Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 7 marzo 2020

Frank Plummer - Scienziato canadese chiave dell'indagine sul coronavirus assassinato in Africa?

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti



Frank Plummer Winnipeg Lab Scientist Working On Coronavirus Assassinated
Frank Plummer - Scienziato canadese chiave dell'indagine sul coronavirus assassinato in Africa?

In una svolta molto strana di eventi, il famoso scienziato Frank Plummer che ha ricevuto il campione di coronavirus della SARS saudita e stava lavorando al vaccino contro il coronavirus (HIV) nel laboratorio canadese con sede a Winnipeg, da dove il virus è stato contrabbandato da agenti cinesi di guerra biologica e armato come rivelato dall'indagine di GreatGameIndia , è morto in condizioni misteriose. Frank Plummer era la chiave del caso di spionaggio biologico cinese presso il National Microbiology Laboratory di Winnipeg.



Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com
Tratto da: Greatgameindia.com
Secondo CBC , Plummer, 67 anni, era in Kenya, dove era uno dei relatori principali della riunione annuale del centro collaborativo dell'Università di Nairobi per la ricerca e la formazione sull'HIV / AIDS / IST.
Il dottor Larry Gelmon, che ha contribuito a organizzare quell'incontro, ha detto che Plummer è crollato ed è stato portato in ospedale a Nairobi, dove è stato dichiarato morto all'arrivo.
Nessuna causa confermata di morte è stata ancora rilasciata.
Plummer è nato e cresciuto a Winnipeg, dove ha diretto il National Microbiology Laboratory canadese per diversi anni.
È stato anche coinvolto in un innovativo partenariato di ricerca tra l'Università di Manitoba e l'Università di Nairobi, fondata prima che il mondo fosse molto consapevole dell'HIV / AIDS.
"Ha contribuito a identificare molti dei fattori chiave che sono coinvolti nella trasmissione dell'HIV nei primi tempi", ha dichiarato Keith Fowke, professore nel dipartimento di microbiologia medica e malattie infettive dell'Università di Manitoba.
"Era così fiducioso di essere sulla strada che sarebbe finita con la scoperta del vaccino contro l'HIV - la strada che aveva iniziato quasi 30 anni fa", ha detto il collega Plummer, il dott. Allan Ronald.
Ciò che non è menzionato nel rapporto della CBC è che Plummer ha lavorato nello stesso National Microbiology Laboratory (NML) a Winnipeg, in Canada, dove l'agente cinese di Biowarfare Xiangguo Qiu e i suoi colleghi hanno portato clandestinamente il SARS Coronavirus all'Istituto di Virologia cinese di Wuhan dove si ritiene che è stato armato e trapelato.


Articoli correlati: 


La Cina ha rubato il coronavirus dal Canada e lo ha armato?
https://www.vivereinmodonaturale.com/2020/02/la-cina-ha-rubato-il-coronavirus-dal-canada-e-lo-hanno-armato.html

Il coronavirus è un'arma biologica fabbricata che le spie cinesi hanno rubato dal Canada?
https://www.vivereinmodonaturale.com/2020/01/il-coronavirus-e-unarma-biologica-fabbricata-che-spie-cinesi-hanno-rubato-dal-canada.html



Infatti, come riportato da GreatGameIndia nel nostro rapporto esclusivo sul Coronavirus Bioweapon , il direttore scientifico Frank Plummer è stato colui che ha acquisito il campione di SARS Coronavirus del paziente saudita presso l'NML Winnipeg Lab da Ron Fouchier, uno dei principali virologi dell'Erasmus Medical Center (EMC ) a Rotterdam, Paesi Bassi, a cui è stato inviato il virus dal virologo egiziano Dr. Ali Mohamed Zaki che ha isolato e identificato un tipo di Coronavirus precedentemente sconosciuto dai polmoni del paziente saudita.
Fouchier ha sequenziato il virus da un campione inviato da Zaki usando un metodo ad ampio spettro di reazione a catena della polimerasi in tempo reale "pan-coronavirus" (RT-PCR) per testare le caratteristiche distintive di un certo numero di coronavirus noti per infettare l'uomo.
Questo  campione di Coronavirus è arrivato alla struttura canadese NML Winnipeg il 4 maggio 2013 dal laboratorio olandese ricevuto da Frank Plummer . Il laboratorio canadese è cresciuto delle scorte del virus e lo ha utilizzato per valutare i test diagnostici utilizzati in Canada. Gli scienziati di Winnipeg hanno lavorato per vedere quali specie animali possono essere infettate dal nuovo virus.
La ricerca è stata condotta in collaborazione con il laboratorio nazionale della Canadian Food Inspection Agency, il National Center for Foreign Animal Diseases, che si trova nello stesso complesso del National Microbiology Laboratory.
Questo laboratorio canadese con sede a Winnipeg è  stato preso di mira da agenti cinesi  in quello che potrebbe essere definito come  spionaggio biologicoSecondo quanto riferito, i virus sono stati rubati dal laboratorio canadese dall'agente cinese di Biowarfare Xiangguo Qiu e dai suoi colleghi e sono stati introdotti clandestinamente in nessun altro modo che nel Wuhan Institute of Virology dove si ritiene che il virus sia stato armato e trapelato.
Inoltre, Frank Plummer stava anche lavorando al vaccino contro l'HIV e un interessante studio pubblicato recentemente è stato che scienziati indiani hanno scoperto iniezioni simili all'HIV nel Coronavirus di Wuhan, la chiave che ha reso possibile il salto alle persone. Gli scienziati indiani sono stati oggetto di massicce critiche online da parte degli esperti dei social media e sono stati costretti a ritirare il loro studio, per rappresaglia, ora le autorità indiane hanno avviato un'indagine contro il Wuhan Institute of Virology cinese . Anche se va notato che ora la Cina ha iniziato a usare il vaccino contro l'HIV per curare il coronavirus .
Frank Plummer è stata la chiave dell'intera indagine sulle origini dell'arma biologica del Coronavirus . Ma il governo canadese aprirà un'indagine in merito? A differenza delle loro controparti americane che hanno accusato gli agenti cinesi di guerra biologica che cercavano di contrabbandare virus mortali dall'Università di Harvard, i dettagli dell'indagine canadese sul caso dello spionaggio biologico di Winnipeg sono avvolti nel segreto.
    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    stampa la pagina

    venerdì 6 marzo 2020

    DR.SSA THERESA DEISHER: L'IMPROVVISO INCREMENTO DELL'AUTISMO CORRISPONDE ALL'INTRODUZIONE DI VACCINI CHE UTILIZZANO CELLULE UMANE FETALI ABORTIVE!

    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    • Si continua a discutere sull’incremento dei casi di autismo e sulla sua correlazione con frammenti di DNA umano.
    • Gli scienziati del Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI) hanno trovato che l’aumento nella diffusione dell’autismo corrisponde all’introduzione di vaccini che utilizzano cellule umane fetali abortive e contaminanti retrovirali.
    • la Dr Theresa Deisher; il suo studio succede a quello pubblicato dal Dr. Brian Hooker, il quale  ha trovato un 340 per cento di aumento del rischio di autismo nei bambini afro-americani che ricevono il vaccino MMR (morbillo-parotite-rosolia).




    Epidemiologic and MolecularRelationshipBetween VaccineManufacture and AutismSpectrumDisorderPrevalence.
    Prima di parlare delle rivelazioni della Dr Theresa Deisher,ricordiamo lo studio pubblicato dal Dr. Brian Hooker, dottore di ricerca in peer reviewed Journal  traslazionale neurodegenerazione  e ha trovato un 340 per cento aumento del rischio di autismo nei bambini afro-americani che riceve il morbillo-parotite-rosolia (MMR) in tempo. (1)
    FONTE E ASTRATTO
    • Measles-mumps-rubella vaccination timing and autism among young african american boys: a reanalysis of CDC data
    Brian S Hooker,
    Correspondence: Brian S Hookerbhooker@simpsonu.edu


    Simpson University
    Redding, CA, USA,Translational Neurodegeneration 2014, 3:16.

    Abstract

    BACKGROUND

    A significant number of children diagnosed with autism spectrum disorder suffer a loss of previously-acquired skills, suggesting neurodegeneration or a type of progressive encephalopathy with an etiological basis occurring after birth. The purpose of this study is to investigate the effectof the age at which children got their first Measles-Mumps-Rubella (MMR) vaccine on autism incidence. This is a reanalysis of the data set, obtained from the U.S. Centers for Disease Control and Protection (CDC), used for the Destefano et al. 2004 publication on the timing of the first MMR vaccine and autism diagnoses…
    ***(Speriamo sia ancora disponibile a questo link)***

    Ricordiamo la pubblicazione nell’anno 2014 dello studio del Dr Theresa Deisher. Questo continua a far parlare di sé . Cerchiamo di ricordare anche qualche fonte in merito.
    Un nuovo studio pubblicato sul numero di settembre 2014 del Journal of Public Health and Epidemiology rivela una significativa correlazione tra il disturbo autistico (AD) e i vaccini MPR (morbillo, parotite e rosolia), quello contro la varicella e quello contro l’epatite-A.
    Utilizzando l’analisi statistica e i dati forniti dai governi di Stati Uniti, Regno Unito, Danimarca e Australia occidentale, gli scienziati del Sound Choice Pharmaceutical Institute (SCPI) hanno trovato che l’aumento nella diffusione dell’autismo corrisponde all’introduzione di vaccini che utilizzano cellule umane fetali abortive e contaminanti retrovirali.
    Ancora più allarmante quanto afferma la Dr Theresa Deisher, autrice dello studio, laureata in  Fisiologia Cellulare e Molecolare presso la Stanford University e  fondatrice dello SCPI:
    • “I vaccini  contaminati da cellule umane fetali non solo sono associati con disturbo autistico in tutto il mondo, ma anche con un’epidemia di leucemia infantile e linfomi.”
    Un nuovo studio quindi  – che arriva contemporaneamente  alle notizia che il CDC ha deliberatamente nascosto la prova del significativo aumento di autismo tra i bambini afro-americani che erano stati vaccinati prima di 36 mesi di età. – solleva seri interrogativi sulla sicurezza dei vaccini, in particolare per la presenza in essi di cellule umane fetali abortive. Ancora un nuovo studio di cui in Italia non avremo notizia dalla stampa ufficiale, un nuovo studio che sembra non interessare nessuno.
    Da parte nostra crediamo che le scoperte dello studio dovrebbero produrre quantomeno un’inchiesta immediata da parte della FDA, se non un aperto divieto dell’uso di cellule umane fetali abortive come substrato per la produzione di vaccini.



     Dr. Theresa Deisher
    La Dr. Theresa Deisher, un dottorato di ricerca in Fisiologia Cellulare e Molecolare presso la Stanford University.
    • “E ‘possibile che questi frammenti contaminanti potrebbero essere incorporati nel genoma di un bambino e  perturbare la funzione del gene normale, portando a fenotipi autistici.”
    Si può leggere lo studio completo QUI .
    La Dr. Theresa Deisher ha trascorso oltre 19 anni nel settore della biotecnologia con varie aziende come la Genentech, Repligen, Amgen e le sue scoperte hanno portato a sperimentazioni cliniche per patologie multiple.


    L’importanza di una ricerca indipendente

    Quando si parla di studi scientifici in materia di vaccini, siamo bombardati da studi sponsorizzati dalle case farmaceutiche, studi che sono sponsorizzati dai produttori di vaccini stessi.Questi sono gli studi utilizzati per giustificare la sicurezza dei vari vaccini ricevuti dai bambini poco dopo la loro nascita e nella loro infanzia.
    E’ aberrante come le molte pubblicazioni scientifiche peer-reviewed, antiche e recenti, indichino chiaramente i molteplici pericoli associati ai vaccini ma nonostante ciò,il pubblico è bombardato pesantemente dalla mala informazione. Sappiamo che grande giro d’interesse ci sia.
    La verità è, una gran parte della folla “anti vaccinazione” comprende scienziati, PhD, e professori. Movimenti “anti-vaccinazione” sono supportati da una enorme quantità di scienza.
    Questo è esattamente il motivo per cui la ricerca indipendente è così importante. I documenti ottenuti da Lucija Tomljenovic, (un altro scienziato e indipendente ricercatore che ha fatto luce su fatti importanti circa le vaccinazioni) PhD, del Gruppo di Ricerca Neurali Dynamics presso il Dipartimento di Oftalmologia e Scienze Visive presso l’Università della British Columbia rivelano che i produttori di vaccini, farmaceutica le imprese e le autorità sanitarie hanno saputo di più pericoli associati con i vaccini, ma ha scelto di trattenere loro dal pubblico. Questa è la frode scientifica, e suggerisce che questa pratica continua fino a oggi. ( fonte ) Un recente informatore del CDC ha recentemente ammesso che il CDC ha omesso dati che collega i vaccini per l’autismo, si può leggere di più su questo qui .
    ASTRATTO E FONTE

    The vaccination policy and the Code of Practice of the Joint Committee on Vaccination and Immunisation (JCVI): are they at odds?

    Lucija Tomljenovic, PhD Neural Dynamics Research Group, Dept. of Ophthalmology and Visual Sciences, University of British Columbia, 828 W. 10th Ave, Vancouver, BC, V5Z 1L8, lucijat77@gmail.com
    Introduction
    No pharmaceutical drug is devoid of risks from adverse reactions and vaccines are no exception. According to the world’s leading drug regulatory authority, the US Food and Drug Administration (FDA), vaccines represent a special category of drugs in that they are generally given to healthy individuals and often to prevent a disease to which an individual may never be exposed [1]. This, according to the FDA, places extra emphasis on vaccine safety. Universally, regulatory authorities are responsible for ensuring that new vaccines go through proper scientific evaluation before they are approved. An equal responsibility rests on the medical profession to promote vaccinations but only with those vaccines whose safety and efficacy has been demonstrated to be statistically significant. Furthermore, vaccination is a medical intervention and as such, it should be carried out with the full consent of those who are being subjected to it. This necessitates an objective disclosure of the known or foreseeable risks and benefits and, where applicable, a description of alternative courses of treatment. In cases where children and infants are involved, full consent with regards to vaccination should be given by the parents…
    ALLEGATI

    “E ‘possibile che questi frammenti contaminanti vengano incorporati nel genoma di un bambino e vadano a perturbare la funzione del gene normale, portando a fenotipi autistici.”
    Si può leggere lo studio completo QUI .
    FONTE
    http://edgytruth.com/2015/04/01/stanford-scientist-proving-dna-fragments-in-vaccines-cause-autism-great-read/#

    ALTRA NOTIZIA CORRELATA
    B-lymphocytes from a population of children with autism spectrum disorder and their unaffected siblings exhibit hypersensitivity to thimerosal.

    Abstract

    The role of thimerosal containing vaccines in the development of autism spectrum disorder (ASD) has been an area of intense debate, as has the presence of mercury dental amalgams and fish ingestion by pregnant mothers. We studied the effects of thimerosal on cell proliferation and mitochondrial function from B-lymphocytes taken from individuals with autism, their nonautistic twins, and their nontwin siblings. Eleven families were examined and compared to matched controls. B-cells were grown with increasing levels of thimerosal, and various assays (LDH, XTT, DCFH, etc.) were performed to examine the effects on cellular proliferation and mitochondrial function. A subpopulation of eight individuals (4 ASD, 2 twins, and 2 siblings) from four of the families showed thimerosal hypersensitivity, whereas none of the control individuals displayed this response. The thimerosal concentration required to inhibit cell proliferation in these individuals was only 40% of controls. Cells hypersensitive to thimerosal also had higher levels of oxidative stress markers, protein carbonyls, and oxidant generation. This suggests certain individuals with a mild mitochondrial defect may be highly susceptible to mitochondrial specific toxins like the vaccine preservative thimerosal…

    La presenza di elementi come il  thimerosal nei vaccini,responsabile (per diversi nella comunità scientifica)dello sviluppo di disturbi dello spettro autistico (ASD) è di intenso dibattito, così come la presenza di mercurio (amalgame dentali e l’ingestione di alimenti che lo contengono da parte delle madri in gravidanza). Abbiamo studiato gli effetti del thimerosal sulla proliferazione cellulare e la funzione mitocondriale da linfociti B studiati e prelevati da persone con autismo, e dai loro fratelli non autistici. Undici famiglie sono stati esaminate e confrontate con controlli .
    Le  cellule “B” sono state coltivate con livelli crescenti di thimerosal, e vari esami (LDH, XTT, DCFH, etc.) sono stati effettuati per valutare gli effetti sulla proliferazione cellulare e la funzione mitocondriale. Una sottopopolazione di otto persone (4 ASD, 2 gemelli, e 2 fratelli) da quattro delle famiglie ha mostrato ipersensibilità verso il thimerosal, mentre nessuno dei soggetti di controllo ha confermato la medesima risposta…
    FONTE


    An external file that holds a picture, illustration, etc.<br /><br />
Object name is JT2013-801517.001.jpg
    This figure shows the typical responses of a family of cells to thimerosal, measured on day 5 postinoculation. ASD = black, Twin = red, Sibling = blue, Control = green. (a) The percent control LDH values are plotted against increasing thimerosal concentrations for the 4 cell types. Arrows indicate LDH-G50 values with ASD = 314 nM, Twin = 648 nM, Sib = 373 nM, and Cont = 1000 nM. (b) The percent control XTT values are plotted against increasing thimerosal concentrations. XTT-G50 values are obtained using the mitochondrial XTT assay. (c) The percentage of cellular LDH that is accessible to lactate (i.e., percentage of dead and dying cells) is plotted against thimerosal. (d) Cell number and XTT reduction rates as a function of increasing thimerosal concentrations are shown. The plots obtained are “hockey stick” in shape.


    Hypothesis: conjugate vaccines may predispose children to autism spectrum disorders.

    Abstract

    The first conjugate vaccine was approved for use in the US in 1988 to protect infants and young children against the capsular bacteria Haemophilus influenzae type b (Hib). Since its introduction in the US, this vaccine has been approved in most developed countries, including Denmark and Israel where the vaccine was added to their national vaccine programs in 1993 and 1994, respectively. There have been marked increases in the reported prevalence of autism spectrum disorders (ASDs) among children in the US beginning with birth cohorts in the late 1980s and in Denmark and Israel starting approximately 4-5 years later. Although these increases may partly reflect ascertainment biases, an exogenous trigger could explain a significant portion of the reported increases in ASDs. It is hypothesized here that the introduction of the Hib conjugate vaccine in the US in 1988 and its subsequent introduction in Denmark and Israel could explain a substantial portion of the initial increases in ASDs in those countries. The continuation of the trend toward increased rates of ASDs could be further explained by increased usage of the vaccine, a change in 1990 in the recommended age of vaccination in the US from 15 to 2 months, increased immunogenicity of the vaccine through changes in its carrier protein, and the subsequent introduction of the conjugate vaccine for Streptococcus pneumoniae. Although conjugate vaccines have been highly effective in protecting infants and young children from the significant morbidity and mortality caused by Hib and S. pneumoniae, the potential effects of conjugate vaccines on neural development merit close examination. Conjugate vaccines fundamentally change the manner in which the immune systems of infants and young children function by deviating their immune responses to the targeted carbohydrate antigens from a state of hypo-responsiveness to a robust B2 B cell mediated response. This period of hypo-responsiveness to carbohydrate antigens coincides with the intense myelination process in infants and young children, and conjugate vaccines may have disrupted evolutionary forces that favored early brain development over the need to protect infants and young children from capsular bacteria.
    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    stampa la pagina

    La città di Wuhan centro della pandemia da coronavirus, ha circa 10.000 stazioni base 5G

    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    Nella foto una stazione base 5g



    Sappiamo tutti che questa tecnologia 5G non va bene e nelle città in cui questo è diventato un importante aggiornamento di infrastruttura per la "comodità" del futuro. Sembra che dove sono stati implementati questi sistemi 5G ci sia uno sparatoria o qualche altro tipo di disastro. Ora vediamo che la città di Wuhan ha circa 10.000 di queste stazioni base, e proprio in questo caso è qui che si è verificato il principale focolaio di CoronavirusQuindi ecco alcune informazioni; Ho scoperto il 5G nella città di Wuhan:

    Le filiali dei principali operatori di telecomunicazioni cinesi nella provincia di Hubei nella Cina centrale hanno annunciato giovedì il lancio di applicazioni commerciali 5G nella provincia.
    La città di Wuhan, la capitale di Hubei, dovrebbe avere 10.000 stazioni base 5G entro la fine del 2019 , ha affermato Song Qizhu, capo dell'amministrazione della comunicazione provinciale di Hubei.
    China Telecom ha creato una rete 5G che copre aeroporti, stazioni ferroviarie e altre aree della città , che contribuirà anche a favorire la trasformazione digitale e l'intelligente delle industrie con tecnologie 5G, ha affermato Li Hongbo, direttore generale della filiale Hubei dell'azienda.
    China Mobile Hubei Branch ha attivato 1.580 stazioni base 5G in città a metà ottobre, ottenendo la copertura 5G di università, hub di trasporto e altre aree densamente popolate, secondo la filiale.
    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    stampa la pagina

    Il vecchio vaccino contro l'influenza suina SARS-CoV ha causato danni permanenti al cervello; il nuovo vaccino SARS-CoV-2 contro il coronavirus farà la stessa cosa?

    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    Fotocredit: Vivereinmodonaturale.com


    Diversi anni fa, quando tutti erano impazziti per l'influenza suina H1N1, le autorità sanitarie hanno promesso un vaccino "miracoloso" che, alla fine, si è dimostrato molto più pericoloso dell'influenza suina stessa perché ha causato danni cerebrali permanenti. Bene, ora questa stessa situazione si sta verificando di nuovo con il coronavirus di Wuhan (CoVid-19), con i vaccini promessi che molto probabilmente arriveranno con simili effetti avversi dannosi.



    Da: Ethan Huff per Naturalnews.com

    Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com


    Come ricorderete, uno su 16.000 persone a cui è stato somministrato il cosiddetto vaccino Pandemrix, un prodotto di GlaxoSmithKline (GSK), è stato successivamente osservato per sviluppare una combinazione di narcolessia, danno cerebrale e persino morte . Secondo quanto riferito, alcune persone hanno perso la capacità di dormire per più di 90 minuti alla volta, mentre altre improvvisamente sono rimaste incoscienti senza preavviso.

    Il risultato fu che molte vittime finirono per fare causa a GSK, e nelle autorità del Regno Unito accettarono di risarcire l'equivalente di quasi $ 100 milioni in danni. L'intera faccenda è stata un grande fiasco, in altre parole, che ha dimostrato ancora una volta che i vaccini non sono quasi mai buoni per ciò che sono stati fatti.
    Avanti veloce di circa cinque anni ed eccoci di nuovo con un'altra grave epidemia dove il governo afferma che richiederà un nuovo vaccino per sradicarla. E proprio come i precedenti, probabilmente non sarà altrettanto sicuro o efficace come affermeranno un giorno i funzionari sanitari.
    Ascolta in basso mentre Mike Adams, Health Ranger, parla proprio di questo, avvertendo che i futuri vaccini per il coronavirus di Wuhan (CoVid-19) saranno molto probabilmente molto più pericolosi del virus stesso:



    Vaccini SARS-CoV mostrati nello studio  causano immunopatologia e aumento della suscettibilità a più malattie

    Risultato immagini per Immunization with SARS Coronavirus Vaccines Leads to Pulmonary Immunopathology on Challenge with the SARS Virus

    Immunizzazione con i vaccini SARS per coronavirus porta all'immunopatologia polmonare in sfida con il virus SARS

    (Uno studio del 2012) pubblicato sulla rivista PLoS One ha scoperto che essere vaccinati con i vaccini coronavirus SARS (sindrome respiratoria acuta grave) può indurre una persona a sviluppare immunopatologia polmonare, il che significa più infezione.
    I ricercatori del Texas hanno stabilito che, mentre vengono vaccinati contro il coronavirus della SARS, si ottiene una forte risposta anticorpale, la "sfida" associata all'immunopatologia crea altri problemi che, ancora una volta, rendono questi "medicinali" più dannosi che buoni.

    "Questi vaccini SARS-CoV hanno indotto tutti gli anticorpi e la protezione contro l'infezione da SARS-CoV", hanno concluso. 
    Tuttavia, la sfida dei topi trattati con uno qualsiasi dei vaccini ha portato al verificarsi dell'immunopatologia di tipo Th2, suggerendo che è stata indotta l'ipersensibilità ai componenti SARS-CoV. È indicata cautela nel procedere all'applicazione di un vaccino SARS-CoV nell'uomo.

    Non è come se la persona media sarà anche in grado di ottenere un futuro vaccino contro il coronavirus Wuhan (CoVid-19), visto che probabilmente sarà troppo costoso per la persona media che non è un multimilionario. 
    Tuttavia, qualora dovesse finire per essere sovvenzionato in qualche modo, il pubblico generale deve fare attenzione a ciò che potrebbe finire per accadere a loro.
    Ciò a cui stiamo assistendo è, in molti modi, una ripetizione di ciò che è accaduto durante la paura dell'influenza suina. Le autorità sanitarie e i governi di tutto il mondo hanno creato paura e panico per una nuova malattia al fine di spaventare milioni di persone a ottenere un vaccino più pericoloso della malattia stessa. E proprio come con il coronavirus di Wuhan (CoVid-19), i contribuenti sostengono ampiamente il conto.

    "C'è anche una terza opzione che nessuno sembra disposto a prendere in considerazione: dire a tutti di assumere vitamina D e iniziare a mangiare erbe e cibi anti-virali", suggerisce Health Ranger . "Ma dato che questo consiglio non arricchisce le compagnie farmaceutiche, nessuno in nessuna posizione di autorità osa dichiarare la soluzione ovvia a tutto questo."

    Per notizie più correlate sul coronavirus di Wuhan (CoVid-19), assicurati di controllare Pandemic.news.
    Puoi anche seguire Outbreak.news per gli ultimi aggiornamenti di Wuhan coronavirus (CoVid-19).

    Le fonti per questo articolo includono:

    macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
    stampa la pagina