Per sostenere questo blog clicca sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie



IpCeI-Pagina-Facebook

lunedì 17 settembre 2018

Vaccini: 50 Studi che l'AAP ( Accademia Americana Pediatri ) ha evitato di menzionare.

stampa la pagina

Esiste un robusto corpus mondiale di scienza pubblicata da scienziati molto stimati che mettono in discussione la sicurezza di molti aspetti diversi dei vaccini: come mai non ne sentiamo mai parlare? 

La maggior parte della scienza più convincente è stata pubblicata dal 2010. 

Di seguito sono riportati 50 studi di questo tipo da considerare, ordinati cronologicamente, e si noti che questi studi rappresentano solo una parte del lavoro pubblicato che implica vaccinazioni in un'ampia varietà di esiti negativi sulla salute.

L'American Academy of Pediatrics fece dichiarazioni al presidente Trump in una lettera datata 2/7/2017 che sono del tutto indifendibili e imprecise, come dimostra qualsiasi revisione razionale degli studi qui sotto. Ad esempio, l'AAP ha scritto:
"Le affermazioni che i vaccini non sono sicuri se somministrati secondo le raccomandazioni degli esperti sono stati confutati da un robusto corpus di letteratura medica ... scriviamo per esprimere il nostro inequivocabile sostegno per la sicurezza dei vaccini".
Sosteniamo che le dichiarazioni dell'AAP al Presidente sono infondate, spericolate e facilmente confutabili. 
La lettera dell'AAP sostiene da sola il desiderio del Presidente di mettere in campo una Commissione per la sicurezza dei vaccini e fare tutto il possibile per rendere i vaccini il più sicuri possibile. 
Fare clic qui per un elenco di tutti i 50 studi descritti di seguito. 
Fonte: www.vaccinesafetycommission.org/studies.html

2017

1. GLI SCIENZIATI DI YALE TROVANO UNA FORTE ASSOCIAZIONE TRA VACCINAZIONI E ANORESSIA, OCD E DISORDINE DA ANSIA

Associazione temporale di alcuni disturbi neuropsichiatrici a seguito di vaccinazione di bambini e adolescenti: una frontiera di studio caso-controllo pilota in Psichiatria , gennaio 2017, Douglas L. Leslie, Robert A. Kobre, Brian J. Richmand
Riepilogo: "Soggetti con anoressia nervosa di nuova diagnosi erano più probabili rispetto ai controlli di aver avuto alcuna vaccinazione nei precedenti 3 mesi [hazard ratio (HR) 1,80, intervallo di confidenza al 95% 1,21-2,68]. Vaccinazioni influenzali durante il precedente 3, 6, e 12 mesi sono stati anche associati a diagnosi di ansia, disturbo ossessivo-compulsivo e ansia. Vecchie altre associazioni erano anche significative con HR superiori a 1,40 (epatite A con DOC e AN, epatite B con AN e meningite con AN e disturbo da tic cronico). Questa analisi epidemiologica pilota implica che l'insorgenza di alcuni disturbi neuropsichiatrici possa essere temporaneamente correlata a precedenti vaccinazioni in un sottogruppo di individui. "

2. SCIENZIATI ITALIANI TROVANO CONTAMINANTI INASPETTATI IN TUTTI I VACCINI PEDIATRICI, COMPRESO PIOMBO, ACCIAIO INOSSIDABILE, TUNGSTENO, FERRO E CROMO

Nuove inchieste sui controlli di qualità sui vaccini: rivista internazionale di vaccini e vaccinazioni su micro e nanocontaminazione , gennaio 2017, dott.ssa Antonietta M. Gatti, Stefano Montanari
Sommario: Gli scienziati hanno trovato contaminanti in tutti i vaccini che non sono elencati sull'etichetta dei vaccini. "Le analisi effettuate mostrano che in tutti i campioni i vaccini controllati contengono corpi estranei non biocompatibili e bio-persistenti che non sono dichiarati dai Produttori, contro i quali l'organismo reagisce in ogni caso" 
Questa nuova indagine rappresenta un nuovo controllo di qualità che può essere adottato per valutare la sicurezza di un vaccino. 
La nostra ipotesi è che questa contaminazione non sia intenzionale, poiché probabilmente è dovuta a componenti o procedure inquinate di processi industriali (es. filtrazioni) utilizzati per produrre vaccini, non indagati e non rilevati dai produttori. L'ipotesi è in realtà il caso,
Per le altre ricerche negli anni a seguire attivare il traduttore.
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
Se ti piace questo post ti bastano 3 secondi per condividerlo
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

Nessun commento:

Posta un commento