Iscriviti alla Newsletter

venerdì 21 giugno 2019

Szymonek di Radom è morto. L'ambizione medica è più importante della vita umana?

stampa la pagina


Con la decisione dei medici dell'ospedale di Varsavia in ul. Niekłańskiej, dopo molti mesi di lotta per la vita,  Szymonek di 11 mesi nativo di Radom è stato disconnesso dall'apparato. Tutto senza la conoscenza e il consenso dei genitori.
 Da: Twojradom.pl
L'intera storia del bambino è stata vissuta in Polonia. Ricordiamo, il 16 gennaio di quest'anno. Szymonek è stato vaccinato contro gli pneumococchi. Con febbre alta e convulsioni pochi giorni dopo, il bambino andò all'ospedale. I medici non solo non erano in grado di diagnosticare il bambino, ma non gli davano nemmeno la possibilità di sopravvivere.
"Venerdì 25 gennaio, mia madre riceve informazioni che il bambino è stato disconnesso, ha informato il medico che non è d'accordo. Hanno sentito dire che i cadaveri non avrebbero respirato. Dopo le procedure connesse con l'affermazione della morte cerebrale, un comitato si riunì e uno dei dottori percepì un lieve battito del cuore. Hanno cessato ulteriori attività. Non conoscono la ragione delle condizioni di Szymon ", ha detto la zia del Bambino su Facebook.
I genitori disperati non erano d'accordo nel disconnettere il bambino dall'apparecchio, iniziarono a cercare aiuto ovunque potessero. Gli oppositori delle decisioni dei medici hanno iniziato a comparire in ospedale, e numerosi appelli sono stati pubblicati nella rete, tra cui la raccolta di aiuti per l'aiuto di un medico specialista negli Stati Uniti.
Il 10 giugno, l'ospedale ha rilasciato una dichiarazione ufficiale riguardante il bambino.
"Il paziente si trova nel nostro ospedale nell'unità di terapia intensiva dal 22 gennaio 2019 in condizioni estremamente gravi con danni irreversibili al sistema nervoso centrale. I genitori hanno potuto invitare selezionati medici specialisti per ciascuno dei consorzi. Nel primo caso, non hanno usato questo diritto. Un medico raccomandato dalla famiglia frequentò i successivi consorzi. I risultati dei genitori sono stati meticolosamente informati sui risultati dei consoli, che è confermato dalle loro firme ", si legge nel comunicato.
Inoltre, secondo Radio Zet, la direzione dell'ospedale ha ammesso che i genitori hanno proposto metodi alternativi di trattamento, ma secondo i medici:
 "... non avevano motivi sostanziali per il loro uso, o erano associati a troppi rischi per il paziente .  "
Oggi, finalmente, il bambino è stato disconnesso dall'apparato. Secondo i media, ai genitori è stato promesso che un comitato sarà riunito alle 10:30 e sarà in grado di essere presente al momento di decidere la morte del cervello. Ore 9:00, i medici stessi, senza la conoscenza e il consenso dei loro genitori, hanno deciso di disconnettere il bambino dall'apparato. Ore  9:30 Szymonek fu disconnesso e morì.
Nel contesto degli eventi di oggi, l'ultima parte dell'affermazione citata in precedenza sul "rischio per il paziente" è particolarmente ironica Per parafrasare, potrebbe essere sviluppato e detto che a causa di questo "rischio per il paziente" è stato deciso oggi di disconnetterlo dall'apparato, e quindi alla fine togliergli la sua vita.
L'ospedale ha pubblicato una dichiarazione sul suo sito web a causa della morte di Szymon di 11 mesi. Come leggiamo:
"Tutti i medici, infermieri e impiegati dell'ospedale pediatrico. prof. dr. il medico Jan Bogdanowicz, esprime cordoglio alla famiglia del paziente e condoglianze sincere " .
Inoltre, l'ospedale ha osservato nella lettera che non fornirà alcuna informazione relativa al caso.
Il commento, in particolare per la nostra redazione, è stato dato dal dr Karol Sońta, consulente legale. Secondo la sua opinione, la qualifica legale di questo atto può essere trovata sotto l'articolo 192 del Codice Penale, che stabilisce che il medico, senza il consenso di tutori o genitori legali, non può decidere autonomamente sui passi medici successivi in ​​relazione al paziente. Secondo il nostro specialista, i medici che decidono di disconnettere l'apparato, senza il consenso dei genitori del piccolo Szymon, sono soggetti all'articolo 192 del codice penale.
C'è una riflessione sul valore della vita umana. Se l'ambizione di singoli medici che non tengono conto dell'opinione di altri specialisti riconosciuti riguardo ai metodi di trattamento alternativi è un valore superiore alla vita umana. In questo caso, è triste dire che, purtroppo, penso di si...
Con una richiesta di commento, abbiamo contattato il portavoce della stampa dall'ospedale di ul. Niekłańska. Nella prima conversazione, il portavoce ha rifiutato qualsiasi informazione, citando il segreto medico, nella seconda, continuando a rifiutarsi di commentare, ha affermato che bisogna "fare i conti con la realtà" .
Infine, a nome dei genitori di Szymonek e dei genitori di altri bambini, occorre aggiungere quanto segue - NO, SIGNOR PORTAVOCE, NON CI PASSEREMO SOPRA ...
In seguito presenteremo le registrazioni delle interviste con il portavoce dell'ospedale e il dottore in scienze legali, Karol Sońta

 Angelo dolce, che il tuo spirito possa sanare la ferita nel cuore dei tuoi genitori. 💝
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento