Vivere in modo naturale: Un giudice corrotto calpesta i diritti dei genitori e la libertà di salute, ordina a un bambino sano di tre anni di sottoporsi alla chemio contro il volere dei genitori

Iscriviti alla Newsletter

sabato 18 maggio 2019

Un giudice corrotto calpesta i diritti dei genitori e la libertà di salute, ordina a un bambino sano di tre anni di sottoporsi alla chemio contro il volere dei genitori

stampa la pagina
Foto tratta dall'insulsa pagina del ripugnante Roberto Burioni (NON Medico)

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Lo stato di polizia medica è vivo e fiorente negli Stati Uniti, dove un'altro giudice corrotto ha stabilito che spetta a Big Pharma, e non a noi del popolo, determinare il modo migliore per prendersi cura di noi stessi e delle nostre famiglie.


Come abbiamo recentemente riportato , la bambina di 3 anni Noah McAdams della Florida è una delle ultime vittime di questo continuo attacco alla libertà di salute, poiché ora è costretto a sfidare i desideri dei suoi genitori di sottoporsi a trattamenti di chemioterapia per un cancro che non ha più.

Alla piccola Noah è stata diagnosticata per la prima volta una leucemia linfoblastica in aprile, dopo di che i suoi genitori hanno accettato di sottoporla a trattamento con chemioterapia - una decisione riluttante imposta dallo stato, poiché i suoi genitori avevano originariamente preferito trattarla in modo naturale con vitamine, una dieta anticancro e cannabis medica .

Dopo soli due cicli di chemioterapia, una diagnosi di follow-up ha mostrato che Noah era priva di cancro, spingendo i suoi genitori a interrompere la chemioterapia e continuarla sul regime naturale che intendevano originariamente - una decisione che rientra pienamente nei loro diritti come genitori biologici e tutori legali.

Ma l'ospedale Johns Hopkins All Children di Tampa, dove Noah aveva ricevuto i suoi due cicli di chemioterapia, non era affatto contento che i genitori di Noah avessero il fegato di prendere autonomamente le loro decisioni mediche per il loro figlio.
Questi sovrani medici auto-nominati in realtà emisero un "allarme per bambini a rischio" in risposta, e inviarono le forze dell'ordine per rintracciare la famiglia e arrestare la piccola Noah, che avevano poi rapito dai suoi genitori.

I genitori di Noah vogliono dargli trattamenti curativi come la cannabis, ma la Florida li sta invece costringendo al veleno della chemio condannando la loro bambina forse  morte.

In qualche modo, i responsabili di Tutti i bambini erano in grado di ritenere che i genitori di Noah avessero commesso "negligenza medica", che secondo la legge della Florida prevede che un tribunale possa intervenire e scavalcare i loro desideri medici.

Il giudice distrettuale della contea di Hillsborough, Caroline Tesche Arkin, ha quindi approfittato appieno di questa disposizione incostituzionale, decidendo che la piccola Noah debba riprendere i trattamenti di chemioterapia - anche se non ha più la leucemia, secondo gli stessi "esperti" medici che ora perseguitano lui e la sua famiglia - anche se sta permettendo a Noah di ricevere anche i trattamenti "alternativi" voluti dai suoi genitori.

"Siamo semplicemente felici che il bambino possa usare un trattamento alternativo, come minimo per combattere gli effetti collaterali della chemioterapia e al massimo (per) aiutare a curare la leucemia nel suo corpo", ha dichiarato Mike Minardi, avvocato della famiglia di Noah.

La tirannia incostituzionale della Florida ha "traumatizzato" la piccola Noah, dicono i genitori

Nulla di tutto questo è stato facile per la famiglia - e specialmente per la piccola Noah, i cui genitori dicono che ora è "traumatizzata" - non solo perché è stata presa dai suoi genitori e messa in custodia da terzi senza una buona ragione, ma anche perché i trattamenti di chemioterapia stessi stanno prendendo un enorme sconvolgimento sul suo corpo.

"L'abbiamo vista ieri. Era pallida, terrorizzata, non parlava, non camminava nemmeno ", dice Taylor Bland-Ball, la madre di Noah. 

"Ed è assolutamente traumatizzata ogni volta che un medico gli si avvicina."

Taylor ha anche spiegato in un video di aggiornamento sulla situazione che lei e suo marito, Joshua, non hanno assolutamente trascurato a livello medico Noah. 

In realtà, stavano semplicemente "cercando un trattamento migliore che ha meno effetti collaterali e meno problemi" della chemioterapia, che molti dei nostri lettori sanno bene è spesso una condanna a morte per i malati di cancro.


"È una borsa mista in cui ovviamente dobbiamo guardare questo bambino nel sottoporsi a chemioterapia, ma sappiamo che, almeno con l'uso di cannabis e altri trattamenti, la bambina si spera possa superare meglio la chemioterapia, visti i trattamenti alternativi disponibili ", ha aggiunto Minardi in una nota.

"Penso che sia davvero importante che le persone sappiano che ci sono alternative alla chemioterapia", Taylor ha anche fatto in modo di sottolineare pubblicamente anche questo  durante la sua difesa e quella di suo marito.

Leggi CancerCriminals.com per altre storie sui crimini dell'industria del cancro.


Le fonti per questo articolo includono:



Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
Fonte italiana https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/05/un-giudice-corrotto-calpesta-i-diritti.html
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento