Iscriviti alla Newsletter

Cerca nel blog

sabato 29 giugno 2019

Morbillo: più di 1 bambino su 4 viene colpito dal vaccino contro il morbillo sviluppando ancora il morbillo. Ecco gli studi.

stampa la pagina



Lo sapevate che la Cina ha avuto più di 700 epidemie di morbillo tra il 2009 e il 2012, nonostante il fatto che oltre il 99 per cento della popolazione del paese comunista sia completamente vaccinata in conformità con i mandati governativi? Questo perché il vaccino contenente il morbillo (MCV), nel caso in cui non lo sapessi, in realtà non funziona .


Un nuovo studio pionieristico pubblicato sulla rivista peer-reviewed Vaccine ha rilevato che, (nonostante le autorità sanitarie affermino il contrario) che i vaccini contro il morbillo non forniscono una vera protezione contro il morbillo, né contribuiscono alla mitica fiaba dell'immunità di gregge, perché dovrebbero proteggere tutti in una comunità vaccinata contro il morbillo, perché la maggior parte delle persone è vaccinata.


Intitolato "Valutare il fallimento del vaccino contro il morbillo a Tianjin, in Cina", lo studio ha esaminato bambini cinesi di età compresa tra otto mesi e 19 anni, il 97% dei quali riceve sia la prima che la seconda dose di MCV. Scoprirono che, nonostante ricevessero il vaccino, molti di questi bambini sviluppavano ancora il morbillo.

Uno scioccante 25 percento o più dei casi di morbillo analizzati come parte dello studio si è verificato nei bambini che avevano "ricevuto 1 dose (di MCV) prima di contrarre la malattia", che ha portato i ricercatori a concludere "che un vaccino è insufficiente".
Ma più di un vaccino è risultato insufficiente, poiché "un numero considerevole di coloro che avevano contratto il morbillo avevano ricevuto almeno una dose di MCV" (la nostra enfasi sulla parte "almeno" di questa affermazione).

"Sebbene il tempo alla diagnosi successiva alla vaccinazione aumenti con il ricevimento di ciascuna dose successiva di vaccino contro il morbillo, il fatto che l'8,5% dei casi nel set di dati di sorveglianza e il 26% nelle serie di casi abbia contratto il morbillo nonostante due o più dosi di MCV è sorprendente, "Lo studio ha continuato a spiegare.
In altre parole, più di uno su quattro bambini cinesi che ricevono due o più dosi di vaccino contro il morbillo ancora finiscono per sviluppare il morbillo, secondo questo studio.
Per ulteriori notizie relative ai vaccini, assicurati di controllare Vaccines.news .

Dimentica l'idea che i vaccini di "richiamo" aumentano l'immunità - questo studio dimostra che non lo fanno

Il più grande da asporto di questo studio, oltre al fatto che dimostra che due o più dosi di vaccino contro il morbillo hanno ancora un tasso di fallimento almeno del 26%, è l'altro fatto che ottenere i cosiddetti vaccini di "richiamo" è una completa perdita di tempo perché non funziona.
Anche se il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) degli Stati Uniti afferma che "le dosi di vaccino MMR sono circa il 97% efficaci nel prevenire il morbillo", questo studio cinese dimostra definitivamente che si tratta di una bugia dal volto calvo.

Sappiamo anche che si tratta di una menzogna basata su ciò che è stato rivelato dopo l'infame epidemia di morbillo di Disneyland, principalmente sono stati vaccinati bambini responsabili di scatenare e di diffondere il morbillo ad altri bambini attraverso il vaccino "spargimento".

E 'stato più di recente dimostrato che Merck & Co. di vaccino MMR per il morbillo, parotite e rosolia è stata anche la causa di un'epidemia di morbillo nel New Hampshire, un po' scomodo il fatto che ha spinto i funzionari lì per fermare un intervento di sanità pubblica previsto che presumibilmente coinvolge a  spingere i genitori ad avere i loro figli vaccinati con MMR, o ri-vaccinati con un richiamo MMR.

"Chiaramente, un tasso di fallimento del 26 per cento in coloro che ricevono due o più vaccini contenenti morbillo non è solo sorprendente, ma dimostra come il mito attuale che la ricezione del vaccino contro il morbillo (compresi i" moltiplicatori ") equivalga a un'immunità in buona fede ( o qualsiasi altro vaccino, per quella materia) non è più sostenibile, come giudicato dalle prove stesse, specialmente in considerazione di una lunga storia registrata di epidemie di morbillo in popolazioni altamente vaccinate ", spiega GreenMedInfo .

"Nessuna quantità di ignoranza storica cancellerà il fatto che la vaccinazione non è uguale alla vaccinazione; l'antigenicità non equivale all'immunogenicità ".

Leggi il sito MeaslesNews.com per ulteriori notizie sul morbillo e sul vaccino MMR.

stampa la pagina

Nessun commento:

Posta un commento