Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

giovedì 20 dicembre 2018

Incredibile Hulk" Lou Ferrigno ricoverato in ospedale dopo le vaccinazioni, e sta terribilmente male.

stampa la pagina

Incredibile Hulk" Lou Ferrigno ricoverato in ospedale dopo le vaccinazioni, e sta terribilmente male.


Una famosa celebrità di Hollywood è in ospedale dopo aver riferito di aver avuto una serie di orribili effetti collaterali a seguito di una vaccinazione contro la polmonite.


Traduzione a cura vi Vivereinmodonaturale.com
Fonte e articolo: Naturalnews.com

Lou Ferrigno, il 67enne che ha interpretato Hulk in L'incredibile Hulk , ha twittato una foto di se stesso sdraiato in un letto d'ospedale con flebo attaccata al braccio, insieme a una didascalia di strani dettagli che spiegano cosa è successo.

"Sono andato a prendere un vaccino contro la polmonite e sono arrivato qui con il liquido nel mio bicipite", ha dichiarato Ferrigno"Starò bene, ma è importante che tu tenga d'occhio chi sta dando il vaccino e assicurati che non solo effettuino il tamponamento giusto ma che guardino l'ago fuoriuscire dal pacchetto."


I vaccini contro la polmonite approvati da CDC hanno gravi effetti collaterali

Ciò che Ferrigno intendeva con i suoi commenti sui pacchetti e sui tamponi rimane in gran parte poco chiaro. Sembra che Ferrigno abbia ricevuto il vaccino sbagliato, visto che ci sono due tipi di vaccino per la polmonite attualmente approvati per l'uso dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

C'è PCV13 e PPSV23, entrambi raccomandati per gli adulti come Ferrigno che hanno 65 anni o più. 
I vaccini sono commercializzati in quanto aiutano i pazienti a evitare infezioni da varie malattie da pneumococco, tra cui meningite, infezioni del flusso sanguigno, polmonite e infezioni alle orecchie.
Entrambi i vaccini sono noti per portare effetti collaterali, anche se PCV13 è detto di causare ulteriori problemi in termini di gonfiore, secondo il CDC.

Altri rapporti suggeriscono che Ferrigno potrebbe aver ricevuto il vaccino corretto, ma che in qualche modo è diventato contaminato una volta che ha lasciato il pacchetto e si è inserito nel suo braccio.

Lo studio rivela che i vaccini contro la polmonite non riducono il rischio di morte per polmonite

L'altro problema con i vaccini contro la polmonite è che non funzionano correttamente. 
Una ricerca australiana ha scoperto che gli adulti vaccinati per la polmonite hanno lo stesso rischio di morte correlata alla polmonite degli adulti che non vengono vaccinati.
E poi ci sono i molti rischi associati a vaccini per la polmonite, tra cui infezioni respiratorie e, sì, la stessa polmonite .

Se Lou Ferrigno avesse fatto ricerche in anticipo sui vaccini contro la polmonite, molto probabilmente non lo avrebbe fatto.

È sicuro dire che Lou Ferrigno probabilmente non ha fatto abbastanza ricerche sul vaccino contro la polmonite prima di accettare di scaricare il contenuto nel bicipite.
 Perché se lo avesse fatto, avrebbe potuto pensarci due volte prima di accettare di essere punzecchiato.
Come precedentemente riportato , le persone nel Regno Unito che hanno ricevuto il vaccino Prevnar per polmonite stavano sviluppando una forma di polmonite peggiore rispetto alla varietà wild type - un tipo noto come Serotype 1 che è seriamente pericoloso per la vita.

Un altro articolo pubblicato sulla rivista Pediatrics ha scoperto che le persone che ottengono vaccini contro la polmonite hanno un rischio più elevato di infezioni al torace. 
Ricercatori dell'Università della California, Davis, hanno scoperto che le percentuali di ospedalizzazione associata all'empema sono aumentate costantemente nel corso degli anni a seguito del vaccino.

Nulla di tutto ciò fa ben sperare in merito alla sicurezza e all'efficacia dei vaccini contro la polmonite. 
I genitori che si prendono il tempo per cercare queste informazioni probabilmente arriveranno alla conclusione che probabilmente è meglio rinunciare completamente al lavoro farlo - qualcosa che, ancora una volta, sarebbe potuto accadere nel caso di Lou Ferrigno, se avesse avuto il tempo di vedere cosa si stava iniettando nel suo corpo.

Possiamo solo sperare che questo sfortunato spavento causerà a Ferrigno uno sguardo più attento alla scienza alla base dei vaccini e prendere decisioni sanitarie migliori in futuro.


Le fonti per questo articolo includono:







Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento