Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

Cerca nel blog

giovedì 12 marzo 2020

I social sono cambiati: le troppe fake news dello stato ci hanno portato ad essere imprigionati in casa.

stampa la pagina



Continuano a essere diffuse su Facebook in questo periodo, quindi via social media e sul web, notizie false o fakenews dello stato sulla falsa emergenza da Coronavirus in Italia.




Le notizie che sparge lo stato ovunque, specie nei social, andrebbero prese con le pinze, e alcune non andrebbero prese nemmeno in considerazione! Difatti con certe notizie oggigiorno stanno cercando di schiavizzare il popolo per il proprio profitto personale. 


in questo periodo stanno cercando di finanziare in modo illegale la mafia medica, per un potere sempre più maggiore.

Teniamo a ricordare che permangono in libertà ancora più di 3000 medici accusati di corruzione, in questo link tutti i nomi, compresi quelli dello Spallanzani, del Sacco e del San Raffaele di Milano, dove sarebbero iniziati i presunti positivi da coronavirus covid-19, e in quest'altro link una ricerca che dimostra che più dell'80% dei test contro il covid-19 sono dei falsi positivi.

Sul caso dei Pandemic Bonds è stata presentata anche un'interrogazione parlamentare versi certi personaggi che sono tutt'ora in libertà.


Cosa bisognerebbe fare?

Bisognerebbe togliere all'istante il like da tutti i siti di falsa informazione che si sono infiltrati sui social in modo illegale, come del resto anche a tutte le pagine politiche e lasciare il like solo nella pagine di controinformazione. 

Una volta era semplice, se non si voleva vedere o ascoltare una notizia si spegneva la televisione o la radio.. adesso è molto più complicato perché le fake news di stato si stanno diffondendo illegittimamente e in modo proficuo tramite i canali social in modo incontrollabile!Tutti a condividerle per mostrarle ai propri contatti! 
I social per tutto sono nati, tranne che per dare potere ai pennivendoli degli stati canaglia atti a dargli forza.

Se amici condividono notizie sempre diffuse dai pennivendoli dello stato canaglia, anche in questo caso è facile staccare le notifiche verso l'amico di Facebook, basta andare nel profilo e non seguirlo più, visto che è plagiato da questi presunti notiziari foraggiati dalle lobby del farmaco.. che di tutto parlano tranne che delle reali problematiche che attraversano i paesi, problematiche quali il sovranismo, le scie chimiche, il pericolo del 5G o le reazioni avverse dei vaccini

Per quest'ultima problematica si filtrano addirittura le notizie che vengono date all'estero sul conflitto di interessi e sulle corruzioni delle case farmaceutiche, e sulle morti bianche o malattie che i vaccini creano senza che vi sia una legge per togliere l'immissione di questi veleni in commercio.

Se non riusciamo ad adottare queste semplici misure, vi posso garantire che siamo belli che fritti e che ci conviene cambiare social in massa con la speranza che la politica o i pennivendoli dello stato canaglia non entrino anche in quell'altro.

Un abbraccio forte.

Vivere in modo naturale.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento