Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

giovedì 26 settembre 2019

Bayer e morte: Vaccini e mito di un virus del 1918

stampa la pagina

“Le specie di uccelli e mammiferi si sono impadronite della terra circa 65 milioni di anni fa, cioè nello stesso periodo in cui i dinosauri si sono estinti. Così ha fatto l'influenza e altri virus di tutte le specie sopravvissute. Da allora, tutti quei virus si sono accoppiati e mutati tra loro senza che il cielo abbia ceduto a causa di alcuna infezione. Pertanto, qualsiasi chiacchierata su una pandemia di influenza aviaria o suina con la probabilità di uccidere milioni di persone è un'assurdità intenzionale o allucinogena di trarre profitto sulle spalle dell'innocente seguito. "

~ Shiv Chopra, microbiologo, esperto di vaccini

By J. Holcombe, D. Jacobson, and T. Ruhl
traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Nel 2005, i Centers for Disease Control affermarono di aver ricostruito il virus "virulento" del 1918:
"I ricercatori CDC e i loro colleghi hanno ricostruito con successo il virus dell'influenza che ha causato la pandemia di influenza del 1918-19, che ha ucciso oltre 50 milioni di persone in tutto il mondo."
Qualunque cosa il CDC abbia ricostruito, non è stato ciò che ha ucciso milioni di persone nel 1918-19.
Il CDC sembra inconsapevole del fatto che l'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) abbia dimostrato che non si trattava di un virus o di un'influenza, ma di un comune batterio respiratorio superiore che si era trasformato in grave infezione e poi polmoniti mortali dall'effetto di soppressione immunitaria dell'aspirina .
L'aspirina ha ucciso le persone, non un virus.
Nel 1918, la convergenza di una droga tossica, una massiccia pubblicità corporativa e pressioni governative, militari e mediche per l'uso della droga, portarono a decine di milioni di morti. Quella combinazione di gruppi si è riunita di nuovo, questa volta dietro i vaccini.
La domanda, però, è perché i vaccini vengono promossi a tutti per una pandemia "come l'influenza del 1918" poiché i decessi non sono stati causati da un'influenza?
Dato che si trattava di batteri comuni, le seguenti dichiarazioni CDC non hanno senso:
"Questo rapporto descrive la riuscita ricostruzione del virus dell'influenza A (H1N1) responsabile della pandemia di" influenza spagnola "del 1918 e fornisce nuove informazioni sulle proprietà che hanno contribuito alla sua eccezionale virulenza ..."
La pandemia di influenza del 1918-19 ha ucciso circa 20-50 milioni di persone in tutto il mondo, molte più delle successive pandemie del 20 ° secolo. Le proprietà biologiche che conferiscono virulenza ai virus dell'influenza pandemica sono state poco comprese. La ricerca per comprendere meglio in che modo i singoli geni del virus dell'influenza pandemica del 1918 contribuiscono al processo della malattia potrebbero fornire importanti spunti sulla base della virulenza. "
Il CDC sta dando una visione delle morti del 1918, che è una fantascienza completa. Non si adatta a dati storici o biologici. Né la loro visione del "virus virulento" risponde alle domande persistenti intorno al 1918, come ad esempio perché i giovani sono morti o perché le persone sono morte così rapidamente. Entrambi rispondono al lavoro del Dr. Karen Starko sull'uso e l'overdose di aspirina nel 1918.
Sebbene nessun virus fosse responsabile delle morti, il CDC ha un altro problema. Non ci sono state prove che dimostrino nemmeno la ricostruzione del virus. Il virologo tedesco Stefan Lanka indica la fonte della storia sulla ricostruzione e i pezzi mancanti nel virus, in questa intervista del 2005 :
"Il dottor Jeffery Taubenberger, da cui ha origine l'accusa di ricostruzione del virus pandemico del 1918, lavora per l'esercito americano e ha lavorato per più di 10 anni per produrre, sulla base di campioni di diversi cadaveri umani, brevi pezzi di sostanza genica mediante la tecnica di moltiplicazione biochimica PCR. Tra la moltitudine di pezzi prodotti ha selezionato quelli che si avvicinavano al modello della sostanza genetica dell'idea di un virus influenzale e li ha pubblicati."
In nessun cadavere, tuttavia, è stato visto o isolato un virus o era un pezzo di sostanza genica proveniente da un tale isolato. Per mezzo della tecnica PCR sono stati prodotti dal nulla pezzi di sostanza genica la cui precedente esistenza nel cadavere non poteva essere dimostrata."
Se fossero stati presenti virus, questi potrebbero essere stati isolati e da essi sarebbe stata isolata anche la loro sostanza genetica; non sarebbe stato necessario che nessuno producesse faticosamente, mediante la tecnica della PCR - con un'intenzione chiaramente truffa - una trapunta patchwork di un modello della sostanza genetica dell'idea di un virus influenzale. "
L'intervistatore ha quindi chiesto come un profano potesse controllare questo, a cui ha risposto:
A proposito di questi brevi frammenti di sostanza genica, che nel senso della genetica non sono completi e che non sono nemmeno sufficienti per definire un gene, si sostiene che insieme costituiranno l'intera sostanza genetica di un virus influenzale."
"Per vedere attraverso questa truffa, si deve solo essere in grado di sommare i pezzi di lunghezza pubblicati per accertare che la somma delle lunghezze dei singoli pezzi, che presumibilmente costituisce l'intera sostanza genica virale dell'influenza presunta virus, non costituisce il ... genoma del modello del virus dell'influenza."
“Ancora più semplice è chiedere in quale pubblicazione è possibile trovare la foto al microscopio elettronico di questo virus apparentemente ricostruito. Non esiste tale pubblicazione. "
Non trattando né l'infezione batterica né il ruolo dell'aspirina nel causare i decessi del 1918, e continuando il "mito virulento del virus", il CDC sta promuovendo la necessità di farmaci antivirali (che menziona per nome), anche come lo sviluppo di vaccini, ma nessuno di loro sarebbe appropriato per affrontare ciò che ha ucciso le persone durante il 1918.
Il CDC continua nella sua falsa promozione di decessi del 1918 correlati all'influenza e ignora i batteri respiratori comuni che NIAID ha dimostrato essere la fonte e l'errore medico globale dell'uso di aspirina tossica:
"Gli attuali antivirali e vaccini sono efficaci contro il virus del 1918?"
"Sì. Due tipi di farmaci antivirali, rimantadina (Flumadina) e oseltamivir (Tamiflu), hanno dimostrato di essere efficaci contro i virus dell'influenza simili al virus del 1918. I vaccini contenenti l'HA del 1918 o altre proteine ​​del sottotipo H1 erano efficaci nel proteggere i topi dal virus del 1918. In effetti, l'attuale vaccino contro l'influenza ha fornito un certo livello di protezione contro il virus del 1918 nei topi.
“Sono in corso nuove profilassi e terapie contro il virus del 1918?
"La ricostruzione del virus del 1918 consentirà al CDC di perseguire lo sviluppo di un virus di riferimento candidato al vaccino che fornirebbe una protezione ottimale contro questo o simili virus."
La caratterizzazione del CDC del 1918 come un'epoca in cui un virus virulento ha minacciato tutta l'umanità è palesemente falsa. Quella falsa visione fu  usata da George Bush per provocare il terrore che un nuovo virus virulento - correlato al virus del 1918 - si sarebbe verificato e avrebbe ucciso di nuovo milioni di persone.
Perché il CDC persiste in questo mito nonostante le prove contrarie? Evitando i motivi, si potrebbero solo suggerire alcuni effetti della proiezione del terrificante mito secondo cui milioni di persone potrebbero morire a causa del virus:
... 1. Distrazione dalla dura realtà che i trattamenti naturali erano gli unici

... trattamenti efficaci durante il 1918;
... 2. Il cloaking  di Bayer, l'aspirina e il ruolo dell'industria nel

... morti;
... 3. Vendite di miliardi di farmaci antivirali e sviluppo di vaccini;
... 4. Maggiore potere finanziario per l'industria farmaceutica nel controllo dei media e influenza il governo;

... 5. Aumento delle malattie e dei decessi per agenti chimici farmaceutici, uno dei più alti fattori di rischio;

... 6. Terribile dipendenza da "autorità medica esperta" e costosi complessi

... “Soluzioni” per salvare le persone;
... 7. Consegna di autorità illimitata alle agenzie regolatorie del governo a

... "Proteggere" il pubblico dai prodotti naturali;  
... 8. Uso dello spettro di milioni di morti come giustificazione per la

... rimozione dei diritti umani per "proteggere" il pubblico;
... 9. Il miglioramento dell'industria farmaceutica si sposta verso un incontestato

... monopolio globale sulla salute (vita e morte);
... 10. Industrializzazione,  commercializzazione e militarizzazione della "malattia"; e
 11. Una porta aperta all'uso  dell'emergenza pandemica per giustificare la legge marziale .
La verità - che le autorità mediche che usano l'aspirina Bayer (e l'aspirina generica) hanno ucciso così tanti milioni di persone che quelle morti sono diventate uno degli eventi più terrificanti della storia umana - fondamentalmente minaccia un settore degli investimenti multimiliardario globale costruito attorno a indiscussa "competenza medica" e il loro uso di droghe sintetiche.
Ma la verità più piena contiene qualcosa di più terribile per l'industria farmaceutica di "solo" i milioni di morti che hanno causato perché è accaduto anche qualcos'altro di grande significato: la medicina non industriale, quelli che usano sostanze organiche, ha salvato le persone dalla morte.
Il 1918 istituì un test globale che confrontava milioni di persone, quelle che erano state trattate dalla medicina industriale e quelle che erano state trattate dalla medicina organica. Il primo gruppo è morto in numero insondabile. Quasi tutto il secondo gruppo viveva.
Questa realtà risplende dal 1918, focalizzando storicamente l'attenzione del mondo all'indietro sull'ascesa dell'industria farmaceutica chimica sintetica dove una volta l'umanità aveva usato solo la natura.
Ciò che spicca è il fallimento e la tossicità di uno dei prodotti più antichi e affidabili del settore, l'aspirina, in misura disastrosa. Aggiungete alla pubblicità globale di Bayer il suo prodotto tossico, l'influenza del governo e dei media, e si sono combinati per aumentare la perdita della vita a un livello mai visto prima.
Il prodotto di Bayer ha prodotto così tanti milioni di morti che compete con la peste nera in numero di morti: da 20 a 50 milioni di morti nel 1918 e nel 1919 contro i 25-75 milioni nel corso di molti anni della peste bubbonica.
Ma quel singolo prodotto farmaceutico sintetico ha ormai superato di gran lunga il numero di decessi della malattia più infame della storia poiché, come dimostrerà una sezione successiva di Bayer, i decessi non si sono fermati fino ad oggi e sono di proporzioni epidemiche.
I professionisti della salute naturale sono quelli che hanno salvato la vita nel 1918 mentre l'aspirina veniva uccisa. Oggi il governo, sotto l'influenza di Bayer e di altre compagnie farmaceutiche, sta reprimendo l'accesso a prodotti per la salute naturale che non hanno letalità e salvato vite nel 1918, a favore di vaccini prevedibilmente letali, la cui necessità si basa su un mito estremamente mal diretto - incolpare un'influenza (o virus) che non era la causa.
Al di là delle morti causate da Bayer con la sua aspirina, negli anni '80, "vendette consapevolmente milioni di dollari di medicine per la coagulazione del sangue per gli emofiliaci - medicine che comportavano un alto rischio di trasmissione dell'AIDS", riportò il Sydney Morning Herald nel 2003. La medicina è stata sviluppata da donatori di plasma infetti da HIV. "Di conseguenza, migliaia di emofiliaci sono stati infettati dall'HIV", ha consigliato la CBS nel 2009. Ecco un video di notizie MSNBC meno permissivo sulla questione.
Alla luce dei milioni di morti del 1918 derivanti dall'invenzione dell'aspirina (un sintetico a base di catrame di carbone ) di Bayer e ora dai vaccini sintetici di Bayer (potenzialmente contaminati da qualsiasi cosa), viene avviata una rivalutazione automatica dei trattamenti naturali rispetto a quelli sintetici.
stampa la pagina

domenica 22 settembre 2019

I VACCINI PROVOCARONO "L'INFLUENZA SPAGNOLA" DEL 1918 CHE UCCISE MILIONI DI PERSONE

stampa la pagina
Foto rielaborata da Vivereinmodonaturale.com

Vaccini statunitensi causano "influenza spagnola"

"Era un'espressione comune durante la guerra che" più soldati furono uccisi dai colpi di vaccino che dai colpi di pistole nemiche. "- E. McBean

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
"L'influenza spagnola del 1918 iniziò nel campo militare americano di Funston, Fort Riley, negli Stati Uniti, tra le truppe che si preparavano per la prima guerra mondiale - prendendo a bordo le vaccinazioni, reclutando l'addestramento e tutto il resto. Alla fine ha ucciso circa 40.000.000 di persone in tutto il mondo. Tale ceppo influenzale è apparso solo brevemente, ancora una volta, secondo il CDC americano di Atlanta. Fu nel 1976 e colpì di nuovo il campo militare di Fort Dix, negli Stati Uniti, tra le truppe recentemente vaccinate (e nessun altro MAI); Fort Dix è noto per essere stato un centro di sperimentazione del vaccino. 
Il flagello più grande del mondo per "influenza" è stato un altro disastro del vaccino ben nascosto? "
Nel 1918, l'esercito americano costrinse la vaccinazione di 3.285.376 nativi nelle Filippine quando non si stava verificando alcuna epidemia, solo i casi sporadici della solita natura mite. Delle persone vaccinate, 47.369 vennero con vaiolo e di questi 16.477 morirono. Nel 1919 l'esperimento fu raddoppiato. Sono stati vaccinati 7.670.252 nativi. Di queste 65.180 vittime furono colpite da vaiolo e 44.408 morirono. Nel primo esperimento, un terzo è morto e nel secondo, due terzi di quelli infetti sono morti. —– dal libro del Dr. William Koch, Il fattore di sopravvivenza nelle malattie neoplastiche e virali.
"Il decano WA Pearson di Filadelfia (Hahnemann College) ha raccolto 26.795 casi di (191 influenza curata da medici omeopatici con un tasso di mortalità dell'1,05 percento mentre la mortalità media di vecchia scuola (medicina tradizionale / droghe) era del 30 percento."
“Il Journal of American Institute for Omeopatia, nel maggio 1921, aveva un lungo articolo sull'uso dell'omeopatia nell'epidemia di influenza. Il dott. TA McCann, di Dayton, Ohio, ha riferito che 24.000 casi di influenza trattata allopaticamente avevano un tasso di mortalità del 28,2%, mentre 26.000 casi di influenza trattata omeopaticamente avevano un tasso di mortalità dell'1,05%. Quest'ultima cifra è stata supportata dal decano WA Pearson di Filadelfia (Hahnemann College) che ha raccolto 26.795 casi di influenza trattata con l'omeopatia con il risultato sopra ... Il dott. Herbert A. Roberts di Derby, CT, ha dichiarato che 30 medici del Connecticut hanno risposto alla sua richiesta di dati. Hanno riportato 6.602 casi con 55 morti, che è inferiore all'1%. 
Il dottor Roberts stava lavorando come medico su una nave truppe durante la prima guerra mondiale. Aveva 81 casi di influenza sulla strada per l'Europa. Riferì: “Tutti guarirono e furono sbarcati. Ogni uomo ha ricevuto un trattamento omeopatico. Una nave ne perse 31 in rotta. ”- Julian Winston
RELAZIONATO:
- L'EPIDEMICA DELL'INFLUENZA SPAGNOLA DEL 1918 È STATA CAUSATA DA VACCINAZIONI
Vaccino non virus responsabile dell'influenza spagnolagiovedì 8 maggio 2003 http://archives.tcm.ie/irishexaminer/2003/05/08/story265526733.asp RYLE DWYER scrive sull'orrore della pandemia del 1918-20 dove la propaganda dice sia stata causata dall'influenza spagnola (Irish Examiner, 1 maggio).

Come facevano a sapere che era stato il virus dell'influenza spagnola a uccidere milioni di civili e soldati?
Questo disastro si è verificato quando i virus erano sconosciuti alla scienza medica.
Ci volle un team scientifico britannico per identificare il primo virus nell'uomo nel 1933.

Per quanto riguarda l'origine dell'epidemia, riferisce che un alto ufficiale dell'esercito americano suggerì che i tedeschi sarebbero potuti essere i responsabili dell'errore come parte del loro sforzo bellico, diffondendolo nei cinema o dove si riunivano un gran numero di persone.
Lo hanno anche diffuso tra la propria gente, uccidendo 400.000 come riportato?

Ryle vorrebbe farci credere che tutti quei soldati americani che sono morti per cause non combattenti potrebbero essere morti di influenza spagnola.
Ma i registri dell'esercito americano mostrano che sette uomini sono morti dopo essere stati vaccinati.

Un rapporto del segretario alla guerra americano Henry L Stimson non solo ha verificato questi decessi, ma ha anche affermato che ci sono stati 63 decessi e 28.585 casi di epatite come risultato diretto della vaccinazione contro la febbre gialla durante solo sei mesi di guerra.
Quello era solo uno dei 14-25 vaccini dati alle reclute.

I registri dell'esercito rivelano anche che dopo che la vaccinazione divenne obbligatoria nell'esercito americano nel 1911, non solo il tifo aumentò rapidamente, ma tutte le altre malattie vaccinali aumentarono a un ritmo allarmante.
Dopo che l'America entrò in guerra nel 1917, il tasso di mortalità per vaccinazione contro il tifo salì al punto più alto della storia dell'esercito americano.

Le morti si sono verificate dopo che i vaccini erano stati fatti negli ospedali sanitari americani e in campi militari ben controllati in Francia, dove i servizi igienico-sanitari erano stati praticati per anni.

Il rapporto del chirurgo generale dell'esercito americano mostra che nel 1917 furono ricoverati negli ospedali dell'esercito 19.608 uomini che soffrivano di inoculazione anti-tifoide e vaccinia.
Ciò non tiene conto di coloro le cui malattie da vaccino sono state attribuite ad altre cause.

I medici dell'esercito sapevano che tutti questi casi di malattia e morte erano dovuti alla vaccinazione ed erano abbastanza onesti da ammetterlo nei loro referti medici.

Quando i medici dell'esercito hanno cercato di sopprimere i sintomi del tifo con un vaccino più forte, ha causato una forma peggiore di paratifo tifoide.
Ma quando hanno inventato un vaccino ancora più forte per sopprimerlo, hanno creato una malattia spagnola ancora peggiore.

Dopo la guerra, questo era uno dei vaccini usati per proteggere un mondo colpito dal panico dai soldati di ritorno dai fronti di battaglia della Prima Guerra Mondiale infettati da malattie pericolose.

Il resto è storia.

Patrick J Carroll,
Lady Lane House,
Waterford.

- Irish Examiner Archives
http://archives.tcm.ie/irishexaminer/


- Vaccino non virus responsabile dell'influenza spagnola
http://archives.tcm.ie/irishexaminer/2003/05/08/story265526733.asp

L'epidemia di influenza del 1918 fu una malattia causata dal vaccino

FluVictim



I. Honorof, E. McBean (Vaccination The Silent Killer p28)




Pochissime persone si rendono conto che la peggiore epidemia mai esistita in America, fu l'influenza spagnola del 1918, fu l'effetto dopo la massiccia campagna di vaccinazione nazionale. I medici hanno detto alla gente che la malattia era causata da germi. I virus non erano noti in quel momento o sarebbero stati incolpati. Germi, batteri e virus, insieme a bacilli e alcuni altri organismi invisibili sono i capri espiatori, che ai medici piace incolpare per le cose che non capiscono. Se il medico fa una diagnosi e un trattamento sbagliato e uccide il paziente, può sempre dare la colpa ai germi e dire che il paziente non ha ricevuto una diagnosi precoce e viene da lui in tempo.

Se torniamo indietro nella storia a quel periodo di influenza del 1918, vedremo che improvvisamente colpì subito dopo la fine della prima guerra mondiale quando i nostri soldati stavano tornando a casa dall'estero. Quella fu la prima guerra in cui tutti i vaccini conosciuti furono forzati su tutti i militari. Questo miscuglio di droghe avvelenate e proteine ​​putride di cui erano composti i vaccini, causò una malattia e una morte così diffusa tra i soldati che era il discorso comune del giorno, che più dei nostri uomini venivano uccisi da colpi medici che da colpi nemici di pistole. Migliaia di persone furono invalide a casa o in ospedali militari, come relitti senza speranza, prima di vedere un giorno di battaglia. Il tasso di mortalità e malattie tra i soldati vaccinati era quattro volte superiore rispetto ai civili non vaccinati. Ma questo non ha fermato i promotori del vaccino. Il vaccino è sempre stato un grande affare, e quindi è stato continuato ostinatamente.

Fu una guerra più breve di quella che i produttori di vaccini avevano pianificato, solo per circa un anno per noi, quindi ai promotori dei vaccini rimasero molti vaccini inutilizzati e viziati che volevano vendere con un buon profitto. Quindi hanno fatto quello che fanno di solito, hanno convocato una riunione a porte chiuse e hanno tracciato l'intero sordido programma, una campagna di vaccinazione a livello nazionale (in tutto il mondo) usando tutti i loro vaccini e dicendo alla gente che i soldati stavano tornando a casa con molte terribili malattie contratte in paesi stranieri e che era dovere patriottico di ogni uomo, donna e bambino ottenere "protezione" correndo di corsa verso i centri di vaccinazione per avere tutti i vaccini.

Molte persone credono ai loro medici e ai funzionari del governo e fanno quello che dicono. Il risultato fu che quasi l'intera popolazione si sottomise agli spari senza dubbio, e fu solo una questione di ore prima che le persone iniziassero a cadere morte in agonia, mentre molti altri crollarono con una malattia di tale virulenza che nessuno aveva mai visto nulla di simile prima. Avevano tutte le caratteristiche delle malattie contro cui erano stati vaccinati, la febbre alta, i brividi, il dolore, i crampi, la diarrea, ecc. Del tifo, e la polmonite come congestione polmonare e gola della difterite e del vomito, mal di testa, debolezza e miseria di epatite dai colpi di febbre nella giungla e lo scoppio di piaghe sulla pelle dai colpi di vaiolo, insieme alla paralisi di tutti i colpi, ecc.


I dottori erano sconcertati e sostenevano di non sapere cosa causasse la strana e mortale malattia, e di certo non avevano cura. Avrebbero dovuto sapere che la causa sottostante erano le vaccinazioni, perché la stessa cosa è successa ai soldati dopo che avevano sparato al campo. I colpi di febbre tifoide hanno causato una forma peggiore della malattia, che hanno chiamato para-tifo. Quindi hanno cercato di sopprimere i sintomi di quello con un vaccino più forte, che ha causato una malattia ancora più grave, che ha ucciso e disabilitato molti uomini. La combinazione di tutti i vaccini avvelenati che fermentano insieme nel corpo, ha causato reazioni così violente da non riuscire a far fronte alla situazione. Il disastro dilagò nei campi. Alcuni degli ospedali militari erano pieni di soldati paralizzati e furono chiamati vittime di guerra, anche prima di lasciare il suolo americano. Ho parlato con alcuni dei sopravvissuti di quell'assalto di vaccini quando sono
tornati a casa dopo la guerra, e hanno parlato degli orrori, non della guerra stessa e delle battaglie, ma della malattia al campo.


I dottori non volevano che questa massiccia malattia da vaccino riflettesse su di loro, quindi concordarono tra loro di chiamarla influenza spagnola. La Spagna era un posto lontano e alcuni dei soldati erano stati lì, quindi l'idea di chiamarla influenza spagnola sembrava essere un buon modo per dare la colpa a qualcun altro. Gli spagnoli si risentirono nel farci chiamare il flagello del mondo su di loro. Sapevano che l'influenza non aveva origine nel loro paese.

20.000.000 di persone sono morte a causa di quell'epidemia di influenza, in tutto il mondo, e sembrava essere quasi universale o lontana dalle vaccinazioni. La Grecia e alcuni altri paesi, che non accettavano i vaccini, erano i soli a non essere stati colpiti dall'influenza. Non dimostra qualcosa?

A casa (negli Stati Uniti) la situazione era la stessa; gli unici a sfuggire all'influenza erano quelli che avevano rifiutato le vaccinazioni. La mia famiglia e 1 erano tra i pochi che persistevano nel rifiutare la propaganda delle vendite ad alta pressione, e nessuno di noi aveva nemmeno un fiuto di influenza, nonostante fosse tutto intorno a noi, e nel freddo pungente dell'inverno.


Tutti sembravano averla. Tutta la città era malata e moriva. Gli ospedali erano chiusi perché i dottori e le infermiere avevano l'influenza. Tutto era chiuso, scuole, aziende, ufficio postale tutto. Nessuno era per le strade. Era come una città fantasma. Non c'erano medici che si prendessero cura dei malati, quindi i miei genitori andavano di casa in casa facendo quello che potevano per aiutare i colpiti in ogni modo possibile. Trascorsero tutto il giorno e parte della notte per settimane, nelle stanze dei malati, e tornarono a casa solo per mangiare e dormire. Se germi o virus, batteri o altri piccoli organismi erano la causa di quella malattia, avevano molte opportunità di aggrapparsi ai miei genitori e "metterli a terra" con la malattia che aveva prostrato il mondo. Ma i germi non erano la causa di quella o di altre malattie, quindi non li "catturarono". Da allora ho parlato con poche altre persone, che hanno detto di essere fuggite dall'influenza del 1918, quindi ho chiesto se avevano fatto i vaccini e, in ogni caso, hanno detto che non avevano mai creduto nei vaccini e non ne avevano mai fatto uno. Il buon senso ci dice che tutti quei vaccini tossici mescolati tutti insieme nelle persone, non potevano fare a meno di causare avvelenamento corporeo estremo e avvelenamento di qualche tipo o di solito è la causa della malattia.

Ogni volta che una persona tossisce o starnutisce, molte persone rabbrividiscono, pensando che i germi si diffondano nell'aria e attaccheranno le persone. Non è più necessario temere quei germi, perché non è così che si sviluppano i raffreddori. I germi non possono vivere separati dalle cellule (ospite) e comunque non possono fare del male, anche se lo volessero. Non hanno denti per mordere nessuno, non hanno sacche di veleno come serpenti, zanzare o api e non si moltiplicano, tranne che nelle sostanze decomposte, quindi sono indifese a nuocere. Come affermato in precedenza, il loro scopo è utile, non distruttivo.

L'influenza del 1918 fu la malattia più devastante che abbiamo mai avuto, e produsse tutta l'esperienza medica dei trucchi per reprimerla, ma quei farmaci aggiunti, che sono tutti veleni, non fecero che intensificare le condizioni di avvelenamento della gente, quindi i trattamenti in realtà hanno ucciso più dell'influenza.

- Vaccini statunitensi causati "influenza spagnola" - Ulteriori informazioni

http://www.rense.com/general45/USvaccinescaused.htm
Un diagramma delle morti nelle principali città, che mostra un picco nell'autunno del 1918. FONTE

- L'epidemia di influenza spagnola del 1918 fu causata dalle vaccinazioni


 Un'infermiera tendente al consumo ha dichiarato l'epidemia di influenza spagnola del 1918 causata da vaccinazioni



La Spagnola fu causata dai vaccini.


stampa la pagina