Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

martedì 6 marzo 2018

La compagnia israeliana ha trapiantato con successo ossa umane cresciute in laboratorio

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
trapianto_ossa_umane_in_laboratorio


Traduzione a cura di Vivere in modo naturale

Decine di milioni di persone rompono le ossa ogni anno, e a molte di quelle che finiscono con ferite croniche, cambia la vita. 
Come sarebbe se una persona ferita potesse semplicemente sostituire un osso che, per dire, era stato schiacciato ed era in gran parte irreparabile?

Bene, potremmo essere sulla punta di un diamante di questa tecnologia, grazie a un'azienda israeliana che ha sviluppato un modo per far crescere le ossa in laboratorio che possono essere trapiantate in un essere umano.

Come riportato da Reuters , la società biotech, Bonus Biogroup, potrebbe presto offrire innesti ossei semiliquidi cresciuti in laboratorio dopo la ricerca e il test - tra cui iniettare il materiale nelle mascelle di 11 persone per riparare la perdita ossea in uno studio clinico in fase iniziale.

I materiali sono stati coltivati ​​in un laboratorio utilizzando le proprie cellule adipose del paziente, quindi sono stati iniettati nei vuoti di ossa problematiche, riempiendoli così. 
Nel corso dei prossimi mesi, la sostanza si è indurita e quindi si è fusa con l'osso esistente per completare la mascella, ha detto la società.

L'annuncio è stato fatto nei giorni scorsi sotto forma di una dichiarazione alla Borsa di Tel Aviv. Inoltre, la società biotech presenterà i suoi risultati alla Conferenza internazionale sulla chirurgia orale e maxillo-facciale in Spagna, secondo quanto riferito da Reuters .
Bonus Biogroup ha dichiarato di aver raccolto $ 14 milioni di finanziamenti, aggiungendo che la società prevede di fare doppio elenco sul Nasdaq all'inizio del 2017.

'Avanti lo proveremo con le ossa lunghe'

"Per la prima volta in tutto il mondo, la ricostruzione del tessuto osseo carente o danneggiato è ottenibile attraverso la crescita di innesti ossei vitali in laboratorio e il trapianto al paziente in una chirurgia mini-invasiva tramite iniezione", ha detto Shai Meretzki, CEO dell'azienda. .

Meretzki ha fondato Pluristem Therapeutics in passato, una società che lavora con cellule staminali e si è trasformata in una delle più avanzate aziende biomediche di Israele.
In un'intervista con Reuters , Ora Burger, vice presidente degli affari regolamentari di Bonus Biogroup, ha dichiarato che tutte le 11 iniezioni di prove cliniche nei pazienti hanno avuto successo.

"Ora condurremo uno studio clinico sugli arti, ossa lunghe", ha detto.

Israel21c ha riferito nel 2013 che l'impianto di 750 metri quadrati della società presso il Matam High Tech Park di Haifa prevede di avere un gruppo di divisioni: un centro di produzione in cui verranno coltivati ​​innesti ossei umani, in modo da fornire all'azienda materiali di sperimentazione clinica; un centro di ricerca e sviluppo per espandere gli usi per gli innesti ossei umani per i trapianti; e un quartier generale in cui le attività di ricerca e sviluppo negli Stati Uniti saranno monitorate e supervisionate.

Nel 2015, quando sono iniziate le prove dell'azienda e mentre i primi risultati positivi erano in streaming, Natural Height Growth ha riferito che prima di Bonus Biogroup, c'erano forse una dozzina di aziende simili su cui si stava lavorando e che avevano avuto successo, ottenendo un osso funzionale dal trapianto di tessuto da prendere.
Ma ciò che ha reso lo sforzo di Israele interessante è che Bonus Biogroup utilizzava stampanti 3D per costruire il materiale di base, e ha anche pianificato di tentare di costruire tessuti a base di osso cartilagineo in futuro.

Questa procedura potrebbe ripristinare la normalità a "piccola gente"?

"Questa è una soluzione migliore per il corpo di plastica o pezzi di metallo" per sostituire la materia ossea, ha detto Meretzki. 
Le sostanze coltivate in laboratorio sono "ossa vive che possono crescere, rimodellare e cambiare come fa il tuo corpo".
Ciò significa anche nei bambini piccoli, quando gli innesti ossei vengono inseriti chirurgicamente, si regolano e crescono come avrebbero fatto le ossa normali.
In teoria, comunque, che è la fase successiva di test e ricerca: ottenere il materiale osseo iniettato per crescere in gambe e braccia che sono stati danneggiati da un trauma o naturalmente rachitici alla nascita.

Si parla anche di usare il materiale negli uomini e nelle donne i cui corpi non sono mai cresciuti normalmente, quello che alcune persone chiamavano "gnomo" o "nano", ma che ora si riferiscono semplicemente a "piccole persone". 
Se questa procedura può essere perfezionata, non solo può riparare le ossa gravemente danneggiate, ma potrebbe anche riportare queste piccole persone ad altezze più tipiche, dicono alcuni esperti.

fonti:
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

lunedì 5 marzo 2018

Tessuto osseo umano cresciuto dalle cellule di grasso di un paziente in un laboratorio, quindi impiantato per finire di crescere all'interno del corpo del paziente

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
tessuto_osseo_umano_cresce_dalle_cellule_di_grasso


Tradotto da Vivere in modo naturale
Tratto da  www.naturalnews.com

Grazie ad una straordinaria procedura medica, un uomo è sulla strada per riprendersi da una frattura della tibia con un innesto osseo creato dalle sue stesse cellule adipose
Questo non è un lavoro di fantascienza; è il risultato degli sforzi compiuti da Bonus BioGroup, un'azienda biomedica israeliana.

Secondo TimesOfIsrael.com , un incidente stradale ha lasciato il paziente, Danny, con una tibia gravemente danneggiata. 
Passando attraverso la procedura medica standard di averlo fissato con barre di metallo si è conclusa con lui con una fessura di cinque centimetri nella sua tibia. 
Al paziente è stata data la scelta tra un frammento osseo artificiale o una procedura di guarigione ossea poiché l'osso non era in grado di guarire se stesso. 
Fu allora che intervenne Bonus BioGroup.

Le cellule di grasso estratte dal paziente sono state separate e coltivate su un'impalcatura biodegradabile. 
Nel giro di due settimane, il minuto, le particelle ossee viventi si erano trasformate in un innesto osseo iniettabile che è stato trapiantato nel corpo di Danny. 
Come per il professor Nimrod Rozen, capo della procedura chirurgica, la parte mancante dell'osso ricrescerebbe in sei settimane grazie alle particelle di osso unite tra loro per costruire un osso completamente funzionante. 
Quando ciò accade, la tibia sarà in grado di funzionare correttamente e permettere a Danny di camminare ancora una volta.

"Questo intervento è veramente fantascientifico, cambia l'intero gioco in ortopedia. 
ha aggiunto Rozen. 


Poco dopo aver ricevuto l'innesto, Danny dichiarò di aver fiducia nei medici e confidò che la procedura fosse un successo. "Sono sicuro che hanno fatto un buon lavoro e spero che in poche settimane sarò di nuovo in grado di stare di nuovo in piedi", ha detto Danny nel momento in cui è stato intervistato.

Poiché l'innesto è stato effettuato dalle cellule del paziente stesso, c'è una sottile possibilità che il suo corpo rigetti l'innesto post-iniezione e causi a Danny una grave reazione immunitaria. 
Come tale, Rozen crede che le possibilità dell'intervento vadano oltre quelle delle ossa fratturate. 
I malati di cancro che hanno avuto amputazioni, gli anziani che lottano con l'osteoporosi e persino i bambini nati con palatoschisi possono trarne beneficio, così come quelli con nanismo.

"In ogni intervento chirurgico posso aggiungere dieci centimetri e può essere ripetuto più volte. Questo può cambiare l'autostima di molte persone ", ha spiegato Rozen.

Inoltre, il trattamento potrebbe rappresentare un'alternativa più economica rispetto all'attuale procedura di ricrescita ossea, un'operazione che può costare fino a $ 90.000. 
Oltre al suo prezzo, il trattamento attuale presenta ulteriori problemi che includono un lungo processo di recupero e un tasso di successo non perfetto.

Il trattamento di Danny fa parte di una sperimentazione clinica in corso che dovrebbe comprendere 60 operazioni e pazienti con problemi ortopedici e cranici. 
Dopo questo processo, un altro verrà condotto con più partecipanti. 

Quando l'ultima sperimentazione giunge a conclusione e ottiene l'approvazione dalla FDA ( Food and Drug Administration ) statunitense, il fondatore CEO di Bonus BioGroup, il dott. Shai Meretzki, stima che il trattamento potrebbe essere sul mercato entro tre o quattro anni .

Da qui, l'azienda progetta di espandere la propria copertura per rigenerare la cartilagine e il grasso. 
Essere in grado di produrre cartilagini darebbe all'azienda la capacità di mettere fuori "pezzi di ricambio" e curare gomiti, spalle, fianchi e ginocchia. 
Nel frattempo, l'obiettivo della rigenerazione dei grassi è quello di aiutare i pazienti a sostituire le loro protesi mammarie al silicio con il proprio grasso.

Se desideri leggere le procedure più radicali o le innovazioni nel mondo della medicina, non esitare a visitare Medicine.news oggi.

Le fonti includono:
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

domenica 4 marzo 2018

Il nuovo braccialetto di guarigione del cervello utilizza la vibrazione per aiutare le vittime di ictus a recuperare più velocemente.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
braccialetto_therabracelet_guarigione_ictus


Traduzione a cura di Vivere in modo naturale
tratto da: www.naturalnews.com

Un nuovo braccialetto di guarigione del cervello che utilizza la vibrazione viene utilizzato per accelerare il recupero delle vittime di ictus . 
Conosciuto come TheraBracelet, il nuovo dispositivo è stato sviluppato da un gruppo di scienziati dell'Università del Wisconsin-Milwaukee .

Gli scienziati hanno testato il dispositivo su 10 individui e hanno scoperto che l'applicazione delle vibrazioni al polso ha immediatamente aumentato la sensazione di contatto. 
Inoltre, quando veniva usato su persone sane, il braccialetto aumentava la presa e la sensibilità media subito. 
I risultati indicano che il dispositivo non è solo un beneficio per i pazienti colpiti da ictus, ma anche per le persone sane. 
Il deterioramento della sensazione deriva dall'invecchiamento, che può rendere un individuo goffo.

"A mano a mano che le persone invecchiano, è necessaria una maggiore pressione per sentire il tatto", hanno detto gli scienziati. "Molte persone confondono la sensazione ridotta e la perdita di abilità motorie come goffaggine, ma in realtà sono aumentate le loro soglie di sensibilità per il tatto".

Subito dopo un ictus, nove persone su 10 hanno sofferto di qualche forma di paralisi, causata da danni alla parte del cervello che invia segnali elettrici attraverso il sistema nervoso per far muovere i muscoli. 
La paralisi si verifica in genere sul lato del corpo opposto al lato del cervello che è stato colpito da un ictus. 
Uno degli effetti più comuni è la paralisi o la debolezza della mano, che ostacola seriamente il movimento e l'indipendenza. 

Secondo l' Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ogni anno in tutto il mondo 15 milioni di persone soffrono di ictus . 
Di questi, cinque milioni muoiono, mentre altri cinque milioni sono permanentemente paralizzati.

Il dispositivo dovrebbe essere indossato per un minimo di otto ore al giorno. 
Invia vibrazioni che non possono essere percepite, ma possono essere rilevate dal cervello. 
Le vibrazioni stimolano i nervi per aumentare la sensazione tattile, che a sua volta può aiutare a riportare il movimento. 
TheraBracelet funziona aumentando la capacità del corpo di percepire il tatto, che è simile a un apparecchio acustico che amplifica il suono e gli occhiali che migliorano la vista. 

Riattiva i nervi che controllano i muscoli deboli o paralizzati, aumentando i segnali dai nervi attraverso vibrazioni impercettibili alla pelle, un principio noto come risonanza stocastica. 
Insieme con la fisioterapia e gli esercizi a mano, il dispositivo potrebbe accelerare il recupero.

Un altro studio è condotto dalla Medical University of South Carolina che coinvolge 20 pazienti con ictus. 
Tra i pazienti, 10 indosseranno un dispositivo attivo, mentre i braccialetti dei restanti partecipanti verranno disattivati. Indosseranno il dispositivo per un minimo di otto ore al giorno in un mese, quindi i risultati saranno confrontati.


I sensori indossabili possono accelerare il recupero nei pazienti colpiti da ictus

Continuano a essere sviluppati metodi tecnologici per aiutare ad accelerare il recupero dei pazienti colpiti da ictus. (Correlato: dopo un ictus, l'esercizio cerebrale è fondamentale: l'allenamento con la realtà virtuale si è rivelato una terapia supplementare efficace per recuperare i movimenti ).


I sensori trasmetteranno continuamente informazioni ai medici, che potrebbero consentire loro di osservare più da vicino l'efficienza della loro assistenza.

"È quasi meccanicamente impercettibile per il paziente che indossa il dispositivo", ha detto John Rogers, uno degli sviluppatori dei sensori.

La tecnologia di mettere i sensori sul corpo consente inoltre a un individuo di incorporare tutti i tipi di funzionalità avanzate dei sensori, capacità di calcolo dei microprocessori, alimentatori e WiFi in questa piattaforma davvero insolita, secondo Rogers. 
I sensori possono determinare quali gruppi muscolari lavorano o no e indicare le aree interessate dall'ictus. 
Inoltre, i sensori possono identificare terapie per migliorare in particolare questi problemi.
Se desideri leggere altre notizie e studi su varie altre invenzioni,  vai su Invenzioni.news .

Le fonti includono:
Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

http://vivereinmodonaturale.blogspot.com/2018/03/il-nuovo-braccialetto-di-guarigione-del.html
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Isotopi radioattivi di plutonio sfuggiti alla zona di demolizione in un impianto di fabbricazione di bombe; i lavoratori risultano positivi all'esposizione.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
plutonio_lavoratori_positivi_alla_esposizione


Traduzione a cura di Vivere in modo naturale
tratto da: www.naturalnews.com

La copertura di notizie su un recente incidente ad Hanford in cui è avvenuto un lavoro di demolizione estremamente pericoloso è stato abbondante, ma nessun operaio che era sul posto quando è successo, è venuto a condividere la loro storia con la stampa. Fino ad ora, è cosi.

Per la prima volta, un lavoratore di Hanford - sotto la promessa di anonimato - si è fatto avanti con dettagli su ciò che è accaduto in quel momento e su ciò che sta accadendo ora, dopo un test positivo per l'inalazione dell'isotopo nucleare potenzialmente letale del plutonio

Questo è in base alle notizie ufficiali che citano il lavoratore dicendo:

 "Sono incazzato. Ho paura, come tutti noi, che prima o poi finirà che mi morderà il cancro. "

Il lavoratore era solo uno su centinaia che lavorava al Plutonium Fishing Plant (PFP) di Hanford circa otto mesi fa. 
Una volta che sono stati tutti testati dopo l'incidente di demolizione, è stato scoperto che 31 di loro avevano inalato il plutonio, secondo un rapporto. 
Un esperto di materiali radioattivi e i suoi effetti sul corpo hanno affermato che i lavoratori potrebbero avere a che fare con le conseguenze di ciò che è accaduto per il resto della loro vita.
Secondo la dott.ssa Erica Liebelt, tossicologa e direttore esecutivo sanitario del Washington Poison Center, il plutonio probabilmente rimarrà con gli operai e finirà per causare ogni sorta di malattie in futuro. 
"Il plutonio andrà alle ossa e siederà lì per molto, molto tempo", ha detto. "I tuoi rischi sono il cancro ai polmoni, il cancro del fegato e il cancro alle ossa. È lì che il plutonio si dirige nel corpo. "

Il rapporto sull'incidente di Hanford affermava che il PFP era una delle principali fonti di bottoni di plutonio, che si dice sia un componente chiave della costruzione di testate nucleari prodotte durante la Guerra Fredda. 
Una volta finita la guerra, gli edifici in cui erano stati fatti i bottoni di plutonio non erano più necessari e venivano lasciati contenenti le strutture radioattive più letali dell'intera riserva di Hanford.
I conti ufficiali dicono che la diffusione del plutonio è riuscita a farcela sulle auto. 
Una delle auto trovate sul sito apparteneva al lavoratore contaminato che si fece avanti. 
A questo punto, sarà difficile capire esattamente quanto del materiale radioattivo è stato trasportato fuori dal sito e dove sia andato. 

"Siamo saliti sulle nostre macchine e siamo andati a casa dalle nostre famiglie", disse l'operaio. "Abbiamo abbracciato le nostre mogli, i nostri figli, i nostri nipoti e fatto le nostre abitudini quotidiane, quindi non sappiamo cosa abbiamo portato."

Secondo Alex Smith, il regolatore di alto livello per lo stato di Washington dal Dipartimento di Ecologia, queste circostanze hanno reso l'incidente un problema a livello statale.

"Una volta che hai una contaminazione che sale sulle macchine dei party privati ​​e poi viene cacciata dal sito di Hanford, è una grande preoccupazione per noi", ha detto.

È particolarmente preoccupato per la possibilità di contaminare aree che potrebbero interessare rapidamente migliaia di persone. "Se si ottiene una diffusione aerea di contaminazione, si rischia di contaminare fiumi, prodotti agricoli e terre (e persone) assolutamente", ha aggiunto.

 "Quindi vogliamo essere sicuri che stiamo cercando di controllare su tutto ciò nel modo in cui possiamo."

Il lavoro relativo alla pulizia è tutt'altro che finito, ma in questo momento il problema più grande è assicurarsi che i lavoratori contaminati siano attrezzati per affrontare i risultati probabili . Da parte sua, il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti sta cercando di impiegare un notevole sforzo per aiutare. 
In una nota si dice che il loro unico obiettivo è interamente dedicato alla salute e alla sicurezza della forza lavoro. 
Tuttavia, sulla base del racconto del lavoratore che si è fatto avanti e del fatto che diverse dozzine di persone sono risultate positive alla contaminazione, è chiaro che potrebbero fare un lavoro migliore.
Tieni traccia degli incidenti di inquinamento nucleare su Nuclear.news .

Le fonti includono:

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

http://vivereinmodonaturale.blogspot.com/2018/03/isotopi-radioattivi-di-plutonio.html
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina