Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

lunedì 14 giugno 2021

Vaccino Pfizer legato all'infiammazione del cuore nei giovani, concludono gli esperti israeliani

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


In un rapporto preliminare presentato martedì 1 giugno al Ministero della Salute israeliano , i ricercatori hanno trovato un probabile legame tra il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 e i casi di infiammazione cardiaca a seguito della vaccinazione.

Tradotto dalla redazione di Vivereinmodonaturale.com


Il ministero ha sentito parlare per la prima volta del problema ad aprile dopo che i funzionari sanitari hanno segnalato almeno 60 casi di miocardite o infiammazione del muscolo cardiaco nei giovani uomini.

La maggior parte di loro ha ricevuto la seconda dose del vaccino Pfizer-BioNTech pochi giorni prima di sviluppare la condizione. I rapporti hanno spinto il ministero a nominare un gruppo di esperti per indagare sulla questione.

Il panel comprendeva esperti di salute pubblica e specialisti in malattie infettive  dell'Università di Tel Aviv , del Technion-Israel Institute of Technology e  dell'Università di Haifa .

Gli esperti trovano "probabilità di connessione" tra i casi di infiammazione cardiaca e il vaccino Pfizer COVID-19

Secondo il rapporto, tra uno su 3.000 e uno su 6.000 uomini di età compresa tra 16 e 24 anni che sono stati vaccinati con il vaccino di Pfizer hanno sviluppato miocardite . Tuttavia, la maggior parte dei casi era lieve e si è risolta in poche settimane.

Anche così, il rapporto suggerisce che il vaccino espone i giovani a un rischio maggiore di sviluppare miocardite. La condizione ha colpito 275 dei cinque milioni di persone che hanno ricevuto il vaccino negli ultimi sei mesi. La maggior parte dei pazienti che hanno sviluppato la condizione aveva meno di 30 anni. Molti erano pazienti di sesso maschile.

I sintomi della miocardite comprendono oppressione al petto, mancanza di respiro, febbre , palpitazioni e affaticamento . Sebbene spesso lieve, la miocardite può portare a esiti potenzialmente letali, come infarto e ictus .

Sulla base delle loro scoperte, i ricercatori israeliani hanno concluso che esiste una "probabilità di connessione" tra la ricezione della seconda dose del vaccino da parte di Pfizer e l'insorgenza di miocardite negli uomini di età compresa tra 16 e 30 anni.

La connessione sembra anche essere più forte nei giovani di età compresa tra 16 e 19 anni rispetto ad altre età. Anche la probabilità di sviluppare miocardite dopo la vaccinazione sembra diminuire con l'aumentare dell'età.

Dror Mevorach, capo di una delle unità COVID-19 all'Hadassah Hospital Ein Kerem di Gerusalemme e capo del panel, ha affermato che la loro analisi "è molto suggestiva di una natura causale" tra i due. Ha aggiunto di essere convinto che ci sia una relazione.

Peter Liu, un cardiologo  dell'Università di Ottawa Heart Institute che non faceva parte del panel, ha affermato che è importante indagare sul potenziale legame tra la somministrazione della seconda dose di vaccino e l'insorgenza della miocardite, anche se c'è solo un "accenno di un segnale”. Tuttavia, Liu ha affermato che gli scienziati dovrebbero esaminare anche altri gruppi di popolazione per essere certi che il collegamento esista.

In una dichiarazione, Pfizer ha affermato di non aver osservato un tasso di miocardite più elevato di quanto ci si aspetterebbe normalmente data una vasta popolazione. Il colosso farmaceutico ha anche affermato di essere a conoscenza dei risultati del panel israeliano. Tuttavia, Pfizer ha affermato che i risultati non hanno stabilito alcun nesso causale tra il vaccino e la miocardite.

BioNTech, d'altra parte, ha affermato che più di 300 milioni di dosi del suo vaccino sono state somministrate a livello globale. La società ha anche affermato che il "profilo rischio-beneficio" del suo vaccino rimane positivo. (Correlato:  CEO di BioNTech: terza dose di vaccino contro il coronavirus necessaria dopo un anno, seguita da vaccini di richiamo annuali .)

In una dichiarazione, BioNTech ha affermato che è in corso un'attenta valutazione delle segnalazioni di miocardite. Non è stato concluso. "Gli eventi avversi, tra cui miocardite e pericardite, vengono regolarmente e accuratamente esaminati dalle aziende e dalle autorità di regolamentazione", ha affermato la società.

Funzionari sanitari negli Stati Uniti stanno anche indagando su casi di miocardite in giovani uomini che hanno ricevuto un vaccino contro il COVID-19. In un rapporto pubblicato sul suo sito web il mese scorso, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno affermato che i casi si sono verificati entro quattro giorni dall'iniezione della seconda dose di un vaccino mRNA. I maschi hanno riportato più casi rispetto alle femmine.

Tuttavia, il CDC ha affermato che deve ancora determinare se l'insorgenza della miocardite e i vaccini COVID-19 siano correlati e come, in caso affermativo.

Vaccines.news ha più articoli sugli effetti collaterali negativi legati ai vaccini COVID-19.

Le fonti includono:

LifeSiteNews.com

NaturalHealth365.com

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 19 maggio 2021

LA PROTEINA SPIKE DA SOLA CAUSA LA MALATTIA. LO STUDIO CINESE E AMERICANO

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Gli effetti negativi della Covid-19, come ictus e trombosi, sono una diretta conseguenza dell’azione della proteina spike e non sono dovuti solo all’infiammazione indotta dall’infezione. A confermare questo risultato è anche uno studio pubblicato sulla rivista Circulation Research che ribadisce come Covid-19 sia principalmente una malattia vascolare e solo indirettamente una malattia respiratoria.



Questa osservazione era del resto nota ai primi medici che, contravvenendo alla raccomandazione ministeriale, iniziarono a eseguire le autopsie sui pazienti deceduti con la patologia.

I ricercatori dell’Università della California San Diego, negli Usa, e della Xi’an Jiaotong University, in Cina, hanno osservato che il Sars-Cov-2, grazie alla proteina spike, si lega al recettore dell’enzima di conversione dell’angiotensina 2 (ACE 2) per entrare e infettare le cellule ospiti. Lo studio spiega che la proteina spike, quindi, non solo si lega alle cellule sane per diffondere l’infezione, ma provoca danni direttamente alle cellule dell’endotelio, il tessuto che riveste i vasi sanguigni.

Il gruppo di ricerca ha utilizzato degli pseudovirus, ovvero virus ‘vuoti’ e non infettivi ma che esprimono la proteina S (pseudo-spike) sulla superficie, iniettandoli nella trachea di criceti. Gli animali hanno avuto come conseguenza danni ai polmoni e alle arterie, ciò ha consentito di dimostrare che la proteina spike da sola causa la malattia, a prescindere dalla diffusione dell’infezione virale.

L’altro esperimento che i ricercatori americani e cinesi hanno condotto è stato di esporre le cellule endoteliali sane alla proteina spike. Quest’ultima, legandosi con l’enzima ACE2, ha danneggiato le cellule, causandone la frammentazione dei mitocondri (le cosiddette centraline energetiche delle cellule).

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

VACCINO COVID = DANNI GENETICI

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 Vaccino-covid-danni-genetici



Inquietante lettera di avvertimento della naturopata tedesca Anette Lillinger a tutti i suoi pazienti che chiedevano informazioni sul prossimo vaccino contro il coronavirus.

"Per tutti i miei pazienti: vorrei attirare con urgenza la vostra attenzione su importanti domande relative all'imminente vaccinazione con Covid-19, a causa della nuova modalità d'azione del futuro vaccino contro il coronavirus, tali successi nella cura non saranno più possibili in futuro. 

Per la prima volta nella storia della vaccinazione, i cosiddetti vaccini mRNA di ultima generazione intervengono direttamente nel materiale genetico del paziente e quindi cambiano il materiale genetico individuale, che rappresenta la manipolazione genetica, qualcosa che è stato vietato, fino ad ora considerato criminale. Questo intervento può essere paragonato a quello degli alimenti geneticamente manipolati, il che è anche molto controverso. Anche se i media e i politici attualmente banalizzano il problema e addirittura chiamano senza pensare a un nuovo tipo di vaccinazione per tornare alla normalità, tale vaccinazione è problematica in termini di salute, morale ed etica e anche in termini di danno genetico che, a differenza i danni causati da precedenti vaccinazioni saranno ora irreversibili e irreparabili. 

Cari pazienti, dopo una vaccinazione senza precedenti contro l'mRNA, non sarete più in grado di curare i sintomi della vaccinazione in modo complementare. Dovrai convivere con le conseguenze, perché non possono più essere curate semplicemente eliminando le tossine dal corpo umano, così come non puoi curare una persona con un difetto genetico come la sindrome di Down o 21, sindrome di Klinefelter, sindrome di Turner, genetica malattie cardiache, emofilia, fibrosi cistica, sindrome di Rett, ecc.), perché il difetto genetico è una volta per tutte!

 Chiaramente, questo significa:

 se si sviluppa un sintomo di vaccinazione dopo una vaccinazione con mRNA, né io né nessun altro terapeuta possiamo aiutarvi in ​​modo causale, perché il danno causato dalla vaccinazione sarà geneticamente irreversibile. A mio avviso, questi nuovi vaccini rappresentano un crimine contro l'umanità che non è mai stato commesso in una forma così ampia nella storia. Come ha affermato ieri il dottor Wolfgang Wodarg, un medico esperto: in realtà, questo "promettente vaccino" per la stragrande maggioranza delle persone è in realtà vietato per la manipolazione genetica! "

"Il vaccino, sviluppato e sostenuto da Anthony Fauci e finanziato da Bill Gates, ha utilizzato una tecnologia sperimentale di mRNA. Tre delle 15 cavie umane (20%) hanno subito un “evento avverso grave". Moderna ha riconosciuto che tre volontari hanno sviluppato eventi definiti dalla FDA come impedimento della normale attività quotidiana, richiesto intervento medico".Tutto questo per essere immuni per soli otto mesi,se e dico se si avrà l'immunità. 

Fonte:

https://www.infovaccin.fr/csx/scripts/downloader2.php?filename=T004/fichier/bb/46/ex35n7q96nfh&mime=application/pdf&originalname=lettre_LILLINGER_Naturopathe_allemande.pdf

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 12 maggio 2021

Il vaccino è la pandemia: MOLTEPLICI paesi vedono un picco di morti covid DOPO l'inizio dei vaccini covid

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

 

Il-vaccino-e-la-pandemia


Un totale di 26 paesi stanno segnalando un massiccio aumento di "casi", lesioni e decessi del coronavirus di Wuhan (Covid-19) ora che i "vaccini" sono ampiamente utilizzati.


Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Da NaturalNews.com

Le isole di Antigua e Barbuda nei Caraibi, che hanno iniziato a vaccinare le persone il 17 febbraio, hanno entrambe riportato un forte aumento delle morti per virus cinesi - il più alto, infatti, da quando la pandemia è stata lanciata per la prima volta. Ci sono voluti due mesi interi perché i numeri dei casi tornassero ai livelli di pre-vaccinazione.

In Brasile, dove il 16 gennaio è iniziata la somministrazione di vaccini per l'influenza di Wuhan, le morti attribuite al nuovo virus sono aumentate vertiginosamente. Quattro mesi dopo e quelle morti sono ancora massicciamente più alte di quanto non fossero prima del rilascio dei vaccini.

Il Paraguay sta assistendo a un aumento simile. Il suo programma di vaccinazione è iniziato il 21 febbraio e le morti hanno continuato ad aumentare in modo esponenziale. Più vaccini vengono somministrati, più morti vengono segnalati.

Passando al Qatar, che ha iniziato a vaccinare le persone il 28 gennaio, viene segnalato un corrispondente aumento delle morti indotte dai vaccini. Sono passati più di tre mesi dall'inizio delle iniezioni e il numero dei decessi non è tornato ai livelli pre-vaccino.

La lista va avanti e indietro con Maldive, Mongolia, Estonia, Gibilterra, India e sì, Stati Uniti, che riportano tutti dati simili. Ovunque vengano somministrati attacchi di virus cinesi, lì troverai morte e malattie dilaganti.

Per saperne di più, visita ChemicalViolence.com .

Pro-vax cult afferma che la correlazione non è uguale alla causalità

Nonostante una chiara e ovvia tendenza all'orrore che si trascina dietro l'autobus del vaccino, la setta pro-vax insiste sul fatto che niente di tutto ciò dimostra che le iniezioni fossero responsabili. È solo una coincidenza che subito dopo l'iniezione di massa di persone, i tassi di malattia e mortalità siano alle stelle.

"Sì, i dati sono di associazione, ma ignorare i dati ESCLUSIVAMENTE per questi motivi non è il modo in cui funziona il metodo scientifico", ha twittato una persona. 

"Questa, invece, è la dissonanza cognitiva."

Molti medici in terapia intensiva in prima linea si stanno facendo avanti per riferire che anche loro stanno osservando un forte aumento della malattia e della morte tra coloro che sono stati recentemente vaccinati per i germi cinesi.

Le persone aggredite stanno ora allagando i pronto soccorso, e il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sta attribuendo tutto al "virus", definendo questi eventi infezioni "rivoluzionarie".

Questa versione buffa è qualcosa che ci si aspetta dal CDC, una società privata, che non ammetterà mai, in nessuna circostanza, che qualsiasi vaccino causi lesioni o danni.

Sono i vaccini, e non qualche "variante", che stanno inaugurando la "terza ondata"  del genocidio cinese. Eppure il governo continuerà a incolpare il "virus", insieme a coloro che si rifiutano di essere vaccinati con esso.

Si stima che molto presto il numero di decessi post-vaccino aumenterà drasticamente fino a raggiungere le decine di migliaia. Da lì, il cielo è il limite in termini di potenziali milioni di persone che finiscono per perdere la vita a causa delle iniezioni cinesi.

Questa terza ondata di morte indotta dal vaccino molto probabilmente all'inizio si diffonderà e alla fine si trasformerà in una vera e propria pandemia che sarà effettivamente evidente al di fuori solo della televisione e dei social media.

"Questi vaccini fondamentalmente strappano via il tuo sistema immunitario, quindi anche il comune raffreddore ti uccide più facilmente", ha scritto uno dei nostri commentatori su come il componente mRNA delle iniezioni trasforma l'iniezione in fabbriche di proteine ​​a picco ambulante.

"La Dott.ssa Tenpenny ha menzionato un team di medici in California che ha eseguito un test su 55 diverse cellule di organi umani che vanno dal cervello, cuore, fegato, reni, ecc e ha monitorato ciò che ha fatto il vaccino ", ha scritto un altro. "Ha attaccato 28 delle 55 cellule di organi umani regolari che ognuno ha nel proprio corpo".

Le fonti per questo articolo includono:

Twitter.com

NaturalNews.com



macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina