lunedì 14 maggio 2018

Stai alimentando il tuo cervello con i nutrienti giusti? Il folato, le vitamine B12, C, E e D sono cruciali per la salute mentale

stampa la pagina


Nutrire il tuo cervello con i nutrienti giusti, come il folato e le vitamine B12, C, E e D sono cruciali per la salute mentale . 

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
Articolo tratto da naturalnews.com

In una revisione, è stato trovato che i pazienti con disturbo cronico della schizofrenia hanno bassi livelli di questi nutrienti.

Un team di ricercatori presso l' Università di Manchester ,la belga KU Leuven University ,l'University of Western Sydney hanno analizzato 28 articoli di studio per un totale di 2.612 partecipanti.  

Il team di ricerca ha scoperto che bassi livelli di sostanze nutritive sembravano presenti dall'inizio della malattia e erano associati a un peggioramento di essa. 

Hanno visto una significativa riduzione di folativitamina D e vitamina C in persone con psicosi del primo episodio rispetto ai controlli. Inoltre, hanno scoperto che la differenza nei livelli di vitamina D tra psicosi e controlli del primo episodio era il più sorprendente di tutti i nutrienti.

Uno studio degno di nota ha rilevato che le differenze nei livelli di folato erano dovute a differenze genetiche nel metabolismo dei folati piuttosto che in influenze dietetiche. 
Due studi con campioni di dimensioni ridotte hanno rivelato una grande carenza di vitamina C nella psicosi del primo episodio.

Questo è parallelo ai dati che indicano un basso consumo di frutta e verdura in questa popolazione. 


Inoltre, un singolo trial di controllo randomizzato in pazienti che hanno sperimentato il primo trattamento antipsicotico ha mostrato 500 mg di vitamina C ogni giorno che riduce significativamente i sintomi psichiatrici.

Bassi livelli di folati e vitamina B12 sono stati osservati spesso anche in pazienti con schizofrenia, in cui è stato osservato anche un peggioramento della gravità dei sintomi. 
L'integrazione della vitamina B può ridurre significativamente i sintomi della schizofrenia e invertire alcuni deficit neurologici legati alla malattia. 
Inoltre, le vitamine C ed E - che sono antiossidanti - sono carenti anche nella schizofrenia cronica. 
Ciò contribuisce potenzialmente all'aumento dello stress ossidativo osservato in questa popolazione.

"Subito, non appena si presentano con sintomi psicotici, hanno basso folato - che è davvero importante per la salute del cervello - e bassa vitamina D, che è anche un nutriente neuroprotettivo; entrambi i fattori chiave dell'umore delle persone e dei livelli di energia ", ha detto Joseph Firth, autore principale dello studio.

Il team ha anche scoperto che i partecipanti con i livelli più bassi di questi nutrienti avevano anche la peggiore salute mentale. 
Firth ha spiegato che le persone con alti livelli di questi nutrienti avevano invece una migliore salute mentale anche se avevano una psicosi.

Inoltre, i ricercatori hanno anche scoperto che mangiando con una dieta sana non si applica solo alla salute mentale, ma anche alla salute cardiovascolare. 
Questo perché studi su larga scala hanno trovato associazioni tra bassi livelli di vitamina D e acido folico in condizioni cardiache.

Sulla base dell'analisi, le carenze nutrizionali dovute a un'assunzione inadeguata o all'assorbimento di nutrienti sono ora considerate un fattore di rischio per le condizioni psichiatriche. 
Questa revisione suggerisce che il consumo di una dieta nutriente è importante per la salute generale.
Ecco un elenco di alimenti per il cervello che puoi includere nella tua dieta:
  • Folato - I cibi ricchi di folati comprendono frutta e verdura, cereali integrali, fagioli e cereali per la colazione arricchiti .
  • Vitamina B12 - È possibile ottenere questa vitamina da uova, latte, formaggio, latticini, carne, pesce, crostacei e pollame.
  • Vitamina C - Anche se la fonte più comune di vitamina C è arancione, ci sono altri alimenti ricchi di questa vitamina .Questi includono peperoni, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolo rapa, kiwi, mango, papaia, ananas e fragole.
  • Vitamina D - La fonte più comune di questa vitamina è il sole, ma puoi anche ottenere l'organismo per produrre vitamina D da alimenti come salmone, sgombro, manzo, fegato di vitello, tuorli d'uovo, tonno, sardine, funghi shiitake, yogurt e latte di mandorla. 
    Vitamina E - La vitamina E può aiutare a prevenire il declino cognitivo e il morbo di Alzheimer , secondo gli studi. Puoi prendere la tua vitamina E dai cibi, come mandorle, avocado, albicocche secche, uova, nocciole, kiwi, burro di arachidi, pinoli, spinaci, semi di girasole e olio di germe di grano.



Leggi altre notizie e studi sul cervello andando su Brain.news .

Le fonti includono:







Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Nessun commento:

Posta un commento