venerdì 24 novembre 2017

STUDIO SUI VACCINI: studio peer-reviewed mostra che i bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico (Articolo ricaricato)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti;
stampa la pagina

Immagine: vaccino in studio: studio peer-reviewed mostra bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico

 Articolo tradotto da 

Medic Bunker La verità


Un importante studio sui vaccini rivela in modo sconvolgente come i bambini vaccinati abbiano un 700% in più dei non vaccinati ad avere un disordine nello sviluppo neurologico.



Natural News ) A San Valentino, uno studio di 34 pagine illustra alcuni degli effetti nocivi delle vaccinazione , è stato reso disponibile per la visualizzazione on-line. Sei ore dopo, l'URL era scomparso, e lo studio è stato apparentemente cancellato dalle profondità di Internet - probabilmente nella speranza che le informazioni "controverse" che conteneva sarebbero state dimenticate.


La vaccinazione e Health Outcomes: A Survey of 6 a 12 anni, vaccinati e non vaccinati bambini sulla base delle relazioni Madri ' , da Anthony R. Mawson, et al. sembrava come qualsiasi altro report standard sulla vaccinazione a prima vista, secondo l'autore James Grundvig. Il documento era stato collegato a Grundvig, e ha recentemente pubblicato un articolo sullo studio, come ha autenticato l'autore dello studio, e ha anche descritto come il giornale di pubblicazione è andato a censurare l'informazione.
Grundvig scrive che dopo aver letto le conclusioni di Mawson nello studio, sembra che forse il CDC ha volutamente evitato di condurre tale ricerca a se stessi, perché "sarebbe in contrasto con la messaggistica di CDC che tutti 'i vaccini sono sicuri.'"

Ricerca: vaccini e disturbi dello sviluppo neurologico

Per condurre le loro ricerche, Mawson e il suo team impegnati in uno studio trasversale delle madri di bambini che sono stati educati a casa. Organizzazioni homeschooling dalla Florida, Louisiana, Mississippi, Oregon e stato chiesto di inoltrare una e-mail ai propri soci, chiedendo alle madri di compilare un sondaggio on-line anonimo. Il questionario ha raccolto informazioni sullo stato vaccinale e gli esiti di salute dei loro figli biologici che erano di età compresa tra 6 e 12. In totale tra, 415 madri hanno fornito informazioni circa 666 bambini. Di questi, solo 261 (o 39 per cento) non era stato vaccinato. Informazioni sulle esperienze della gravidanza, storie di nascita, le condizioni acute e croniche, e l'utilizzo dei servizi di farmaci e assistenza sanitaria è stato anche incluso nella raccolta dei dati.

Nel complesso, i risultati dello studio hanno mostrato che mentre i bambini vaccinati sono stati con meno probabilità di avere la varicella o pertosse, erano significativamente più probabilità di sviluppare altri tipi di infezioni, allergie, e sono stati con più probabilità di essere diagnosticati con un disturbo dello sviluppo neurologico (di cui per lo studio come NDD). NDD sono stati definiti come disturbi dello spettro autistico, disturbo da deficit di attenzione (ADHD), difficoltà di apprendimento, o qualsiasi combinazione dei tre. Potrebbe essere che i bambini non vaccinati sono in molti modi più sani ? Sembra certamente in questo modo.

I dati rivelano disparità scioccanti

I dettagli specifici di questi incidenti sono ancora più scioccanti. Per esempio, lo studio ha rilevato che i bambini vaccinati hanno avuto per 7 volte maggiori probabilità di essere diagnosticati con qualsiasi tipo di NDD - o, in altre parole, un aumento del rischio del 700 per cento. C'è stato un aumento di 2 volte dello spettro autistico con diagnosi di disturbo, un aumento di 2 volte nella diagnosi ADHD e un aumento di 2 volte in difficoltà di apprendimento.

I bambini vaccinati esposti hanno avuto anche un aumento del 900 per cento in altre allergie, oltre rinite allergenica (che vantava un aumento di 1 volta soltanto). C'è stato anche un aumento di 9 volte in eczema e dermatite atopica.Sembra che ci sia un aumento del 400 per cento in malattie croniche tra i bambini vaccinati. Non ci sono state notevoli differenze nelle condizioni meno comuni, come la sindrome di Tourette, il cancro, il morbo di Crohn, la depressione, il diabete (tipo 1 o di tipo 2), artrite reumatoide giovanile, encefalopatia, e altri. Tuttavia, i ricercatori osservano che un campione più ampio sarebbe necessario al fine di individuare le differenze nei tassi di incidenti di queste condizioni più rare.
Per quanto riguarda le condizioni acute, mentre i bambini vaccinati erano significativamente con meno probabilità di avere avuto varicella o pertosse, erano anche con più probabilità di sviluppare infezioni dell'orecchio medio - con un aumento di 3,8 volte del caso. I bambini vaccinati avevano anche un 5,9 volte con maggiore probabilità di avere una polmonite rispetto ai bambini non vaccinati.
Quando si trattava di epatite A o B, febbre alta con un passato di 6 mesi, il morbillo, la parotite, la meningite (virale o batterica), l'influenza, o il rotavirus, non ci sono differenze sostanziali tra il vaccinati e non vaccinati.
Dopo il controllo per altri fattori, Mawson e il suo team determinata una regressione dell'analisi, c'è stato un aumento di 3,1 volte NDD tra i vaccinati. Inoltre, una possibile sinergia tra la vaccinazione e la nascita pretermine è stata scoperta nel corso della ricerca. Il team ha scoperto che l'interazione di parto pretermine e la vaccinazione è stata associata con un aumento di 6,6 volte del NDD.
Big Pharma e le loro shills sarà veloce nel cercare di screditare questo studio dicendo che essi "non possono verificare i risultati" a causa dell' anonimato dei dati dell'indagine - tuttavia, come ricorda Grundvig, il CDC ha usato lo stesso metodo esatto nel sondaggio del 2015 per produrre il tasso di 1-in-45 di autismo verificato nei neonati. Sarà interessante vedere il loro modo di parlare e il loro modo di aggirare questo studio.
fonti:

Nessun commento:

Posta un commento