martedì 2 ottobre 2018

Funzionari della sanità del Regno Unito nascondono i risultati dei principali test sui vaccini.

stampa la pagina

Public Health England (PHE) accusata di violazione della fiducia dei genitori che hanno dato il loro consenso affinché i loro figli prendessero parte alle prove.

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Public Health England (PHE), un'agenzia del dipartimento di salute e assistenza sociale del Regno Unito, non ha pubblicato i risultati di tre importanti studi clinici che valutano i vaccini per l'infanzia, secondo il quotidiano britannico The Telegraph . L'insuccesso "ha violato la legge" trascurando di aggiungere i risultati delle prove al registro dei test clinici dell'UE (EUCTR), impedendo così alla "comunità scientifica di esaminare i risultati". 2
Gli esperti hanno accusato la PHE di una "incomprensibile" violazione della fiducia dei genitori che hanno dato il loro consenso affinché i loro figli prendessero parte alle prove. 1
L'EUCTR è stata istituita nel 2011 dall'Agenzia europea per i medicinali (EMA) per consentire "l'accesso del pubblico alle informazioni sulle sperimentazioni cliniche interventistiche per medicinali" autorizzate all'interno dell'Unione europea. 2  Secondo l'EMA, Lise Murphy, l'EUCTR è stata lanciata per aumentare la "trasparenza della ricerca medica" e "rendere molto più facile per i pazienti trovare informazioni sulle sperimentazioni cliniche che si svolgono in Europa" 3.
Il più grande dei tre studi clinici sui vaccini, che comprendeva 640 bambini sotto i 16 anni di età, è stato progettato per testare  la sicurezza e l'efficacia di  un nuovo vaccino contro la meningococco e la pertosse (pertosse). Tale prova è stata condotta nel 2016. L'EUCTR richiede la registrazione dei risultati degli studi entro 12 mesi. 1
La mancata registrazione da parte della PHE dei risultati delle prove sui vaccini con l'EUCTR impedisce al pubblico di sapere come è andata a finire la partecipazione dei bambini agli studi sui vaccini  . Tuttavia, questa negligenza non è del tutto sorprendente. Secondo un recente studio pubblicato sulla rivista BMJ , 
"La conformità al requisito della Commissione Europea per tutte le prove di pubblicare risultati sulla EUCTR entro 12 mesi dal completamento è stata scarsa, con la metà di tutti gli studi non conformi." 4
Lo studio ha rilevato che, dei 7.247 studi clinici condotti in Europa, solo il 49,5% dei ricercatori incaricati degli studi clinici  ha riportato i risultati. 4
L'autore principale del documento del BMJ , Ben Goldacre dell'Università di Oxford, ha dichiarato: 
"Questo problema colpisce il cuore della medicina basata sull'evidenza. Non possiamo fare scelte informate su quali trattamenti funzionano meglio, come medici e pazienti, a meno che non vengano riportati tutti i risultati. 5
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Nessun commento:

Posta un commento