Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

martedì 17 marzo 2020

Una nuova ricerca dimostra che i vaccini diffondono malattie infettive, causando fino a 15 volte PIÙ infezioni tra i bambini completamente vaccinati

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Un nuovo articolo scientifico peer-reviewed pubblicato sulla rivista Tropical Diseases, Travel Medicine and Vaccines ha scoperto che il vaccino DTaP per la difterite, il tetano e la pertosse (tosse convulsa) sta facendo sì che i bambini che lo ricevono diventino più inclini a contrarre la pertosse in seguito nella vita.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5530967/?


Traduzione a cura di -Vivereinmodonaturale.com
Tratto da -Vaccines.news-

Secondo lo studio, i bambini che ricevono l'intera serie di vaccinazioni DTaP hanno fino a 15 volte più probabilità di contrarre la pertosse in corrispondenza del segno quinquennale a seguito di questi vaccini rispetto ai bambini non vaccinati, cancellando completamente il mito secondo cui gli scoppi di tosse convulsi siano il risultato degli "anti-vaccino".

A quanto pare, la stragrande maggioranza dei bambini colpiti da epidemie di pertosse sono bambini vaccinati , che alcune autorità sanitarie ammettono con riluttanza. Tuttavia, i pro-vaccino insistono sul fatto che tutta la diffusione della malattia è causata da bambini non vaccinati, nonostante il fatto che la scienza continui a dimostrare il contrario.

Inoltre, il vaccino DTaP, insieme a molti altri vaccini, non fornisce una protezione permanente contro le malattie, supponendo che forniscano qualsiasi protezione. Come riportato nello stesso studio DTaP sopra menzionato, gli anticorpi anti-pertosse subiscono un "rapido declino" in soli 2-3 anni dopo la vaccinazione, "spesso a livelli pre-vaccinali".

Anche se i livelli di anticorpi da soli "non sono necessariamente indicativi di un'immunità calante", questo stesso studio continua spiegando, "in questo caso dato il maggior rischio di infezione dopo il vaccino aP (pertosse acellulare) con il tempo, ne è fortemente indicativo. ”

Sarebbe meglio se i bambini non fossero stati vaccinati con i vaccini DTaP perché la ricerca dimostra che in realtà aumentano la suscettibilità alle malattie dopo che gli antigeni si sono esauriti. La difesa della salute dei bambini (CHD) afferma che questa "soppressione dell'epitopo collegato", una volta che si attenua, aumenta la suscettibilità alle malattie, "e non esiste un modo semplice per ridurre questa maggiore suscettibilità alla vita".
I moderni vaccini contro la pertosse non proteggono dalla pertosse o dalla sua diffusione, proprio come i vaccini contro la poliomielite

Un altro articolo pubblicato sulla rivista BMC Medicine contrappone la differenza tra i vaccini contro la pertosse a cellule intere (wP) e i vaccini aP, l'ultimo dei quali ha sostituito il primo. I vaccini contro la pertosse acellulare (aP), questo studio particolarmente indicato, potrebbero bloccare la malattia sintomatica ma non la trasmissione asintomatica, il che potrebbe spiegare "l'aumento osservato nell'incidenza di B. pertussis".

E 'un po' di scienza-pesante per la persona media per capire, ma è sufficiente dire che i vaccini AP per la pertosse, tra DTaP, potrebbero apparire al lavoro inizialmente, ma alla fine non riescono a fornire protezione a lungo termine da, noto anche come vera e propria immunità alla , malattia. Allo stesso modo, i vaccini aP non riescono a proteggere dalla trasmissione di malattie, il che significa che le persone vaccinate con essi rappresentano un grave rischio per la salute pubblica.

"... le autorità sanitarie pubbliche potrebbero trovarsi di fronte a una situazione simile a quella della poliomielite, in cui le persone vaccinate possono ancora trasmettere infezioni", rivela questo stesso documento.

I pro-vaccino possono chiamare queste scoperte "disinformazione" per tutto il giorno, ma la scienza parla da sola. L'"immunità" temporanea - se si può persino chiamarla immunità - fornita dal vaccino DTaP è nella migliore delle ipotesi illusoria. Nel peggiore dei casi, è un inganno di massa che sta scatenando epidemie che vengono erroneamente incolpate ai non vaccinati e utilizzate come scusa per censurare della verità del vaccino online, eliminando contemporaneamente le leggi di esenzione del vaccino in quanti più stati possibili.

"Anche se la propaganda dei vaccini è piena di bugie maligne e false informazioni intenzionali, chiunque metta in dubbio le false narrative ufficiali del settore dei vaccini viene immediatamente censurato e decodificato da tutte le principali piattaforme tecnologiche, tra cui Pinterest, Vimeo, Twitter, YouTube e Facebook , " Avverte Mike Adams, Health Ranger .

"L'intero settore tecnologico, infatti, è andato all-in con la violenza medica dell'industria dei vaccini e la sua storia di esperimenti medici disumani sui bambini umani".

Per saperne di più, visita MedicalViolence.com .

Le fonti per questo articolo includono:




macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento