Per sostenere questo blog clicca sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie



IpCeI-Pagina-Facebook

martedì 27 novembre 2018

Valutazione conflitti d’Interesse a carico di Gualtiero (Walter) Ricciardi

stampa la pagina
Ricciardi dello ISS, nello "stato mafioso

I conflitti di interesse sono una costante negli ambiti di governo e sottogoverno italiano.
Rappresentano uno scandalo di cui ancora non si vede soluzioni almeno nelle dichiarazioni ufficiali dell’attuale “Governo del Cambiamento”.
I conflitti di interesse quando riguardano un ambito come la salute, diventata il fulcro di speculazioni economiche più o meno occulte, rappresentano una minaccia diretta alla collettività italiana. Di fatto la cartolarizzazione e la regionalizzazione della sanità pubblica hanno portato a un predominio degli interessi privati su quelli pubblici.
Ricordiamo che il conflitto di interesse di fatto favorisce Multinazionali che non hanno nessun altro interesse se non il profitto. Che possono giungere al punto di provocare e fabbricare malattie e rimedi ad alto impatto sostituibili da una buona profilassi personale o da economici rimedi naturali.
Particolare importanza negli ultimi tempi ha assunto il tema vaccini sul quale i governi italiani sono sembrati raggiungere il record europeo di fiancheggiamento di interessi privati.
Ricordiamo solo, lasciando il dettaglio al documento allegato, che In quindici Paesi europei l’obbligatorietà dei vaccini non esiste. Austria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lituania, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia e Regno Unito hanno un approccio basato su raccomandazione, prevenzione e informazione. Non c’è nessuna epidemia e nessuna minaccia alla salute pubblica. In Italia vere e proprie campagne terroristiche basate su fakes e innumerevoli conflitti di interesse nelle varie stanze governative hanno condotto verso l’obbligatorietà
In quest’ambito  è strategica la lettera presentato dal Biologo Franco Trinca appoggiato dal Gruppo di Lavoro Scientifico/Giuridico denominato Vaccino Veritas, di cui fa parte, tra gli altri il Presidente di European Consumers Marco Tiberti. Gli altri membri sono Dr. Fabio Franchi (Medico, Infettivologo – Trieste), Avv. Roberto Ionta, Dr. Armando Lippolis (Medico Omeopata – Torino), Dr. Gerardo Rossi (Medico, Ortopedico – Macerata), Dott.ssa Bettina Stella (Farmacista -Pesaro), Avv. Silvia Mannelli (Avvocato – Pesaro), Dott.ssa Rosella Sbarbati (Biologa – Ancona), Avv. Maurizio Nardozza (Avvocato – Macerata).e sottoscritta.
Nell’esposto sono elencate collaborazioni scientifiche su base remunerativa con società private che speculano proprio sui vaccini configurando una possibile non terzietà nell’affrontare tale argomento.
Il dato oggettivo di vantaggio economico e di profitti per le industrie farmaceutiche dei vaccini, è contestato e misconosciuto dal Presidente dell’ISS. In un’intervista rilasciata al quotidiano online di informazione sanitaria Quotidiano Sanità, ha dichiarato: «Questa degli interessi di Big Pharma è una cosa che non è mai esistita e continua ad essere alimentata da qualcuno che, evidentemente, ha interesse a non capire che i vaccini sono i farmaci più sicuri ed economici».
Ma basta leggere attentamente il documento per capire che la realtà è completamente diversa.
Qui il link per scaricarlo: ATTIVAZIONE_COMMISSIONE_MINISTERIALE
Prossimamente Franco Trinca e Marco Tiberti indiranno una conferenza stampa per esporre ai giornalisti di buona volontà la gravità delle questioni in oggetto.
Se ti piace questo post ti bastano 3 secondi per condividerlo
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

Nessun commento:

Posta un commento