domenica 17 dicembre 2017

Sostanze chimiche che causano epidemie di malaria in tutta l'Africa mentre le zanzare diventano sempre più resistenti agli insetticidi

stampa la pagina
epidemia-malaria-artemisia-annua-medicina-naturale

Un rimedio naturale contro l'attuale epidemia di malaria in Africa, consiste nelle foglie essiccate di artemisia annua, un portento per la medicina naturale.

Traduzione a cura di 
Vivere in modo naturale

Anche se potrebbe sembrare una rara malattia estraneo a molti americani, quasi la metà della popolazione del mondo intero è a rischio di contrarre la malaria, una malattia parassitaria grave e talvolta fatale diffusa da zanzare Anopheles
I sintomi variano e possono includere condizioni meno acute come febbre, nausea, vomito  debolezza generale o sintomi gravi e potenzialmente letali come insufficienza renale, convulsioni e collasso cardiovascolare.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che nel 2015 sono state diagnosticate per la malattia oltre 212 milioni di persone e che per 429.000 di esse la malattia si è rivelata fatale.
Al contrario, il mondo intero è impazzito per il virus Zika, che è anche trasmesso dalle zanzare, ma le morti per questa malattia sono rare e solo una persona infetta su cinque mostra sintomi.

Gli esperti affermano di aver ridotto l'incidenza della malaria del 29% dal 2010, attraverso una combinazione di misure di prevenzione e controllo, per lo più incentrate sull'uso di insetticidi e zanzariere infuse da insetticidi. 
Tuttavia, un nuovo studio condotto dai ricercatori del Wellcome Trust Sanger Institute , che è stato il più grande studio genetico sulle zanzare mai intrapreso, ha rivelato che le zanzare in tutta l'Africa - il continente più colpito - stanno sviluppando rapidamente geni resistenti agli insetticidi. 

Questa resistenza sta ostacolando severamente gli sforzi per frenare la malattia. (Correlati: Resta aggiornato su Outbreak.news .)
Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature , ha anche stabilito che le zanzare selvagge sono molto più geneticamente diverse di quanto gli scienziati avessero precedentemente creduto. Infatti, quando i ricercatori hanno sequenziato il DNA di 765 specie  selvatiche Anopheles zanzare da posizioni in otto diversi paesi africani, hanno trovato 52 milioni di differenze tra i diversi genomi di zanzara!
"La diversità dei genomi delle zanzare era molto maggiore di quanto ci aspettassimo", ha detto la co-autrice, la dott.ssa Mara Lawniczak. "Questi alti livelli di variazione genetica stabiliscono la popolazione delle zanzare e si evolvono rapidamente in risposta ai nostri sforzi per controllarli sia con insetticidi che con qualsiasi altra misura di controllo, inclusa la guida del gene".
L'azionamento del gene comporta la creazione dell'estinzione genetica mirata di specie specifiche.
Strumenti di editing genetico all'avanguardia come Crispr-Cas9 funzionano utilizzando un acido ribonucleico sintetico (RNA) per tagliare i filamenti di DNA e quindi inserire, modificare o rimuovere i tratti targettizzati. 

Questi potrebbero, ad esempio, distorcere il rapporto sessuale delle zanzare per eliminare efficacemente le popolazioni malariche.
L'uso di questa tecnologia è controverso, tuttavia, con ci sono molti esperti seriamente preoccupati per gli effetti di tali interferenze umane su diversi ecosistemi.
Un esperto delle Nazioni Unite ha detto a The Guardian : "Potresti riuscire a rimuovere i virus o l'intera popolazione di zanzare, ma potrebbe anche avere effetti ecologici a valle sulle specie che dipendono da loro".
"La mia preoccupazione principale", ha aggiunto, "è che facciamo qualcosa di irreversibile per l'ambiente, nonostante le nostre buone intenzioni, prima di apprezzare appieno il modo in cui questa tecnologia funzionerà".

E quest'ultima ricerca del Wellcome Trust Sanger Institute indica che sarebbe inutile cercare di utilizzare la tecnologia di guida genetica per sradicare le zanzare della malaria, in ogni caso, dal momento che richiede una corrispondenza esatta con un gene mirato - non ci possono essere variazioni. 
Con milioni di piccole differenze tra i genomi, sarebbe inutile cercare di sbarazzarsi della malaria in questo modo.
Ciò non significa, tuttavia, che non ci sia speranza per le vittime della malaria. 
Mentre gli "esperti" hanno disperatamente cercato di sradicare le zanzare portatrici della malattia, hanno completamente trascurato il fatto che esiste un trattamento naturale per la malattia che è poco costoso, facilmente disponibile e che ha un tasso di guarigione del 100%.

Uno studio pubblicato sulla rivista Phytomedicine descrive la pianta di Artemisia annua , comunemente nota come sweet wormwood o sweet annie, che ha salvato la vita a 18 pazienti con malaria resistente ai farmaci, anche dopo che nient'altro ha funzionato.
I pazienti congolesi, di età compresa tra 14 mesi e 60 anni, presentavano sintomi che andavano dalla perdita di coscienza ai problemi di respirazione e convulsioni, tra gli altri. 
Quando non hanno risposto al trattamento endovenoso con un ACT, i loro medici hanno deciso di provare le foglie essiccate della pianta di Artemisia annua come ultima risorsa. 
Dopo soli cinque giorni di trattamento, tutti i 18 pazienti sono completamente guariti e gli esami del sangue hanno rivelato che assolutamente nessun parassita è rimasto nel sangue.

Le fonti includono:


Prodotto consigliato.
Artemisia Annua Pura Polvere
Polvere cosmetica per maschere e impacchi - Antimicrobica e antiforfora
Voto medio su 1 recensioni: Sufficiente
€ 35.9

Nessun commento:

Posta un commento