Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

domenica 1 dicembre 2019

Vaccino antinfluenzale: pericoloso e inefficace

stampa la pagina

Se pensavi di essere al sicuro dall'influenza dopo aver ricevuto un vaccino antinfluenzale, ripensaci. È difficile tenere il passo con tutte le false affermazioni e la corruzione che ruotano attorno alla vaccinazione antinfluenzale, ma se dovessi mettere insieme l'enorme puzzle, tutto potrebbe improvvisamente diventare cristallino.

Articolo aggiornato e controllato nella veridicità da Vivereinmodonaturale.com

Non solo le persone rischiano la propria salute sottoponendosi alla puntura onnipotente, ma si scopre che tutto lo sforzo è per niente.
Le convulsioni nei bambini innescano un divieto in Australia
Qualche anno fa l'Australia ha notato che molti bambini sono stati ricoverati in ospedale dopo aver avuto convulsioni provocate dal vaccino antinfluenzale. Le autorità sanitarie australiane erano a conoscenza di questi casi, ma hanno continuato a spingere il vaccino antinfluenzale su ogni bambino.


Irresponsabilmente, le autorità sanitarie hanno permesso sempre più convulsioni insieme a vomito e febbri pericolosamente alte. Alla fine, dopo aver saputo delle convulsioni e di altri problemi di salute che ruotano attorno al vaccino antinfluenzale, il capo della sanità del Commonwealth, il professor Jim Bishop, ha preso provvedimenti e ha istituito un divieto di vaccinazione antinfluenzale .
Un legame confermato tra il vaccino antinfluenzale e la malattia del nervo killer
Nel 2009 uno sbalorditivo 50 per cento dei medici ha rifiutato il vaccino contro l'influenza H1N1 a causa della forte connessione con problemi di salute avversi. Anche se il 50 percento dei medici non riceveva l'iniezione, molti di loro raccomanderebbero comunque l'iniezione ai loro pazienti.
Nel 2010, i capi sanitari del governo hanno confermato un legame tra la vaccinazione contro l'influenza stagionale contenente H1N1 e la malattia del nervo killer nota come Sindrome di Guillain-BarreMa queste informazioni non hanno impedito ai funzionari sanitari di spingere il vaccino sulla popolazione nel 2010 e nel 2011. Inoltre, il legame tra Guillain-Barre Snydrome e i vaccini antinfluenzali è vivo dagli anni '70.
"I vaccini utilizzati per combattere un'attesa pandemia di influenza suina nel 1976 hanno dimostrato di essere associati al GBS e sono stati ritirati dall'uso", la prof.ssa Elizabeth Miller, capo dell'HPA , ha scritto al dipartimento di immunizzazione , nella lettera inviata ai neurologi.
Aggiunta di narcolessia all'elenco
Poco dopo che i funzionari sanitari del governo hanno ammesso apertamente il legame tra il vaccino H1N1 e la mortale sindrome di Guillain-Barre, è stato scoperto che il vaccino H1N1 può anche portare alla narcolessia. L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha riferito nel febbraio 2010 che 12 paesi avevano riferito di un sospetto rapporto tra lo sviluppo della narcolessia e il vaccino H1N1.
Il vaccino H1N1 è attualmente incorporato nel tradizionale vaccino antinfluenzale stagionale, che l'OMS continua a raccomandare nonostante un numero di organizzazioni ed esperti sanitari che si dichiarino contrari alla sua sicurezza.
Nonostante questi risultati, tuttavia, l'iniezione antinfluenzale continua a essere spinta su tutti gli americani e tutti i paesi dove esportano tali vaccini tra cui l'Italia
Col passare degli anni, il vaccino antinfluenzale viene spinto più intensamente rispetto all'anno precedente. Nel 2010, 130,9 milioni di persone hanno ricevuto il vaccino antinfluenzale, un aumento di 8 milioni di persone rispetto al 2009. Il Center for Disease Control (CDC) chiede alle persone di sottoporsi al vaccino antinfluenzale ogni anno. Il CDC esorta inoltre i genitori a somministrare ai loro bambini l'antinfluenzale ogni anno dal momento in cui compiono i 6 mesi di età.
Inserto per vaccino antinfluenzale Ammette il collegamento a Malattia nervosa mortale, paralisi e morte
Il legame tra la sindrome di Guillain-Barre e il vaccino antinfluenzale è stato confermato da studi, prove aneddotiche e persino l'inserzione del vaccino stesso. L'inserto, contenente informazioni dettagliate sul vaccino monovalente per l'influenza A (H1N1), espone in dettaglio i rischi ben oltre la sindrome di Guillain-Barre. Per tutti i dettagli puoi leggere tu stesso l' inserto in formato PDF .
Ecco alcune delle condizioni associate al vaccino H1N1, secondo l'inserto:
- Edema facciale

- Disturbi del sistema immunitario - Disturbi
cardiovascolari - Disturbi
digestivi
- Diarrea
- Nausea
- Vomito
- Dolore addominale
- Patologie del sangue e linfatiche
- Linfoadenopatia locale
- Trombocitopenia transitoria
- Disturbi metabolici e nutrizionali
- Perdita di appetito
- Disturbi del sistema nervoso
- Mal di testa
- Capogiri
- Nevralgia
- Parestesia
- Convulsioni febbrili
- Sindrome di Guillain-Barré
- Neuropatia (inclusa la neurite)
- Paralisi (inclusa la paralisi di Bell)
- Disturbi respiratori
- Dolore toracico
- Tosse
- Orticaria
- Eruzione cutanea (compresi non specifici, maculopapolari e vescicolari)
Notizie più recenti: il vaccino antinfluenzale sembra essere completamente inefficace
Nuova ricerca condotta da The Lancet mostra alcune notizie sorprendenti sulla vera efficacia della vaccinazione antinfluenzale. Lo studio ha coinvolto un gruppo di controllo di 13.095 adulti che non sono stati vaccinati. Il gruppo è stato osservato per vedere se avevano preso il virus dell'influenza, ma il 97% di loro non lo ha fatto. Solo il 2,7 per cento, o 357 persone, del gruppo non vaccinato ha finito per catturare il virus. Un altro gruppo di adulti che sono stati vaccinati con un vaccino antinfluenzale inattivato trivalente è finito con l'1,2% di loro che non ha preso l'influenza. La differenza tra i due risultati è di 1,5 persone su 100, il che dimostra che il vaccino antinfluenzale previene solo l'influenza in 1,5 su 100 adulti iniettati con il vaccino antinfluenzale.
Mentre i media corrono intorno a "diffondere la voce" che i vaccini antinfluenzali sono efficaci al 60%, si potrebbe presumere che 60 persone su 100 ricevano l'influenza sulla base di tali affermazioni. Il problema con questa affermazione è che è sbagliato. Chiunque segua un corso intensivo nelle statistiche del college sa come distorcere i dati.
I metodi per esagerare vanno dalla manipolazione del grafico all'uso di algoritmi statistici complessi per giungere alla conclusione desiderata. In questo caso, l'efficacia del 60 percento afferma nascite da un'equazione in corso che trasforma i numeri in modo corretto. In primo luogo, il 2,73% è preso per le persone che hanno avuto l'influenza nel gruppo di controllo.
Tale numero viene quindi diviso in 1,18%, che rappresenta la percentuale di persone che hanno avuto l'influenza nel gruppo di trattamento. La risposta risulta essere 0,43. Ora puoi dire che lo 0,43 è il 43% di 2,73 (persone del gruppo di controllo che hanno avuto l'influenza) e affermare che il 57% è protetto dal vaccino antinfluenzale.
Inefficacia a parte, ancora più motivi per riconsiderare il vaccino antinfluenzale
I vaccini sono spesso pieni di sostanze chimiche dannose che portano a molte delle condizioni di salute sopra elencate. Molte di queste sostanze chimiche sono sostanze chimiche infiammatorie aggiunte per rafforzare il vaccinoUn "ingrediente" principale nei vaccini che è stato sotto i riflettori per qualche tempo è il thimerosal.
Thimerosal è un conservante utilizzato per iniezioni provenienti da una fiala multidose per prevenire la contaminazione batterica. Il problema è che il thimerosal contiene un bel po 'di mercurio che riguarda molti professionisti della salute.
Nel 1999 iniziarono a emergere studi che mostravano che i vaccini per fiale multidose, come i vaccini MPR ed epatite B, contenevano abbastanza thimerosal da esporre i bambini vaccinati a 62,5 ug di mercurio per visita dal pediatra. Questa è cento volte la dose considerata sicura dalle Linee guida federali per la protezione ambientale dei neonati!
Peggio ancora, alcuni bambini riceveranno dosi ancora più elevate; perché il thimerosal tende a sistemarsi nella fiala. Se non viene agitato prima di essere estratto, la prima dose conterrà basse concentrazioni di mercurio e l'ultima dose conterrà concentrazioni enormemente elevate. Se il bambino è quello sfortunato che riceve l'ultima dose, possono derivarne gravi lesioni cerebrali ... Segreti di salute e nutrizione di Russell L Blaylock MD, pagina 166
Alcune delle altre sostanze chimiche presenti nel vaccino antinfluenzale e altri vaccini sono le seguenti:
- Alluminio: anche una neurotossina, l'alluminio è stato collegato a: - malattia di Alzheimer e altre malattie cognitive;

- Formaldeide: tra le 8 nuove sostanze da aggiungere all'elenco - di agenti cancerogeni del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti;
- Antibiotici: varie forme includono neomicina, streptomicina e gentamicina;
- Triton X-100: un detergente che non deve essere iniettato nel flusso sanguigno umano;
Di Mike Barrett, Natural Society ; Humansarefree.com
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento