Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

sabato 25 maggio 2019

La vitamina C supera i vaccini.

stampa la pagina
La vitamina C supera i vaccini. 

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com


L'idea di un "proiettile d'argento" in grado di curare l'umanità in un'ampia varietà di malattie che la affliggono, dal cancro al morbillo all'influenza, è stata a lungo un sogno di paziente e medici allo stesso modo. E se quel proiettile d'argento non venisse sotto forma delle ultime vaccinazioni rischiose ma sotto forma di integratore vitaminico? 

Questa è esattamente la conclusione che si può trarre dopo una revisione dei benefici della vitamina C trovati nel lavoro del Dr. Frederick Klenner.


La medicina convenzionale rifiuta di riconoscere una verità medica comprovata


Le scoperte della vitamina C del Dr. Klenner e la sua incredibile capacità di curare tutto, dalla polio alla sclerosi multipla alle reazioni da morsi di serpente velenoso possono essere trovate nei documenti e in altri scritti che ha scritto nell'arco di tre decenni. Le sue storie di successo documentate volano di fronte alla medicina convenzionale, che richiede trattamenti medici (invasivi) rischiosi come il vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MMR). 


Sulla base degli anni di studio del Dr. Klenner, sembra che la vitamina C agisca come un agente anti-infettivo e riducente, nonché un agente anti-coagulazione, un agente ossidante e un antistaminico. Diamo un'occhiata ad alcuni benefici della vitamina C negli anni di ricerca medica del Dr. Klenner.


La polio viene curata con la terapia con vitamina C


Mentre altri prima di lui avevano teorizzato che la vitamina C potesse svolgere un ruolo nel mitigare gli effetti della poliomielite, era il dott. Klenner che per primo ha somministrato dosi giornaliere a pazienti affetti da poliomielite che equivalevano a 10 millesimi di migliaia di milligrammi di vitamina C.


Mentre il dottor Klenner aveva presentato un resoconto delle sue scoperte sulla vitamina C e sulla polio nel 1949 alla Sessione annuale dell'Associazione medica americana, bambini e adulti continuavano a essere menomati o uccisi dal virus mentre altri in campo medico davano le sue scoperte con poco preavviso. 



Klenner raccomandava di somministrare la dose di vitamina C per via endovenosa, ma osservava che la via intramuscolare poteva anche essere soddisfacente. Ha somministrato almeno 350 mg per kg di peso corporeo - un dosaggio equivalente da 25.000 a 30.000 mg per un adulto.



Secondo il dott. Klenner, un massiccio trattamento di ascorbato ha curato ogni caso in 60 pazienti affetti da polio sotto la sua cura. Nessuno aveva le paralisi e tutto andava già bene solo tre giorni dopo il trattamento. Di nuovo, il dottor Klenner riferì le sue scoperte, questa volta nella rivista Southern Medicine and Surgery. Ancora una volta, pochi nella comunità medica lo notarono. 




La vitamina C offre grandi risultati per l'herpes zoster


Il successo del Dr. Klenner con l'uso della vitamina C per combattere un certo numero di infezioni e invasori tossici è sbalorditivo, compreso il suo lavoro pubblicato con otto pazienti con l'herpes zoster. Ad ogni persona sono stati somministrati da 2.000 a 3.000 mg di iniezione di vitamina C ogni 12 ore, oltre a 1.000 mg di succo di frutta somministrato per via orale ogni due ore. 


Sette degli otto pazienti hanno riportato un completo sollievo dal dolore associato al fuoco di Sant'Antonio entro due ore dal ricevimento della prima iniezione di vitamina C. Nel complesso, i pazienti hanno ricevuto da cinque a sette iniezioni di vitamina C. Le vesciche associate al virus hanno iniziato a guarire rapidamente e sono completamente scomparse entro le prime 72 ore.



Le osservazioni del Dr. Klenner sono supportate anche dalle scoperte di altri ricercatori, sia prima che dopo la pubblicazione del suo lavoro. Uno studio precedente riportò il successo con 14 pazienti affetti da herpes zoster che ricevevano iniezioni di vitamina C. In un rapporto del 1950, il fuoco di Sant'Antonio scomparve completamente in uno stupefacente 327 su 327 pazienti - solo 72 ore dopo aver ricevuto iniezioni di vitamina C.



La vitamina C è d'aiuto per altri virus?


Il lavoro del dott. Klenner non si è fermato al fuoco di Sant'Antonio o alla polio. Un lungo elenco di malattie, tra cui la polmonite, l'epatite, il morbillo, la parotite, la difterite e l'influenza, tra molti altri, sono stati curati con l'uso della terapia con vitamina C. 


La chiave per l'efficacia della vitamina C è la pratica di darne abbastanza, per un periodo di tempo abbastanza lungo. Mentre alcune condizioni virali croniche potrebbero non risolversi prontamente, la ricerca deve ancora identificare una condizione virale acuta che la vitamina C non abbia sradicato rapidamente - a parte i pazienti con gravi danni ai tessuti e quelli prossimi alla morte.



Ad esempio, nei pazienti affetti da polmonite, il Dr. Klenner ha raccomandato almeno 1.000 mg. di vitamina C per via endovenosa ogni 6-12 ore per casi lievi, con bambini che ricevono 500 mg. La maggior parte dei pazienti ha mostrato una completa risoluzione clinica e radiografica della malattia dopo solo da tre a sette iniezioni. 



I benefici della vitamina C possono essere visti anche nei pazienti con epatite virale. I pazienti sono stati in grado di riprendere le normali attività in soli due o quattro giorni dopo aver ricevuto da 500 a 700 mg per kg di peso corporeo, assunto per via orale. Quel dosaggio equivale a circa 30 grammi - ogni 24 ore - nel succo d'arancia. 



Questi sono solo alcuni esempi delle molte volte che il Dr. Klenner e altri ricercatori hanno utilizzato la vitamina C per aiutare i pazienti a sbarazzarsi dei virus.



Come proteggersi dalle malattie costruendo l'immunità per tutta la vita


In una vita di lavoro, il Dr. Klenner ha espresso la sua raccomandazione, che qualsiasi persona, sia che si tratti di una malattia o meno, non dovrebbe fare affidamento sul piccolo dosaggio raccomandato per la vitamina C. Tali livelli sono utili solo per scongiurare lo scorbuto acuto; non affrontano una carenza cronica di vitamina C peggiorata dallo stress, dalle impurità ambientali e dagli organismi infettivi. 


Oltre a curare le malattie, il Dr. Klenner manteneva le dosi giornaliere preventive raccomandate da 10.000 a 15.000 mg / al dì. Per i genitori con bambini, ha raccomandato dosaggi della loro età in grammi di vitamina C, dove 1 anno equivale a 1.000 mg.



Ciò significa che un bambino di quattro anni riceverà 4.000 mg / giorno o un bambino di nove anni riceverà 9.000 mg al giorno, con un livellamento di 10.000 mg al giorno per i bambini più grandi. Anche queste raccomandazioni potrebbero essere modificate, comunque. Il dottor Klenner è citato per istruire i pazienti a prendere abbastanza vitamina C per rimanere liberi dai sintomi con l'aspettativa che la quantità possa variare. 



Vale la pena notare che anche a livelli molto alti, non sono stati segnalati effetti collaterali negativi con dosaggi di vitamina C. Invertire i sintomi della malattia con la vitamina C può aiutare il corpo umano a stabilire "l'immunità permanente" che i vaccini (e molti altri farmaci tossici) non riescono a raggiungere. 


Da Naturalnews.com

( Articolo correlato: Vitamina C guarì polio durante l'epidemia del 1948 - 49. )


Ps: per degli eventuali acquisti non esitate a visitare il meraviglioso mondo di Macrolibrarsi.

Macrolibrarsi



Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

Fonte italiana: https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/05/la-vitamina-c-supera-i-vaccini.html
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento