Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

domenica 30 giugno 2019

Epidemia di morbillo probabilmente causata da bambini vaccinati. Evidenze scientifiche

stampa la pagina


Mentre i media continuano a rilasciare tirate caricate emotivamente su come il "movimento" anti-vaccinazione avrebbe provocato la recente epidemia di morbillo che le autorità sanitarie ritengono sia iniziata a Disneyland, la scienza attuale suggerisce che la causa più probabile di questa folle epidemia sia stata indotta da persone che sono state recentemente vaccinate. 


Numerosi studi pubblicati rivelano come vaccini vivi come l'MMR (morbillo, parotite e rosolia) in realtà disperde queste malattie per molte settimane o addirittura mesi dopo la vaccinazione,infettando potenzialmente altri, sia vaccinati che non vaccinati. Ciò significa che ogni bambino a cui è stato recentemente somministrato un vaccino MMR è uno spargitore ambulante, una verità che i media si rifiutano di segnalare anche solo in questo caso.



Il fatto che gli individui vaccinati possano avere il morbillo contagioso per molte settimane senza mostrare sintomi della malattia suggerisce che quest'ultima epidemia potrebbe essere solo un altro esempio di un'epidemia da ceppo vaccinale. Mentre una manciata dei circa 100 casi di morbillo identificati finora sono stati testati come il morbillo del genotipo B3 selvatico, secondo gli ultimi rapporti, la fonte originale dell'epidemia deve ancora essere identificata. 



Numerosi studi pubblicati rivelano come i vaccini con virus vivi come MMR (morbillo, parotite e rosolia) abbiano effettivamente liberato queste malattie per molte settimane o addirittura mesi dopo la vaccinazione, infettando potenzialmente altri, sia vaccinati che non vaccinati.


Un'epidemia di morbillo è stata documentata nel 2011. Un individuo vaccinato due volte - cioè un individuo che ha ricevuto due dosi separate di MMR in accordo con le raccomandazioni dei Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) degli Stati Uniti - si è scoperto che aveva diffuso il morbillo a più persone . 


Quasi due decenni fa, lo stesso CDC arrivò a questa stessa conclusione inquietante in uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Microbiology . Campioni di urina raccolti da bambini di 15 mesi appena vaccinati e da giovani adulti hanno rivelato che quasi tutti avevano livelli rilevabili del virus del morbillo all'interno del corpo, il che significa che sono la vera minaccia di contagio.


"In alcuni casi, l'RNA del virus del morbillo è stato rilevato già da 1 giorno  fino a 14 giorni dopo la vaccinazione dei bambini", spiega lo studio sull'imprevedibilità del virus trasmesso dal vaccino.


La maggior parte delle epidemie si verificano tra le popolazioni vaccinate, ammette il rapporto del CFR


C'è ancora così tanto che non si sa sull'attuale epidemia, compresi dove e come è effettivamente iniziata, è dolorosamente ovvio che i media abbiano un programma sinistro. I non vaccinati sono i capri espiatori più facili, perché sono una minoranza (e contraddicono la storia ufficiale), quindi sono quelli che vengono etichettati come gli istigatori nel presunto "riportare" questa malattia. 


Il morbillo è stato sempre intorno a noi, anche dopo che il vaccino MMR è stato introdotto, e le epidemie sono abbastanza comuni tra i vaccinati e quelli non vaccinati. In molti casi, coloro che soccombono alla malattia sono quelli che sono già stati vaccinati, sviluppando la condizione sia dal vaccino stesso che da altri che hanno ricevuto il vaccino. Un rapporto del 2014 pubblicato dal Council on Foreign Relations (CFR) dice questo, e su chi sono i veri istigatori di epidemie. 


Secondo GlobalResearch.org , il rapporto dichiara apertamente "che le popolazioni più altamente vaccinate sono anche quelle con il maggior numero di epidemie per le stesse malattie infettive, in particolare per epidemie di morbillo, parotite, rosolia, poliomielite e pertosse". 


Oh, ma i vaccini funzionano solo quando la maggior parte di tutti viene vaccinata a causa di un concetto magico noto come "immunità della gregge", giusto? Non così in fretta. L'Ufficio di giustizia medica e scientifica (OMSJ), dopo aver analizzato a fondo le conclusioni presentate nel rapporto del CFR, ha stabilito che anche il CFR non è convinto che l'immunità di gregge sia un concetto scientificamente legittimo. 


La Global Research, l'OMSJ ha concluso che "le ripetute incidenze di epidemie infettive in popolazioni con il 94% o più di conformità al vaccino "[la soglia presunta quando l'immunità di gregge è attivata] e l'emergere di nuovi ceppi virali, il concetto di immunità di gregge dovrebbe essere dimenticato.


"L'ufficio offre diverse possibilità per spiegare il rapporto: 1) i vaccini stanno diventando sempre più inefficaci e causano" disfunzioni immunitarie "e 2)" risposte dell'antigene vaccino "possono causare la riprogrammazione dei virus indebolendo il sistema immunitario degli individui più vaccinati." 


Non aspettatevi di sentire nulla di questo da agenzie di propaganda o dai singoli personaggi come CNN, Fox USA Today, RAI, TG 5 o Burioni o Lo Palco Live, visto che questi stanno prediligendo i deboli per far avanzare il sentimento che le persone non vaccinate siano una minaccia - o peggio, una piaga sociale.

Semmai l'esatto opposto è vero quando si considera la scienza pubblicata, il che dimostra che le persone vaccinate sono le più grandi minacce..


"I funzionari della sanità dovrebbero richiedere una quarantena di due settimane per tutti i bambini e gli adulti che ricevono vaccinazioni", sostiene Sally Fallon Morell, presidente della Weston A. Price Foundation (WAPF). "Questa è la quantità minima di tempo necessaria per prevenire la trasmissione di malattie infettive al resto della popolazione, compresi gli individui che sono stati precedentemente vaccinati". 
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento