Per sostenere questo blog clicca sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie



IpCeI-Pagina-Facebook

sabato 8 dicembre 2018

Google copre le morti per oppioidi di Big Pharma alterando il completamento automatico della ricerca ... questa è la prova che Google protegge Big Pharma

stampa la pagina


Google copre le morti per oppioidi di Big Pharma alterando il completamento automatico della ricerca ... questa è la prova che Google protegge Big Pharma

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
tradotto da: Naturalnews.com

Google potrebbe essere il motore di ricerca più frequentato sul mercato, ma questo non lo rende il più onesto. 
Un nuovo scioccante rapporto ha rivelato che la funzione di autocompletamento di Google sta censurando le ricerche di statistiche relative agli oppioidi, come "morti da oppiacei" e simili. 
Google è stato messo sotto accusa per aver censurato i conservatori, ma ora sembra che la società stia usando il suo potere per sopprimere ogni tipo di informazione. 
La Big Tech è diventata troppo grande per i suoi brufoli, e ora stiamo vedendo il risultato di questo risultato, visto che le compagnie di behemoth cercano di ottenere il dominio assoluto sui loro domini.
Che sia attraverso la manipolazione dei risultati di ricerca, gli algoritmi dei feed di notizie o la palese oppressione dei loro avversari politici, la Silicon Valley sta usando il suo potere e la sua posizione per influenzare segretamente l'opinione pubblica e mettere a tacere chiunque si trovi sulla loro strada.

Google manipola il completamento automatico

Scrivendo per UNZ , Steve Sailer riferisce che un lettore ha messo insieme una serie di schermate che mostrano come gli stessi termini di ricerca producano risultati completamente diversi a seconda del motore di ricerca che si utilizza. 
Nello specifico, Bing e Duck Duck Go mostrano termini di completamento automatico simili, mentre i termini di completamento automatico di Google sono disponibili nel campo a sinistra. 
Vedi sotto:

[Fonte: UNZ.com]

 Chris Menahan, di  Information Liberation , riferisce che un fenomeno simile si verifica quando si cerca anche la morte di fentanil.
Allo stesso modo, il termine "disturbo da uso di oppiacei" è stato recentemente adottato dalle agenzie sanitarie ed è uno dei principali risultati di autocompletamento di Google per il termine "oppiaceo", dove compare prima "epidemia di oppioidi", "dipendenza da oppioidi" o altri termini più comuni. 
Questo è un tentativo sottilmente velato di porre l'onere degli utilizzatori di oppioidi, piuttosto che l'industria farmaceutica corrotta che ha creato oppioidi, impegnata in campagne di marketing spericolate e medici corrotti nella prescrizione dei loro prodotti. 
Le Big Pharma non possono nascondersi dal loro ruolo nel creare l'epidemia di oppioidi, non importa quanto l'industria vorrebbe fare proprio questo.

I decessi correlati agli oppioidi continuano ad aumentare, con overdose di medicine classificate come la principale causa di morte negli adulti sotto i 50 anni.

La censura di Google su determinati termini di ricerca e la loro manipolazione della funzione di completamento automatico non sta solo proteggendo la Big Pharma, ma sta anche mettendo a repentaglio la salute pubblica. 
Come sostiene Menahan, 

"Non c'è dubbio che potrebbe dare l'impressione agli utenti che sono tutti da soli nella loro ricerca, anche se tale traffico di ricerca probabilmente non è mai stato più alto."

Scrivendo per UNZ, Sailer rileva che Google altera anche altri risultati di completamento automatico. Ricerche su etnia, religione o orientamento sessuale non producono risultati su Google. Questo non sorprende, provenendo da un'azienda così liberale. Ed è possibile che Google stia cercando di usare il loro potere per cambiare il tono della discussione sull'epidemia di oppioidi.

Google abusa del suo potere

Gli esperti hanno iniziato a mettere in guardia che Google e altre società tecnologiche stiano diventando una pericolosa minaccia per il mondo libero. 
Aziende come Google e Facebook dominano la conversazione online; tra social media, risultati di ricerca, news feed e tutto ciò che sta in mezzo, Big Tech è al timone del modo in cui il mondo comunica.
E ottenendo il controllo delle informazioni che le persone vedono, queste aziende influenzano in ultima analisi il modo in cui le persone pensano e sentono. 
Google è già stata messa sotto accusa per aver censurato i conservatori in passato, e ci sono molte prove che suggeriscono che l'azienda stia lavorando per minare il sistema elettorale americano e molto altro ancora.
Per quanto riguarda gli oppioidi, considera questo: alterando i risultati del completamento automatico, Google può spostare l'attenzione dell'epidemia di oppioidi lontano dal ruolo innegabile dell'industria farmaceutica e sulle persone alle prese con la dipendenza. 
Questo cambiamento può informare gli atteggiamenti pubblici sugli oppioidi in generale. E con tutti i soldi che Big Pharma ha fatto sugli oppioidi, non c'è da meravigliarsi che queste industrie siano colluse per dipingere le cose in una luce più positiva.
Vedi più notizie delle ultime atrocità di Big Tech su TechGiants.news .

Le fonti per questo articolo includono:



Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
Se ti piace questo post ti bastano 3 secondi per condividerlo
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

Nessun commento:

Posta un commento