha aggiunto che gli studi non sono mai stati progettati per testare questo metodo di dosaggio e gli scienziati hanno colto l '"errore" solo quando alcuni partecipanti non hanno mostrato il solito alto tasso di effetti avversi. Bastian ha osservato nel suo articolo su Wired che "degli unici due regimi ... la prima mezza dose sbagliata, seguita da una dose completa almeno un mese dopo è arrivata al 90 percento [efficacia], e le ... due dosi standard almeno un mese a parte [il regime] ha raggiunto solo il 62% di efficacia ".

L'esperto ha anche menzionato che le prove di AstraZeneca e Oxford sembrano includere solo una piccola quantità di persone di età pari o superiore a 55 anni, nonostante questo particolare gruppo di età sia vulnerabile al COVID-19. La sperimentazione del vaccino di giugno, svoltasi in Brasile, originariamente non consentiva alle persone con più di 55 anni; d'altra parte, una prova separata di Pfizer e BioNTech ha avuto il 41% dei volontari over 55 che hanno partecipato.

Un certo numero di esperti ha anche espresso preoccupazione per i dati presentati da AstraZeneca

L'ex presidente della Pfizer Global Research and Development John LaMattina ha sollevato la prospettiva che il vaccino di AstraZeneca potrebbe non ricevere l'approvazione delle autorità statunitensi. Ha twittato il 24 novembre che era "difficile credere" che la Food and Drug Administration rilascerà un'autorizzazione all'uso di emergenza per un vaccino "la cui dose ottimale è stata somministrata solo a 2.300 persone", aggiungendo che "più dati" erano necessari.

L'analista degli investimenti SVB Leerink Geoffrey Porges ha dichiarato al Financial Times che il candidato per il vaccino contro il coronavirus dell'azienda farmaceutica britannica sarebbe stato probabilmente rifiutato perché aveva "cercato di abbellire i risultati [della sperimentazione]" evidenziandone l'efficacia in un "sottoinsieme relativamente piccolo di" partecipanti allo studio. (Correlati: AstraZeneca afferma che "l'errore di dosaggio" ha portato a un aumento dei risultati della sperimentazione del vaccino, giustificando affermazioni di "efficacia al 90%" .)

Il virologo dell'Università di Reading Ian Jones ha dichiarato al Daily Mail che il problema del dosaggio era "confuso". Il professore ha spiegato che la protezione del 90% osservata nel sottoinsieme che riceveva una dose e mezza "era davvero buona", ma ha aggiunto: "Penso che equivarrebbe a solo circa 15 persone sulle 3.000 che l'hanno ricevuta, il che potrebbe essere troppo basso per convincere le autorità di regolamentazione [che il vaccino funziona.] "

Gli aspetti negativi del vaccino per il coronavirus di AstraZeneca superano i suoi presunti positivi

L'articolo di Bastian è arrivato dopo che AstraZeneca aveva annunciato il 23 novembre i risultati dei suoi test clinici per il suo vaccino. L'annuncio ha seguito i precedenti aggiornamenti di Pfizer e Moderna, i cui vaccini a base di mRNA hanno registrato tassi di efficacia superiori al 90%. Il vaccino dell'azienda britannica non richiede una conservazione ultra-fredda a differenza degli altri due candidati, ed è anche il vaccino COVID-19 più conveniente fino ad oggi a £ 2 (US $ 2,66) per dose rispetto al prezzo a dose singola di Pfizer £ 15 (US $ 19,96) e il prezzo di Moderna £ 26 (US $ 34,60).

Il vaccino di AstraZeneca utilizza un adenovirus innocuo, simile a quello che causa il comune raffreddore, per fornire materiale genetico che spinge il corpo a produrre proteine ​​note come antigeni. Questi antigeni che aiutano il sistema immunitario a sviluppare un arsenale contro le infezioni si trovano sulla superficie del patogeno SARS-CoV-2.

Tuttavia, le sperimentazioni per il vaccino dell'azienda hanno incontrato diversi ostacoli negli ultimi mesi. Due partecipanti hanno sperimentato un'infiammazione spinale a settembre, mentre un terzo partecipante è morto durante gli studi clinici in Brasile. Ulteriori indagini hanno rivelato che gli ingredienti tossici nel vaccino, come il tessuto fetale umano abortito, hanno svolto un ruolo negli effetti avversi riportati dopo la somministrazione del candidato vaccino.

Le fonti includono:

DailyMail.co.uk

Wired.com

Twitter.com

FT.com

STATNews.com

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina