Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

giovedì 20 dicembre 2018

Il CDC ha mentito sui vaccini e sull'autismo per 14 anni ... Weston A Price Foundation suona l'allarme.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Il CDC ha mentito sui vaccini e sull'autismo per 14 anni ... Weston A Price Foundation suona l'allarme.


Il CDC è una delle istituzioni più malvagie, disoneste e pericolose che esistano sul nostro pianeta. 

Traduzione a cura di: Vivereinmodonaturale.com
Fonte e articolo: Naturalnews.com

Il CDC incoraggia gli interventi medici tossici che mutilano e uccidono i bambini su una base di routine, e censura qualsiasi scienza che possa portare alla luce la verità.

Pubblicato il 17 dicembre 2018 dalla Weston A Price Foundation :

Mark Green, attualmente senatore del Tennessee e neo-eletto membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ha dichiarato pubblicamente in una riunione del municipio che intende tenere responsabili i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) in merito alla loro "gestione fraudolenta" dati su autismo e vaccini.

Come un laureato di West Point, un eroe di guerra decorato, E un medico di pronto soccorso, Green intende "stare sulla scrivania del CDC e ottenere i dati reali sui vaccini".

Il tasso di autismo in America è alle stelle. È salito del 30.000 percento dall'inizio degli anni '80, ora colpisce 1 su 36 bambini (tra 3 e 17 anni). E il CDC ha effettivamente "gestito in modo fraudolento" i dati - il ricercatore senior del CDC Dr. William Thompson e il suo team hanno trovato una forte associazione tra vaccini e autismo, ma come hanno detto loro i capi e modificato i parametri dello studio per sbarazzarsi dell' associazione, quindi il CDC non avrebbe dovuto segnalarlo al pubblico.
Per favore aiutaci a ringraziare il deputato eletto Green per la sua voce coraggiosa e onesta. Vogliamo che abbia una pila di lettere di persone in tutto il paese che può condividere con i suoi colleghi quando inizierà a gennaio il Congresso!

Visualizza il discorso del municipio di Green qui: www.tennessean.com


AGIRE

Invia per posta elettronica o invia una lettera a Mark Green e ringrazialo per aver promesso di ritenere il CDC responsabile per quanto riguarda il vaccino e l'autismo. Assicurati di includere il tuo nome, città e stato.

Invia lettere al suo ufficio del Senato statale:
425 5th Avenue North 

Suite 748, Cordell Hull Bldg. 
Nashville, TN 37243 
Fax: (615) 253-0193 


Se tu o un membro della famiglia avete sperimentato una reazione al vaccino, sia essa collegata all'autismo o qualsiasi altro tipo di reazione al vaccino, vi incoraggiamo a condividere questo fatto nella vostra lettera.

Oppure, la tua lettera può essere semplicemente un ringraziamento e incoraggiamento per il deputato eletto Green a portare avanti l'inchiesta. 


MAGGIORI INFORMAZIONI:


1) Secondo lo scienziato ricercatore senior del CDC, il dott. William Thompson, il suo team ha trovato una forte associazione tra vaccini e autismo, ma ha cambiato i parametri dello studio per liberarsi dell'associazione, in modo che non avrebbero dovuto segnalarlo al pubblico. Ad oggi, nonostante gli sforzi del membro del Congresso Bill Posy, il Congresso non ha citato in giudizio il Dr. Thompson per testimoniare, né hanno tenuto audizioni per indagare sulle sue affermazioni.

2) Il CDC raccomanda 70 dosi di 16 vaccini per i bambino di oggi. Oggi 1 su 36 bambini ha l'autismo. C'è stato un aumento del 30.000 per cento nell'autismo dai primi anni '80 - durante il quale abbiamo quasi quadruplicato il numero di vaccini somministrati ai bambini.
3) Questa è una questione politica oltre che una realtà devastante per molte famiglie. Chi pagherà per i bisogni futuri di così tante persone autistiche? L'autismo sta già paralizzando le nostre scuole, oltre a incidere sulla qualità dell'istruzione. www.westonaprice.org

4) Negare l'aumento dell'autismo fa male ai nostri figli. Decine di migliaia di genitori riferiscono che i loro figli sani in precedenza regredivano dopo la vaccinazione; tuttavia, il nostro governo, la comunità medica, le case farmaceutiche e i media mainstream continuano a fare tutto ciò che è in loro potere per nascondere la verità, che i vaccini causano l'autismo.

5) La Corte Suprema degli Stati Uniti ha stabilito che i vaccini sono "inevitabilmente non sicuri" [i] e il governo degli Stati Uniti ha pagato circa $ 3,9 miliardi per le richieste di risarcimento del vaccino, compresi milioni di dollari per bambini autistici vaccinati.

6) I produttori di vaccini e gli operatori sanitari che li gestiscono non hanno alcuna responsabilità per i malati e per i morti da vaccino. Il vaccino produce tutti i profitti derivanti dai vaccini, senza dover pagare per nessuna delle lesioni o dei danni. Si prevede che il mercato globale dei vaccini abbia un valore di 77 miliardi di dollari entro il 2024.
Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Incredibile Hulk" Lou Ferrigno ricoverato in ospedale dopo le vaccinazioni, e sta terribilmente male.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Incredibile Hulk" Lou Ferrigno ricoverato in ospedale dopo le vaccinazioni, e sta terribilmente male.


Una famosa celebrità di Hollywood è in ospedale dopo aver riferito di aver avuto una serie di orribili effetti collaterali a seguito di una vaccinazione contro la polmonite.


Traduzione a cura vi Vivereinmodonaturale.com
Fonte e articolo: Naturalnews.com

Lou Ferrigno, il 67enne che ha interpretato Hulk in L'incredibile Hulk , ha twittato una foto di se stesso sdraiato in un letto d'ospedale con flebo attaccata al braccio, insieme a una didascalia di strani dettagli che spiegano cosa è successo.

"Sono andato a prendere un vaccino contro la polmonite e sono arrivato qui con il liquido nel mio bicipite", ha dichiarato Ferrigno"Starò bene, ma è importante che tu tenga d'occhio chi sta dando il vaccino e assicurati che non solo effettuino il tamponamento giusto ma che guardino l'ago fuoriuscire dal pacchetto."


I vaccini contro la polmonite approvati da CDC hanno gravi effetti collaterali

Ciò che Ferrigno intendeva con i suoi commenti sui pacchetti e sui tamponi rimane in gran parte poco chiaro. Sembra che Ferrigno abbia ricevuto il vaccino sbagliato, visto che ci sono due tipi di vaccino per la polmonite attualmente approvati per l'uso dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

C'è PCV13 e PPSV23, entrambi raccomandati per gli adulti come Ferrigno che hanno 65 anni o più. 
I vaccini sono commercializzati in quanto aiutano i pazienti a evitare infezioni da varie malattie da pneumococco, tra cui meningite, infezioni del flusso sanguigno, polmonite e infezioni alle orecchie.
Entrambi i vaccini sono noti per portare effetti collaterali, anche se PCV13 è detto di causare ulteriori problemi in termini di gonfiore, secondo il CDC.

Altri rapporti suggeriscono che Ferrigno potrebbe aver ricevuto il vaccino corretto, ma che in qualche modo è diventato contaminato una volta che ha lasciato il pacchetto e si è inserito nel suo braccio.

Lo studio rivela che i vaccini contro la polmonite non riducono il rischio di morte per polmonite

L'altro problema con i vaccini contro la polmonite è che non funzionano correttamente. 
Una ricerca australiana ha scoperto che gli adulti vaccinati per la polmonite hanno lo stesso rischio di morte correlata alla polmonite degli adulti che non vengono vaccinati.
E poi ci sono i molti rischi associati a vaccini per la polmonite, tra cui infezioni respiratorie e, sì, la stessa polmonite .

Se Lou Ferrigno avesse fatto ricerche in anticipo sui vaccini contro la polmonite, molto probabilmente non lo avrebbe fatto.

È sicuro dire che Lou Ferrigno probabilmente non ha fatto abbastanza ricerche sul vaccino contro la polmonite prima di accettare di scaricare il contenuto nel bicipite.
 Perché se lo avesse fatto, avrebbe potuto pensarci due volte prima di accettare di essere punzecchiato.
Come precedentemente riportato , le persone nel Regno Unito che hanno ricevuto il vaccino Prevnar per polmonite stavano sviluppando una forma di polmonite peggiore rispetto alla varietà wild type - un tipo noto come Serotype 1 che è seriamente pericoloso per la vita.

Un altro articolo pubblicato sulla rivista Pediatrics ha scoperto che le persone che ottengono vaccini contro la polmonite hanno un rischio più elevato di infezioni al torace. 
Ricercatori dell'Università della California, Davis, hanno scoperto che le percentuali di ospedalizzazione associata all'empema sono aumentate costantemente nel corso degli anni a seguito del vaccino.

Nulla di tutto ciò fa ben sperare in merito alla sicurezza e all'efficacia dei vaccini contro la polmonite. 
I genitori che si prendono il tempo per cercare queste informazioni probabilmente arriveranno alla conclusione che probabilmente è meglio rinunciare completamente al lavoro farlo - qualcosa che, ancora una volta, sarebbe potuto accadere nel caso di Lou Ferrigno, se avesse avuto il tempo di vedere cosa si stava iniettando nel suo corpo.

Possiamo solo sperare che questo sfortunato spavento causerà a Ferrigno uno sguardo più attento alla scienza alla base dei vaccini e prendere decisioni sanitarie migliori in futuro.


Le fonti per questo articolo includono:







Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 19 dicembre 2018

Vaccingate: I primi risultati sul profilo di composizione chimica Infanrix Hexa sono molto inquietanti!

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Vaccingate: Primi risultati sul profilo di composizione chimica Infanrix Hexa

Vaccingate: I primi risultati sul profilo di composizione chimica Infanrix Hexa sono molto inquietanti! 

Fonte e articolo:www.corvelva.it
Vi descriviamo alcuni punti che ci preoccupano, vi anticipiamo che quando abbiamo iniziato queste analisi, dalle metagenomiche alle attuali chimiche, avevamo tante domande e cercavamo solo risposte... con i primi risultati abbiamo ancora più domande e soprattutto preoccupazioni!
L’indagine quali-quantitativa di composti organici riveste molta importanza in campo farmacologico. Esistono potenziali problemi di sicurezza derivanti dai nuovi processi di produzione e dalle complesse caratteristiche strutturali e biologiche dei prodotti.
Ne segue che nel vaccino sono state riscontrate:
  • Contaminazioni chimiche provenienti dal processo di lavorazione o da contaminazioni crociate con altre linee di produzione
  • Tossine chimiche
  • Tossine peptidiche batteriche
  • Macromolecola insolubile e indigeribile che reagisce al saggio per le proteine, ma non viene riconosciuta dalle banche dati delle proteine
Non è stata riscontata la presenza di:
  • Antigeni proteici dei tossoidi della difterite, tetano, pertosse, epatite B, Haemophylus influenzae B, Poliomielite 1-2-3
  • Formaldeide e glutaraldeide, fenossietanolo, residui di antibiotici indicati nella composizione
Gli antigeni presenti nel vaccino Infanrix Hexa sono sei: i tossoidi del tetano, difterite e pertosse, gli antigeni D dei tre virus della poliomielite, le proteine ottenute mediante ingegneria genetica per l’epatite B e i polisaccaridi dell’haemophylus legati chimicamente al tossoide del tetano come carrier. Per formare i tossoidi è necessario un trattamento con formaldeide e glutaraldeide che dovrebbe consentire di eliminare la tossicità mantenendo integra la loro capacità di stimolare anticorpi protettivi contro le tossine originali.
Ció che ci aspettavamo di trovare erano i tre tossoidi e gli altri antigeni non modificati dai trattamenti con formaldeide e glutaraldeide, separabili tra loro e digeribili dall’enzima specifico per le proteine (tripsina). È stato invece trovato un vero e proprio polimero, insolubile e indigeribile, costituito dall’'insieme degli antigeni legati chimicamente tra loro (da definire se presente come aggregato dei singoli antigeni o un’unica macromolecola), sul quale risultano informazioni anche in letteratura per singoli antigeni.1-2

Questa macromolecola non è stata in alcun modo riconosciuta dalle banche dati delle proteine, e quindi di fatto risulta essere un composto solido di struttura chimica sconosciuta.

La solubilità delle proteine e la possibilità di digerirle (cioè tagliarle in piccoli frammenti peptidici) sono le due caratteristiche tipiche delle proteine, che ci permettono non sono di studiarle con le metodiche per l’analisi delle proteine ma anche sono un requisito necessario per l’interazione con il sistema immunitario per la formazione di anticorpi protettivi, perché se la struttura di una proteina viene modificata profondamente rispetto a quella originale anche gli anticorpi che si formano sono completamente diversi da quelli che sono in grado di attaccare gli antigeni originali che causano le malattie.
 
Poiché questo polimero che abbiamo incontrato, derivato dal mix di antigeni, non è solo diverso dal punto di vista della conformazione spaziale ma soprattutto è diverso dal punto di vista chimico, possiamo affermare che non siamo in presenza di antigeni simili a quelli originali ma a un composto con tossicità ed efficacia non note ed imprevedibili.

Oltre a non essere stati di fatto rilevati gli antigeni vaccinali, sono stati riscontrati 65 segnali di contaminanti chimici di cui il 35% noto, cioè riconosciuto per confronto con le banche dati; tra questi troviamo vari residui di lavorazione, e contaminazioni crociate da altre linee di produzione, la cui identificazione andrà verificata nell’approfondimento analitico di secondo livello (cioè con standard di controllo).
Tra questi segnali sono state identificate anche 7 tossine chimiche, probabilmente provenienti dal processo di lavorazione degli antigeni o da altri processi di produzione presenti nella sede di produzione del vaccino; tali tossine non ancora definite in maniera univoca nella struttura, sembrano in parte derivare dalla reazione della formaldeide, glutaraldeide, e bromuro di cianogeno con altri contaminanti chimici presenti nel vaccino. Si sottolinea che gran parte di queste tossine hanno una tossicità accertata e pubblicata in Pubchem 3 o Toxnet 4 e pongono un problema significativo di sicurezza.
Dallo studio della frazione proteica e peptidica sono risultati vari peptidi liberi (cioè frammenti corti di catene di aminoacidi) di origine batterica, che provengono quindi dalle cellule batteriche di coltura per l’estrazione degli antigeni. I peptidi batterici sono riportati in letteratura come potenziali allergeni 5 e capaci di indurre reazioni autoimmuni 6 e anche questi pongono un problema di sicurezza che andrà chiarito con le agenzie regolatorie.
Tornando ai due pilastri portanti che ci hanno fatto iniziare questo percorso di analisi e ribadendo il concetto espresso dalla recente intervista sulla prestigiosa rivista scientifica Nature: noi stiamo indagando l’efficacia e la sicurezza dei vaccini e in realtà ci risulta difficile capire come sia possibile affermare che questo vaccino sia in grado di formare anticorpi protettivi contro le sei malattie per le quali ci si protegge e ci risulta ancora più difficile capire come possa essere stabilito che questo ammasso non sia tossico nei neonati visto che si tratta di ben 6 antigeni neurotossici legati insieme.


L'esavalente Infanrix hexa, per la metodica da noi commissionata, lascia enormi dubbi sia sulla sua efficacia che sulla sua sicurezza…

Noi assicuriamo una cosa: non ci fermeremo.


Riferimenti

  1. J Chromatogr B Analyt Technol Biomed Life Sci. 2017 Jun 1;1054:80-92 - The combined use of analytical tools for exploring tetanus toxin and tetanus toxoid structures.
  2. Vaccine. 2007 Mar 8;25(12):2213-27. - Investigation of the detoxification mechanism of formaldehyde-treated tetanus toxin.
  3. https://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/search/
  4. https://toxnet.nlm.nih.gov/
  5. Int J Med Microbiol. 2018 Aug;308(6):738-750. - The quest for bacterial allergens.
  6. Front Microbiol. 2017 Oct 9;8:1938 - Morbid Sequences Suggest Molecular Mimicry between Microbial Peptides and Self-Antigens: A Possibility of Inciting Autoimmunity.

Approfondimenti

Il vaccino Infanrix Hexa presenta la seguente composizione, copiamo fedelmente dalla scheda tecnica presente secondo scheda tecnica del produttore:
vaccingate infanrix hexa 01

La preparazione degli antigeni sotto riportata è quella indicata nel report dell’EMA per l’autorizzazione all’immissione in commercio di Infanrix Hexa. 1
Tossoide difterico: Il tossoide difterico si ottiene inattivando la tossina (prodotta da Corynebacterium diphtheriae) con formaldeide a 37°C in ambiente leggermente alcalino e poi viene adsorbito su sali di alluminio (idrossido e fosfato)
Tossoide tetanico: Il tossoide tetanico si ottiene con lo stesso procedimento del tossoide difterico (il Clostridium tetani è un batterio sporigeno anaerobio obbligato e produce la tetanospasmina, una tossina neurotropa che agisce attraverso il blocco delle sinapsi inibitorie della contrazione muscolare riflessa)
Tossoide pertussico: i componenti del vaccino antipertosse acellulare sono ottenute per estrazione e purificazione di colture di fase I di Bordetella pertossis (un coccobacillo aerobio, in grado di produrre quattro tossine: la tossina della pertosse, la tossina adenilato-ciclasica, la tossina dermonecrotica, la citotossina tracheale e due tipi di lipopolisaccaride; per la preparazione del vaccino acellulare si purifica e utilizza solo la tossina della pertosse), seguita da detossificazione irreversibile della tossina della pertosse tramite trattamento con glutaraldeide e formaldeide e trattamento con formaldeide delle componenti emoagglutinina filamentosa e pertactina; i vari componenti sono poi adsorbiti su sali di alluminio.
Antigene di superficie dell’epatite B: è prodotto da colture di Saccharomyces cerevisiae geneticamente modificato che codifica per il gene dell’antigene maggiore di superficie del virus dell’epatite B; tale antigene viene purificato mediante vari passaggi chimico-fisici e si assembla spontaneamente in particelle sferiche di circa 20 nm di diametro contenenti l’antigene polipeptidico e una matrice fosfolipidica. Tale antigene viene poi adsorbito su fosfato di alluminio.
Virus della poliomielite (inattivati): il vaccino Salk, o polio inattivato (IPV), si basa su tre ceppi selvaggi, virulenti di riferimento: Mahoney (poliovirus di tipo 1), MEF-1 (poliovirus di tipo 2), e Saukett (poliovirus tipo 3), coltivati nella linea cellulare VERO: si tratta di una linea cellulare immortalizzata ottenuta nel 1962 dai reni di scimmie africane adulte (cercopitechi); per la produzione del vaccino le cellule vengono sottoposte a 130-140 passaggi di propagazione, (basso livello di propagazione), si tenga presente che oltre i 200 passaggi la linea cellulare diventa cancerogena nei topi; il terreno di coltura per la crescita della linea VERO è di derivazione animale (e quindi va testato per la presenza di virus e prioni contaminanti), mentre per la crescita del virus si usa  il Medium 199, il quale non contiene sostanze di derivazione animale. Dopo essere stati isolati e purificati i virus vivi vengono inattivati con formaldeide.
Da quanto reso noto dall’EMA, nel vaccino non si trovano i virus tal quali, ma le proteine prodotte dai tre ceppi, denominate Antigene D; queste proteine si formano prima del trattamento con formaldeide e glutaraldeide che ha la funzione di inattivare i tossoidi, e di distruggere tutto il materiale genetico, proveniente dalle cellule Vero, potenzialmente cancerogeno, ma anche quello dei virus della poliomielite.

Polisaccaride dell’Haemophilus influenzae tipo b: è preparato dal ceppo batterico Hib 20,752 (esistono ceppi non capsulati, non tipizzabili, e ceppi capsulati, antigenicamente distinti in 6 tipi diversi denominati con le lettere dell'alfabeto dalla a alla f. Le infezioni più frequenti e meno gravi provocate dall'Hib sono quelle che interessano le prime vie respiratorie, e sono sostenute usualmente da ceppi non capsulati. Le infezioni invasive, come le meningiti sono invece causate prevalentemente da ceppi capsulati, soprattutto di tipo b)
Il polisaccaride si ottiene dalla crescita del ceppo batterico in un medium di coltura sintetico e dopo attivazione con bromuro di cianogeno e derivatizzazione con uno spaziatore idrazide-adipico viene accoppiato con il tossoide tetanico via condensazione carbamidica; dopo la purificazione il coniugato è adsorbito su sali di alluminio e poi è liofilizzato in presenza di lattosio come stabilizzatore. La coniugazione con il tossoide del tetano è necessaria per conferire l’antigenicità al polisaccaride in quanto cambia il polisaccaride da antigene T-indipendente ad antigene T-dipendente.

Prodotto Finito: i concentrati sterili assorbiti su alluminio di DT, PT, FHA, PRN, e HBsAg e il componente trivalente di IPV vengono mescolati con una soluzione sterile di cloruro di sodio e acqua per iniettabili e addizionati di una soluzione sterile di 2-fenossietanolo.
Il 2-fenossietanolo è un agente antimicrobico e viene aggiunto al prodotto finito perchè non è possibile eseguire la sterilizzazione finale mediante filtrazione della componente DTPa-HBV-IPV e l’opalescenza della sospensione potrebbe mascherare una contaminazione microbica.

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

martedì 18 dicembre 2018

Vaccini: La ricerca dell'associazione Corvelva rivela risultati molto inquietanti, come un "composto solido di struttura chimica sconosciuto" trovato nel primo vaccino analizzato.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Vaccini: La ricerca dell'associazione Corvelva rivela risultati molto inquietanti, come un "composto solido di struttura chimica sconosciuto" trovato nel primo vaccino analizzato.

Vaccini: scoperchiato il vaso di Pandora…

Di Marcello Pamio.

Al peggio si dice non c’è mai limite. E forse il vecchio saggio ha ragione…

L’associazione Corvelva mette a segno l’ennesimo colpo. 
Non si tratta di una rapina a siringa armata, - anche se questa c’entra eccome - ma delle analisi chimiche vaccinali.
Precedentemente, utilizzando la Next Generation Sequencing, una tecnica irraggiungibile dal punto di vista economico fino poco tempo fa, sono state analizzate le impurità biologiche contenute in sette vaccini diversi. Ne abbiamo già parlato ma è bene ricordare che i risultati hanno sottolineato non poche preoccupazioni: quantità abnormi di frammenti di DNA umano e animale, modifiche del genoma, mutazioni dei virus o virus (come quello della rosolia e della polio) misteriosamente non presenti.

Ora invece la lente è stata puntata (sempre a pagamento mediante il sistema di elaborazione dati SANIT) sulla composizione chimica di due lotti del vaccino tetravalente Priorix Tetra della GSK.
I risultati, anche se sono preliminari, squarciano uno scenario agghiacciante.
Oltre alla chimica che vedremo a breve, in entrambi i lotti sono stati rilevati frammenti peptidici associati a proteine potenzialmente provenienti dal processo di purificazione: «Sarcoplasmic calcium-binding protein», «Actina» e «Vimentina». La prima è notoriamente allergenica, mentre le altre due sono sostanze di origine animale: pollo la vimentina e bovino l’actina.
La cosa che è balzata subito agli occhi è che i due lotti (del medesimo vaccino) presentano diversità importanti: i «segnali», cioè i «composti» contenuti in un caso sono 115 e nell’altro 173.

E’ normale che due vaccini identici, prodotti dalla medesima azienda, presentino al loro interno una così alta differenza? Stiamo parlando di «tracce» che il laboratorio ha rilevato sotto forma di un determinato peso molecolare. Uno specifico peso molecolare corrisponde a una o più sostanze chimiche o a combinazioni delle stesse.
Queste sono quantificabili in uno spettro che va dai nanogrammi (miliardesimo di grammo) ai microgrammi (milionesimo), quindi molto ampio.
Ma il punto nodale è che queste «contaminazioni» NON dovrebbero essere presenti all’interno di un vaccino che verrà inoculato nel corpicino in crescita di un neonato.
Se verranno confermate dalle ulteriori analisi in atto, queste sostanze sono associabili ad antibiotici, farmaci, diserbanti, erbicidi, acaricidi, metaboliti della morfina…


Qualche nome? Stiamo parlando di «robetta» chimica come: 
Morfamquat un erbicida, Cyflumetofen acaricida, Amoxicillina antibiotico, 3-Methyleneoxindole un antivirale, metaboliti batterici, umani e di piante. Ma poi risulterebbero farmaci come Tamsulosin un alfabloccante, Sildenafil meglio noto come Viagra della PfizerGabapentin un antiepilettico, Atovaquone farmaco per la malaria, l’AMD-070, farmaco sperimentale per l’HIVFluchloralin un erbicida a base del pericolosissimo FluoroVigabatrin, un antiepilettico della Sanofi-Pasteur, il Viagra della Pfizer.
Mi fermo qua, ma penso sia più che sufficiente per comprendere che più ci si addentra tra le molecole e gli atomi di questi farmaci, più il quadro si tinge di colori molto foschi.
Ma oramai il vaso di pandora, grazie alle analisi eseguite privatamente dal Corvelva, è stato scoperchiato, e anche se molto rimane ancora da scoprire e spiegare, non è più possibile tornare indietro.

Non è più possibile dire che non lo si sapeva, non è più ammissibile per le agenzie di controllo fare finta di niente, o mostrare le classiche orecchie da mercante girandosi dall’altra parte. Esattamente come ha fatto l’EMA europea dopo aver ricevuto gli esiti delle precedenti analisi.

Ora tra le mani avete una bomba pronta a deflagrare, per cui sta a voi gestirla nel miglior modo possibile: continuare a spalleggiare e aiutare coloro che vi finanziano, cioè le lobbies della chimica e farmaceutica, col rischio però che vi esploda in faccia, oppure portare avanti quella che dovrebbe essere la vostra unica missione: salvaguardare la salute di milioni di persone, bambini soprattutto in primis...


Per gli esami completi:

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina