Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

lunedì 11 febbraio 2019

Il dibattito sull'aborto: il RHA legalizza l'infanticidio!

stampa la pagina


Il dibattito sull'aborto: il RHA legalizza l'infanticidio


Negli ospedali di New York, è possibile trovare neonati prematuri circondati da medici e infermieri dedicati che combattono per salvare le loro vite. Nella stanza accanto, ora potresti trovare medici e non medici che danno iniezioni letali ai bambini della stessa età, grazie al nuovo cosiddetto Reproductive Health Act .



Di Lila Rose 31 gennaio 2019 |20:26
Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
Tradotto da Nypost.com

Oltre un decennio fa, New York ha abolito la pena di morte per i criminali condannati, ma a partire dalla scorsa settimana, i bambini del settimo, ottavo e nono mese di gravidanza della madre - abbastanza grandi per vivere al di fuori dell'utero della madre - possono ricevere iniezioni letali .


Gli aborti in quella fase vengono commessi perforando il cervello o il cuore del bambino con un ago grande e iniettandole una quantità sufficiente di digossina per causare un arresto cardiaco. Il lavoro viene quindi indotto e la madre consegna il figlio morto nelle mani di un abortista.
I sostenitori dei diritti di aborto affermano che gli aborti a breve termine vengono eseguiti solo nei casi in cui la vita o la salute della madre sono a rischio o se il bambino soffre di una condizione pericolosa per la vita.
Ma questo è falso. Secondo una ricerca pubblicata dall'Istituto Guttmacher, che sostiene i diritti di aborto, l'aborto per anomalie fetali "costituisce una piccola minoranza" di aborti a breve termine; quelli per salvare la vita della madre sono un numero ancora più piccolo. La maggior parte degli aborti a breve termine non viene effettuata per le cosiddette "ragioni mediche".
Ma il dibattito su "ragioni mediche" manca completamente del punto. Non c'è giustificazione medica per alcun periodo di aborto. Se ci sono serie complicazioni con una gravidanza, in modo tale che la vita della madre o del suo bambino sono a rischio, un medico può o indurre manodopera o eseguire un taglio cesareo, senza uccidere deliberatamente il bambino. E un bambino con disabilità o problemi di salute merita di essere amato e curato, non ucciso.
Come ha recentemente osservato su Twitter New York OB / GYN Omar Hamada, "Non c'è una singola condizione fetale o materna che richieda un aborto nel terzo trimestre. Non una. Consegna, sì Aborto, no. "
Analogamente, OB / GYN Anthony Levatino, un abortista riformato, ha recentemente testimoniato davanti a una sottocommissione della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti: 
"Durante il mio periodo presso il centro medico di Albany, ho gestito centinaia di casi con" cessazioni "di gravidanze -sezione] per salvare le vite delle madri. In tutti quei centinaia di casi, il numero di bambini mai nati che ho dovuto uccidere deliberatamente era zero. "
Ogni aborto nel terzo trimestre comporta comunque indurre il travaglio, quindi perché non permettere al bambino di nascere vivo invece di ucciderlo nelle ore precedenti al parto?
La Dichiarazione di Dublino, che ha raccolto oltre 1.000 firme da ostetrici, neonatologi e medici professionisti, afferma la verità, che l'aborto diretto non è mai necessario per salvare la vita di una donna.
Ma peggiora. La nuova legge di New York rimuove anche le protezioni per i bambini nati vivi dopo un aborto - il che significa che potrebbero essere lasciati morire dopo la nascita - annullando una parte della legge sulla salute pubblica di New York. Vorrei essere chiaro: New York ha legalizzato l'infanticidio.
La legge di New York rivela l'estremismo della sentenza Roe v. Wade del 1973 della Corte Suprema degli Stati Uniti, che ha legalizzato l'aborto durante tutti i nove mesi di gravidanza in questo paese e ha privato gli Stati del loro diritto di vietare completamente l'aborto. Nella decisione di Casey del 1992, la corte ha permesso agli Stati di imporre restrizioni limitate - ma a causa di Roe, almeno sette stati continuano a permettere l'aborto durante tutti e nove i mesi di gravidanza.
Ogni aborto pone fine a una vita umana innocente. E ogni vita umana è preziosa, a qualsiasi età - compresi gli esseri umani con disabilità e problemi di salute.
L'aborto su richiesta ha corrotto la professione medica in America, trasformando i medici in carnefici. 
I sostenitori dell'aborto sono volontariamente ciechi alla scienza e alla ragione, respingendo l'umanità di un bambino nel grembo materno, una realtà che è prontamente evidente a chiunque sia interessato alla verità. I bambini e le donne di New York meritano molto di più.
Lila Rose è il presidente e fondatore dell'organizzazione nazionale pro-vita Live Action.

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/02/il-dibattito-sullaborto-il-rha.html
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento