Vivere in modo naturale: Le agenzie sanitarie governative traggono enormi profitti dai vaccini - Gardasil il primo

Iscriviti alla Newsletter

giovedì 13 giugno 2019

Le agenzie sanitarie governative traggono enormi profitti dai vaccini - Gardasil il primo

stampa la pagina


Close Ties and Financial Entanglements: il mercato dei vaccini garantito da CDC

Tratto  da Vaccineimpact.com 

Traduzione Vivereinmodonaturale.com 

Il comitato consultivo dei centri per le vaccinazioni e il controllo delle malattie (CDC) sulle pratiche di immunizzazione (ACIP) ha emesso raccomandazioni vaccinali annuali per la popolazione civile statunitense dal 1995.


ACIP lavora in collaborazione con importanti organizzazioni del settore medico come l'American Academy of Pediatrics (AAP), l'American Academy of Family Physicians (AAFP), l'American College of Physicians (ACP) e l'American College of Obstetricians and Gynecologists (ACOG).


Il ruolino de membri di ACIP nel settore dell'industria si legge come un "chi è chi" degli individui e delle organizzazioni che guidano il business dei vaccini della nazione: quindici membri votanti provenienti da importanti scuole di medicina, ospedali per bambini e università; otto membri ex officio di agenzie federali come la FDA e il Dipartimento della Difesa (DOD); e trenta rappresentanti senza diritto di voto che fungono da collegamento con entità che vanno da Sanofi a Cigna e Planned Parenthood (essendo quest'ultimo un importante promotore e fornitore di vaccini HPV).

Una rete aggrovigliata

I conflitti d'interesse di lunga data che tengono i membri ACIP prigionieri degli interessi dell'industria farmaceutica sono ben noti e ben documentati. Nei primi anni 2000, un'inchiesta di quattro mesi di United Press International (UPI) ha identificato " una rete di stretti legami " e intese finanziarie tra i membri di ACIP e le società di vaccini, tra cui:
  • Condividere i brevetti sui vaccini
  • Possedere azioni di società di vaccini
  • Ottenere finanziamenti o fondi per la ricerca per monitorare i test sui vaccini
  • Ricevere finanziamenti per dipartimenti o appuntamenti accademici
Nel 2003, il deputato Dan Burton descrisse il " paradosso " del CDC
"Permettono abitualmente [ing] scienziati con evidenti conflitti di interesse di servire su autorevoli comitati consultivi che formulano raccomandazioni su nuovi vaccini, nonché su questioni politiche", anche se "questi stessi scienziati hanno legami finanziari, affiliazioni accademiche e altri interessi acquisiti i prodotti e le società per le quali dovrebbero fornire una supervisione imparziale. "
Secondo la Legge sul comitato consultivo federale (FACA), le persone nominate all'ACIP devono presentare un modulo di Deontologia dell'amministrazione pubblica e aggiornare annualmente un rapporto di informativa finanziaria. Si prevede inoltre che i membri votanti pubblichino "tutti gli interessi e il lavoro relativi ai vaccini" all'inizio di ogni riunione dell'ACIP.
Tuttavia, il CDC si è dimostrato troppo disposto a emettere deroghe per conflitti di interesse solo se accerta (come fa di routine) che
"La necessità dei servizi individuali supera il potenziale di conflitto di interesse creato dagli interessi finanziari coinvolti".
Secondo un'indagine condotta dalla commissione per la riforma del governo nel 2000, il CDC non solo concede spesso deroghe, ma guarda anche dall'altra parte quando i membri di ACIP forniscono informazioni finanziarie incomplete.
Inoltre, una scappatoia consente di svolgere una considerevole mole di lavoro ACIP in gruppi di lavoro i cui membri sono esenti dai requisiti procedurali di conflitto di interessi del FACA, anche se i gruppi di lavoro "svolgono un ruolo scientifico fondamentale a sostegno dello sviluppo della politica vaccinale. ”

biglietto d'Oro

Dopo che ACIP ha fatto i suoi consigli sul vaccino, il CDC li pubblica nel rapporto settimanale Morbidity and Mortality .
Le raccomandazioni (nelle stesse parole dei funzionari del CDC) "hanno [un] impatto maggiore sulle politiche e le pratiche di immunizzazione negli Stati Uniti e in altri paesi".
Detto in altro modo, "imprimatur" di ACIP è un " biglietto d'oro " per i produttori di vaccini. I vaccini sul programma del CDC diventano praticamente obbligatori per i bambini americani che frequentano una "scuola elementare pubblica o privata, scuola media o secondaria, asilo nido, scuola materna, asilo nido familiare o centro di sviluppo".
Le esenzioni di vaccini sono attualmente disponibili a vari livelli in 47 stati per motivi medici, religiosi o filosofici. Riflettendo le crescenti preoccupazioni dell'opinione pubblica sulla sicurezza dei vaccini, l'uso di esenzioni non mediche è aumentato del 19% dal 2009 al 2013.
Tuttavia, tutti e tre i tipi di esenzioni sono sotto attacco aggressivo . Supportato da lobbisti dell'industria farmaceutica e da editti CDC, 12 delle 13 fatture relative alle esenzioni firmate in legge tra il 2011 e il 2017 "limitavano la capacità di esentare", erigendo maggiori barriere legali per i genitori interessati.
Nell'ambito del contesto di non responsabilità della legge sul vaccino contro l'infanzia del 1986 (NCVIA), il CDC e l'ACIP hanno svolto un ruolo importante nell'aprire le porte della drammatica espansione del programma di vaccinazione infantile.
All'inizio degli anni '80, i bambini ricevevano tre vaccini per sette malattie: due vaccini combinati (difterite-tetano-pertosse e morbillo-parotite-rosolia) e un vaccino antipolio, per un totale di due dozzine di dosi all'età di 18 anni.
Nel decennio successivo al 1989 (a partire dall'implementazione del NCVIA), il CDC ha confezionato più dosi di diversi altri vaccini sul programma infantile, inclusi quelli per Haemophilus influenzae tipo b (Hib), epatite B (il giorno di nascita) e varicella (varicella), così come un vaccino contro il rotavirus (ritirato un anno dopo la sua introduzione).
Successivamente, nel primo decennio degli anni 2000, il CDC raccomandò una quantità ancora maggiore di nuovi vaccini, andando oltre non solo i bambini ma anche gli adolescenti e gli adulti: epatite A, papillomavirus umano (HPV), coniugato meningococco, coniugato pneumococcico, rotavirus (di nuovo ) e zoster (fuoco di Sant'Antonio), insieme a un adulto tetano-difterite-pertosse booster (Tdap) e una massiccia espansione delle raccomandazioni del vaccino contro l'influenza per tutte le età.
Allo stato attuale, il programma vaccinale dell'infanzia richiede circa sei dozzine di dosi fino ai 18 anni per sedici malattie .

Profitti e brevetti

Il CDC è uno dei principali attori nel mercato dei vaccini, compra la metà di tutti i vaccini per l' infanzia negli Stati Uniti e poi li vende ad agenzie sanitarie contratte attraverso il programma Vaccines for Children (VFC), che spinge vaccini gratuiti ea basso costo su bambini indigenti .
Negli ultimi trent'anni, gli acquisti di vaccini del CDC sono aumentati di 15 volte, in quanto il costo medio di vaccinare completamente un bambino fino all'età di 18 anni è passato da $ 100 a $ 2192, mentre le società di vaccini hanno raccolto i profitti.
Il coinvolgimento dell'agenzia con i produttori di vaccini si estende anche a brevetti, accordi di licenza e collaborazione su progetti per lo sviluppo di nuovi vaccini.
In effetti, il CDC e il National Institutes of Health (NIH) traggono profitto dalla proprietà o dalla comproprietà con i partner del settore privato dei brevetti relativi ai vaccini.
Un'analisi del 2017 dei risultati di Google Patents ha mostrato che il CDC conteneva 56 brevetti relativi a vari aspetti dello sviluppo, della produzione, della somministrazione e dei coadiuvanti dei vaccini.
Entro maggio 2019, i termini di ricerca "Centri per vaccini di controllo e prevenzione delle malattie" hanno recuperato 143 risultati nel motore di ricerca di Brevetti di Google, e un sito web legale separato ha mostrato 10 schermate di brevetti CDC, sia relativi a vaccini che a non vaccini.
L'autore dell'analisi 2017 suggerisce che l'elevato numero di brevetti detenuti dal CDC
"Merita una revisione approfondita per determinare esattamente quali sono le attuali relazioni finanziarie con i produttori di vaccini e quali ... l'attuale impatto di tali flussi di entrate potrebbe avere sulle posizioni di sicurezza dei vaccini".
Al NIH, l'influenza sulla politica dei brevetti e delle licenze che generano profitto giustifica un simile controllo.
Secondo un rapporto approfondito, perché "NIH finanzia spesso la ricerca con risultati commercialmente validi", quando NIH brevetta le sue invenzioni, i brevetti diventano " preziose proprietà commerciali " per il Dipartimento di Salute e Servizi Umani (HHS), il proprietario dei brevetti .
Nel 2006, i ricercatori hanno descritto i partner commerciali come
"Essenziale per il ruolo del NIH di contribuire a facilitare la formazione di nuovi prodotti sanitari per il pubblico".
Alcune delle tecnologie chiave alla base dello sviluppo dei vaccini HPV Gardasil e Cervarix sono emerse da una ricerca brevettata dal National Cancer Institute (NCI) del NIH, che ha poi concesso in licenza la tecnologia a Merck, MedImmune e GlaxoSmithKline.
Entro il 2009, le licenze HPV sono diventate il principale generatore di royalties di NIH.
Gardasil è
"Forse l'esempio principale di una nuova forma di autoaffermazione governativa non vincolata , in accordi in cui [HHS] può trasferire tecnologia a partner farmaceutici, [e] contemporaneamente approvare e proteggere le licenze tecnologiche dei loro partner e allo stesso tempo prendere un taglio dei profitti “.
Sembra dubbio che le agenzie possano rimanere imparziali di fronte a questi profitti.

Comprendiamo quanto sia importante la condivisione in ogni modo e in ogni dove visti gli argomenti trattati, ma preghiamo gli altri blogger che la riproduzione venga attuata senza che l'articolo sia modificato in nessuna parte, indicando l'autore e il link attivo a questo sito visto che l'articolo alle volte è tradotto dai nostri collaboratori. Grazie per l'attenzione, dallo staff di Vivereinmodonaturale.com che per ragioni di sicurezza preferisce rimanere anonimo.

https://www.vivereinmodonaturale.com/2019/06/le-agenzie-sanitarie-governative.html
stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento