Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 11 novembre 2017

I vaccini possono provocare gli arresti cardiaci...? Sids? 5 IN 15 GIORNI (Non contando gli ultimissimi casi)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Una improvvisa epidemia di arresti cardiaci FA 
SIDS
La foto e tratta dal libro di Gava (il primo dei medici radiati per aver posto dubbi sulla pratica vaccinale) “Vaccinazioni Pediatriche” ed espone una teoria di Mark Geier secondo cui c’è correlazione tra vaccini ed arresto cardiaco in tenera età.


vaccini-sids-arresti-cardiaci


14 Settembre 2017
BIMBO DI 10 MESI
MUORE IMPROVVISAMENTE IN UN ASILO DEL LECCHESE, FORSE ARRESTO CARDIACO.

18 Settembre 2017
BIMBA DI 4 ANNI
DELLA BRIANZA MUORE IMPROVVISAMENTE, FORSE ARRESTO CARDIACO.

24 Settembre 2017
BIMBO DI 4 ANNI
MUORE A CAPANNOLI ALL'IMPROVVISO, FORSE ARRESTO CARDIACO

1 ottobre 2017
BIMBO DI 2 ANNI
ROMA, SICURAMENTE IL LATTE CON I BISCOTTI E' PERICOLOSISSIMO, TUTTO QUELLO ZUCCHERO E LATTOSIO...

2 ottobre 2017
BIMBO DI 4 ANNI
FERRARA... INUTILI I SOCCORSI


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Negli anni ’50 la CIA ha spruzzato una città francese con LSD, ecco cos’è successo.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Nel 1951, un villaggio francese Pont Saint Esprit, improvvisamente divenne afflitto da allucinazioni e da follia di massa. Da decenni, si supponeva che il pane locale fosse stato avvelenato da muffa psichedelico, tuttavia è stato recentemente scoperto che invece la CIA aveva contaminato il cibo del villaggio con LSD.

La scoperta è stata merito del produttore HP Albarelli Jr., che ha pubblicato un libro sull’incidente. Secondo lui, l’incidente era parte degli esperimenti segreti sul controllo mentale della CIA condotti, ora desecretati, con l’uso di medicinali LSD .
A partire dal 16 agosto 1951, gli abitanti del villaggio cominciarono improvvisamente ad avere strane e terribili allucinazioni di serpenti, draghi e fuoco. Decine sono state poste in asili e in centinaia hanno riportato permanenti sintomi di follia.
Un uomo, Leon Armunier, che stava lavorando quel giorno, spiegò che

“era terribile. Ho avuto la sensazione di restringermi sempre di più, poi il fuoco e i serpenti che avvolgevano le mie braccia “, ricorda.

Fu allora che cadde dalla sua moto e fu scortato in fretta in un ospedale di Avignone. Una volta arrivati , lo hanno messo con la camicia di forza in una stanza con altri adolescenti che erano incatenati ai letti.
“Alcuni miei amici hanno cercato di uscire dalla finestra. Erano sconvolti, urlavano, poi il suono dei letti in metallo e i saltii su e giù … il rumore era terribile. Preferirei morire piuttosto che passare tutto quello di nuovo.”
Un altro uomo ha tentato di annegare, a causa delle sue convinzioni, temeva venisse mangiato dai serpenti. Un giovane ragazzo adolescente ha cercato di uccidere sua nonna, mentre un altro uomo che ha creduto di essere un aereo e saltò giù da un edificio.
Tuttavia,  più tardi si attribuì la colpa di tutto questo a un fornaio locale che purtroppo aveva contaminato la sua farina con ergot, che è una muffa allucinogena che potrebbe in teoria causare sintomi simili.
Ora, decenni e decenni dopo, HP Albarelli Jr., ha indagato sulla questione per il suo libro. Secondo lui, l’incidente aveva poco a che fare con il pane contaminato e più a che fare con un esperimento di controllo delle menti segreto, condotto dalla CIA. I suoi risultati sono basati su un documento della CIA intitolato “Re: Pont-Saint-Esprit e F. Olson Files. Span / France Operazione file, inclusione Olson. File Intel. La mano porta a Belin, gli dica di vedere che questi sono sepolti.”
F. Olson, secondo la BBC , era Frank Olson, uno scienziato della CIA che aveva guidato la ricerca per l’agenzia che stava esaminando LSD. David Bellin invece ha lavorato per la Commissione Rockefeller, creata dalla Casa Bianca nel 1975 per esaminare i vari reati e abusi svolti dalla CIA.
Inoltre, è indiscutibile che la CIA ha condotto una serie di esperimenti di controllo mentale associati a LSD in tutto il mondo, coinvolgendo anche la Gran Bretagna e la Corea, mentre le tensioni della guerra fredda erano in costante crescita.
Albarelli spiega nel suo libro Un errore terribile: l’omicidio di Frank Olson e gli esperimenti segreti nella guerra fredda della CIA, che aveva parlato con gli ex collaboratori di Frank Olson e che gli avevano detto che l’incidente di Pont-Saint-Esprit era solo una parte di una varietà di esperimenti di controllo mentale che erano stati condotti dalla CIA.
Tuttavia, ciò che non riusciva a trovare nella sua ricerca, era se le autorità francesi erano o meno a conoscenza della vera natura dell’incidente.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

La Germania analizza i vaccini per uso umano: I risultati sono PAUROSI e in Italia li CENSURANO.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

E’ stato tutto insabbiato dai media, la TV ha ordini ben precisi: “Non ditelo in TV, la gente non deve sapere.”





Consigliamo a tutti di condividere, l’informazione libera e senza censure ce la creeremo noi sul web!

Questi dati scioccanti trovati nei vaccini per uso umano non sono come dire “nell’acqua hanno trovato tracce di alluminio”!! 
Qui la cosa è gravissima! I vaccini ci vengono iniettati nell’organismo e vanno nel sangue, negli organi e nelle cellule di tutto il corpo.


VACCINI E GERMANIA: FIALE ANALIZZATE E UNA VERITÀ SCIOCCANTE!


Sono stati donati migliaia di euro ad una società no-profit di Herrenberg, nelle vicinanze di Stoccarda, denominata AGBUG e.V. per ricercare gli elementi contenuti nei vaccini attuali.


In origine, si intendeva indagare i vaccini per il loro contenuto di mercurio, ma andando avanti, l’associazione ha poi chiesto di estendere le indagini a tutti gli elementi ricercabili.

A questo scopo sono state inviate 16 differenti fiale di vaccini al laboratorio clinico ed ambientale Micro Trace Minerals, con sede in Germania, fondato nel 1975, che opera nel campo dell’analisi dei minerali e dei metalli tossici.

AGBUG ha ora pubblicato i risultati del primo lotto sul suo sito web (vedasi figura 1)


I 16 vaccini analizzati sono:


Afluria 2015/16 [vaccino antinfluenzale] ,

Bexsero [vaccino antimeningococco sierogruppo B, soggetto a monitoraggio addizionale] ,

Cervarix [vaccino bivalente antipapillomavirus umano],

Gardasil [vaccino quadrivalene antipapillomavirus umano],

Gardasil 9 [vaccino 9-valente antipapillomavirus umano] ,

Hexyon [nuovo vaccino esavalente, soggetto a monitoraggio addizionale] ,

Influvac 2016/2017 [vaccino antinfluenzale] ,

Menjugate [vaccino antimeningococco sierogruppo C] ,

Menveo [vaccino antimeningococco coniugato sierogruppo A, C,

W135 e Y+Neis-Vac C [vaccino antimeningococco sierogruppo C],

Prevenar 13 [vaccino antipneumococco 13-valente] ,

Rotarix [vaccino antirotavirus],

Rotateq [vaccino antirotavirus],

Synflorix [vaccino antinfluenzale],

Tetanol Pur [vaccino antitetanico],

Tetanus Impfstoff Mérieux [vaccino antitetanico]

AGBUG e. V. ha pubblicato da qualche giorno i risultati sul suo sito web.
8 febbraio, 2017: Tutti i risultati dei 16 vaccini investigati sono riassunti in una sola pagina





Una prima valutazione (8 febbraio 2017) evidenzia quanto segue:

Tutti i 16 vaccini verificati contengono piccole tracce di mercurio.

Otto dei 16 vaccini contengono piccole tracce di nichel.

Sei dei 16 vaccini contengono piccole tracce di arsenico.

15 di 16 vaccini contengono piccole tracce di uranio.
Tutti i 16 vaccini contengono piccole tracce di alluminio, anche se non dichiarato.
Gardasil, Gardasil 9 e Synflorix, contengono il doppio di alluminio come indicato.

Il contenuto di alluminio nei cosiddetti vaccini inattivati è da 1000 a 6000 volte superiori al limite per l’acqua potabile.

Tutti questi vaccini analizzati in Germania dimostrano ancora una volta che siamo in presenza di farmaci inquinati sui quali i controlli di sicurezza sono quanto meno insufficienti.
Le domande sono ora molteplici e la voglia di chiarezza è sempre più grande.
Quali danni causano queste sostanze in persone allergiche?
In che modo gli effetti patogeni delle sostanze contenute nei vaccini agiscono ( sappiamo benissimo che agiscono in maniera sinergica tra loro) ?

Perché queste sostanze patogene sono incluse in tutti i vaccini ?

Non dimentichiamo che diversi medici e scienziati hanno sottolineato la tossicità dell’alluminio sul nostro sistema immunitario eppure, lo iniettiamo nei nostri figli , sottoponendoli a vaccinazione dove il medesimo è presente in tracce.
Ovviamente la controparte continua a sostenere l’assoluta non tossicità di tali elementi grazie alla loro presenza in micro parti.
Questo vale anche per gli individui immunocompromessi?



Consigliamo a tutti di condividere, l’informazione libera e senza censure ce la creeremo noi sul web!

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

MORTI IN CULLA: PROSEGUONO LE STRAGI DI STATO…

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti




Marcello Pamio - 13 agosto 2017


Ennesimo caso di cronaca nera che riguarda un neonato.
Questa volta tocca a Monza dove una bimba di 4 mesi dentro la sua culla ha smesso di respirare.
Inutile sottolineare che quando un neonato muore non esistono parole per descrivere il dolore per l’intero pianeta.
Le parole però non devono più rimanere nascoste quando si tratta di denunciare al mondo una pratica che solo delle poveri menti ignoranti o in totale malafede non vogliono o non possono vedere. Mi riferisco alle vaccinazioni pediatriche.
Avete letto bene.
Mentre la medicina allopatica, quella non democratica che si arroga il diritto di sapere tutto e imporre al mondo scientifico e ai medici i protocolli delle lobbies, si arrampica inutilmente sugli specchi, i neonati continuano a morire come le mosche.
Ecco come spiegano la Sids (acronimo di Sudden infant death syndrome), cioè Sindrome della morte improvvisa infantile, dette anche «morti bianche» o «morti in culla».
Secondo quanto riportato dai CDC americani, la Sids risiederebbe in anomalie nella zona cerebrale che controlla i ritmi del sonno e della veglia. Un bambino apparentemente sano e normale, soffrirebbe in realtà di una piccola anomalia nel sistema di regolazione dei ritmi cardiaci, respiratori o generali del proprio organismo. (Fonte Epicentro)
L’apoteosi della follia la toccano quando arrivano a dire che il dormire in posizione prona o l’esposizione al fumo passivo indurrebbero la Sids e quindi la morte del bambino! (Fonte Epicentro).
Cari genitori, se un bambino sanissimo, che non ha assolutamente nulla, che sta benissimo, viene messo a letto e non si sveglia più dipende da una anomalia subclinica o dal fumo del sigaro che il nonno ha lasciato in salotto.
Questa sarebbe scienza?
Cosa dire poi della posizione prona? Per anni i pediatri hanno consigliato i genitori di far dormire i figli a pancia in su, poi a pancia in giù. Ora le ultime direttive delle menti geniali che lavorano per noi hanno stabilito che tale posizione può portare alla Sids.
Quindi non si può più dormire proni, ma solo a pancia in su. Chiaro mamme?
Se vostro figlio si mette a dormire pacificamente e naturalmente a pancia in giù, giratelo immediatamente mi raccomando, e se serve mettetegli un piccolo bastoncino sul fianco che impedisca alla creatura di girarsi. Per essere sicure, mettetevi la sveglia ogni 2 ore (se già non lo fate per allattare) e controllate che non si sia rimesso prono. Ne va della sua vita.
Da quando in qua la pediatria ne sa più di un neonato, dal punto di vista istintivo, sulla posizione ideale e naturale per dormire?
Forse da quando la medicina si è arrogata il diritto di vita e di morte sugli esseri umani?
Sappiamo però che la scienza non è democratica, quindi sono loro a decidere come si dorme, quello che si deve mangiare e quello che si deve inoculare. Punto.




VACCINI: MORTE IN CULLA, proseguono le stragi di Stato...

Quello che non sai sui VACCINI!








VACCINI & SIDS

Cosa c’entrano i vaccini con la morte improvvisa del lattante? Assolutamente nulla per i camici bianchi indottrinati dal Sistema.
Poco importa se TUTTI i bambini morti in culla hanno sempre fatto le vaccinazioni qualche giorno o qualche settimana prima. Si tratta di una pura coincidenza e casualità.
Questi grandi illuminati però dovrebbero spiegare a tutti come mai i bugiardini di alcuni vaccini pediatrici (proprio quelli che vengono fatto nei primi mesi di vita) riportano tra gli effetti collaterali: «Sids», «morte in culla»?
Secondo l’Istituto Superiore di Sanità italiano la Sids «colpisce i bambini tra un mese e un anno di età». Stranamente esattamente il periodo in cui vengono fatti i primi inoculi…
Ma naturalmente non si può dirlo, perché si entra nelle fake news da punire con la censura e perché no, anche con la galera. Intanto i bambini continuano a morire.
Se questo fosse un falso, dove sono i bambini morti in culla che NON hanno fatto le vaccinazioni?
S’intendono quelli oltre i due mesi di vita (età dei primi vaccini), escludendo ovviamente quei neonati che realmente sono nati con gravissime patologie respiratorie o cardiovascolari.
Se il cervello non è un optional, con l’odierno accanimento mediatico nei confronti dei genitori etichettati come “no-vax”, se anche solo un bambino morisse in culla senza aver fatto i vaccini i titoli dei vergognosi quotidiani lo direbbero a caratteri cubitali. E invece nulla, come mai?

MORTE IN CULLA
Diamo qualche dato importante.
La Sindrome della morte in culla in Italia uccide circa 300 neonati all’anno, a dircelo è Il Gazzettino del 25 maggio del 2016 in un articolo il cui titolo si commenta da solo: «Vaccini, bimba a due mesi muore nel sonno a Torino dopo esavalente».
Avete letto bene: morta a due mesi di vita appena dopo l’esavalente, ma naturalmente il vaccino non c’entra nulla.
Quindi circa 300 neonati all’anno in Italia muoiono nel sonno.
Vediamo cosa dice l’Istituto Superiore di Sanità sulla Sindrome della morte in culla.
«Dopo le malformazioni congenite, la Sids è la causa principale di morte post neonatale negli Stati Uniti. Secondo il National Vital Statistics Reports, del 12 ottobre 2004, l’incidenza della Sids è di circa 1,7 per mille nati vivi. Dati simili sembrano essere registrati anche in Europa. In Italia, la stima fornita dal centro di riferimento della Regione Lombardia, è di 1 su 1000 nati vivi».
Quindi in Italia vi sarebbe 1 morto ogni 1000 bambini nati.
Prendiamo ora il bugiardino del vaccino trivalente Tripedia per difterite-tetano-pertosse e vediamo cosa riporta la Sanofi-Pasteur.
«La percentuale di morti in culla secondo alcuni studi osservazionali, negli Stati Uniti (periodo dal 1985 al 1991) è pari a 1,5 bambini ogni 1000 nati, mentre in Germania è di circa 0,4».
Ricordate che da noi è 1 su 1000.
Sempre dal trivalente Tripedia: «In uno studio caso-controllato tedesco e in uno studio di sicurezza negli Stati Uniti su 14.971 neonati che hanno ricevuto il vaccino Tripedia ne sono morti 13 morti».
Quindi 13 morti su circa 15.000 neonati significa una percentuale pari a 0,86 morti per ogni 1000 nati.
In Italia sono nati nel 2016 circa 470.000 bambini. Se la percentuale di mortalità del Tripedia è di circa 0,86/1000 nati, tenuto conto che da noi sono nati 470.000 l‘anno scorso, il vaccino se ne è portati via circa 400.
Morti per cosa?
Da Sids ovviamente ma non solo. Almeno 300 ne muoiono per Sids ogni anno, ma se teniamo conto che non è l’unica causa di morte, si fa presto ad ottenere le cifre riportate.
Ecco cosa riporta ancora il bugiardino del Tripedia:
«Adverse events reported during post-approval use of Tripedia vaccine include idiopathic thrombocytopenic purpura, SIDS, anaphylactic reaction, cellulitis, autism, convulsion/grand mal convulsion, encephalopathy, hypotonia, neuropathy, somnolence and apnea».
«Gli eventi avversi riportati durante l’uso post-approvazione del vaccino Tripedia includono: porpora trombocitopenica idiopatica, SIDS, reazione anafilattica, AUTISMO, convulsione, ENCEFALOPATIA, ipotonia, neuropatia, sonnolenza e apnea».
Tra gli effetti collaterali: Sids, autismo ed encefalopatia!
Lo dicono gli stessi produttori dei vaccino; lo mettono nero su bianco nel bugiardino e da noi i grandi medici e la grande scienza ufficiale negano con tutte le forze e con ogni mezzo la correlazione tra vaccini-autismo e la correlazione tra vaccini-Sids.
Beata ignoranza e soprattutto malafede, e intanto i bambini continuano a morire.
Quand’è che la magistratura interverrà arrestando coloro che partecipano attivamente a tale olocausto? Mi riferisco al Ministro della salute, al direttore dell’Istituto Superiore di Sanità e al direttore dell’Aifa, nonché al Presidente della Repubblica che ha firmato e avvallato la conversione del decreto in legge.

PS: Il Giappone ha cambiato il calendario di inizio per la vaccinazione spostandolo dai tre mesi a due anni e subito il loro tasso di Sids (Sindrome della morte improvvisa del lattante) è crollato.
Come mai? Il ritardo della vaccinazione «trivalente» DPT (Difterite-Pertosse-Tetano) dopo i 2 anni di età in Giappone, ha portato ad un drastico calo di effetti collaterali. Nel periodo 1970-1974, quando la vaccinazione DPT veniva effettuata dai 3 a 5 mesi di età, il sistema di compensazione nazionale giapponese erogò indennizzi per ben 57 casi gravi danneggiati da vaccino (danni permanenti) e 37 morti. Durante il periodo 1975-1980, quando le iniezioni di DPT venivano effettuate in ritardo, le gravi reazioni al vaccino sono state ridotte a un totale di tre morti. Ciò rappresenta una riduzione dall’85 al 90 per cento nei casi più gravi di danni e la morte. Nel 1988 il governo giapponese raccomandò la non vaccinazione fino a due anni di età. La Sids è tornata in Giappone da quando il governo è tornato a raccomandare le vaccinazioni a tre mesi. (Raymond Obomsawin, MD. Ottobre 2007 New England Journal of Medicine. Tratto da uno studio condotto dal Dr. Viera Scheibner).

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

I virus dei vaccini vengono coltivati in cellule di feti umani abortiti, da li lo studio che correla l'incremento dei casi di autismo con il DNA fetale umano nei vaccini.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Helen Ratajczak, ricercatrice della Boehringer Ingelheim Pharmaceuticals, ha recentemente sollevato un vivace e turbolento dibattito tra chi discute il problema delle relazioni vaccino-autismo pubblicando un suo studio di revisione sulla ricerca sull’autismo. Si tratta di una nuova revisione di studi che esamina le varie cause ambientali dell’autismo, tra cui i vaccini e i loro componenti. Un elemento messo in luce, e che sembra essere sfuggito ai più è l’uso di cellule embrionali abortive nella produzione di vaccini.
La CBS News ha riportato: “La Dr. Ratajczak riferisce che quando i produttori di vaccini hanno dovuto eliminare il thimerosal dai vaccini (con l’eccezione dei vaccini contro l’influenza che ancora contengono thimerosal), hanno cominciato a produrre alcuni vaccini utilizzando tessuti umani.
L’utilizzo di tessuti umani secondo la Ratajczak riguarda attualmente 23 vaccini.
Nel suo studio ha discusso l’aumento di incidenza dell’autismo in corrispondenza con l’introduzione di DNA umano nel vaccino MMR, e suggerisce che le due cose potrebbero essere collegate.
Le pagine della revisione contengono un dettaglio che difficilmente poteva passare inosservato, cinque parole che rivelano uno dei segreti più shoccanti di Big Pharma, delle aziende farmaceutiche cioè: “…allevato in tessuti fetali umani”
A pagina 70 si legge: “Un aumento aggiuntivo del picco di autismo si raggiunse nel 1995 quando il vaccino della varicella fu allevato in tessuti fetali umani”.La maggior parte di noi è del tutto ignara che le cellule di cultura umana usate per allevare i virus dei vaccini derivano da feti abortivi da decenni ormai e chi li produce è ben felice che il pubblico continui ad ignorarlo, perché sa che questo non potrebbe essere accettato dalla gente sia per le ignote conseguenze per la nostra salute che per il credo religioso di molti. 
Il vaccino contro la varicella non è l’unico prodotto in questo modo e, secondo il Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI), i seguenti 24 vaccini sono prodotti usando cellule provenienti da feti abortivi e/o contenenti DNA, proteine, o frammenti cellulari di colture di cellule coltivate derivate da feti umani abortivi:
Polio PolioVax, Pentacel, DT Polio Absorbed, Quadracel (Sanofi)
Measles, Mumps, Rubella MMR II, Meruvax II, MRVax, Biovax, ProQuad, MMR-V (Merck)
Priorix, Erolalix (GlaxoSmithKline)
Varicella (Chickenpox and Shingles) Varivax, ProQuad, MMR-V, Zostavax (Merck)
Varilix (GlaxoSmithKline)
Hepatitis A Vaqta (Merck)
Havrix, Twinrix (GlaxoSmithKine)
Avaxim, Vivaxim (Sanofi)
Epaxal (Crucell/Berna)
Rabies Imovax (Sanofi)


CORRELAZIONE AUTISMO E DNA FETALE UMANO NEI VACCINI


Lo studio pubblicato sul numero di settembre 2014 del Journal of Public Health and Epidemiolog
y
 rivela una significativa correlazione tra il disturbo autistico (AD) e i vaccini MPR (morbillo, parotite e rosolia), quello contro la varicella e quello contro l’epatite-A.
Utilizzando l’analisi statistica e i dati forniti dai governi di Stati Uniti, Regno Unito, Danimarca e Australia occidentale, gli scienziati del Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI) hanno trovato che l’aumento nella diffusione dell’autismo corrisponde all’introduzione di vaccini che utilizzano cellule umane fetali abortive e contaminanti retrovirali.
Ancora più allarmante quanto afferma la Dr Theresa Deisher, autrice dello studio, laureata in  Fisiologia Cellulare e Molecolare presso la Stanford University e  fondatrice dello SCPI:
“I vaccini  contaminati da cellule umane fetali non solo sono associati con disturbo autistico in tutto il mondo, ma anche con un’epidemia di leucemia infantile e linfomi.”
Un nuovo studio quindi  – che arriva contemporaneamente  alle notizia che il CDC ha deliberatamente nascosto la prova del significativo aumento di autismo tra i bambini afro-americani che erano stati vaccinati prima di 36 mesi di età. – solleva seri interrogativi sulla sicurezza dei vaccini, in particolare per la presenza in essi di cellule umane fetali abortive. Ancora un nuovo studio di cui in Italia non avremo notizia dalla stampa ufficiale, un nuovo studio che sembra non interessare nessuno.
Da parte nostra crediamo che le scoperte dello studio dovrebbero produrre quantomeno un’inchiesta immediata da parte della FDA, se non un aperto divieto dell’uso di cellule umane fetali abortive come substrato per la produzione di vaccini.
Aggiornamento fonti Ottobre 2015

HELEN RATAJCZAK, RICERCATRICE DELLA BOEHRINGER INGELHEIM PHARMACEUTICALS, HA MOSTRATO COME L’UTILIZZO DI VACCINI COLTIVATI IN TESSUTI UMANI SIA CORRELABILE ALL’AUTISMO.

INFATTI IL PICCO DI AUTISMO SI RAGGIUNSE NEL 1995 QUANDO IL VACCINO DELLA VARICELLA FU ALLEVATO IN TESSUTI FETALI UMANI. L’ARTICOLO È STATO PUBBLICATO SU PUBMED.

La CBS News ha riportato: “L’articolo sul Journal of Immunotoxicology è intitolato Theoretical aspects of autism: causes–a review. L’autore è Helen Ratajczak.
Ratajczak ha fatto ciò che nessun’altro si era mai preso la briga di fare: ha rivisto tutto ciò che a partire dal 1943 era stato pubblicato sull’autismo.
La Dr. Ratajczak riferisce che quando i produttori di vaccini hanno dovuto eliminare il thimerosal dai vaccini (con l’eccezione dei vaccini contro l’influenza che ancora contengono thimerosal), hanno cominciato a produrre alcuni vaccini utilizzando tessuti umani.

L’UTILIZZO DI TESSUTI UMANI SECONDO LA RATAJCZAK RIGUARDA ATTUALMENTE 23 VACCININEL SUO STUDIO HA DISCUSSO L’AUMENTO DI INCIDENZA DELL’AUTISMO IN CORRISPONDENZA CON L’INTRODUZIONE DI DNA UMANO NEL VACCINO MMR, E SUGGERISCE CHE LE DUE COSE POTREBBERO ESSERE COLLEGATE.”

Le pagine della revisione contengono un dettaglio che difficilmente poteva passare inosservato; cinque parole che rivelano uno dei segreti più aberranti di Big Pharma, delle aziende farmaceutiche: “allevato in tessuti fetali umani”.
Riferimenti 
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Come fare per proteggersi dalla nube di Rutenio 106 o da altri composti radioattivi provenienti da chissà dove, prima che ci creino una Malattia acuta da radiazione!? (Consigli utili)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Proteggersi-rutenio-106-nube-radioattiva

Sembrerebbe proprio che una radioattiva "di origini sconosciute sia stata rilevata in alcuni paesi europei, infatti sono state riscontrate nell'aria delle "tracce" di Rutenio 106, la cui origine sembra essere localizzata nel centro meridionale della Russia, o a sud degli Urali. Cosi dichiara in una note l'onorevole Scilipoti Isgrò. (Esponente dell'assemblea parlamentare della Nato)
L'evoluzione di questa nube radioattiva che ha già colpito anche l'Italia sembra molto preoccupante, cosi tanto Scilipoti chiede l'intervento di Beatrice Lorenzin Ministro della Salute) e di Gian Luca Galletti (Ministro dell'Ambiente) 
Le regioni colpite al momento in Italia sono; il Piemonte, la Lombardia,il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.
Scilipoti Isgrò notando l'assordante silenzio del mondo politico sottolinea che; è priorità la tutela della salute dei cittadini e lo sancisce anche la nostra Costituzione.
La nube radioattiva forse di provenienza russa, è già arrivata anche in Europa
Come proteggersi prima che il nostro corpo  assorba elementi radioattivi come il Rutenio 106.

Sono noti gli effetti positivi che hanno sul nostro corpo i composti a base di iodio, definito appunto come "iodio buono", ovviamente parliamo dello Iodio naturale (Ioduro di Potassio),perché questo speciale Iodio interferisce e impedisce che gli elementi composti da atomi radioattivi come il cesio 137, lo iodio 121, il Rutenio 106 o il Torio di legarsi all'interno della tiroide e di insinuarsi nelle strutture dell'organismo degli esseri viventi, quando in modo naturale invece dovrebbero legarsi regolarmente e normalmente gli atomi naturali.
Fondamentale per la salute di reni e tiroide. (organi esposti maggiormente all'inquinamento in generale e alle radiazioni.) Consigliato anche dalla CDC nei casi di emergenza: https://www.cdc.gov/nceh/information/radiation.htm

In caso all'esposizione di una radiazione tipo una nube radioattiva, è bene anche modificare la nostra alimentazione, appunto ingerendo elementi ricchi di Iodio, come ad esempio la carne, il pesce del mare,le uova,il latte e al posto del normale sale è preferibile utilizzare in questi casi del sale iodato, le verdure che sono ottime per la loro origine minerale terrena sanno tenere a bada le radiazioni, ovviamente questi alimenti per funzionare devono essere privi di inquinanti radioattivi.
L'ambiente ideale dove vivere in questi casi è il mare, perché rende l'ambiente in cui si soggiorna naturalmente iodato.

Prodotti consigliati per la protezione: 
Iodio Puro - Liquido Analcolico
Contribuisce alla normale funzione tiroidea e alla regolare produzione di ormoni
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 19.9


Iodio Olimentovis - Liquido Analcolico
Oligoelementi con gemmoderivati e nutritivi sinergici
€ 17.9

Iodio Olimentovis - 30 Ampolle
Oligominerali arricchiti con nutritivi sinergici
€ 17.9

Omegor® Vitality 1000 - perle da 1410 mg
Integratore alimentare di acidi grassi Omega 3 EPA e DHA - Puri e Concentrati
Voto medio su 185 recensioni: Da non perdere
€ 11.9

Benessere generale 



Enzyflor Integratore - 90 Capsule Vegetali
Enzimi e probiotici svolgono un ruolo fondamentale per la vitalità e regolarità delle funzioni gastrointestinali e immunitarie.
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
€ 38.01



Prodotti per la disintossicazione

Carciofo Monoconcentrato - 50 Opercoli
Cynara scolymus L. per favorire la funzione digestiva, epatica e depurativa
Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere
€ 12.3

Spirulina - Compresse
Importante per il suo straordinario contenuto di proteine, minerali e vitamine
Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere
€ 34.85

Organic Chlorella - 300 Compresse
Clorella organica - no ogm - senza glutine - vegan
Voto medio su 3 recensioni: Buono
€ 31.68

Zeolite - Elkopur 312® + Montmorillonite
Per 30 giorni-Elimina metalli pesanti, radioisotopi, tossine, istamina
Voto medio su 211 recensioni: Da non perdere
€ 32
Libri utili:




Incubo Radioattivo
L’Italia e il traffico di scorie nucleari nel mondo
€ 15


vai al sito macrolibrarsi
Riproduzione consentita a patto che l'articolo non sia modificato in nessuna parte e che vi si indichi l' Autore e il link attivo al sito. Grazie.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina