Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

giovedì 13 febbraio 2020

La vitamina C protegge dal Coronavirus

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

La pandemia di coronavirus può essere drammaticamente rallentata o fermata, con l'immediato uso diffuso di alte dosi di vitamina C. 

I medici hanno dimostrato per decenni la potente azione antivirale della vitamina C. C'è stata una mancanza di copertura mediatica di questo approccio efficace e di successo contro i virus in generale e il coronavirus in particolare.

di Andrew W. Saul, Redattore

(OMNS, 26 gennaio 2020)
Traduzione per l'Italia a cura di Vivereinmodonaturale.com

È molto importante massimizzare la capacità antiossidativa del corpo e l'immunità naturale per prevenire e minimizzare i sintomi quando un virus attacca il corpo umano. L'ambiente host è cruciale. Prevenire è ovviamente più facile che curare una malattia grave. Ma tratta seriamente le malattie gravi. Non esitare a consultare un medico. Non è una scelta o. La vitamina C può essere usata insieme ai medicinali quando sono indicati.
"Non ho ancora visto alcuna influenza che non sia stata curata o notevolmente migliorata da dosi massicce di vitamina C."



(Robert F. Cathcart, MD)
I medici del servizio di notizie di medicina ortomolecolare e della Società internazionale di medicina ortomolecolare sollecitano un metodo basato sui nutrienti per prevenire o ridurre al minimo i sintomi di future infezioni virali. I seguenti livelli supplementari economici sono raccomandati per gli adulti; per i bambini ridurli in proporzione al peso corporeo:
Vitamina C: 3000 milligrammi (o più) al giorno, in dosi divise.
Vitamina D3: 2.000 unità internazionali ogni giorno. (Inizia con 5.000 UI / giorno per due settimane, quindi riduci a 2.000)
Magnesio: 400 mg al giorno (in forma di citrato, malato, chelato o cloruro)
Zinco: 20 mg al giorno
Selenio: 100 mcg (microgrammi) al giorno
Vitamina C [1] , Vitamina D [2] , magnesio [3] , zinco [4] e selenio [5] hanno dimostrato di rafforzare il sistema immunitario contro i virus.
Le basi per l'uso di alte dosi di vitamina C per prevenire e combattere le malattie causate da virus possono essere ricondotte ai primi successi della vitamina C contro la poliomielite, riportati per la prima volta alla fine degli anni '40. [6] Molte persone non sono consapevoli, neppure sorprese, per imparare questo. Ulteriori prove cliniche si sono accumulate nel corso dei decenni, portando a un protocollo antivirus pubblicato nel 1980. [7]
È importante ricordare che la prevenzione e il trattamento delle infezioni respiratorie con grandi quantità di vitamina C è ben consolidata . Coloro che credono che la vitamina C abbia generalmente dei meriti, ma che dosi massicce siano inefficaci o in qualche modo dannose, faranno bene a leggere i documenti originali per se stessi. Respingere il lavoro di questi medici semplicemente perché hanno avuto successo tanto tempo fa elude una domanda più importante: perché il beneficio della loro esperienza clinica non è stato presentato al pubblico dalle autorità governative responsabili, specialmente di fronte a una pandemia virale?



Riferimenti:

1. Vitamina C:
Caso HS (2018) Risposte alle domande sulla vitamina C. Servizio di notizie di medicina ortomolecolare , http://orthomolecular.org/resources/omns/v14n12.shtml .
Gonzalez MJ, Berdiel MJ, Duconge J (2018) Alta dose di vitamina C e influenza: un caso clinico. J Orthomol Med. Giugno, 2018, 33 (3). https://isom.ca/article/high-dose-vitamin-c-influenza-case-report .
Gorton HC, Jarvis K (1999) L'efficacia della vitamina C nel prevenire e alleviare i sintomi delle infezioni respiratorie indotte da virus. J Manip Physiol Ther , 22: 8, 530-533. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10543583
Hemilä H (2017) Vitamina C e infezioni. Nutrienti . 9 (4). pii: E339. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28353648 .
Hickey S, Saul AW (2015) Vitamina C: la vera storia. Pub di salute di base. ISBN-13: 978-1591202233.
Levy TE (2014) L'impatto clinico della vitamina C. Servizio di notizie sulla medicina ortomolecolare , http://orthomolecular.org/resources/omns/v10n14.shtml
OMNS (2007) Vitamina C: un trattamento altamente efficace per il raffreddore. http://orthomolecular.org/resources/omns/v03n05.shtml .
OMNS (2009) Vitamina C come antivirale http://orthomolecular.org/resources/omns/v05n09.shtml .
Taylor T (2017) Materiale in vitamina C: da dove cominciare, cosa guardare. OMNS , http://www.orthomolecular.org/resources/omns/v13n20.shtml .
Yejin Kim, Hyemin Kim, Seyeon Bae et al. (2013) La vitamina C è un fattore essenziale nelle risposte immunitarie antivirali attraverso la produzione di interferone-α / β nella fase iniziale dell'infezione da virus dell'influenza A (H3N2). Rete immunitaria. 13: 70-74. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23700397 .
2. Vitamina D:
Cannell JJ, Vieth R, Umhau JC et al. (2006) Influenza epidemica e vitamina D. Epidemiol Infect. 134: 1129-1140. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16959053 .
Cannell JJ, Zasloff M, Garland CF et al. (2008) Sull'epidemiologia dell'influenza. Virol J. 5:29. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16959053 .
Ginde AA, Mansbach JM, Camargo CA Jr. (2009) Associazione tra livello sierico 25-idrossivitamina D e infezione del tratto respiratorio superiore nel terzo sondaggio nazionale sulla salute e l'alimentazione. Arch Intern Med. 169: 384-390. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19237723 .
Martineau AR, Jolliffe DA, Hooper RL et al. (2017) Supplemento di vitamina D per prevenire le infezioni acute del tratto respiratorio: revisione sistematica e meta-analisi dei dati dei singoli partecipanti. BMJ. 356: i6583. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28202713 .
Urashima M, Segawa T, Okazaki M et al. (2010) Studio randomizzato sulla supplementazione di vitamina D per prevenire l'influenza A stagionale negli scolari. Am J Clin Nutr. 91: 1255-1260. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20219962 .
von Essen MR, Kongsbak M, Schjerling P et al. (2010) La vitamina D controlla la segnalazione e l'attivazione del recettore dell'antigene delle cellule T delle cellule T umane. Nat Immunol. 11: 344-349. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/20208539 .
3. Magnesio:
Dean C. (2017) The Magnesium Miracle. 2 ° Ed., Ballantine Books. ISBN-13: 978-0399594441.
Levy TE (2019) Magnesio: malattia inversa. Pub Medfox. ISBN-13: 978-0998312408
4. Zinco:
Fraker PJ, King LE, Laakko T, Vollmer TL. (2000) Il legame dinamico tra l'integrità del sistema immunitario e lo stato di zinco. J Nutr. 130: 1399S-406S. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10801951 .
Liu MJ, Bao S, Gálvez-Peralta M, et al. (2013) ZIP8 regola la difesa dell'ospite attraverso l'inibizione mediata dallo zinco di NF-кB. Rep. Cellulare 3: 386-400. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23403290 .
Mocchegiani E, Muzzioli M. (2000) Applicazione terapeutica dello zinco nel virus dell'immunodeficienza umana contro infezioni opportunistiche. J Nutr. 130: 1424S-1431S. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10801955 .
Shankar AH, Prasad AS. (1998) Zinco e funzione immunitaria: le basi biologiche dell'alterata resistenza alle infezioni. Am J Clin Nutr. 68: 447S-463 inseribili. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9701160 .
5. Selenio:
Beck MA, Levander OA, Handy J. (2003) Carenza di selenio e infezione virale. J Nutr. 133: 1463S-1467S. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12730444 .
Hoffmann PR, Berry MJ. (2008) L'influenza del selenio sulle risposte immunitarie. Mol Nutr Food Res. 52: 1273-1280. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18384097 .
Steinbrenner H, Al-Quraishy S, Dkhil MA et al. (2015) Selenio dietetico nella terapia adiuvante delle infezioni virali e batteriche. Adv Nutr. 6: 73-82. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25593145 .
6. Klenner FR. Il trattamento della poliomielite e di altre malattie virali con vitamina C. J South Med Surg 1949, 111: 210-214. http://www.doctoryourself.com/klennerpaper.html .
7. Cathcart RF. Il metodo per determinare le dosi adeguate di vitamina C per il trattamento delle malattie titolando la tolleranza intestinale. Australian Nurses J 1980, 9 (4): 9-13. http://www.doctoryourself.com/titration.html



La medicina nutrizionale è la medicina ortomolecolare

La medicina ortomolecolare utilizza una terapia nutrizionale sicura ed efficace per combattere le malattie. Per ulteriori informazioni: http://www.orthomolecular.org



Trova un dottore

Per individuare un medico ortomolecolare vicino a te: http://orthomolecular.org/resources/omns/v06n09.shtml



Il servizio di notizie sulla medicina ortomolecolare rivisto da pari è una risorsa informativa senza fini di lucro e non commerciale.



Comitato di revisione editoriale:

Ilyès Baghli, MD (Algeria)

Ian Brighthope, MD (Australia)

Prof. Gilbert Henri Crussol (Spagna)
Carolyn Dean, MD, ND (USA)
Damien Downing, MD (Regno Unito)
Michael Ellis, MD (Australia)
Martin P. Gallagher , MD, DC (USA)
Michael J. Gonzalez, NMD, D.Sc., Ph.D. (Porto Rico)
William B. Grant, Ph.D. (USA)
Tonya S. Heyman, MD (USA)
Suzanne Humphries, MD (USA)
Ron Hunninghake, MD (Stati Uniti)
Michael Janson, MD (Stati Uniti)
Robert E. Jenkins, DC (Stati Uniti)
Bo H. Jonsson, MD, Ph .D. (Svezia)
Jeffrey J. Kotulski, DO (USA)
Peter H. Lauda, ​​MD (Austria)
Thomas Levy, MD, JD (USA)
Homer Lim, MD (Filippine)
Stuart Lindsey, Pharm.D. (USA)
Victor A. Marcial-Vega, MD (Portorico)
Charles C. Mary, Jr., MD (USA)
Mignonne Mary, MD (USA)
Jun Matsuyama, MD, Ph.D. (Giappone)
Dave McCarthy, MD (USA)
Joseph Mercola, DO (USA)
Jorge R. Miranda-Massari, Pharm.D. (Puerto Rico)
Karin Munsterhjelm-Ahumada, MD (Finlandia)
Tahar Naili, MD (Algeria)
W. Todd Penberthy, Ph.D. (USA)
Dag Viljen Poleszynski, Ph.D. (Norvegia)
Jeffrey A. Ruterbusch, DO (USA)
Gert E. Schuitemaker, Ph.D. (Paesi Bassi)
Thomas L. Taxman, MD (USA)
Jagan Nathan Vamanan, MD (India)
Garry Vickar, MD (USA)
Ken Walker, MD (Canada)
Anne Zauderer, DC (USA)

Andrew W. Saul, Ph.D. (USA), caporedattore

, edizione giapponese: Atsuo Yanagisawa, MD, Ph.D. (Giappone)

Robert G. Smith, Ph.D. (USA), Editor associato
Helen Saul Case, MS (USA), Assistente Editor
Michael S. Stewart, B.Sc.CS (USA), Technology Editor
Jason M. Saul, JD (USA), Consulente legale

Commenti e contatti con i media: drsaul@doctoryourself.com OMNS accoglie ma non è in grado di rispondere alle e-mail dei singoli lettori. 
I commenti dei lettori diventano di proprietà di OMNS e possono o non possono essere utilizzati per la pubblicazione.

Articoli correlati:

Studio: Infusione di vitamina C per il trattamento della polmonite infetta grave da Coronavirus 2019-nCoV





Alcuni integratori di vitamina C consigliati dallo staff di 
Vivere in modo naturale

Vitamina C - 1000 Voto medio su 28 recensioni: Da non perdere
€ 16,00

C Cristallina - Vitamina C - Aroma Limone
Integratore alimentare di Vitamina C con edulcorante
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 18,00

Vitamina C Plus - Integratore di Vitamina C e Boflovanoidi Vegetali
Integratore alimentare a base di vitamina C e bioflovanoidi vegetali
Voto medio su 14 recensioni: Da non perdere
€ 21,51

Vitamina C 500 con Rosa Canina
Vitamina C e rosa canina
Voto medio su 34 recensioni: Da non perdere
€ 18,50

Vitamina C 500
Integratore alimetare a base di Vitamina C
Voto medio su 53 recensioni: Da non perdere
€ 13,00

Rose Vita C 1000 - Integratore di Vitamina C e Rosa Canina
€ 23,20

Vita-C Immuno - Integratore con Vitamina C, Rosa Canina ed Echinacea
Contribuiscono alla normale funzione del sistema immunitario
€ 18,00
Vitamina C1 - Sodio L-Ascorbato - Integratore di Vitamina C in Polvere
Integratore alimentare a base di Vitamina C
Voto medio su 37 recensioni: Da non perdere
€ 30,50

Vitamin C Santè - Acido Ascorbico - Integratore di Vitamina C in Polvere
Integratore alimentare a base di Vitamina C
Voto medio su 103 recensioni: Da non perdere
€ 34,00

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento