Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

venerdì 13 marzo 2020

La vitamina C aiuta i pazienti con coronavirus cinese, ma i media tradizionali lo coprono perché i cosiddetti "giornalisti" sono tutte puttane farmaceutiche

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Ogni volta che un trattamento naturale mostra qualche promessa per affrontare i problemi di salute, coloro che traggono profitto dalla vendita di prodotti farmaceutici iniziano a fare gli straordinari per garantire che le notizie siano emarginate. Questo è certamente il caso in questo momento quando si tratta di vitamina C e del suo potenziale per aiutare le persone che soffrono di "coronavirus."




Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Tratto da: NaturalNews.com

Proprio mentre le storie stanno iniziando a emergere dalla Cina su quanto bene la vitamina C stia lavorando su pazienti con polmonite , i feed di notizie e i risultati di ricerca sono invasi da storie che avvertono le persone sui pericoli delle megadosi di vitamina C. E mentre nessuno vorrebbe sostenere di farsi l'iniezione con la vitamina a casa, la verità è che anche dosi relativamente piccole di vitamina, come quelle che si trovano in un multivitaminico, stanno avendo un impatto.

Mentre alcuni siti web provano a liquidare questa notizia come "notizia falsa", la verità è che molti di coloro che cantano le lodi della vitamina C sono medici altamente qualificati ed esperti che hanno letto gli studi e compreso la scienza dietro di loro - e molti di loro hanno visto i risultati positivi in ​​prima persona.
Un gruppo che ha riferito ininterrottamente su questa questione è il servizio di notizie di medicina ortomolecolare , il cui comitato editoriale è composto da dozzine di medici, professionisti della salute e accademici.

Come hanno riferito, il più grande pericolo del nuovo coronavirus si osserva quando progredisce verso la SARS e la polmonite. Ecco dove la vitamina C può tornare utile. È un dato di fatto, i medici la usano dagli anni '40 per combattere la polmonite virale.

In caso di dubbi, prendere in considerazione la dichiarazione ufficiale rilasciata dal Secondo ospedale dell'Università cinese di Xi'an Jiaotong, in cui si raccontava come quattro pazienti con grave polmonite correlata al coronavirus si erano ripresi da essa e altri otto erano già stati dimessi dal loro ospedale . Hanno detto che alte dosi di vitamina C hanno portato a buoni risultati nelle applicazioni cliniche e ritengono che debba essere somministrato a pazienti che hanno una polmonite grave il più rapidamente possibile dopo essere stati ricoverati in ospedale.

Hanno anche sottolineato che diversi studi hanno dimostrato che le dosi di vitamina C sembrano essere collegate all'efficacia del trattamento. Alte dosi di vitamina C, affermano, migliorano i livelli antivirali e possono prevenire e curare disturbi respiratori acuti e lesioni polmonari.

Successo visto in tutto il mondo nell'uso della vitamina C.

Risultati simili sono stati osservati in Corea del Sud, dove un medico di un ospedale di Daegu ha dichiarato che tutto il personale e i pazienti ricoverati hanno assunto vitamina C per via orale per più di una settimana. Quelli con i sintomi hanno anche ricevuto 30.000 milligrammi di vitamina C.
Almeno tre studi che sono stati annunciati pubblicamente sono attualmente in corso in dosi elevate di vitamina C via IV in Cina al momento, con tonnellate di vitamina C che vengono spedite a Wuhan. Un medico cinese, il dottor Richard Z. Cheng, ha affermato che la vitamina C non danneggia le persone ed è uno dei pochi - e forse il solo - agente che può impedire alle persone di contrarre il virus, oltre a curarlo.

Naturalmente, non lo vedrai nei media mainstream, che sono supportati da annunci di grandi aziende i cui profitti potrebbero essere minacciati se le persone iniziassero invece a correre verso trattamenti naturali.
La stessa cosa viene vista in oncologia, tra l'altro, con la vitamina C che mostra a lungo l'utilità come un potente farmaco anti-cancro . Ciò è supportato da studi come quello dell'Università di Salford che dimostrano che la vitamina inibisce la crescita delle cellule tumorali in laboratorio ed è 10 volte più forte dei farmaci sperimentali mirati al cancro, principalmente per la sua capacità di far morire di fame le cellule tumorali.

È molto irresponsabile da parte dei media mainstream nascondere tali informazioni potenzialmente utili dalle masse. Quando senti storie di vitamina C inefficace nella lotta contro il coronavirus , è importante considerare la fonte e dedicare qualche minuto a esaminare tu stesso la ricerca in modo da poter prendere una decisione informata.

Le fonti per questo articolo includono:


Articoli correlati: 

Vitamina C guarì polio durante l'epidemia del 1948 - 49.







Alcuni integratori di vitamina C consigliati dallo staff di 
Vivere in modo naturale

Vitamina C - 1000 Voto medio su 28 recensioni: Da non perdere
€ 16,00

C Cristallina - Vitamina C - Aroma Limone
Integratore alimentare di Vitamina C con edulcorante
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 18,00

Vitamina C Plus - Integratore di Vitamina C e Boflovanoidi Vegetali
Integratore alimentare a base di vitamina C e bioflovanoidi vegetali
Voto medio su 14 recensioni: Da non perdere
€ 21,51

Vitamina C 500 con Rosa Canina
Vitamina C e rosa canina
Voto medio su 34 recensioni: Da non perdere
€ 18,50

Vitamina C 500
Integratore alimetare a base di Vitamina C
Voto medio su 53 recensioni: Da non perdere
€ 13,00

Rose Vita C 1000 - Integratore di Vitamina C e Rosa Canina
€ 23,20

Vita-C Immuno - Integratore con Vitamina C, Rosa Canina ed Echinacea
Contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario
€ 18,00
Vitamina C1 - Sodio L-Ascorbato - Integratore di Vitamina C in Polvere
Integratore alimentare a base di Vitamina C
Voto medio su 37 recensioni: Da non perdere
€ 30,50


Vitamin C Santè - Acido Ascorbico - Integratore di Vitamina C in Polvere
Integratore alimentare a base di Vitamina C
Voto medio su 103 recensioni: Da non perdere
€ 34,00

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento