Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 30 maggio 2020

Il "fact-checker" di Facebook informa male gli utenti sulla sicurezza dei vaccini

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Facebook ha creato una nuova funzionalità, il "Fact-Checker", che ora viene utilizzato per combattere presumibilmente la disinformazione sui vaccini, ma che in realtà viene utilizzato per propagandare. 

Un "Fact-Checker" che appare su un popolare video di Del Bigtree, conduttore dello spettacolo  The HighWire , afferma che il video presenta informazioni false. Tuttavia, lo stesso Facebook in questo caso è colpevole di disinformazione dei propri utenti sulla sicurezza del vaccino.

(Articolo di Jeremy R. Hammond ripubblicato da JeremyRHammond.com )

Coloro che nel discorso principale chiedono sforzi per combattere la disinformazione sui vaccini in realtà non hanno alcun problema con la disinformazione. Trasparente, ciò che invece hanno un problema sono le informazioni che potrebbero indurre i genitori a concludere che il rigoroso rispetto del programma di vaccini per l'infanzia di routine raccomandato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) potrebbe non essere nel migliore interesse del loro bambino. Non hanno  alcun  problema con le bugie sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino, purché sia ​​inteso a convincere i genitori a vaccinare i propri figli.

Ciò è evidente nel caso del già citato "Fact-Checker" di Facebook. 
Nel'  HighWire  il video , pubblicato il 4 maggio 2017, Bigtree afferma che gli ingredienti utilizzati nei vaccini includono l'alluminio e il mercurio, che sono entrambe le neurotossine note, e che i vaccini possono causare encefalopatia, che è un termine che comprende qualsiasi tipo di danno cerebrale, disturbi, o malattia. Ciò include l'encefalite, che si riferisce all'infiammazione del cervello. Sullo schermo, mostra il foglietto illustrativo del prodotto per il vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MMR) di Merck, che elenca encefalite ed encefalopatia tra le possibili conseguenze avverse di un tiro MMR.

Il "Fact-Checker" di Facebook che ora appare con il video afferma che questo è "Falso", aggiungendo che "I dati attuali mostrano che i vaccini sono sicuri e non causano tossicità o encefalopatia". Questo si collega a un  articolo  sul sito web dell'organizzazione Health Feedback intitolato "Contrariamente alla popolare affermazione video, gli ingredienti del vaccino sono sicuri, non collegati all'encefalopatia".


Uno screenshot di Facebook "Fact-Checker" su un video HighWire.

L'articolo di Health Feedback presenta una citazione inventata, attribuendo a Bigtree le parole "Gli ingredienti tossici nel vaccino MMR causano l'encefalopatia". 
Mentre Bigtree lo suggerisce, quelle parole non compaiono nel video e quindi dovrebbero essere presentate come delle parafrasi, non come delle citazioni dirette. L'intero contesto del video di Bigtree è omesso, ovvero è stata la risposta a un video di Bill Nye ("The Science Guy") in cui Nye implica in modo fuorviante che gli antigeni virali o i batterici sono gli unici componenti dei vaccini. Bigtree stava educando i suoi spettatori che, al contrario, i vaccini contengono anche numerosi altri ingredienti, tra cui, a seconda del vaccino, note neurotossine come alluminio e mercurio.

Né Facebook né Health Feedback esprimono alcuna obiezione a Bill Nye che induce in errore i suoi spettatori nella falsa convinzione che i vaccini contengano un componente di antigene virale o batterico e nient'altro.

Continuando nel suo video, Bigtree chiede cosa succede se si inietta alluminio in un bambino. "C'è mai stato un test di sicurezza su di esso?" chiede retoricamente, poi risponde alla domanda: "Mai".
Sottolinea che il mercurio è la sostanza non radioattiva più tossica conosciuta dall'uomo ed è inclusa nei vaccini antinfluenzali somministrati alle donne in gravidanza. (Le fiale multi-dose di vaccini antinfluenzali inattivati ​​contengono il thimerosal conservante a base di mercurio.) E altri ingredienti. 
Le affermazioni di Bigtree nei vaccini sono formaldeide e antigelo (propilenglicole). Quindi afferma che l'alluminio e il mercurio dai vaccini finiscono nel cervello. Dopo aver chiesto retoricamente cosa succede quando queste sostanze neurotossiche raggiungono il cervello, Bigtree suggerisce che una delle conseguenze può essere l'encefalopatia. È a questo punto che mostra l'encefalopatia elencata come possibile evento avverso nel foglietto illustrativo del vaccino MMR.
Qui, Bigtree induce in errore i suoi spettatori sottintendendo che il vaccino MMR contiene alluminio o mercurio o entrambi. In realtà, non contiene nessuno dei due. Inoltre, mentre la formaldeide viene utilizzata nei vaccini, il glicole propilenico  non lo è ; anche se un'altra sostanza chimica usata per fare antigelo, glicole polietilene,  c'è  stata . Se il "Fact-Checker" di Facebook avesse adottato un approccio oggettivo, avrebbero sottolineato che Bigtree aveva ragione a criticare Nye per aver fuorviato i suoi spettatori, ma sbagliava a suggerire che uno di questi ingredienti fosse nel vaccino MMR e sbagliava nel dire che l'anti-congelamento è un ingrediente nei vaccini. Invece, hanno scelto ipocritamente Bigtree per le critiche.
Inoltre, Health Feedback stesso maltratta ipocritamente i suoi lettori, affermando  erroneamente  che "Nessuna prova scientifica supporta un'associazione causale tra vaccini o suoi ingredienti (thimerosal, adiuvanti di alluminio, glicole propilenico) ed encefalopatia".

"L'affermazione secondo cui il vaccino MMR causa l'encefalopatia", continua l'articolo Health Feedback, "si basa su un'interpretazione errata delle informazioni sul foglietto illustrativo del vaccino".
L'articolo riconosce che le fiale multidose del vaccino antinfluenzale contengono thimerosal, che è circa la metà di etilmercurio in peso. Ma afferma che l'etilmercurio viene "eliminato rapidamente dal corpo, a differenza del metilmercurio, nel senso che non si accumula nel corpo".
Allo stesso modo, l'articolo riconosce che i vaccini possono contenere sali di alluminio, che vengono utilizzati come adiuvanti, il che significa che una sostanza inclusa in un vaccino per suscitare una risposta immunitaria più forte. Ma, aggiunge l'articolo, "i livelli nei vaccini sono bassi e sicuri".

È anche riconosciuto il fatto che l'encefalopatia appare sul foglietto illustrativo della MMR alla voce "Reazioni avverse". L'articolo sostiene, tuttavia, che l'inserto elenca esplicitamente questi "indipendentemente dalla causalità" e che è "pertanto errato affermare una relazione causale tra vaccini ed encefalopatia sulla base delle informazioni del foglietto illustrativo".
Health Feedback sostiene inoltre: “L'affermazione secondo cui la sicurezza del vaccino è completamente sconosciuta è falsa. L'Istituto di medicina - parte delle Accademie nazionali di scienze, ingegneria e medicina - ha rivisto i programmi di immunizzazione infantile e li ha trovati sicuri. "

La verità è, tuttavia, che su ognuno di questi punti, sono Facebook e il suo partner "Fact-Checker" a disinformare il pubblico.
Maggiori informazioni su:  JeremyRHammond.com
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

venerdì 29 maggio 2020

Coronavirus la più grande truffa politica della storia? ► L’articolo del ‘The Washington Times’

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Il Dr. Dan Erickson e il Dr. Artin Massihi (specialisti in medicina d’emergenza), comproprietari dell’Accelerated Urgent Care di Bakersfield, in California, hanno prodotto una serie di video in cui chiedono se sia necessario l’ordine di lockdown con particolare riferimento alla California, interrogandosi sull’affidabilità dei dati prodotti dai modelli predittivi. I video hanno fatto il giro del web e in poche ore hanno raggiunto oltre 5 milioni di visualizzazioni, prima di essere rimossi da YouTube. Il tutto è stato amplificato da Elon Musk che ha rilanciato i contenuti e da Fox News che ha intervistato il Dr. Erickson in prima serata per discutere il suo punto di vista.
Pronta la risposta dell’American College of Emergency Physicians (ACEP) e dell’American Academy of Emergency Medicine (AAEM) che “condannano congiuntamente ed energicamente le opinioni rilasciate dal Dr. Daniel Erickson e dal Dr. Artin Massihi”, attraverso una nota ufficiale.
Abbiamo tradotto e doppiato per voi un articolo del ‘The Washington Times‘, testata giornalistica nata nel 1982 di stampo conservatore (da non confondere con il ‘The Washington Post‘), non nuova a proporre ai suoi lettori punti di vista diversi da quelli mainstream. 
Il Coronavirus è la più grande truffa politica della storia” questo il titolo di un articolo del The Washington Times (28 aprile 2020) della giornalista Cheryl K. Chumley che abbiamo tradotto e doppiato per voi.

The Washington Times: “Il coronavirus è la più grande truffa della storia” ▶️ VIDEO IN ITALIANO

Il testo dell’articolo tradotto ⬇️

Il nuovo coronavirus è reale.
La risposta al coronavirus è stata volutamente esagerata. E con il tempo, questa esagerazione si rivelerà come la truffa politica che è.
Infatti, il COVID-19 sarà considerato una delle più grandi risposte, vergognosamente esagerate, sovrastimate, irrazionalmente gonfiate, e del tutto ingannevolmente viziate per un problema sanitario nella storia americana, una risposta che è stata largamente propagandata da professionisti del settore medico che non hanno alcuna esperienza in materia di economia o di governo.
I fatti sono questi: COVID-19 è una malattia che fa ammalare alcuni, si rivela fatale per altri, soprattutto per gli anziani – e non fa nulla alla stragrande maggioranza delle persone.
Questo è tutto. Questo, in poche parole, è tutto.
O, per dirla con le parole di Dan Erickson e Artin Massihi, medici e co-proprietari della Accelerated Urgent Care a Bakersfield, California: “Facciamo riaprire il paese – e subito”.
“Dobbiamo ancora restare rintanati in casa? La nostra risposta è: decisamente no. Abbiamo bisogno di chiudere le aziende? Decisamente no… [Tutti] i dati mostrano che è ora di porre fine alle restrizioni”, ha detto Erickson in una recente intervista.
Ha ragione. Hanno ragione.
I dati per tenere l’America chiusa e gli americani segregati semplicemente non esistono.
A dire il vero, è discutibile che sia mai esistita una vera ragione a questo.
Gli scienziati che sono stati i fautori più accaniti della chiusura a causa del coronavirus avevano previsto che a marzo in America, sarebbero morte tra 100.000 e 250.000 persone. Hanno basato queste stime sulla modellazione computerizzata. Ma allo stesso tempo, basando quelle stime sulla modellazione computerizzata, hanno riconosciuto che la stessa è imprecisa e tende a sbagliare per eccesso.
“Nella mia esperienza non ho mai visto un modello per le malattie dove si sia verificato lo scenario peggiore”, ha dichiarato il Dr. Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e membro della task force per il coronavirus della Casa Bianca del Presidente Donald Trump, durante un’intervista alla CNN a marzo. “I modelli vanno sempre oltre il limite”.
Capito il messaggio di Fauci? I modelli informatici sono imperfetti e imprecisi e sopravvalutano sempre il problema.
Ma da questi dati informatici difettosi e troppo gonfiati sono nate comunque tutte le azioni costituzionalmente discutibili del governo: dall’ordinare la chiusura di attività commerciali alla messa in quarantena dei cittadini americani in casa, finanche al decidere qualche rapido e pietoso ed economicamente doloroso schema di redistribuzione del reddito attraverso la legislazione dei fondi per stimolare l’economia.
Da allora, circa 56.000 persone sono morte in America a causa del coronavirus, o no? Anche in questo caso, i fatti sono inconsistenti.
Il governo ha ordinato settimane fa agli ospedali di smettere di eseguire interventi chirurgici selettivi per far posto al numero previsto di pazienti affetti da coronavirus. E così hanno fatto. E così facendo, hanno tagliato i loro flussi di cassa. Così il Congresso ha approvato una legge che dà agli ospedali miliardi di dollari per curare i pazienti affetti da coronavirus. Conflitto di interessi? Diamine, sì!
I conteggi dei casi di coronavirus, già erronei a causa della modellazione computerizzata, sono stati poi sottoposti ad un’altra elaborazione falsata.
“Mentre aumentano le domande sul processo di segnalazione e sull’accuratezza dei dati, la Pennsylvania rimuove più di 200 decessi dal conteggio ufficiale dei morti per coronavirus”, ha riferito l’Inquirer.
Se a ciò si aggiunge la natura sempre mutevole di un virus che si diffonde per via aerea e per contatto, onestamente, all’improvviso, anche la migliore ipotesi di Fauci, l’esperto, è all’incirca pari a quella di Mario Rossi (Joe Neighbor, nel testo, n.d.r.). È necessario quindi farsi guidare dal buon senso, combinato con la conoscenza dei virus del passato.
Ma i medici esperti hanno rifiutato questo approccio, si sono rifiutati di riconoscere il buon senso, si sono rifiutati di confrontarsi con i virus del passato in qualsiasi modo che non esagerasse l’impatto del coronavirus.
È stato detto agli americani che questo virus era diverso, che era molto più contagioso di qualsiasi altra cosa mai vista o studiata prima; così hanno detto agli americani. E ogni volta che i numeri diminuivano e si dimostravano sbagliati, beh, questo era dovuto al distanziamento sociale, alla quarantena ed alle mascherine che gli americani avevano indossato, per ordine del governo. Questo era stato detto agli americani.
Non ha senso. Semplicemente: non quadra. Semplicemente: non si giustificava, e non giustifica la totale distruzione dei diritti civili.
Ed ora alcuni nella comunità medica, grazie al cielo, cominciano a mettere in luce le evidenti omissioni di logica e di fatto che hanno afflitto questa lotta contro il coronavirus, lotta che si è protratta per troppo tempo, troppo a lungo.
Tra alcune delle osservazioni di Erickson: “Questa è immunologia – microbiologia 101. Questa è la base di ciò che sappiamo da anni: Quando prendi degli esseri umani e dici: “Andate a casa vostra, pulite tutti i mobili, disinfettateli con lisoformio”…, che danni fa tutto ciò al nostro sistema immunitario? … La reclusione in casa abbassa le difese e deprime il sistema immunitario”.
E questo: “Ogni volta che si verifica qualcosa di nuovo nella comunità [medica], si diffonde la paura – io avrei fatto quello che ha fatto il dottor Fauci… inizialmente. … Ma sapete, guardando le teorie e i modelli – che è ciò che queste persone usano – è molto diverso dal modo in cui il virus reale si presenta nelle comunità”.
E questo: “Pensate di essere protetti da COVID quando indossate guanti che trasferiscono malattie ovunque? … Indossiamo mascherine in un ambiente a rischio per proteggerci, ma non le indossiamo sempre. Perché? Perché capiamo la microbiologia. Capiamo l’immunologia. E vogliamo un sistema immunitario forte. Non voglio nascondermi in casa, deprimere il sistema immunitario e poi uscire (indebolito) e contrarre malattie”.
E questo: “Quando scrivo un referto di morte, mi vengono fatte pressioni per aggiungere COVID. Perché? Perché ci vengono fatte pressioni per aggiungere COVID? Forse per aumentare i numeri e farlo sembrare un po’ peggiore di quello che è? Ci stanno facendo pressioni all’interno per aggiungere COVID alla lista diagnostica quando riteniamo invece che non abbia nulla a che fare con l’effettiva causa della morte. La vera causa di morte non è stata il COVID, ma viene riportata come uno dei fattori di malattia. Non li ha uccisi il COVID, li hanno uccisi 25 anni di tabacco”.
Diventa più chiaro così?
Seriamente, America. L’unica ragione per cui siamo è ancora in modalità lockdown è politica.
O i politici hanno troppa paura di fare qualsiasi mossa che potrebbe ritorcersi contro di loro politicamente, oppure stanno usando questo coronavirus per i propri fini politici. Per esempio per approvare leggi sul controllo delle armi, come il governatore della Virginia Ralph Northam. O per alimentare le speranze della propria campagna elettorale sull’attuale economia devastata, come l’ex vicepresidente Joe Biden e tutti quelli che guardano ai democratici.
Ma per il resto dell’America, quell’America laboriosa e amante della libertà, è giunto il momento di mettere un freno a quanto è radicalmente incostituzionale.
“Se hai intenzione di calpestare i diritti costituzionali di qualcuno, è meglio che tu abbia una buona ragione – è meglio che tu abbia una ragione davvero buona, non solo una teoria”, ha detto Erickson. “I dati ci mostrano che è ora di rialzare la testa… quindi, se non la rialziamo, qual è la ragione?
Questa è la domanda chiave.
Con il passare del tempo, la risposta diventerà sempre più evidente. Il coronavirus può essere reale – ma è stato ingannevolmente esagerato, gonfiato. Ora speriamo solo che questa non sia una bufala che si ripete ogni volta che si avvicina la stagione dell’influenza.
Traduzione pro-bono a cura di Arrigo De Angeli/CptHook

L’articolo originale al seguente link ⬇️

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

martedì 26 maggio 2020

A chinese scientific study shows that the infectivity of asymptomatic covid-19 positive individuals is either zero or very weak (in fact none of the 455 tested subjects became infected).

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


A Study on Infectivity of Asymptomatic SARS-CoV-2 Carriers





Abstract

Background: An ongoing outbreak of coronavirus disease 2019 (COVID-19) has spread around the world. It is debatable whether asymptomatic COVID-19 virus carriers are contagious. We report here a case of the asymptomatic patient and present clinical characteristics of 455 contacts, which aims to study the infectivity of asymptomatic carriers.
Material and methods: 455 contacts who were exposed to the asymptomatic COVID-19 virus carrier became the subjects of our research. They were divided into three groups: 35 patients, 196 family members and 224 hospital staffs. We extracted their epidemiological information, clinical records, auxiliary examination results and therapeutic schedules.
Results: The median contact time for patients was four days and that for family members was five days. Cardiovascular disease accounted for 25% among original diseases of patients. Apart from hospital staffs, both patients and family members were isolated medically. During the quarantine, seven patients plus one family member appeared new respiratory symptoms, where fever was the most common one. The blood counts in most contacts were within a normal range. All CT images showed no sign of COVID-19 infection. No severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 (SARS-CoV-2) infections was detected in 455 contacts by nucleic acid test.
Conclusion: In summary, all the 455 contacts were excluded from SARS-CoV-2 infection and we conclude that the infectivity of some asymptomatic SARS-CoV-2 carriers might be weak.
Note well: In Italy obviously this research is very uncomfortable for the medical mafia of dogmatic medicine, it is therefore, promptly these have unleashed their trustworthy pens sold, piece-fortified by joint... as for example the uninformed boorish antibufale as those who infiltrated the newspaper "Open" by Enrico Mentana, who of Open, has nothing. Moral? This scientific research is dangerous, and must absolutely be labelled with the term "hoax" or "disinformation".


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Uno studio scientifico cinese dimostra che l'infettività degli asintomatici positivi al covid-19 è nulla o molto debole (in realtà nessuno dei 455 soggetti testati si è infettato)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Uno studio sull'infettività dei portatori di SARS-CoV-2 asintomatici


Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com


Astratto

Contesto: un focolaio in corso di coronavirus nel 2019 (COVID-19) si è diffuso in tutto il mondo. È discutibile se i portatori di virus COVID-19 asintomatici siano contagiosi. Riportiamo qui un caso del paziente asintomatico e presentiamo le caratteristiche cliniche di 455 contatti, che mira a studiare l'infettività dei portatori asintomatici.
Materiale e metodi: 455 contatti che sono stati esposti al portatore del virus asintomatico COVID-19 sono diventati i soggetti della nostra ricerca. Sono stati divisi in tre gruppi: 35 pazienti, 196 membri della famiglia e 224 membri del personale ospedaliero. Abbiamo estratto le informazioni epidemiologiche, i registri clinici, i risultati degli esami ausiliari e i programmi terapeutici.
Risultati: il tempo medio di contatto per i pazienti è stato di quattro giorni e quello per i familiari di cinque giorni. Le malattie cardiovascolari hanno rappresentato il 25% tra le malattie originali dei pazienti. Oltre al personale ospedaliero, sia i pazienti che i familiari erano isolati dal punto di vista medico. Durante la quarantena, sette pazienti più un membro della famiglia hanno manifestato nuovi sintomi respiratori, dove la febbre era la più frequente. L'emocromo nella maggior parte dei contatti rientrava in un intervallo normale. Tutte le immagini CT non hanno mostrato segni di infezione da COVID-19. Non è stata rilevata alcuna infezione da coronavirus 2 (SARS-CoV-2) per sindrome respiratoria acuta grave in 455 contatti mediante test dell'acido nucleico.
Conclusione: in sintesi, tutti i 455 contatti sono stati esclusi dall'infezione SARS-CoV-2 e concludiamo che l'infettività di alcuni portatori asintomatici di SARS-CoV-2 potrebbe essere debole.
Nota bene:  Ovviamente questa ricerca è molto scomoda per la mafia medica della medicina dogmatica, è quindi, prontamente questi hanno sguinzagliato i loro pennivendoli di fiducia, foraggiati a cottimo per articolino.. come ad esempio i disinformatori beceri degli antibufale come quelli infiltrati nel giornalino "Open" di Mentana,che di Aperto, non ha niente. Morale? Questa ricerca scientifica è pericolosa, e va assolutamente etichettata con il termine "bufala" o "disinformazione".
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina