Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

giovedì 24 gennaio 2019

Alla fiera di Big Pharma Per due soldi Con la ministra la Glaxo brindò.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
alla%2Bfiera%2Bdi%2Bbig%2Bpharma%2Bdi%2Bandrea%2Btosatto
Nella foto il mitico Andrea Tosatto intento nell'interpretazione di "Alla Fiera di Big Pharma"


ALLA FIERA DI BIG PHARMA PER DUE SOLDI CON LA MINISTRA LA GLAXO BRINDÒ.


Alla fiera di Big PharmaPer due soldiCon la ministra la Glaxo brindò

Alla fiera di Big PharmaPer due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò. 



E venne Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò.
E venne Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Rockefeller che pagò l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne il club che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò

Ma poi venne l’AMORE che chiuse il CLUB che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
E infine l’ANGELO DI DIO mandò l’Amore che chiuse il club che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Sulla fiera di Big Pharma
Finalmente,
ora e per sempre
la luce calò.

UNITI POSSIAMO CAMBIARE LE COSE
ISCRIVITI QUA:
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Alla fiera di Big Pharma Per due soldi Con la ministra la Glaxo brindò.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Nella foto il mitico Andrea Tosatto intento nell'interpretazione di "Alla Fiera di Big Pharma"

Alla fiera di Big Pharma Per due soldi Con la ministra la Glaxo brindò.

Alla fiera di Big PharmaPer due soldiCon la ministra la Glaxo brindò

Alla fiera di Big Pharma Per due soldi

Con la ministra la Glaxo brindò. 



E venne Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò.
E venne Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto
Che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne Rockefeller che pagò l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’OMS che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Alla fiera di Big Pharma
Per due soldi
Con la ministra la Glaxo brindò.
E venne il club che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò

Ma poi venne l’AMORE che chiuse il CLUB che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
E infine l’ANGELO DI DIO mandò l’Amore che chiuse il club che adora il gufo che piace a Rockefeller che pagò l’Oms che assunse Guerra che vuole Silvestri che parlò a Grillo che firmò il patto che per primo Burioni firmò.
Sulla fiera di Big Pharma
Finalmente,
ora e per sempre
la luce calò.

UNITI POSSIAMO CAMBIARE LE COSE
ISCRIVITI QUA:
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Scienza? Burioni non ha titoli, ci parlino i Nobel

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Scienza? Roberto Burioni non ha titoli, ci parlino i Nobel


Chi mai è Burioni per decidere cosa è scienza e cosa no?

Basta leggere i verbali delle commissioni di concorso universitario che hanno respinto le sue domande per una cattedra, giudicandolo appena sufficiente. Come quello della Sapienza. Il prof vale come altri mille


Appello ai politici: non finite nella trappola di quel patto-insalata mista che serve solo come spot all'autore. Un patto trasversale sulla scienza? Solo se lo propongono scienziati veri: almeno 5 premi Nobel...
Pomposamente è stato chiamato "Patto per la scienza" anche se il testo è di grande banalità, racconta che l'acqua bagna e il sole illumina. Ma quello lanciato dal professorino pro vax Roberto Burioni e giocato come una insalata mista (se è un patto per i leader politici, solo loro dovrebbero firmarlo. Invece viene inseguito ogni vip per dare risalto mediatico alla proposta) nella sua banalità contiene affermazioni genericamente pericolose. Si auto assegna il compito di definire cosa è scienza e cosa non lo è attraverso semplici slogan e dei pericolosissimi "etc..." in cui infilare e infilzare il nemico di turno, magari l'avversario. E' insidioso per la libertà dell'intero paese, e non ha alle spalle nemmeno autorevolezza. Perché il suo ideatore- il Burioni- non ha alcun titolo per fare da spartiacque fra scienza e non scienza. Per anni glielo hanno detto le commissioni esaminatrici dei concorsi e delle valutazioni comparate per l'assegnazione di cattedre pubbliche che lo hanno bocciato (nel video un verbale di qualche anno fa che gli sbarrava la strada alla Sapienza). Allora se di queste cose delicatissime che mettono sul piatto libertà, libertà di critica, libertà di dubbio, libertà di confronto e scienza, davvero la politica italiana deve discutere, rivolgo un appello alla gran parte del parlamento che non ha firmato quel patto (lo hanno fatto solo due ex leader decaduti come Matteo Renzi e Beppe Grillo): fermate lo spot. Chiedete un documento serio sulla scienza, non questo elenchino di terz'ordine, a  5 premi Nobel per la medicina, la chimica e la fisica. Ma fino ad allora, meglio girare alla larga da lì...
Franco Bechis

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

martedì 22 gennaio 2019

L’asma è correlato alla vaccinazione DPT e al momento in cui viene effettuata?

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Il differimento della vaccinazione Difterite-Tetano-Pertosse è associato con un ridotto rischio dei bambini di sviluppare l’asma.

L’asma è correlato alla vaccinazione DPT e al momento in cui viene effettuata?

In uno studio su 1.531 bambini dello stato del Manitoba, in Canada, I ricercatori hanno scoperto che il rischio di sviluppare l’asma all’età di sette anni era dimezzato quando la prima dose di vaccinazione Difterite-Tetano-Pertosse (DPT) veniva rimandata più di due mesi, e che rimandare tutte e tre le dosi dello stesso vaccino faceva diminuire del 61% il rischio di asma. 


Lo studio si intitola: 
Delay in diphtheria, pertussis, tetanus vaccination is associated with a reduced risk of childhood asthma e lo stesso titolo è chiarissimo: 
Il differimento della vaccinazione Difterite-Tetano-Pertosse è associato con un ridotto rischio dei bambini di sviluppare l’asma. 
Pubblicato su Journal of Allergy and Clinical Immunology. 2008 Mar ;121(3):626-31, autori McDonald KL, Huq SI, et al.; https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18207561

Gli autori sono arrivati a questa conclusione semplicemente controllando i dati sanitari contenuti dei bambini di una coorte nata nel 1995 nello stato canadese del Manitoba, e siccome la statistica è stata fatta su 1.531 soggetti, numero piuttosto alto, i risultati ottenuti hanno una notevole rilevanza statistica.

Credit Corrado Penna
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina