Iscriviti alla Newsletter

sabato 15 giugno 2019

Produttori farmaceutici che contribuiscono allo sviluppo e alla diffusione di agenti patogeni pericolosi e multiresistenti

stampa la pagina
Produttori-farmaceutici-diffondono-agenti-patogeni-multirestistenti



Sebbene i "superbatteri" resistenti agli antibiotici stiano diventando una minaccia significativa per la salute pubblica , la maggior parte degli americani non ha idea del problema superbatteristico e delle sue conseguenze mortali. Poiché i batteri mutano per superare in astuzia e resistere ai farmaci antibiotici, circa 700.000 persone in tutto il mondo muoiono ogni anno da un'infezione batterica non trattabile.

Recentemente, i funzionari della salute pubblica del Nevada hanno riferito sul caso di una donna che è morta a causa di una infezione batterica incurabile. La donna, che aveva rotto il suo femore destro mentre era in vacanza in India alcuni anni fa, aveva contratto un superbatterio in grado di respingere 26 diversi antibiotici. Ha sviluppato un'infezione alle ossa, che le ha fatto visitare diversi ospedali in India negli anni successivi. Si ritiene che abbia contratto l'infezione resistente ai farmaci mentre era all'estero.



Fonte e articolo Medicalviolence.com

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com


Mentre si verificano più casi di batteri resistenti alla pan, gli scienziati hanno notato che questa istanza è un'altra bandiera rossa che punta a problemi di resistenza agli antibiotici che i ricercatori e i funzionari governativi devono prendere più sul serio. Secondo il dottor James Johnson , professore di medicina infettiva all'Università del Minnesota e specialista presso il Minnesota VA Medical Center , queste rare infezioni mortali sono "il precursore di futuri cattivi futuri".

Mentre l'uso improprio di antibiotici nell'uomo e nel bestiame è stato considerato il principale motore del problema superbug, le emittenti tedesche NDR e WDR insieme al quotidiano Süddeutsche Zeitung hanno riferito che i produttori farmaceutici sembrano contribuire allo sviluppo e alla diffusione globale di sostanze pericolose, batteri multiresistenti.

Produttori farmaceutici indiani che allevano batteri resistenti ai farmaci

Secondo i giornalisti , si stima che l'80-90 percento di tutti gli antibiotici siano prodotti in Cina e in India. Quasi tutte le aziende farmaceutiche tedesche ricevono i loro antibiotici e farmaci antifungini da Hyderabad, in India. In collaborazione con uno specialista in malattie infettive presso l' Ospedale universitario di Lipsia, i giornalisti tedeschi hanno raccolto campioni di acqua dalle aree circostanti le fabbriche farmaceutiche di Hyderabad.

Dopo essere stati testati dall'Istituto per la ricerca biomedica e farmaceutica (IBMP) a Norimberga per la presenza di residui di 25 diversi farmaci, i ricercatori hanno rilevato concentrazioni di antibiotici di diverse centinaia e in alcuni casi diverse migliaia di volte superiori al livello previsto promuovere le mutazioni e lo sviluppo della resistenza agli antibiotici. Inoltre, in tutti i campioni di prova sono stati identificati superbatteri pericolosi e multi-resistenti .
Joakim Larsson, un farmacologo ambientale svedese, ha spiegato che molti dei valori misurati erano così alti che l'acqua di scarico farmaceutica è l'unica spiegazione ragionevole. Quando i giornalisti e gli scienziati hanno contattato queste aziende farmaceutiche, la maggior parte di loro è rimasta in silenzio o ha negato il rilascio di acque reflue nell'ambiente, esprimendo scetticismo riguardo ai risultati dei test.

Data la crescente minaccia di superpotere, l' Agenzia federale dell'ambiente (UBA) in Germania chiede regolamenti più severi dell'Unione europea. Oggi i produttori farmaceutici sono monitorati da agenzie europee che effettuano ispezioni in loco dopo pochi mesi. Tuttavia, l'attenzione di questi audit è esclusivamente sulla qualità dei prodotti e sulla sicurezza dei consumatori. Sono esclusi i fattori ambientali, consentendo a queste società di inquinare l'acqua con sostanze nocive. Pertanto, l'UBA chiede ora l'inclusione di test ambientali nei controlli regolari.

"È imperativo che le aziende farmaceutiche trasformino le loro acque reflue di conseguenza - ovunque, anche nelle nazioni in via di sviluppo", ha dichiarato il ministro della Salute tedesco Hermann Gröhe, del conservatore cristiano-democratico (CDU).

Sebbene il rafforzamento delle regole sia un passo nella giusta direzione, Gröhe ha osservato che gli ispettori delle agenzie farmaceutiche non hanno le competenze necessarie, sottolineando la necessità di aprire la conversazione con i paesi da cui proviene la maggior parte dei farmaci. Ha detto che paesi come la Cina e l'India devono riconoscere il loro interesse personale nel mantenere l'ambiente pulito per proteggere l'efficacia delle cure mediche fornite.


Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/06/farmaceutici-diffondono-superbatteri-resistenti-agli.html
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento