Shadowbox Effect Studio: I bambini non vaccinati sono più sani dei bambini vaccinati - I dottori acconsentono. | Vivere in modo naturale

lunedì 11 dicembre 2017

Studio: I bambini non vaccinati sono più sani dei bambini vaccinati - I dottori acconsentono.

stampa la pagina
vaccinati-vs-non vaccinati-bambini

di  Jennifer Margulis, Ph.D. 
Health Impact News
Traduzione a cura di
Vivere in modo naturale
Sarah Carrasco non ha mai pensato due volte ai vaccini. 
Lei e suo marito, che si erano sposati mentre erano ancora al college, erano contenti del loro bambino con i capelli castani e gli occhi marroni.
Al check-up di un anno, David conosceva già la maggior parte dell'alfabeto e poteva dire cinque parole: "Mamma", "Papà", "Brutto", (la coppia felice stava pensando di avere un altro bambino), "Ciao", e "Ciao."
Sarah ricorda che il pediatra ha predetto che suo figlio sarebbe stato un genio.
Ma dopo che David ebbe il vaccini di un anno, lo colpì una febbre a 103, inarcò la schiena come se soffrisse, passò una diarrea verde piena di muco e non riuscì a smettere di piangere.
il Bambino David era così malato che Sarah lo riportò dal pediatra due giorni dopo e più volte dopo. 
Come documentato nel suo voluminoso dossier medico, suo figlio aveva da otto a dieci attacchi di diarrea al giorno e aveva perso la capacità di parlare.
Una settimana dopo la visita del vaccino, ha anche smesso di stabilire un contatto visivo.
Il dottore rassicurò Sarah che non c'era nulla di cui preoccuparsi.
Sarah ha 38 anni e vive a Lakewood, in Colorado. Ma la sua storia è stranamente familiare. È una delle migliaia - se non centinaia di migliaia - di genitori americani che riferiscono di aver seguito gli ordini del proprio medico, di aver preso tutti i vaccini sull'attuale programma d'infanzia CDC e di aver visto i loro bambini soffrire di danni cerebrali e immunitari.

Medici, non solo genitori, denunciano i danni da vaccino nei bambini

Kelly Sutton, MD, un medico integrativo con sede a Fair Oaks, California, che pratica la medicina da 45 anni, afferma di vedere pazienti che sono stati feriti da vaccini ogni giorno.
"Non è una cosa razionale pensare che possiamo dare un numero sempre crescente di vaccini senza causare danni", spiega Sutton. "C'è un punto di svolta per molte persone in termini di tossine che possono gestire."

Studio: i bambini non vaccinati hanno una malattia meno cronica e un rischio minore di autismo rispetto ai bambini vaccinati

Un recente studio peer-reviewed che confronta i risultati sanitari dei bambini vaccinati e non vaccinati, pubblicato provvisoriamente nella rivista Frontiers in Public Health  e assegnato un numero DOI (un identificatore di oggetto digitale fornito dagli editori per identificare il contenuto e fornire un collegamento persistente su Internet), ha confermato ciò che hanno notato i genitori come Sarah Carrasco: che i bambini completamente non vaccinati hanno meno malattie croniche e un minor rischio di autismo rispetto ai bambini vaccinati.
I ricercatori hanno raccolto informazioni sanitarie su oltre 660 bambini da un'indagine condotta nel 2012 su madri di bambini tra i sei ei dodici anni in quattro Stati (Florida, Louisiana, Mississippi e Oregon). 
Secondo l'abstract, il team di quattro scienziati ha scoperto che i bambini completamente non vaccinati avevano significativamente più probabilità di contrarre la varicella e la pertosse, ma significativamente meno probabilità di soffrire di infezioni alle orecchie, polmonite, allergie e disturbi del sistema nervoso centrale o cerebrale, compreso l'autismo.
  • I bambini vaccinati avevano più del doppio delle probabilità di avere qualche malattia cronica.
  • I bambini vaccinati erano quasi quattro volte con più probabilità di avere difficoltà di apprendimento, disturbo da deficit di attenzione, iperattività e disturbi dello spettro autistico.
  • I bambini vaccinati nati prematuramente avevano una probabilità sei volte maggiore di avere disturbi cerebrali o del sistema nervoso centrale, incluso l'autismo.

I medici vedono il collegamento tra vaccini e tassi di autismo

"Abbiamo tutti bisogno di cercare di migliorare la sicurezza dei vaccini", dice Bose Ravenel, MD, la cui pratica è basata a Winston Salem, nel North Carolina.
Ravenel, 78 anni, ammette che nella sua lunga carriera praticava la medicina che aveva liquidato l'idea che i vaccini fossero collegati all'autismo o ad altri problemi di salute nei bambini. Ma ora, dopo aver frequentato conferenze sull'autismo, aver studiato la letteratura scientifica sottoposta a peer review e aver prestato maggiore attenzione alle esperienze dei genitori, ha cambiato idea.
"C'è chiaramente una relazione tra vaccini e autismo", dice Ravenel. "Ma dire che i vaccini causano l'autismo è un'affermazione imprecisa e non sfumata. Allo stesso tempo, dire che "i vaccini non causano l'autismo" è anche impreciso. In certe condizioni, come nella disfunzione mitocondriale, i vaccini possono certamente causare l'autismo o contribuire ad esso. "
Ravenel insiste sul fatto che qualsiasi dottore che fa la ricerca, invece di seguire semplicemente le raccomandazioni delle sue organizzazioni mediche professionali, arriverà alla stessa conclusione.
"Qualsiasi medico che sia disposto a esaminare apertamente entrambe le parti e a studiarle seriamente concluderebbe che l'idea che i vaccini abbiano dimostrato di non causare l'autismo, non è accurata", dice Ravenel.

I genitori con bambini vaccinati e non vaccinati notano che i loro bambini non vaccinati sono più sani

non vaccinati
Ignara che i crescenti problemi di salute di suo figlio potrebbero essere collegati ai vaccini, Sarah Carrasco continuò a vaccinarsi, anche se i membri della famiglia l'implorarono di non farlo.
"Pensavo di proteggerlo", spiega Sarah.
Al check-up biennale di David ha riferito al medico che sua madre pensava che fosse più sicuro ritardare alcuni vaccini. Il dottore si infuriò.
"Tu non sei un dottore, tua madre non è un dottore, non dovresti interrogarmi", Sarah ricorda di aver urlato.
David divenne estremamente violento e autolesionista, sbattendo la testa contro il muro finché sanguinò, colpendosi. 
A tre anni è stato diagnosticato un Disturbo dell'integrazione sensoriale e i medici le hanno detto che sospettavano psicosi. A quattro anni e mezzo, è stato diagnosticato un autismo.
A quel punto Carrasco aveva un altro bambino, Aidan, anch'egli vaccinato, anche se con un programma in ritardo (un altro medico le disse che era giusto rimandare alcuni vaccini purché fosse raggiunto dal momento in cui andava a scuola).
Quindi Aidan aveva il vaccino contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MMR) all'età di due anni, invece che tra i 12 e i 15 mesi, che è l'attuale raccomandazione del CDC . Subito dopo ha provocato una febbre a 105 e ha iniziato a gridare in modo acuto.
"Dopo, mia madre tipo, 'Hai finito adesso? Hai intenzione di smettere di fare questo ai miei nipoti? '"Sarah ricorda.
Aidan è stato diagnosticato con ADHD e denti molli, che il suo dentista le ha detto può essere causato da febbre molto alta nella prima infanzia.
Quindi, quando il terzo figlio di Sarah è nato quasi quattro anni fa, ha rifiutato i vaccini.
Brooks è un bambino in età prescolare chiacchierone, attivo e fantasioso che adora i suoi fratelli più grandi, ama giocare fuori e disegna figure stilizzate di Joker e Harley Quinn. La differenza tra la sua salute e i suoi fratelli maggiori è sorprendente.
"È l'opposto dei due più grandi", dice Sarah. "Hanno sempre avuto una sinusite o un'infezione all'orecchio o un'eruzione cutanea - qualcosa era sempre sbagliato. Con questo, è stato malato due volte nella sua vita, penso. In via di sviluppo lo sta uccidendo. È nel 95 ° percentile per tutto. "
Ciò non sorprende Kelly Sutton, il medico con sede a Fair Oaks, in California.
"Sento storie quasi ogni giorno di famiglie che vaccinano i bambini e poi decidono di non vaccinare, e i bambini non vaccinati all'interno della stessa famiglia sono più sani, più socialmente corretti e più capaci accademicamente", dice Sutton.
Allison Rogers, una mamma da quattro anni di 29 anni a Austin, in Texas, ha due bambini vaccinati e due non vaccinati. Allison non dimenticherà mai la guida all'ufficio del pediatra quando la sua più grande aveva 18 mesi.
"Stavo suonando musica e cantando e direi, 'Hudson, shake!' e lui ballava e ridacchiava. È l'ultima volta che mi ricordo di lui ", dice tristemente.
Dopo le vaccinazioni, Hudson dormì per sei ore e mezza e non poté essere svegliato. Sia Hudson che suo fratello Adler, nati 19 mesi dopo e anche vaccinati, sono nello spettro dell'autismo.
Oggi Hudson ha sette anni, disimpegnato e non verbale.
"Non è quello che avrebbe dovuto essere. E so che era a causa dei vaccini. So che la vaccinazione lo ha trasformato da solo nell'autismo ", dice Allison.
Come Sarah, quando Allison è rimasta incinta per la terza volta, ha deciso di non fare alcun vaccino. Il suo bambino di quattro anni completamente non vaccinato, Graham, e il suo non vaccinato quindicenne, Beckett, sono entrambi in ottima salute e neurotipici. Allison è sicura che non è una coincidenza.

Censura della sicurezza del vaccino

medici-oppongono-to-vaccini
I genitori come Sarah Carrasco e Allison Rogers sono "irresponsabili", "egoisti" e "pazzi" come affermano i media mainstream? 
Le centinaia di medici e altri operatori sanitari esprimono ora preoccupazioni sull'attuale programma di vaccinazione CDC e ritardano i vaccini per i "ciarlatani" della propria famiglia che dovrebbero perdere le loro licenze mediche?
Il laureato alla Stanford JB Handley, un imprenditore di successo che ha un figlio affetto da autismo, dice di no.
"Non ci sono genitori sul pianeta che lottano per la sicurezza dei vaccini che non vogliono proteggere i propri figli da malattie mortali", afferma Handley, co-fondatore di Generation Rescue, un'organizzazione non-profit che sostiene le famiglie colpite dall'autismo. "Ma l'attuale programma sui vaccini è un superamento. Abbiamo assolutamente bisogno di un reset. "
Neuroscienziato Rene Anand, Ph.D., è un professore nel Dipartimento di Chimica e Farmacologia presso la facoltà di medicina dell'Ohio State University che sta studiando come l'ambiente e i geni interagiscono per aumentare la suscettibilità ai disturbi cerebrali. 
Anand- chi è pronto ad accreditare i vaccini con il salvataggio di milioni di vite e ad evidenziare che è a favore dei vaccini che non è scientificamente corretto ignorare la possibilità che i vaccini possano scatenare l'autismo in bambini geneticamente predisposti.
Grazie al  fatto che così tanti genitori riferiscono di aver visto un declino del sistema immunitario e del funzionamento cognitivo dei loro figli direttamente dopo la vaccinazione, la possibile connessione, dice Anand, deve essere investigata a fondo.
Tommy Redwood, MD, un pronto soccorso medico con sede ad Atlanta, in Georgia, che pratica la medicina da 26 anni, sospetta che la sovra-vaccinazione stia giocando un ruolo causale nei cattivi risultati sanitari dei bambini di oggi. 
Invece di cercare di forzare la conformità del vaccino tra famiglie esitanti ai vaccini, Redwood ritiene che la comunità medica debba rispondere in modo appropriato e ragionevole alle preoccupazioni dei genitori.
"Molti medici vogliono solo ignorare le preoccupazioni che i genitori hanno"
Redwood dice, aggiungendo pensa che ignorare le osservazioni dei genitori sia un errore e che i medici più responsabili ascoltino sempre attentamente i loro pazienti.
"Se non fai le domande giuste, non trovi le risposte giuste", continua Redwood. "Se elimini sommariamente la possibilità che i crescenti tassi di malattie infantili, tra cui ADD, autismo, asma e altri disordini autoimmuni siano collegati ai vaccini, non puoi capire se i problemi di salute dei nostri figli siano lesioni da vaccino. Le persone del CDC che dovrebbero aiutare a definire una politica sulla sicurezza dei vaccini - non credo che stiano facendo le domande giuste ".
Come Redwood, i sostenitori della salute dei bambini, gli attivisti per la sicurezza dei vaccini e i professionisti medici hanno chiesto uno studio su larga scala finanziato pubblicamente e ben studiato che confronti bambini non vaccinati con bambini completamente vaccinati per anni.
Finora il governo ha rifiutato.
Ha-the-CDC-fatto-a-studio-on-vaccinati-vs-non vaccinato-Children5
Anche quando vengono condotti studi ben strutturati su piccola scala finanziati privatamente, potresti non leggerli mai.
Lo studio che ho citato in precedenza ha superato il rigoroso processo di peer-review ed è stato accettato per la pubblicazione. Ma pochi giorni dopo che l'abstract è stato pubblicato on-line, è stato ritirato dall'editor della rivista senza spiegazione.
Jennifer Margulis , Ph.D., è una pluripremiata giornalista scientifica e autrice di libri. Una sostenitrice di Fulbright e ricercatissima relatrice, da oltre dieci anni ricerca e scrive su argomenti relativi alla salute dei bambini. È l'autrice di  Your Baby, Your Way e coautore (con il Dr. Paul Thomas, MD) del  The Vaccine-Friendly Plan Il dott. Paul Thomas ha oltre 13.000 pazienti nel suo studio integrativo a Portland, in Oregon; circa il dieci per cento dei quali non è vaccinato. "Per quanto impopolare possa sembrare questa osservazione, i miei bambini non vaccinati sono di gran lunga i più sani", dice.


Ascolta un'intervista con la dottoressa Jennifer Margulis che è apparsa alla National Safe Child Show con Tammi Stefano per discutere di vaccini e salute dei bambini:


Medici che si oppongono alle vaccinazioni forzate - Le loro opinioni dovrebbero essere messe a tacere?

Medical_Doctors_Opposed_to_Forced_Vaccinations_Should_Their_Views_be_Silence_sm
.
Uno dei più grandi miti oggi propagati nei media mainstream conformi è che i medici sono pro-vaccino o anti-vaccino e che i medici anti-vaccino sono tutti "ciarlatani".
Tuttavia, nulla potrebbe essere più lontano dalla verità nel dibattito sui vaccini. 
I medici non sono affatto unificati per quanto riguarda la "scienza" dei vaccini, né sono unificati nella posizione di rimuovere il consenso informato a una procedura medica come i vaccini.
Le due posizioni più estreme sono quei medici che sono al 100% contro i vaccini e non li somministrano affatto, e quei medici che ritengono che TUTTI i vaccini siano sicuri ed efficaci per TUTTE le persone, TUTTO il tempo, con la forza se necessario.
Pochissimi medici cadono in una di queste due posizioni estremiste, eppure è l'estrema posizione pro-vaccinica che viene presentata dal governo degli Stati Uniti e dai media mainstream come la posizione dominante del campo medico.
Tra queste due visioni estreme, tuttavia, la maggior parte dei medici che praticano oggi probabilmente classificherà la propria posizione. 
Molti medici che si considerano "pro-vaccino", ad esempio, non credono che ogni singolo vaccino sia appropriato per ogni singolo individuo.
Molti medici raccomandano un programma di vaccino "ritardato" per alcuni pazienti, e non sempre il programma d'infanzia CDC ha su misura adatto a tutti. 
Altri medici scelgono di raccomandare i vaccini in base alla scienza e al merito effettivi di ciascun vaccino, raccomandandone alcuni, mentre determinano che gli altri non valgono il rischio per i bambini, come il sospetto del vaccino antinfluenzale stagionale.
Questi medici che non ricoprono posizioni estreme sarebbero contrari alle vaccinazioni imposte dal governo e alla rimozione di tutte le esenzioni dei genitori.

Dr. Andrew Moulden: Ogni vaccino produce danno

dr_andrew_moulden_every_vaccine_produces_harm


Il dottore canadese Andrew Moulden ha fornito prove scientifiche chiare per dimostrare che ogni dose di vaccino somministrata a un bambino o ad un adulto produce danni. La verità che ha scoperto è stata respinta dal sistema medico convenzionale e dall'industria farmaceutica. Tuttavia, il suo avvertimento e il suo messaggio all'America rimangono come una solida eredità dell'uomo che si è opposto alla grande industria farmaceutica e al loro programma di vaccinazione di ogni persona sulla Terra.
Il Dr. Moulden è morto improvvisamente nel novembre del 2013 all'età di 49 anni.
A causa della forte opposizione da parte della grande industria farmaceutica alla ricerca del Dr. Moulden, ci siamo preoccupati che il nome di questo brillante ricercatore e del lavoro della sua vita fosse stato quasi cancellato da Internet. La sua reputazione veniva denigrata e il suo messaggio di avvertimento e speranza veniva distorto e sepolto senza lapide. 
Questo libro riassume il suo insegnamento ed è una lettura obbligata per tutti coloro che vogliono imparare "l'altro lato" del dibattito sui vaccini che i media mainstream censurano abitualmente.

A seguire un ottimo articolo tratto dal sito www.vacciniinforma.it
OGNI VACCINO PRODUCE UN DANNO MICROVASCOLARE; LE DICHIARAZIONI DEL DR. ANDREW MOULDEN

Nessun commento:

Posta un commento