Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

mercoledì 11 ottobre 2017

La polvere di talco può causare il cancro?

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

La multinazionale farmaceutica di prodotti di igiene Johnson & Johnson è stata condannata a pagare 417 milioni di dollari per non aver avvertito per anni che la polvere di talco può causare il cancro.


polvere-di-talco-causa-il-cancro



La decisione è stata presa da un giudice di Los Angeles (USA) dopo che è stato segnalato un caso da Eva Echeverria, che ha subito un cancro ovarico.



La giuria a convenuto che deve essere indennizzata con 70 milioni di dollari, e la società e stata condannata a pagare 347 milioni di dollari come ammenda.



Un vero colpo perché ci sono più di 4.500 denunce simili negli Stati Uniti!

La società ovviamente è ricorsa in appello, ma la verità è che l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) - un organismo appartenente all'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) - dice che il classico talco è un "possibile cancerogeno umano" (rischio IIB) e avverte che la sua intossicazione può essere prodotta per inalazione, ingestione o per via endovenosa come quando si inietta l'eroina. Infatti il ​​talco viene utilizzato per lucidare il riso, come additivo e adiuvante nella produzione di olio di oliva e come eccipiente in molti farmaci i quali con una loro assunzione possono portare il cancro allo stomaco.

D'altra parte, l'esposizione acuta al talco può causare problemi respiratori e irritazione della trachea per l'inalazione e casi di dolore toracico cronico, insufficienza respiratoria e respiro affannoso.

Per quanto riguarda il contatto diretto con la pelle può produrre secchezza, irritazione, vesciche, labbra gonfie e illividire unghie e pelle. 

È stato anche scoperto che la polvere di talco può causare diarrea, vomito, sonnolenza, ipotensione, svenimenti, convulsioni, disfunzioni nella vescica e nei reni, apatia e tic nei muscoli facciali e negli arti.

Le aziende di igiene sostengono che ciò è dovuto alla naturale presenza di amianto - un minerale dimostrato cancerogeno - ma che da tempo è stato trovato nei loro prodotti.

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento