Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

Cerca nel blog

sabato 18 gennaio 2020

Metformina: ultimo farmaco da studiare per possibili sostanze chimiche cancerogene.

stampa la pagina
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Nella foto una pillola di metformina


Vivere con il diabete significa molte preoccupazioni legate alla salute e se stai assumendo un farmaco per il diabete molto popolare, puoi aggiungere il cancro al tuo elenco di preoccupazioni.


La metformina, che viene somministrata a molte persone con diabete di tipo 2 per controllare la glicemia alta, è risultata contenere agenti cancerogeni in altri paesi, provocando richiami ufficiali in alcune parti del mondo. La FDA ha affermato che il farmaco verrà richiamato anche negli Stati Uniti se dovesse essere ritenuto pericoloso. In America, un'assunzione giornaliera superiore a 96 nanogrammi è considerata non sicura.


Traduzione a cura di " Vivereinmodonaturale.com "
Da: " Naturalnews.com "

L'agente cancerogeno in questione è la N-nitrosodimetilammina o NDMA. È la stessa sostanza chimica che è stata trovata negli ultimi anni nei farmaci per il bruciore di stomaco e per la pressione sanguigna, provocando richiami a farmaci come Zantac. Da allora, la FDA ha affermato che amplierà i requisiti di test per questi farmaci per assicurarsi che i loro livelli di NDMA non superino i limiti accettabili di assunzione giornaliera.


Che cos'è NDMA?

L'NDMA è un contaminante che può essere trovato nell'acqua e in alcuni alimenti. Può farsi strada in alimenti come salumi e prodotti lattiero-caseari durante l'imballaggio, la lavorazione e la conservazione. Mentre le persone sono regolarmente esposte a basse quantità, un'esposizione prolungata può aumentare il rischio di cancro di una persona. 
Come il glifosato, l'Organizzazione mondiale della sanità lo considera un "probabile cancerogeno per l'uomo".
Inoltre, la sovraesposizione può causare febbre, crampi addominali, vomito, vertigini e itterizia. Alcuni studi su animali hanno dimostrato che dosi più elevate possono causare tossicità epatica. La sostanza chimica è stata precedentemente utilizzata per produrre carburante liquido per razzi, ammorbidenti per copolimeri e additivi per lubrificanti.


La FDA ha recentemente annunciato che sta testando la metformina per saperne di più sul suo contenuto NDMA. Il farmaco di prescrizione, che viene venduto con marchi come Glucophage, Glucophage XR, Glumetza e Fortamet, viene utilizzato da coloro che soffrono di diabete di tipo 2 per aiutare a controllare gli zuccheri nel sangue.

Si è ipotizzato che gli alti livelli di NDMA nei farmaci per il bruciore di stomaco fossero il risultato del riscaldamento dei farmaci sopra la temperatura ambiente, forse durante il trasporto dall'impianto di produzione alla farmacia; un effetto simile potrebbe verificarsi quando le persone conservano i farmaci in auto in una giornata calda. La FDA ha detto che ci sono ancora alcune domande senza risposta sul ruolo della temperatura nella formazione di NDMA, ma coloro che stanno assumendo metformina nonostante la potenziale contaminazione potrebbero prendere in considerazione la possibilità di tenerla fuori dal calore per essere al sicuro.

Coloro che stanno ancora assumendo metformina dovrebbero anche tenere presente che alle persone che assumono farmaci per il bruciore di stomaco è stato consigliato di limitare l'assunzione di alimenti che contengono nitrati, come le carni trasformate, poiché potrebbe esserci un legame tra la formazione di NDMA nel corpo e la presenza di nitriti durante l'assunzione di medicine come ranitidina o nizatidina.


Il richiamo potrebbe essere una benedizione sotto mentite spoglie

A oltre 120 milioni di persone in tutto il mondo è stata prescritta la metformina, che agisce riducendo la quantità di zucchero rilasciata dal fegato e migliorando il modo in cui il corpo risponde all'insulina.
Qualsiasi richiamo potrebbe essere una benedizione sotto mentite spoglie per coloro che assumono il farmaco. Vale la pena notare che la metformina ha il più basso tasso di aderenza rispetto ai principali farmaci antidiabetici, in gran parte a causa del pedaggio che ha sull'apparato digerente delle persone. Molte persone rinunciano entro una o due settimane a causa di sintomi gastrointestinali come flatulenza e diarrea. Altri effetti indesiderati che possono essere osservati con il farmaco comprendono dolore muscolare, debolezza, dolore addominale, deficit di B12 e infezioni del tratto respiratorio superiore.
Molti pazienti scoprono che cambiare la dieta può aiutare a mantenere il diabete sotto controllo in modo naturale e possibilmente, a ridurre la dipendenza da prescrizioni rischiose come la metformina potenzialmente cancerogena.

Le fonti per questo articolo includono:

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento