domenica 4 marzo 2018

Il nuovo braccialetto di guarigione del cervello utilizza la vibrazione per aiutare le vittime di ictus a recuperare più velocemente.

stampa la pagina
braccialetto_therabracelet_guarigione_ictus


Traduzione a cura di Vivere in modo naturale
tratto da: www.naturalnews.com

Un nuovo braccialetto di guarigione del cervello che utilizza la vibrazione viene utilizzato per accelerare il recupero delle vittime di ictus . 
Conosciuto come TheraBracelet, il nuovo dispositivo è stato sviluppato da un gruppo di scienziati dell'Università del Wisconsin-Milwaukee .

Gli scienziati hanno testato il dispositivo su 10 individui e hanno scoperto che l'applicazione delle vibrazioni al polso ha immediatamente aumentato la sensazione di contatto. 
Inoltre, quando veniva usato su persone sane, il braccialetto aumentava la presa e la sensibilità media subito. 
I risultati indicano che il dispositivo non è solo un beneficio per i pazienti colpiti da ictus, ma anche per le persone sane. 
Il deterioramento della sensazione deriva dall'invecchiamento, che può rendere un individuo goffo.

"A mano a mano che le persone invecchiano, è necessaria una maggiore pressione per sentire il tatto", hanno detto gli scienziati. "Molte persone confondono la sensazione ridotta e la perdita di abilità motorie come goffaggine, ma in realtà sono aumentate le loro soglie di sensibilità per il tatto".

Subito dopo un ictus, nove persone su 10 hanno sofferto di qualche forma di paralisi, causata da danni alla parte del cervello che invia segnali elettrici attraverso il sistema nervoso per far muovere i muscoli. 
La paralisi si verifica in genere sul lato del corpo opposto al lato del cervello che è stato colpito da un ictus. 
Uno degli effetti più comuni è la paralisi o la debolezza della mano, che ostacola seriamente il movimento e l'indipendenza. 

Secondo l' Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ogni anno in tutto il mondo 15 milioni di persone soffrono di ictus . 
Di questi, cinque milioni muoiono, mentre altri cinque milioni sono permanentemente paralizzati.

Il dispositivo dovrebbe essere indossato per un minimo di otto ore al giorno. 
Invia vibrazioni che non possono essere percepite, ma possono essere rilevate dal cervello. 
Le vibrazioni stimolano i nervi per aumentare la sensazione tattile, che a sua volta può aiutare a riportare il movimento. 
TheraBracelet funziona aumentando la capacità del corpo di percepire il tatto, che è simile a un apparecchio acustico che amplifica il suono e gli occhiali che migliorano la vista. 

Riattiva i nervi che controllano i muscoli deboli o paralizzati, aumentando i segnali dai nervi attraverso vibrazioni impercettibili alla pelle, un principio noto come risonanza stocastica. 
Insieme con la fisioterapia e gli esercizi a mano, il dispositivo potrebbe accelerare il recupero.

Un altro studio è condotto dalla Medical University of South Carolina che coinvolge 20 pazienti con ictus. 
Tra i pazienti, 10 indosseranno un dispositivo attivo, mentre i braccialetti dei restanti partecipanti verranno disattivati. Indosseranno il dispositivo per un minimo di otto ore al giorno in un mese, quindi i risultati saranno confrontati.


I sensori indossabili possono accelerare il recupero nei pazienti colpiti da ictus

Continuano a essere sviluppati metodi tecnologici per aiutare ad accelerare il recupero dei pazienti colpiti da ictus. (Correlato: dopo un ictus, l'esercizio cerebrale è fondamentale: l'allenamento con la realtà virtuale si è rivelato una terapia supplementare efficace per recuperare i movimenti ).


I sensori trasmetteranno continuamente informazioni ai medici, che potrebbero consentire loro di osservare più da vicino l'efficienza della loro assistenza.

"È quasi meccanicamente impercettibile per il paziente che indossa il dispositivo", ha detto John Rogers, uno degli sviluppatori dei sensori.

La tecnologia di mettere i sensori sul corpo consente inoltre a un individuo di incorporare tutti i tipi di funzionalità avanzate dei sensori, capacità di calcolo dei microprocessori, alimentatori e WiFi in questa piattaforma davvero insolita, secondo Rogers. 
I sensori possono determinare quali gruppi muscolari lavorano o no e indicare le aree interessate dall'ictus. 
Inoltre, i sensori possono identificare terapie per migliorare in particolare questi problemi.
Se desideri leggere altre notizie e studi su varie altre invenzioni,  vai su Invenzioni.news .

Le fonti includono:
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

http://vivereinmodonaturale.blogspot.com/2018/03/il-nuovo-braccialetto-di-guarigione-del.html

Nessun commento:

Posta un commento