Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

domenica 30 giugno 2019

Il morbillo è diffuso dai vaccinati: i documenti dell'OMS, della Merck, del CDC confermano

stampa la pagina
morbillo-diffuso-dai-vaccinati-epidemie-documenti-oms-merck-cdc-confermano

20 anni fa, il vaccino MMR ha infettato praticamente tutti i suoi destinatari con il morbillo. L'avvertenza sul prodotto del produttore Merck collega MMR a una forma potenzialmente fatale di infiammazione cerebrale causata dal morbillo. Perché queste prove non vengono riportate?

Il morbillo diffuso dai vaccinati

Il fenomeno dell'infezione da morbillo diffusa da MMR (vaccino vivo contro il morbillo-parotite-rosolia) è noto da decenni. Infatti, 20 anni fa, gli scienziati che lavoravano al Centro Nazionale per le Malattie Infettive del CDC, finanziato dall'OMS e dal National Vaccine Program, hanno scoperto qualcosa di veramente inquietante sul vaccino MMR : porta a un'infezione da morbillo rilevabile nella stragrande maggioranza di coloro che la ricevono.
Pubblicato nel 1995 nel Journal of Clinical Microbiology e intitolato " RNA del virus del morbillo nei campioni di urina da destinatari del vaccino ", i ricercatori hanno analizzato campioni di urina di bambini e giovani adulti vaccinati con MMR di 15 mesi e hanno riportato i risultati da far spalancare gli occhi aperti come segue:
  • L'RNA del virus del morbillo è stato rilevato in 10 su 12 bambini durante il periodo di campionamento di 2 settimane.
  • In alcuni casi, l'RNA del virus del morbillo è stato rilevato già a 1 giorno o fino a 14 giorni dopo la vaccinazione dei bambini.
  • L'RNA del virus del morbillo è stato anche rilevato nei campioni di urina di tutti e quattro i giovani adulti tra 1 e 13 giorni dopo la vaccinazione.
Gli autori di questo studio hanno utilizzato una tecnologia relativamente nuova in quel momento, vale a dire la reazione a catena della polimerasi trascrittasi inversa (RT-PCR), che ritenevano potesse aiutare a risolvere le crescenti sfide associate al rilevamento del morbillo nel contesto epidemiologico e clinico di immunizzazione post-massa in fase di immunizzazione . Queste sfide includono:
  • Una presentazione clinica mutevole verso il morbillo "più lieve" o asintomatico in soggetti vaccinati in precedenza.
  • Una distribuzione epidemiologica in cambiamento del morbillo (uno spostamento verso i bambini di età inferiore ai 15 mesi, adolescenti e giovani adulti)
  • Aumento della difficoltà a distinguere sintomi simili al morbillo (esantema) causati da una serie di altri agenti patogeni da quelli causati dal virus del morbillo.
  • Un aumento di epidemie sporadiche di morbillo in individui precedentemente vaccinati.
Venti anni dopo, il test della PCR è ampiamente riconosciuto come altamente sensibile e specifico, e l'unico modo efficace per distinguere il vaccino-ceppo e l'infezione da morbillo di tipo selvaggio, poiché la loro presentazione clinica è indistinguibile.

Il CDC utilizza il test PCR sui casi di morbillo a Disneyland?

L'epidemia di morbillo del 2015 a Disney  e l' epidemia di Rockland County NY del 2019 sono stati esempi perfetti di dove i test della PCR sarebbero potuto essere utilizzati per accertare le vere origini dei focolai. L'ipotesi a priori che i non vaccinati siano portatori e trasmettitori di una malattia che i vaccinati sono immuni non è stata scientificamente convalidata. Dal momento che il morbillo del ceppo vaccinale ha quasi completamente soppiantato il morbillo di tipo selvatico, acquisito in comunità, è statisticamente improbabile che i test PCR rivelino la trama isterica dei media - "i no-vaxxer hanno riportato una malattia debellata!" -- per essere vero. Fino a quando tali studi non verranno eseguiti ed esposti, non lo sapremo mai per certo.
Laura Hayes, di Age of Autism , ha affrontato questa domanda chiave nel suo interessante articolo " Disney, morbillo e Fantasyland of Vaccine Perfection ":
"C'è stata qualche conferma di laboratorio di un solo caso di presunto morbillo legato a Disneyland?  In caso affermativo, il caso confermato è stato testato per determinare se si trattava di morbillo di tipo selvatico o di morbillo da ceppo vaccinale?  In caso negativo, perché no? 
Sarebbe quella che si potrebbe chiamare "ricaduta da vaccino.   Le persone che ricevono vaccini con virus vivi, come ad esempio l'MMR, possono quindi liberarsi di quel virus vivo, fino a molte settimane e possono infettare altri. Altri vaccini con virus vivi includono il vaccino contro l'influenza nasale, il vaccino contro l'herpes zoster, il vaccino contro il rotavirus, il vaccino contro la varicella e il vaccino contro la febbre gialla. "

Ulteriore evidenza che i vaccinati non sono immuni, e diffondono la malattia

Il National Vaccine Information Center ha pubblicato un importante documento relativo a questo argomento intitolato " The Emerging Risks of Live Virus & Virus Vectored Vaccines: Vaccine Strain Virus Injection, Shedding & Transmission ". Le pagine 34-36 nella sezione su "Morbillo, parotite, virus della rosolia e virus attenuati dal vivo, parotite, virus della rosolia" discutono le prove che il vaccino MMR può portare all'infezione e alla trasmissione del morbillo.
I casi evidenziati includono:
  • Nel 2010, Eurosurveillance ha pubblicato un rapporto sull'escrezione da virus del morbillo del ceppo vaccinale delle secrezioni nelle urine e nella faringe di un bambino croato con malattia da eritema associata al vaccino. [1]Un bambino di 14 mesi in buona salute ha ricevuto un vaccino MMR e otto giorni dopo ha sviluppato rash maculare e febbre. Test di laboratorio su campioni dalla gola e dalle urine tra le due e le quattro settimane dopo la vaccinazione sono risultati positivi per il virus del morbillo del ceppo vaccinale. Gli autori del rapporto hanno sottolineato che quando i bambini sperimentano febbre e rash dopo la vaccinazione MMR, solo i test molecolari di laboratorio possono determinare se i sintomi sono dovuti all'infezione del virus del morbillo del ceppo vaccinale. Hanno affermato: "Secondo le linee guida dell'OMS per l'eliminazione del morbillo e della rosolia, la discriminazione di routine tra eziologie della malattia da rash febbrile viene effettuata mediante rilevamento di virus. Tuttavia, in un paziente recentemente vaccinato con MMR, solo le tecniche molecolari possono distinguere tra morbillo selvaggio o infezione da rosolia o vaccino- malattia associata. Questo case report dimostra che l'escrezione del virus del morbillo Schwartz si verifica nei vaccinati. 
  • "Nel 2012, la Pediatric Child Health ha pubblicato un rapporto che descrive un bambino di 15 mesi in buona salute in Canada, che ha sviluppato irritabilità, febbre, tosse, congiuntivite ed eruzione cutanea entro sette giorni da un vaccino MMR. [2] I test del sangue, delle urine e del tampone faringeo sono risultati positivi per l'infezione da virus del morbillo del ceppo vaccinale 12 giorni dopo la vaccinazione. Affrontando il potenziale per la trasmissione del virus del ceppo vaccinale contro il morbillo ad altri, gli autori hanno affermato: "Mentre il virus attenuato può essere rilevato nei campioni clinici successivi all'immunizzazione, resta inteso che la somministrazione del vaccino MMR a soggetti immunocompetenti non comporta il rischio di trasmissione secondaria a ospiti sensibili.
  • Nel 2013 Eurosurveillance ha pubblicato un rapporto morbillo da vaccino che si verifica settimane dopo la vaccinazione MMR in Canada. Gli autori hanno dichiarato: "Descriviamo un caso di Parotite Morbillo Rosolia (MMR) correlato al vaccino, malattia del morbillo che è risultata positiva sia dalla PCR sia dall'IgM, cinque settimane dopo la somministrazione del vaccino MMR". Il caso riguardava un bambino di due anni, che aveva sviluppato naso che cola, febbre, tosse, rash maculare e congiuntivite dopo la vaccinazione e che era risultato positivo per l'infezione da virus del morbillo del ceppo vaccinale in tampone faringeo e analisi del sangue. [3]I funzionari sanitari canadesi che hanno redatto il rapporto hanno sollevato la questione se vi siano casi non identificati di infezioni da morbillo da ceppo vaccinale e la necessità di sapere di più su quanto dura la durata del vaccino contro il morbillo. Hanno concluso che il caso da loro segnalato "probabilmente rappresenta l'esistenza di ulteriori, ma non identificate, eccezioni dei tempi tipici per la diffusione e la malattia del virus del vaccino contro il morbillo". Hanno aggiunto che "sono necessarie ulteriori indagini sul limite superiore della diffusione del virus vaccinale contro il morbillo basato sull'aumentata sensibilità delle tecnologie di rilevamento basate sulla RT-PCR e sui fattori immunologici associati alla malattia da morbillo associata al vaccino e alla diffusione del virus".
Oltre a questa evidenza della natura promuovente la malattia del vaccino contro il morbillo, abbiamo recentemente riportato un caso di un adulto vaccinato due volte a New York che è stato infettato dal morbillo e poi lo ha diffuso a due contatti secondari, entrambi vaccinati due volte e trovati ad avere presumibilmente anticorpi IgM protettivi.
Questo doppio fallimento del vaccino MMR rende altamente sospette le affermazioni infondate che quando si verifica un'epidemia di morbillo, i non vaccinati o minimamente vaccinati sono responsabili. L'ipotesi che la vaccinazione sia uguale all'immunità in buona fede non è mai stata supportata dalle prove stesse. In precedenza abbiamo riferito su un numero sempre crescente di prove che anche quando un vaccino è obbligatorio e il 99% di una popolazione riceve i vaccini contro il morbillo , non solo si verificano epidemie, ma poiché aumenta la compliance resistenza  ai vaccini anche i focolai sporadici aumentano - una chiara indicazione dal fallimento del vaccino.
C'è anche il fatto che, secondo l' inserto del prodotto del produttore del vaccino MMR Merck , l'MMR può causare l'encefalite da morbillo (MIBE), una forma rara ma potenzialmente letale di infezione del cervello con il morbillo. Per ulteriori informazioni è possibile consultare un caso clinico sul MIBE causato dal morbillo del ceppo vaccinale pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases nel 1999 dal titolo "  "Il morbillo include l'encefalite corporea causata dal ceppo vaccinale del virus del morbillo"..
I guasti ai vaccini contro il morbillo globale sono stati segnalati in modo crescente
La Cina non è l'unico paese che si occupa di epidemie in popolazioni vicine a vaccini universali. Tra il 2008-2011, la Francia ha registrato oltre 20.000 casi di morbillo, con adolescenti e giovani adulti che rappresentano oltre la metà dei casi. [4] Sorprendentemente, questi focolai sono iniziati quando la Francia ha registrato alcuni dei più alti tassi di copertura della storia. Ad esempio, nel 2008, la copertura MMR1 ha raggiunto il 96,6% nei bambini di 11 anni. Per una revisione più ampia delle epidemie di morbillo nelle popolazioni vaccinate leggere il nostro articolo The 2013 Measles Outbreak: Un vaccino in fallimento, non un fallimento di vaccinazione.
Dato che le prove cliniche, i casi clinici, gli studi epidemiologici e persino gli avvertimenti sui prodotti del produttore del vaccino mostrano tutti direttamente o indirettamente che l'MMR può diffondere un'infezione del morbillo, come possiamo continuare a stare in piedi e lasciare che i media, il governo e l'establishment medico incolpi i non vaccinati su questi focolai senza alcuna prova concreta?

Riferimenti

[1]   Kaic B, Gjenero-Margan I, Aleraj B. Riflettori puntati su morbillo 2010: escrezione del virus del morbillo da ceppo vaccinale nelle secrezioni urine e faringee di un bambino affetto da sindrome da febbre da febbre associata al vaccino, Croazia, marzo 2010. Eurosurveillance 2010 15 (35 ).
[2] Nestibo L, Lee BE, Fonesca K et al. Differenziare il selvaggio dall'attenuato durante un'epidemia di morbillo. Pediatria Child Health Apr. 2012; 17 (4).
[3] Murti M, Krajden M, Petric M et al. Caso di morbillo associato al vaccino Cinque settimane post-immunizzazione, British Columbia, Canada, ottobre 2013 Eurosurveillance 5 dicembre 2013; 18 (49).
[4] Antona D, Lévy-Bruhl D, Baudon C, Freymuth F, Lamy M, Maine C, Floret D, Parent du Chatelet I.Sforzi di eliminazione del morbillo e scoppio 2008-2011, Francia. Emerg Infect Dis. 2013 Mar; 19 (3): 357-64. doi: 10.3201 / eid1903.121360. PubMed PMID: 23618523; PubMed Central PMCID: PMC3647670. Testo completo gratuito Citazioni correlate
Originariamente pubblicato: 2015-01-30  
Articolo aggiornato: 2019-04-09
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento