Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 25 marzo 2017

I medici continuano a spingere non testati “vaccini combinati”, anche se stanno uccidendo i nostri bambini

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Natural News ) Sembra che l'industria farmaceutica stia cercando di stipare il maggior numero di vaccini come umanamente possibili in una siringa e pubblicizzare questi vaccini combinati come sicuri ed efficaci. In realtà, tuttavia, un numero crescente di professionisti medici sono preoccupati che la somministrazione di troppe vaccinazioni per un bambino in una sola volta aumenti la loro probabilità di soffrire per una reazione avversa.
(Articolo di Christina England dal  healthimpactnews.com )
Ciò vale in particolare per le vaccinazioni di combinazione, e sembra che i timori di medici professionisti siano giustificati, in quanto, nel corso degli anni, la storia ha dipinto un quadro molto preoccupante.

La storia dimostra che i vaccini di combinazione non siano sicuri

Nell'ottobre 2000, la vaccinazione 6-in-1 Hexavac è stato concesso in licenza per l'uso in Europa. Il vaccino prodotto da Sanofi Pasteur è stato formulato come una vaccinazione combinazione che combina il vaccino difterite, vaccino contro il tetano, pertosse acellulare, ricombinante del virus dell'epatite B vaccino antigene di superficie, il vaccino inattivato della poliomielite e il vaccino influenzale Haemophilus in una siringa.
Solo cinque anni dopo, tuttavia, la vaccinazione è stata ritirata dall'uso da parte dell'Agenzia europea per i medicinali per “ragioni commerciali”.   Tuttavia, il dottor Klaus Hartmann crede che il vaccino è stato ritirato per ragioni molto diverse. In un documentario del 2015, intitolato We Do not vaccinare - Mito e realtà delle campagne di vaccinazione , ha spiegato le sue ragioni e i perché. 

Per pagare per un collegamento al film completo clicca qui . Guarda in HD / 1080p.
Ordine DVD:
Il dottor Hartmann ha lavorato per il rilascio delle licenze al Paul-Ehrlich-Institut ed è stato responsabile della sicurezza del vaccino. Egli non era contrario alla vaccinazione; tuttavia, egli era preoccupato per le adiuvanti di alluminio contenute nei vaccini ed era particolarmente preoccupato per la vaccinazione 6-in-1 Hexavac perché aveva notato un massiccio aumento del numero di bambini che soffrono di reazioni avverse. Egli ha dichiarato che:
Qui abbiamo avuto un altro problema con Hexavac. Un patologo aveva autopsia di un bambino che era morto due giorni prima, dopo aver ricevuto il vaccino Hexavac. Egli ha scoperto che il bambino aveva un cervello in maniera massiccia gonfio, qualcosa che non aveva mai incontrato prima nella sua carriera come patologo. Diversi i casi che sono stati menzionati ; non era solo questo un bambino.
Questa osservazione aveva sollevato preoccupazioni del dottor Hartmann, in quanto, al momento, il vaccino era stato concesso in licenza come sicuro in Europa. Ha spiegato che gli esperti hanno discusso il vaccino in modo approfondito durante gli incontri e avevano deciso che non era saggio collegare il vaccino per la morte di questi bambini, perché politicamente, non si è ritenuto, “una cosa intelligente da fare, per non danneggiare il pubblico della fiducia nelle vaccinazioni.”
Di conseguenza, il dottor Hartmann si è dimesso dal suo incarico, e un anno dopo, la messa a fuoco la rivista ha affermato che il tasso di mortalità tra i bambini vaccinati nelle prime 48 ore dopo la vaccinazione con Hexavac è stato di 2,5 volte superiore rispetto alla mortalità media in questa fascia di età.
Un anno dopo, Hexavac è stato tolto dal mercato e scomparve per sempre. Nel giro di pochi mesi, uno studio intitolato lo studio Token è stato pubblicato, che, secondo il giornalista investigativo austriaco Bert Ehgartner, era uno scandalo e in una classe tutta sua. Egli ha spiegato che:
Naturalmente la gente è diventata molto inquieta semplicemente perché la probabilità di morte a seguito di una vaccinazione aveva dimostrato di triplicare, quindi non si sono seduti nelle sale delle conferenze, si chiedono come potrebbero gestire la situazione. Per fortuna, hanno avuto buoni consiglieri perché questi idioti presso l'Istituto Robert Koch hanno avuto il loro studio finanziato completamente dai produttori di vaccini, che è per questo che quando tutto questo è successo hanno dovuto comunicare immediatamente la loro industria sponsor, per i più volevano avere a disposizione esperti per avere a che fare con l'aspetto delle relazioni pubbliche delle vaccinazioni, che naturalmente sono impiegati dai produttori dei vaccini stessi.
Lui continuò:
La pubblicazione dei risultati dello studio è stata ritardata di due anni, come l'industria farmaceutica ha dovuto tenere numerosi incontri e conferenze per affrontare la questione. Infine, hanno annunciato che era tutto a posto, che assolutamente nulla fosse accaduto di non etico, semplicemente rimescolati i  dati e ridefiniti i parametri, hanno semplicemente usato le statistiche per rendere il legame tra le vaccinazioni e le vittime scomparse.
Confermando l'informazione che era stata trasmessa dal dottor Hartmann, Rolf Kron, MD, ha spiegato che la versione più completa inglese dello studio Token ha detto che centinaia di morti si erano verificati dopo la vaccinazione. Egli ha dichiarato che:
Quando si cerca attraverso la banca dati del Paul-Ehrlich-Institut, troverete pochissimi morti e casi sospetti, elencati. Allo stesso tempo, costante menzione del fatto che non è ancora chiaro se questi casi siano davvero correlati al vaccino.
Se ora, per esempio, non v'è alcun aumento del numero di morti tra il quarto e il settimo giorno dopo la vaccinazione, allora solo questo è menzionato nei documenti medici. Quando però, diamo uno sguardo ai giorni prima e dopo questo periodo per scoprire ciò che il tasso di mortalità è, vediamo all'improvviso un enorme aumento.
Nella versione tedesca più corta, si afferma solo che i vaccini sono sicuri e che i vaccini multipli non pongono alcun rischio significativo di un aumento del tasso di mortalità infantile.

Un'altra vaccinazione letale 6-in-1 si scatena

Nel 2011, le notizie trapelate su un altra pericolosa vaccinazione 6-in-1, che era stata anche concessa in licenza come sicura ed efficace.
I rapporti hanno rivelato che un confidenziale documento GlaxoSmithKline era trapelato alla stampa, che ha svelato il fatto che entro un periodo di due anni, per un totale di 36 bambini erano morto dopo aver ricevuto la vaccinazione 6-in-1, Infanrix Hexa.
Secondo l'Iniziativa Citoyenne sito web, un documento di 1.271 pagine, aveva rivelato che GlaxoSmithKline ha ricevuto un totale di 1.742 segnalazioni di reazioni avverse tra il 23 ottobre 2009 e il 22 ottobre, 2011, tra cui 503 gravi reazioni avverse e 36 morti. L'iniziativa Citoyenne ha dichiarato:
Non è che i 14 morti sono stati registrati da GSK tra ottobre 2009 e la fine di ottobre 2011, come inizialmente avevamo calcolato ma 36 (14 2010-2011 e 22 2009-2010). In aggiunta a queste 36 morti almeno 37 altri morti (morte improvvisa principalmente), per un totale di almeno 73 morti dal lancio del vaccino nel 2000, e di nuovo, ciò riguarda esclusivamente la morte con la morte improvvisa, un ulteriore recupero di sotto-segnalazione.
Usando la cifra di 36 morti nel corso di un periodo di due anni, le cifre in media sono 1,5 morti al mese, che sono sicuro la maggior parte sarà d'accordo in un tasso estremamente alto. Va inoltre notato che solo l'1 e il 10% delle reazioni avverse ai vaccini sono effettivamente riportate. Quindi, in realtà, il problema potrebbe essere potenzialmente molto più grave e il numero effettivo di morti sarebbe potuto essere molto più alto.

Il cocktail chimico mortale

grafici hanno rivelato che molti dei bambini che erano scomparsi erano morti entro i primi giorni di somministrazione del vaccino. Un totale di tre neonati sono stati segnalati per essere morti poche ore dopo la somministrazione del vaccino.
Questo non era certo sorprendente, dati gli ingredienti della vaccinazione, che sono stati elencati sul GSK Infanrix Hexa informazioni sul prodotto illustrativo.
Purtroppo, non è solo il 6-in-1 vaccinazione che si ritiene avrebbe ucciso i nostri figli, perché, secondo i rapporti, più morti sono anche avvenuti dopo le vaccinazioni 5-in-1.

Rapporti dall' India

Verso la fine del 2016, una marea di segnalazioni provenienti dall' India hanno rivelato che 237 bambini erano morti dopo essere stati vaccinati con pentavalente vaccinazione (5-in-1) 
Nel mese di novembre 2016, il sito web SundayGuardianLive ha pubblicato un articolo dal titolo 237 morti per il vaccino pentavalente e stiamo ancora contando . L'autore, pediatra Jacob Puliyel, ha rivelato che, dopo la presentazione di una libera relazione informativa, sono rimasto scioccato di apprendere che:
Sotto Diritto di informazione sappiamo che fino ad agosto 2016 ci sono stati 237 decessi segnalati al governo qui entro 72 ore dalla vaccinazione con pentavalente. Abbiamo esaminato decessi in stati che stavano dando DPT e vaccini pentavalente contemporaneamente.
Come previsto, le cifre reali non sono mai state rivelate al pubblico e il link alla vaccinazione è passato dall'essere probabile “improbabile” in modo estremamente rapido. Ha scritto:
Ci sono stati tre morti in seguito all'uso del vaccino pentavalente in Sri Lanka. Il governo dello Sri Lanka ha sospeso l'uso del vaccino. esperti che hanno studiato le morti. Hanno trovato che c'era una chiara associazione temporale delle morti per il vaccino (OMS Terminologia, il che significa la morte seguita subito dopo la vaccinazione) e non c'era alcuna spiegazione alternativa per i morti. Secondo il protocollo standard nelle indagini dei morti da vaccino, queste morti avrebbero dovuto essere dichiarate come 'probabilmente' causate dal vaccino pentavalente. Gli esperti hanno esitato di fronte alla prospettiva di dare una tale relazione. Nessun paese userebbe questo vaccino dopo. Invece hanno scritto nel loro rapporto che stavano cancellando 'probabile' e 'possibile' dalla classificazione standard. Il rapporto sostiene che anche se è stato probabilmente legato al vaccino, che stavano segnalando come “improbabile” essere correlato alla vaccinazione. Il rapporto completo non è stato pubblicato online, solo la conclusione è stata resa pubblica.
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

giovedì 23 marzo 2017

PRIMA...VERA GIORNATA PER LA LIBERTA' VACCINALE ROMA 21 MARZO 2017(Video)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

........perché il genitore di un figlio danneggiato ha il dovere morale di lottare per salvaguardare altri bambini.......
........perché il genitore di un figlio danneggiato sente suoi anche i figli degli altri e quindi non riesce ad abbandonarli........
IL 21 MARZO SAREMO A ROMA PER DIFENDERE LA LIBERTÀ DI SCELTA.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 22 marzo 2017

Importanza della Relina e dell'Omega-3 per le disfunzioni neurologiche

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Medic Bunker La Verità

La Relina è una proteina che si trova principalmente nel cervello, ma anche nel midollo spinale, nel sangue e in altri organi e tessuti, gioca un ruolo chiave nella funzione neuronale e nello sviluppo del sistema nervoso centrale e periferico cui dare deficit è già stato collegato a vari disturbi neurologici. Hanno trovato ridotti livelli di Relina nel cervello del morbo di Alzheimer, l'autismo, la schizofrenia, il disturbo bipolare e la depressione maggiore. Inoltre, la Relina aiuta a far maturare i neuroni - anatomici e funzionalmente- cosi come a formare nuove connessioni. Beh, alcune ricerche suggeriscono che il deficit potrebbe forse essere risolto ingerendo Omega-3, acidi grassi polinsaturi. Fonte: https://medicbunker-la-verita.blogspot.it/2017/03/importanza-della-relina-e-dellomega-3.html

Prodotti consigliati da Medic Bunker La Verità:

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Morbillo: la nuova epidemia è servita!

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
Morbillo-nuova-epidemia
Marcello Pamio - 20 marzo 2017


Prima che la folle, illiberale, anticostituzionale e antidemocratica legge sulle Fake News venga varata dal governo illegittimo di turno è bene scrivere qualcosa sull'ennesima farsa mediatica.
La bufala della meningite ha esaurito il bacino, o più correttamente le case farmaceutiche hanno esaurito le scorte vaccinali per cui hanno cambiato strada.
Perfino Epicentro, il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica, lo denuncia con l’inequivocabile articolo “Meningite: l’epidemia è solo mediatica”. Nonostante gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità abbiano smontato subito la bufala meningite, i media hanno perpetrato una propaganda vergognosa riuscendo ad instillare il virus della paura tra le giovani coppie di genitori.
La meningite è stata spremuta per bene come una vacca lattifera, per cui ora il podio spetta a qualche altro agente. Il dado lanciato dalle lobbies si è fermato sul morbillo.
Esattamente come è successo per l’aviaria, la Sars, la suina e la meningite la parola chiave è sempre la stessa: disinformare. Quindi si parte a fornire dati fasulli, accendere i riflettori su singoli casi e creare panico tra la popolazione. Il resto lo farà il gregge impaurito…

Mortalità per morbillo Esiste per fortuna un interessante rapporto dell’Unicef che riporta i dati Istat dal 1895 al 2008 della mortalità per morbillo tra bambini maschi e femmine sotto i 5 anni.
Dal grafico si evince immediatamente che la mortalità per morbillo stava calando esponenzialmente dai primi anni del 1900 (a parte qualche picco normale e logico nei periodi bellici, per es. la Grande Guerra) molti decenni prima della vaccinazione di massa avvenuta nel 1963 evidenziata dalla freccia rossa.
Come si spiega un simile andamento? Cos’hanno da dire gli esperti televisivi, i virologi intervistati (e ben oliati) in tutte le radio e in tutti i canali televisivi? Non si sta parlando di incidenza ma di mortalità per morbillo in bambini piccolissimi! 
Morbillo-nuova-epidemia

Se i vaccini sono stati inseriti nel 1963 quando la mortalità era quasi scemata a zero quali sono stati i fattori che hanno fatto calare le morti?



Morbillo dal punto di vista evolutivoDomande a parte, le cui risposte ovviamente rimarranno nell’oblio, cerchiamo di capire se c’è dell’altro da sapere sul morbillo, per esempio se è così pericoloso e tremendo come viene dipinto dai media.
Le malattie esantematiche come morbillo, rosolia, varicella o altre avvengono per caso? Il bambino manifesta l’esantema quando viene a contatto con il patogeno?
La spiegazione ufficiale virologica non sta in piedi e crolla miseramente sotto se stessa perché la Vita non risponde alle leggi umane e laboratoristiche: moltissimi bambini infatti nonostante vengano a contatto con virus o batteri non producono la malattia …
Per fortuna ci vengono in aiuto la pedagogia Waldorf e la medicina antroposofica, entrambe conoscenze divulgate dal filosofo e scienziato Rudolf Steiner che allargano e completano la visione estremamente limitata e totalmente disumanizzante della scienza e della medicina allopatica.
Da questa visione, le malattie esantematiche assumono una importante funzione di crescita!

Le nostre nonne queste cose le sapevano e infatti quando nel paesello un bambino di ammalava venivano portati anche gli altri bambini sani nella speranza di farsi la malattia o di immunizzarsi naturalmente ad essa.
Per esempio confrontando le malattie esantematiche con la natura dei quattro elementi, il morbillo ha un rapporto diretto con l’elemento liquido grazie al quale può esplicarsi l’azione delle forze vitali, le così dette forze eteriche.
Il morbillo quindi dal punto di vista spirituale serve a rafforzare e rinvigorire le forze vitali del bambino!
Su questa base, bloccare la malattia o peggio ancora produrla artificialmente inoculando con i vaccini il virus a RNA è estremamente pericoloso per la struttura vitale (eterica) del bambino.
Altre malattie esantematiche hanno a che fare con gli altri tre elementi: la scarlattina con l’elemento calore (il fuoco), la pertosse con l’aria, la varicella con l’elemento terra.
Proprio per questo motivo la vaccinazione contro il morbillo è un intervento arbitrario e negativo, non solo per le sostanze chimiche e gli adiuvanti contenuti (vedere sotto), ma per il sano sviluppo dell’essere umano dal punto di vista sottile, composto non a caso per circa l’80% di elemento liquido (acqua = corpo eterico)…


CONTENUTO DEL VACCINO TRIVALENTE MPR, Morbillo-Parotite-Rosolia (MMR in inglese)
Medium 199 (vitamine, aminoacidi, siero fetale bovino, saccarosio, glutammato), Minimum Essential Medium (uno dei metodi più usati per la coltura cellulare sintetica), fosfato, albumina umana ricombinante, neomicina (antibiotico ad ampio spettro), sorbitolo, gelatina idrolizzata, coltura cellulare di embrione di pollo, WI-38 fibroblasti diploidi di polmone umano proveniente da un feto femmina abortito (Istituto Wistar 38)
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

STUDIO SUI VACCINI: studio peer-reviewed mostra che i bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico (Articolo ricaricato)

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Immagine: vaccino in studio: studio peer-reviewed mostra bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico
Articolo tradotto da Medic Bunker La Verità.

Natural News ) A San Valentino, uno studio di 34 pagine illustra alcuni degli effetti nocivi delle vaccinazione , è stato reso disponibile per la visualizzazione on-line. Sei ore dopo, l'URL era scomparso, e lo studio è stato apparentemente cancellato dalle profondità di Internet - probabilmente nella speranza che le informazioni "controverse" che conteneva sarebbero state dimenticate.

La vaccinazione e Health Outcomes: A Survey of 6 a 12 anni, vaccinati e non vaccinati bambini sulla base delle relazioni Madri ' , da Anthony R. Mawson, et al. sembrava come qualsiasi altro report standard sulla vaccinazione a prima vista, secondo l'autore James Grundvig. Il documento era stato collegato a Grundvig, e ha recentemente pubblicato un articolo sullo studio, come ha autenticato l'autore dello studio, e ha anche descritto come il giornale di pubblicazione è andato a censurare l'informazione.
Grundvig scrive che dopo aver letto le conclusioni di Mawson nello studio, sembra che forse il CDC ha volutamente evitato di condurre tale ricerca a se stessi, perché "sarebbe in contrasto con la messaggistica di CDC che tutti 'i vaccini sono sicuri.'"

Ricerca: vaccini e disturbi dello sviluppo neurologico

Per condurre le loro ricerche, Mawson e il suo team impegnati in uno studio trasversale delle madri di bambini che sono stati educati a casa. Organizzazioni homeschooling dalla Florida, Louisiana, Mississippi, Oregon e stato chiesto di inoltrare una e-mail ai propri soci, chiedendo alle madri di compilare un sondaggio on-line anonimo. Il questionario ha raccolto informazioni sullo stato vaccinale e gli esiti di salute dei loro figli biologici che erano di età compresa tra 6 e 12. In totale tra, 415 madri hanno fornito informazioni circa 666 bambini. Di questi, solo 261 (o 39 per cento) non era stato vaccinato. Informazioni sulle esperienze della gravidanza, storie di nascita, le condizioni acute e croniche, e l'utilizzo dei servizi di farmaci e assistenza sanitaria è stato anche incluso nella raccolta dei dati.
Nel complesso, i risultati dello studio hanno mostrato che mentre i bambini vaccinati sono stati con meno probabilità di avere la varicella o pertosse, erano significativamente più probabilità di sviluppare altri tipi di infezioni, allergie, e sono stati con più probabilità di essere diagnosticati con un disturbo dello sviluppo neurologico (di cui per lo studio come NDD). NDD sono stati definiti come disturbi dello spettro autistico, disturbo da deficit di attenzione (ADHD), difficoltà di apprendimento, o qualsiasi combinazione dei tre. Potrebbe essere che i bambini non vaccinati sono in molti modi più sani ? Sembra certamente in questo modo.

I dati rivelano disparità scioccanti

I dettagli specifici di questi incidenti sono ancora più scioccanti. Per esempio, lo studio ha rilevato che i bambini vaccinati hanno avuto per 7 volte maggiori probabilità di essere diagnosticati con qualsiasi tipo di NDD - o, in altre parole, un aumento del rischio del 700 per cento. C'è stato un aumento di 2 volte dello spettro autistico con diagnosi di disturbo, un aumento di 2 volte nella diagnosi ADHD e un aumento di 2 volte in difficoltà di apprendimento.
I bambini vaccinati esposti hanno avuto anche un aumento del 900 per cento in altre allergie, oltre rinite allergenica (che vantava un aumento di 1 volta soltanto). C'è stato anche un aumento di 9 volte in eczema e dermatite atopica.Sembra che ci sia un aumento del 400 per cento in malattie croniche tra i bambini vaccinati. Non ci sono state notevoli differenze nelle condizioni meno comuni, come la sindrome di Tourette, il cancro, il morbo di Crohn, la depressione, il diabete (tipo 1 o di tipo 2), artrite reumatoide giovanile, encefalopatia, e altri. Tuttavia, i ricercatori osservano che un campione più ampio sarebbe necessario al fine di individuare le differenze nei tassi di incidenti di queste condizioni più rare.
Per quanto riguarda le condizioni acute, mentre i bambini vaccinati erano significativamente con meno probabilità di avere avuto varicella o pertosse, erano anche con più probabilità di sviluppare infezioni dell'orecchio medio - con un aumento di 3,8 volte del caso. I bambini vaccinati avevano anche un 5,9 volte con maggiore probabilità di avere una polmonite rispetto ai bambini non vaccinati.
Quando si trattava di epatite A o B, febbre alta con un passato di 6 mesi, il morbillo, la parotite, la meningite (virale o batterica), l'influenza, o il rotavirus, non ci sono differenze sostanziali tra il vaccinati e non vaccinati.
Dopo il controllo per altri fattori, Mawson e il suo team determinata una regressione dell'analisi, c'è stato un aumento di 3,1 volte NDD tra i vaccinati. Inoltre, una possibile sinergia tra la vaccinazione e la nascita pretermine è stata scoperta nel corso della ricerca. Il team ha scoperto che l'interazione di parto pretermine e la vaccinazione è stata associata con un aumento di 6,6 volte del NDD.
Big Pharma e le loro shills sarà veloce nel cercare di screditare questo studio dicendo che essi "non possono verificare i risultati" a causa dell' anonimato dei dati dell'indagine - tuttavia, come ricorda Grundvig, il CDC ha usato lo stesso metodo esatto nel sondaggio del 2015 per produrre il tasso di 1-in-45 di autismo verificato nei neonati. Sarà interessante vedere il loro modo di parlare e il loro modo di aggirare questo studio.
fonti:

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

martedì 21 marzo 2017

STUDIO SUI VACCINI: studio peer-reviewed mostra che i bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Immagine: vaccino in studio: studio peer-reviewed mostra bambini vaccinati hanno un 700% in più di probabilità di disordine dello sviluppo neurologico
Articolo tradotto da Medic Bunker La Verità.

Natural News ) A San Valentino, uno studio di 34 pagine illustra alcuni degli effetti nocivi delle vaccinazione , è stato reso disponibile per la visualizzazione on-line. Sei ore dopo, l'URL era scomparso, e lo studio è stato apparentemente cancellato dalle profondità di Internet - probabilmente nella speranza che le informazioni "controverse" che conteneva sarebbero state dimenticate.

La vaccinazione e Health Outcomes: A Survey of 6 a 12 anni, vaccinati e non vaccinati bambini sulla base delle relazioni Madri ' , da Anthony R. Mawson, et al. sembrava come qualsiasi altro report standard sulla vaccinazione a prima vista, secondo l'autore James Grundvig. Il documento era stato collegato a Grundvig, e ha recentemente pubblicato un articolo sullo studio, come ha autenticato l'autore dello studio, e ha anche descritto come il giornale di pubblicazione è andato a censurare l'informazione.
Grundvig scrive che dopo aver letto le conclusioni di Mawson nello studio, sembra che forse il CDC ha volutamente evitato di condurre tale ricerca a se stessi, perché "sarebbe in contrasto con la messaggistica di CDC che tutti 'i vaccini sono sicuri.'"

Ricerca: vaccini e disturbi dello sviluppo neurologico

Per condurre le loro ricerche, Mawson e il suo team impegnati in uno studio trasversale delle madri di bambini che sono stati educati a casa. Organizzazioni homeschooling dalla Florida, Louisiana, Mississippi, Oregon e stato chiesto di inoltrare una e-mail ai propri soci, chiedendo alle madri di compilare un sondaggio on-line anonimo. Il questionario ha raccolto informazioni sullo stato vaccinale e gli esiti di salute dei loro figli biologici che erano di età compresa tra 6 e 12. In totale tra, 415 madri hanno fornito informazioni circa 666 bambini. Di questi, solo 261 (o 39 per cento) non era stato vaccinato. Informazioni sulle esperienze della gravidanza, storie di nascita, le condizioni acute e croniche, e l'utilizzo dei servizi di farmaci e assistenza sanitaria è stato anche incluso nella raccolta dei dati.
Nel complesso, i risultati dello studio hanno mostrato che mentre i bambini vaccinati sono stati con meno probabilità di avere la varicella o pertosse, erano significativamente più probabilità di sviluppare altri tipi di infezioni, allergie, e sono stati con più probabilità di essere diagnosticati con un disturbo dello sviluppo neurologico (di cui per lo studio come NDD). NDD sono stati definiti come disturbi dello spettro autistico, disturbo da deficit di attenzione (ADHD), difficoltà di apprendimento, o qualsiasi combinazione dei tre. Potrebbe essere che i bambini non vaccinati sono in molti modi più sani ? Sembra certamente in questo modo.

I dati rivelano disparità scioccanti

I dettagli specifici di questi incidenti sono ancora più scioccanti. Per esempio, lo studio ha rilevato che i bambini vaccinati hanno avuto per 7 volte maggiori probabilità di essere diagnosticati con qualsiasi tipo di NDD - o, in altre parole, un aumento del rischio del 700 per cento. C'è stato un aumento di 2 volte dello spettro autistico con diagnosi di disturbo, un aumento di 2 volte nella diagnosi ADHD e un aumento di 2 volte in difficoltà di apprendimento.
I bambini vaccinati esposti hanno avuto anche un aumento del 900 per cento in altre allergie, oltre rinite allergenica (che vantava un aumento di 1 volta soltanto). C'è stato anche un aumento di 9 volte in eczema e dermatite atopica.Sembra che ci sia un aumento del 400 per cento in malattie croniche tra i bambini vaccinati. Non ci sono state notevoli differenze nelle condizioni meno comuni, come la sindrome di Tourette, il cancro, il morbo di Crohn, la depressione, il diabete (tipo 1 o di tipo 2), artrite reumatoide giovanile, encefalopatia, e altri. Tuttavia, i ricercatori osservano che un campione più ampio sarebbe necessario al fine di individuare le differenze nei tassi di incidenti di queste condizioni più rare.
Per quanto riguarda le condizioni acute, mentre i bambini vaccinati erano significativamente con meno probabilità di avere avuto varicella o pertosse, erano anche con più probabilità di sviluppare infezioni dell'orecchio medio - con un aumento di 3,8 volte del caso. I bambini vaccinati avevano anche un 5,9 volte con maggiore probabilità di avere una polmonite rispetto ai bambini non vaccinati.
Quando si trattava di epatite A o B, febbre alta con un passato di 6 mesi, il morbillo, la parotite, la meningite (virale o batterica), l'influenza, o il rotavirus, non ci sono differenze sostanziali tra il vaccinati e non vaccinati.
Dopo il controllo per altri fattori, Mawson e il suo team determinata una regressione dell'analisi, c'è stato un aumento di 3,1 volte NDD tra i vaccinati. Inoltre, una possibile sinergia tra la vaccinazione e la nascita pretermine è stata scoperta nel corso della ricerca. Il team ha scoperto che l'interazione di parto pretermine e la vaccinazione è stata associata con un aumento di 6,6 volte del NDD.
Big Pharma e le loro shills sarà veloce nel cercare di screditare questo studio dicendo che essi "non possono verificare i risultati" a causa dell' anonimato dei dati dell'indagine - tuttavia, come ricorda Grundvig, il CDC ha usato lo stesso metodo esatto nel sondaggio del 2015 per produrre il tasso di 1-in-45 di autismo verificato nei neonati. Sarà interessante vedere il loro modo di parlare e il loro modo di aggirare questo studio.
fonti:
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina