Per sostenere questo blog clicca sulle pubblicità correlate e certificate. Grazie



IpCeI-Pagina-Facebook

martedì 4 dicembre 2018

La Sindrome della morte improvvisa del lattante non ha relazioni con i vaccini??? (IN RISPOSTA ALLE BAGGIANATE SCRITTE DAL DOTTIVENDOLO ROBERTO BURIONI NEL SUO SITO MEDICALFACTS, MA SAREBBE MEGLIO SCRIVERE MEDICALFAKE.)

stampa la pagina


La Sindrome della morte improvvisa del lattante non ha relazioni con i vaccini??? 

(IN RISPOSTA ALLE BAGGIANATE SCRITTE DAL DOTTIVENDOLO ROBERTO BURIONI NEL SUO SITO MEDICALFACTS, MA SAREBBE MEGLIO SCRIVERE MEDICALFAKE.)



Evidenze scientifiche di correlazione tra i vaccini e la SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante)


Secondo Wikipedia, la SIDS (sindrome della morte improvvisa del lattante) è:
nota anche come sindrome della morte improvvisa infantile o morte inaspettata del lattante oppure in terminologia comune “morte in culla” (in inglese Sudden Infant Death Syndrome o SIDS) è un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica.
Si manifesta provocando la morte improvvisa ed inaspettata di un lattante apparentemente sano: la morte resta inspiegata anche dopo l’effettuazione di esami post-mortem. La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita ed è a tutt’oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani.

Notate che viene detto che  è a tutt’oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani.  
E pensare che prima che i programmi vaccinali fossero introdotti c’erano veramente pochi casi .
La probabilità di incidenza della SIDS tende ad aumentare nei tre giorni successivi alla vaccinazione e aumenta anche in base al numero di vaccini che i lattanti ricevono.
Gli stati uniti hanno il più alto piano vaccinale nel mondo sviluppato e hanno anche il maggior tasso di mortalità infantile. Non è un caso.
Di seguito un elenco di studi scientifici  (in inglese) che dimostrano la correlazione tra vaccini e SIDS:

Quasi nessuna SIDS prima dei programmi di vaccinazione. Diagnosi SIDS introdotta nel 1973 (nota 16, pagina 10)
Tra il 1990 e il 1997 sono stati segnalati oltre 600 casi di sindrome da morte improvvisa infantile dopo la vaccinazione.
La vaccinazione nei bambini di età inferiore a 3 mesi è associata ad un aumentato rischio di sindrome della morte improvvisa del lattante.
Correlazione tra il numero di morti infantili e il numero di vaccini
Eventi avversi gravi associati al vaccino contro la pertosse a cellule intere, ad es. Sindrome della morte improvvisa infantile  e encefalopatia, può essere avvenuto in bambini metabolicamente vulnerabili.
La sindrome della morte infantile improvvisa e messa in fase del vaccino DTP possono essere collegati.
Tendenze relative delle ospedalizzazioni e mortalità tra i neonati per il numero di dosi di vaccino e l'età, in base al Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1990-2010.
Il tasso di mortalità per sindrome di morte improvvisa nel periodo compreso tra zero e tre giorni dopo il DTP è stato trovato essere 7,3 volte superiore al periodo di 30 giorni dopo l'immunizzazione.
È stato segnalato un caso di morte infantile improvvisa associata a immunizzazione esavalente.
La vaccinazione contro l'epatite B è stata collegata allo shock anafilattico e alla morte nei neonati.
Nel 1985 dei gemelli hanno ceduto simultaneamente a improvvisi e inaspettati decessi da due a tre ore dopo la vaccinazione con vaccino contro la difterite, il tetano e la pertosse (DTP).
La sindrome della morte infantile improvvisa (SIDS) è stata segnalata subito dopo la vaccinazione esavalente.
La vaccinazione DTP può contribuire alla malattia del tratto urinario e alla sindrome della morte improvvisa del lattante.
Un articolo ben studiato su SIDS e vaccini: 
Questo studio ha mostrato un aumento di 6 volte delle convulsioni febbrili entro 24 ore dalla somministrazione di DTP e un aumento triplo delle convulsioni febbrili dopo l'MMR (che si manifesta dopo 8-14 giorni dopo la vaccinazione). 
I neonati prematuri hanno un rischio maggiore di sepsi e di eventi cardiorespiratori dopo la vaccinazione in terapia intensiva neonatale
Questo studio riporta un significativo aumento dell'incidenza di valutazioni della sepsi, supporto respiratorio e intubazione dopo l'immunizzazione di neonati prematuri in terapia intensiva neonatale. 
I risultati di questo studio confermano ciò che un certo numero di altri studi retrospettivi hanno trovato - che i neonati con basso peso alla nascita sembrano avere un aumento degli eventi cardiorespiratori e delle valutazioni della sepsi dopo la vaccinazione. Il punto di forza di questo studio e ciò che lo rende unico è l'ampia dimensione del campione di bambini nati in gestazione inferiore alle 28 settimane.


Ancora una volta la dimostrazione che i vaccini possono causare danni e perfino anche alla morte.
Haiaty Varotto
Articolo correlati:

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo è stato tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.
Se ti piace questo post ti bastano 3 secondi per condividerlo
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

Nessun commento:

Posta un commento