Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

mercoledì 22 gennaio 2020

Lo scoppio mortale del virus della "febbre della scimmia", diffuso dalle zecche, ha ucciso 19 persone in India

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Secondo i rapporti locali, 19 persone in India sono morte a causa di un focolaio di "febbre da scimmia" o  malattia della foresta di Kyasanur (KFD).

La KFD è diffusa dalle zecche e la malattia ha già infettato 322 individui da quando è stato confermato l'epidemia è mortale. I pazienti spesso riportano "febbre o sanguinamento grave", ma i sintomi della KFD possono includere anche "tremori, disturbi mentali o morte", specialmente se non trattati.

Traduzione a cura di Vivereinmodonatural.com 
Articolo del 24 feb 2018 tratto da Naturalnews.com

Funzionari della sanità nel distretto di Sindhudurg hanno già annunciato che la "situazione è sotto controllo" e che i casi sarebbero "in calo". Tuttavia, Rospotrebnadzor, cane da guardia dei consumatori russi, ha emesso un avvertimento sulla febbre da scimmia per i turisti che si trovano nella zona sulla costa orientale del paese.

In un rapporto pubblicato all'inizio di febbraio, test di laboratorio hanno determinato che c'erano 332 casi di KFD nel distretto e che 19 persone erano già morte. I casi sono stati registrati da gennaio 2016, quando l'epidemia è stata confermata per la prima volta nel Maharashtra, fino a gennaio 2018.

L'epidemia di KFD è stata fatta risalire a un villaggio all'interno del distretto e ha rapidamente infettato le persone nei villaggi vicini. Maharashtra ha una popolazione di 850.000.
Per prevenire un focolaio tra centinaia di residenti, i funzionari locali hanno agito rapidamente per "frenare la rapida diffusione di KDF".
Secondo il Times of India , oltre 50.000 abitanti del villaggio nel distretto di Sindhudurg, che è una regione ricca di foreste, sono stati vaccinati contro la KFD . Inoltre, da marzo 2016 i repellenti per zecche sono stati distribuiti a coloro che si ritiene siano a rischio di contrarre "un'infezione potenzialmente fatale".

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), la malattia colpisce almeno 500 individui ogni anno. Sebbene la KFD non possa essere diffusa tra gli esseri umani, viene catturata solo da una puntura di zecca o dal contatto con un animale infetto.
Tre regioni dell'India meridionale sono identificate come endemiche, il che significa che "un'infezione viene regolarmente rilevata in una determinata area geografica". La febbre delle scimmie di solito uccide almeno il cinque percento dei pazienti infetti. La malattia appartiene alla famiglia dei Flaviviridae , che comprende anche "febbre gialla, febbre dengue e Zika." 

"Gravi dolori muscolari con vomito, sintomi gastrointestinali e problemi di sanguinamento possono verificarsi [tre o quattro] giorni dopo l'insorgenza iniziale dei sintomi", avverte il CDC. Mentre alcuni pazienti possono riprendersi dopo una o due settimane, almeno un quinto degli individui con KFD può sperimentare una "seconda ondata di sintomi" che include tremori.

Fatti veloci su KFD

  • Kyasanur Forest Disease (KFD), o febbre da scimmia, è una malattia emorragica infettiva  che si diffonde alle scimmie e all'uomo.
  • La malattia è causata da un virus altamente patogeno chiamato virus KFD (KFDV).
  • KFDV è di origine zoonotica, il che significa che proviene da animali.
  • KFDV è spesso trasmessa dalla zecca infettiva Haemaphysalis spinigera .
  • Una volta morso, "[r]oditori, toporagni, scimmie e uccelli" diffonderanno il virus.
  • KFDV spesso prende di mira scimmie come il langur ( Semnopithecus entellus , precedentemente classificato Presbytis entellus ) e la scimmia del cofano ( Macaca radiata ).
  • Nel 1955, un numero elevato di morti di scimmie furono registrate nella regione della foresta di Kyasanur, nel distretto di Shimoga, nello stato del Karnataka, nell'India meridionale.
  • La prima stagione epidemica di KFD tra gli umani fu osservata da gennaio a maggio 1956, quando quattro villaggi furono colpiti dal virus.
  • Nel 1957, KFD si era diffuso in oltre 20 villaggi in India.
  • Nel 2003 aveva colpito oltre 70 villaggi in quattro distretti adiacenti a Shimoga nel Karnataka occidentale.
  • Dal 2012, KFD si era diffuso in nuove aree oltre la regione endemica centrale del Karnataka. Sono state identificate nuove infezioni umane nel distretto di Chamarajanagara nel Karnataka, nel distretto di Nilgiri nel Tamil Nadu e nei distretti Wayanad e Malappuram del Kerala.
Puoi saperne di più su altre scoperte su malattie pericolose e su come prevenirle su Outbreak.news .

Le fonti includono:






macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento