Il grande archivio del blog di Vivere in modo naturale.

sabato 27 luglio 2019

I farmaci chemioterapici sono pericolosi per le famiglie, gli operatori sanitari e i pazienti

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

La chemioterapia è così pericolosa che in realtà non dovrebbe essere chiamata medicina. 


Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

A breve termine, ha effetti collaterali debilitanti tra cui dolore allo stomaco e ai muscoli, ulcere alla bocca, mal di testa, diarrea, nausea e vomito, disturbi del sistema nervoso, perdita di appetito e perdita di capelli.

Poi ci sono gli effetti a lungo termine, che sono ancora più gravi e possono includere danni al cuore, al fegato, ai polmoni, ai reni o al sistema riproduttivo, oltre al “ cervello da chemio ”: memoria permanente, concentrazione e problemi di pensiero. Gli esperti avvertono inoltre che la chemioterapia aumenta notevolmente il rischio di tumori secondari più avanti nella vita .

Tutto considerato, quindi, la chemioterapia è un modo davvero rischioso per curare il cancro. Tuttavia, molte persone spaventate scelgono ancora di esporsi a questi rischi, credendo di non avere davvero scelta se vogliono riprendersi. Ciò che molti di questi pazienti potrebbero non rendersi conto, tuttavia, è che quando scelgono di sottoporsi a chemioterapia, espongono le loro famiglie e gli operatori sanitari agli stessi identici rischi .

La chemioterapia mette a rischio la famiglia e gli operatori sanitari

Come riportato da Natural Health 365 , uno studio pubblicato nel Journal of Oncology Pharmacy Practice nel 2012, ha scoperto che i membri della famiglia che vivono con qualcuno sottoposto a chemioterapia sono esposti alle stesse sostanze chimiche tossiche del paziente attraverso le loro escrezioni urinarie e altre. Anche gli operatori sanitari rischiano l'esposizione allo stesso modo, nonché attraverso il contatto diretto con il farmaco stesso.

Natural Health 365 ha riferito:

I ricercatori [R] hanno analizzato campioni di urina in pazienti che avevano ricevuto il farmaco antineoplastico ciclofosfamide - nelle ultime 48 ore.
Il team ha anche analizzato campioni di membri della famiglia, oltre a testare i campioni cancellati dalle loro case.
Usando la gascromatografia e la spettroscopia di massa, i ricercatori hanno trovato ciclofosfamide in tutti i campioni di urina, sia in pazienti trattati che ai familiari. Secondo gli scienziati, tra il 9 e il 34 percento della dose originale di ciclofosfamide veniva escreta nelle urine.
Inoltre, hanno trovato contaminazione superficiale nelle case di pazienti ambulatoriali trattati con ciclofosfamide - con 8 dei 12 campioni di salvietta contenenti il ​​farmaco.
I ricercatori hanno affermato che la contaminazione delle superfici - e l'esposizione dei membri della famiglia - si è verificata attraverso l'esposizione alle escrezioni dei prodotti di scarto dai pazienti chemioterapici.
Questo non è stato l'unico studio per raggiungere questa conclusione. Uno studio pubblicato sul Journal of Nursing Education and Practice ha preso una decisione simile. 

I ricercatori hanno testato le escrezioni urinarie di cinque pazienti con carcinoma mammario per 48 ore dopo aver ricevuto il trattamento, oltre a prendere i tamponi da bagni, rubinetti e maniglie delle porte nelle loro case.
Il risultato? Tutte e cinque le case sono risultate contaminate, con 17 dei 28 campioni di tampone trovati contenenti il ​​ciclofosfamide per il trattamento chemioterapico.
La maggior parte dei campioni contaminati sono stati prelevati da sedili di gabinetti e pavimenti del bagno, ma anche le leve di scarico e le maniglie dei bagni hanno rivelato contaminazione.
I ricercatori hanno avvertito che i loro risultati hanno rivelato che le famiglie dei pazienti chemioterapici sono ad "alto rischio" degli stessi effetti a lungo termine e di altri farmaci tossici.

Proteggi la tua famiglia

Mentre gli operatori sanitari sono consapevoli dei rischi e generalmente li mitigano indossando guanti e adottando altre misure protettive, i membri della famiglia sono generalmente totalmente inconsapevoli del fatto che anche loro sono a rischio.

Natural Health 365 menziona alcuni semplici passaggi che è possibile adottare per proteggersi da questo rischio:

Gli esperti raccomandano che il paziente chemioterapico usi una toilette separata - se disponibile - per almeno 48 ore dopo il trattamento. Se è disponibile solo una toilette, i pazienti di sesso maschile devono urinare seduti per ridurre gli schizzi.
Dopo la minzione, il coperchio deve essere chiuso e il gabinetto deve essere lavato due volte.
Seguire lo stesso protocollo - chiudendo il coperchio e sciacquando due volte - dopo che un paziente vomita nella toilette.
Gli esperti consigliano inoltre di indossare guanti monouso per pulire gli schizzi sopra o intorno alla toilette e di pulire l'area con asciugamani di carta. 

I guanti devono essere gettati nella spazzatura in un sacchetto di plastica sigillato e gli asciugamani usati lavati nella toilette. - di nuovo, sciacquare due volte con il coperchio chiuso. Le mani devono quindi essere lavate accuratamente con acqua calda e sapone.

Si deve anche prestare attenzione quando si maneggiano le stoviglie dei pazienti chemioterapici, e questi preferibilmente dovrebbero essere lavati in lavastoviglie, se possibile. La biancheria e la biancheria da letto sporche devono essere lavate separatamente, non una, ma due volte, e sul ciclo più caldo della macchina.
Ulteriori informazioni su Cancer.news.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

venerdì 26 luglio 2019

Un cocktail tossico: quali sono le altre tossine presenti nei vaccini?

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Non importa da quale parte del dibattito sui vaccini vi capita di cadere, è facile capire perché i vaccini sono così controversi. Nessuno vuole che le malattie si diffondano inutilmente, né le persone vogliono che i loro figli vengano iniettati con sostanze chimiche pericolose. 

Mentre i vaccini sono in teoria una grande idea, il fatto spiacevole è che le tossine che i produttori aggiungono ai loro vaccini sono in molti casi in grado di distruggere i loro affari.

Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Probabilmente hai già familiarità con almeno una tossina vaccinale comune, il timerosal. Questo composto a base di mercurio è stato utilizzato nei vaccini fin dagli anni '30 e i media hanno fatto del loro meglio per convincere le persone che sia sicuro.

Sfortunatamente, una ricerca indipendente ha dimostrato che il timerosal è molto più tossico del mercurio già pericoloso da solo e che i bambini che sono esposti ad esso potrebbero accumulare livelli tossici di mercurio nei loro corpi per tutta la vita. A causa del contraccolpo contro l'ingrediente, alcuni vaccini possono ora affermare di essere liberi da thimerosal, ma questa non è l'unica tossina di cui devi preoccuparti.

Oltre al thimerosal, quali altri pericoli si nascondono nei vaccini?

Gli adiuvanti di alluminio si trovano in molti vaccini e poiché sono considerati parte del vaccino nel suo insieme, non devono essere testati singolarmente per motivi di sicurezza. È un peccato perché l'alluminio è una neurotossina nota e l'esposizione ad essa può scatenare malattie autoimmuni. Alcuni dei vaccini che sono stati trovati contenere coadiuvanti di alluminio includono epatite A, DTaP, DTP, influenza B e HPV.

Probabilmente avete sentito parlare dei pericoli del glifosato e potrebbe essere uno dei numeri crescenti di persone che fanno di tutto per evitarlo acquistando alimenti biologici. Tuttavia, questo popolare erbicida si trova spesso anche nei vaccini, il che significa che i medici stanno iniettando una sostanza chimica nelle persone che è stata collegata a cancro, danni riproduttivi, danni al fegato e ai reni e interruzioni del microbioma intestinale.

Gli antibiotici possono anche essere trovati nei vaccini in tracce. Questi possono interrompere il microbioma intestinale, indebolire il sistema immunitario e renderti vulnerabile a una serie di malattie. Inoltre, quando combinato con l'esposizione ad altri metalli pesanti presenti nei vaccini, può renderti più sensibile ai superbatteri e ai batteri resistenti agli antibiotici come l'MRSA.

Metalli come piombo, cadmio e nichel sono stati trovati anche nei vaccini. Ad esempio, è stato scoperto che due popolari vaccini HPV contengono particelle che non sono state identificate nell'elenco degli ingredienti , tra cui piombo e alluminio, che possono interrompere lo sviluppo e la funzione cognitiva. Anche bassi livelli di piombo possono essere tossici e molti credono che non ci sia una quantità sicura di esposizione per i bambini in via di sviluppo.

Alcuni vaccini contengono anche coloranti alimentari. Può sembrare una scelta strana, ed lo è - non c'è una buona ragione per cambiare il colore di un vaccino. Tuttavia, il vaccino per l'adenovirus contiene una colorazione nota come colorante per lacca di alluminio FD&C Yellow # 6. Come suggerisce il nome, questo colorante contiene alluminio e ha anche composti cancerogeni .

Se stai per essere vaccinato, è importante prendere provvedimenti che possano proteggere il corpo dagli effetti dannosi di queste tossine. Cibi come il coriandolo, la clorella, la spirulina e l'aglio sono noti per aiutare a eliminare i metalli pesanti, tra gli altri. Nel frattempo, l'acqua con un alto contenuto di silicio può aiutare il tuo corpo a eliminare l'alluminio.

Sebbene alcuni vaccini possano offrire il potenziale per impedire la diffusione di malattie prevenibili, i produttori devono essere ritenuti responsabili degli ingredienti che aggiungono ai vaccini in modo che le persone che desiderano proteggere la propria salute vaccinandosi non creino involontariamente l'effetto opposto.
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

giovedì 25 luglio 2019

Dietro le quinte del simposio giapponese sugli esiti del tragico vaccino HPV

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


Se il Giappone può avere un dibattito pubblico e onesto sui vaccini, perché non possiamo avere lo stesso dibattito noi? 


Da Naturalnewsblogs.com 

traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

Il ministero della salute giapponese ha pianificato una visita a Londra per un certo periodo nell'ottobre 2013 per discutere dei vaccini contro l'HPV con funzionari del Dipartimento della sanità del Regno Unito e dell'Agenzia di regolamentazione per i medicinali e la sanità (MHRA). Questa delegazione voleva anche parlare con esperti scientifici e medici indipendenti dai conflitti di interesse dell'industria farmaceutica.


Tetsuya Miyamoto, direttore dell'Ufficio per le politiche di vaccinazione del Ministero della salute, ha guidato quella missione segreta per ottenere TUTTE le informazioni sul vaccino HPV.

C'erano state molte reazioni avverse al vaccino contro l'HPV molto brutte nelle ragazze giapponesi e il loro governo era determinato a scoprire se il vaccino stava effettivamente danneggiando quelle ragazze.
Il simposio e il dibattito giapponese sono stati organizzati in un arco di tempo molto breve per conto di "The Researchers Organization Sounding a Warning to the Avverse Reactions induced by Human Papillomavirus Vaccines" attraverso gli sforzi collaborativi del Dr. Harumi Sakai, ex professore alla Tokai University School di medicina, Dr. Shohei Matsuzaki, Professore emerito presso la Scuola di Medicina dell'Università di Tokai, Mutsuo Fukushima, Dipartimento Internazionale di Notizie di Kyoto e SaneVax Inc.
Il professor Authier era uno degli esperti medici con cui la delegazione giapponese ha parlato. Di conseguenza ha testimoniato all'audizione pubblica giapponese dell'HPV, all'incontro con i senatori giapponesi e alle conferenze stampa. Quella che segue è la sua conclusione alla fine del suo documento di ricerca sulla testimonianza intitolato "Miofasciite macrofagica Nuove intuizioni sulla sicurezza a lungo termine degli adiuvanti in alluminio" ...
"La neuromigrazione delle particelle di alluminio è un processo attivo"
  • Le particelle di alluminio possono essere trasportate dalle cellule del lignaggio dei monociti verso i linfonodi, il sangue e la milza e, analogamente all'HIV, possono usare meccanismi dipendenti da MCP1 / CCL2 per penetrare nel cervello. Ciò si verifica a un ritmo molto basso in condizioni normali, spiegando una buona tolleranza generale dell'alluminio nonostante il suo forte potenziale neurotossico. Tuttavia, dosi crescenti in continuo di adiuvante alluminio scarsamente biodegradabile nella popolazione possono diventare insidiosamente insicure, specialmente in caso di sovraimmunizzazione
  • o immatura / alterata barriera ematoencefalica
  • o alta produzione costitutiva CCL-2. "
Authier è anche coautore di un documento di ricerca che afferma: "I nanomateriali possono essere trasportati da cellule di lignaggio di monociti a DLN, sangue e milza e, analogamente all'HIV, possono utilizzare meccanismi dipendenti da CCL2 per penetrare nel cervello. Ciò si verifica a un ritmo molto basso in condizioni normali, spiegando una buona tolleranza generale dell'alluminio nonostante il suo forte potenziale neurotossico. Tuttavia, le dosi in continuo aumento di questo adiuvante scarsamente biodegradabile nella popolazione possono diventare insidiosamente insicure, specialmente in caso di iperimmunizzazione o barriera ematoencefalica immatura / alterata o alta produzione costitutiva di CCL-2 "
Riferimenti 

Miofasciite macrofagica Nuove intuizioni sulla sicurezza a lungo termine dei coadiuvanti in alluminio .REF - "Traslocazione lenta dipendente da CCL2 di particelle biopersistenti dal muscolo al cervello" https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=23557144

"Traslocazione lenta dipendente da CCL2 di particelle biopersistenti dal muscolo al cervello" BMC Medicine 201311: 99 https://doi.org/10.1186/1741-7015-11-99 (accesso 16 maggio 2019).


macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

mercoledì 24 luglio 2019

La violenza di Antifa non è nulla in confronto alla violenza dell'industria dei vaccini

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


All'inizio del mese, abbiamo riferito che i fascisti dell'Antifa avevano brutalmente aggredito il giornalista di Quillette Andy Ngo a Portland, nell'Oregon, semplicemente per esistere ed essere conservatore. Le ferite di Ngo erano così gravi che in realtà doveva essere ricoverato in ospedale a causa di una grave emorragia cerebrale. Ma per quanto orribile sia questo episodio di terrorismo interno di sinistra, nulla è paragonato al vaccino genocida  dell'olocausto perpetrato su bambini innocenti da Big Pharma.

Traduzione a cura di vivereinmodonaturale.com

Sebbene la maggior parte delle persone probabilmente non lo equiparerebbe in quanto tale, l'industria dei vaccini è complice nel commettere violenza chimica di massa contro i più vulnerabili della società. Utilizzando tattiche di coercizione che includono la minaccia di separare i bambini dai loro genitori , Big Vaccino ha creato uno stato di polizia medica in base al quale la maggior parte delle famiglie, temendo di far rapire i propri figli dai Servizi di protezione dell'infanzia (CPS) o, peggio, semplicemente si conformano ai mandati del governo per i vaccini.

Ma con i tassi di autismo alle stelle e i casi di malattie croniche alle stelle, sta diventando innegabilmente evidente che questo sistema obbligatorio di "medicina" obbligatoria è forse la peggiore forma di violenza sanzionata che affligge la società di oggi - peggio anche delle sparatorie di massa nelle scuole che le persone di sinistra stanno sempre a lamentarsi come "prova" che dobbiamo abolire il secondo emendamento.

"Questo sforzo è guidato dal CDC (Centers for Disease Control and Prevention), che è diventato lo" stato profondo del vaccino "- un fronte per l'agenda maligna di Big Pharma per trarre profitto dalla sofferenza umana vendendo vaccini non sicuri (e spingendo la propaganda pro-vaccino ovunque) ", scrive Mike Adams, Health Ranger .

Per ulteriori notizie correlate, assicurati di controllare Vaccines.news .

Facebook, Twitter, YouTube, Google, Vimeo, Amazon, MailChimp e Pinterest sono TUTTI complici di questa violenza chimica di massa contro i bambini

Sebbene sia difficile quantificare esattamente quanti bambini sono stati vittimizzati dalle politiche di vaccinazione forzata, lasciandoli permanentemente mutilati o morti , quella cifra è più che probabile che sia buona a milioni . E le prostitute di Big Pharma come Richard Pan della California sono tra le molte parti colpevoli di avere le mani sporche di sangue di innumerevoli vite innocenti - vite che avrebbero potuto fiorire, se i loro corpi non fossero stati iniettati con la forza con alluminio, squalene, glutammato monosodico (MSG) , mercurio, tessuto fetale umano interrotto e ogni sorta di altre sostanze chimiche e tossine mortali.

Parlare di questo genere di cose online viene rapidamente criminalizzato, è importante notarlo. Questo perché i giganti della tecnologia come Facebook, Twitter, Google, Amazon, Vimeo, Youtube, Pinterest, MailChimp e molti altri stanno censurando i contenuti che hanno lo scopo di informare i genitori sui reali rischi associati ai vaccini, che sicuramente non sono sicuri o efficaci come sostiene il governo.

"Obbedientemente, Vimeo, MailChimp, Facebook, Twitter, YouTube, Pinterest e Google hanno vietato tutti i contenuti" anti-vax "all'unisono, dimostrando la loro collusione criminale ed i loro crimini su scala di Chernobyl contro l'umanità", Adams sottolinea ulteriormente il rifiuto di far parlare la Silicon Valley  online impedendo la  libertà di parola in diretta, in violazione del Primo Emendamento.
"Google sta persino sviluppando piani per bloccare tutti i siti Web" anti-vax "a livello di browser", aggiunge.

Adams confronta anche gli orrori dell'industria dei vaccini e la violenza chimica che sta commettendo contro i bambini innocenti al famigerato disastro di Chernobyl, il cui danno alla salute è stato similmente costretto a scavare nel buco della memoria come se non fosse mai realmente accaduto.

"Anche dopo che il governo è stato pienamente informato sull'orribile portata del disastro, lo hanno coperto e alla fine hanno condannato potenzialmente milioni di persone a una morte prematura", spiega Adams.
Assicurati di guardare il suo video, "Cosa hanno in comune Chernobyl e l'industria dei VACCINI : l'avvelenamento di massa dell'umanità", su Brighteon.com .
Puoi anche leggere altre notizie su come Big Tech, su come odia la libertà di parola e su come vuole mettere a tacere tutti coloro che osano dire o condividere cose che non gli piacciono su Censorship.news .
macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

Da qualche anno l’Italia gode dei lumi del prof. Roberto Burioni, the ass whisperer ovvero l’uomo che sussurrava ai somari.

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Da qualche anno l’Italia gode dei lumi del prof. Roberto Burioni, the ass whisperer ovvero l’uomo che sussurrava ai somari.



Questo illustre personaggio è il vanto di un’università privata di levatura che parrebbe non proprio eccelsa (quando vado all’estero nessuno l’ha mai sentita nominare così come mai ha sentito nominare il sullodato Burioni) e la cui breve storia potrebbe sollevare qualche perplessità non fosse altro che per il suo fondatore (https://www.ilfattoquotidiano.it/…/tangenti-truffe-…/181051/ sarà vero?). Ma è il Burioni stesso a smentire i maligni: la sua è “considerata una delle migliori università del Paese” e, se lo dice lui, è come per la Clerici della pubblicità: c’è da crederci. E poi, come per l’antico purgante al dolce sapore di prugna, basta la parola.





Il Burioni afferma di essere professore ordinario. Che sia ordinario credo nessuno dubiti. Ma l’accoppiata tra sostantivo e aggettivo acquisisce un significato particolare. Ora, in questo bizzarro paese, un professore ordinario è qualcuno che, al di là dei meriti personali che non entrano in questa discussione, ha percorso un determinato cammino, magari da ricercatore a professore associato fino al titolo di professore ordinario (https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=601541363707612&id=100015552613805).



Sarebbe interessante se il Nostro trovasse il tempo di esibire al suo vasto pubblico le prove di questo suo cammino, magari allegando i giudizi che gli riservarono le università pubbliche e il certificato di abilitazione alla professione medica senza il quale si è laureati in medicina ma non medici. Nessuno dubita che questi documenti esistano ma, una buona volta, carta canti e la si smetterà con tutte le malignità che i cattivacci al soldo dei biechi anti-vax (una professione notoriamente remunerativa) non risparmiano al luminare.



Chi ne ha voglia legga ciò che il Burioni scrive al dott. Roberto Petrella, un medico fuori del tempo che ha avuto l’impudenza di voler fare il medico e che, ça va sans dire, è stato giustamente radiato da quell’ente indispensabile che è l’Ordine dei Medici. Personalmente sono in possesso dei documenti che provano chi fu il personaggio che si prodigò per quella sospirata radiazione e al quale il mondo intero deve la sua eterna gratitudine. Ma veniamo a come Burioni, professore ordinario, mette al suo posto Roberto Petrella, non più dottore ma signore (come in effetti è): “Caro Sig. Petrella, la ringrazio per l’attenzione perché la sua pagina mi regala ogni giorno qualche minuto di buonumore. Quanto al successo qui ci sono due persone: uno è un ex-medico radiato con infamia e si appresta a girare l’Italia con la sua automobile con una scritta sulla portiera; l’altro è un medico che è in cattedra in quella che viene considerata una delle migliori università del Paese. 





Che il primo dei due personaggi insegni al secondo come avere successo è quello che mi causa tutto questo buonumore. La saluto e non perda questa sua bellissima verve che io apprezzo moltissimo.”

Se non fosse che quel testo porta una firma così illustre sarebbe facile esprimere un giudizio quanto meno sulla grottesca presunzione dell’autore, sulla sua cultura, sulla sua onestà e sulla sua intelligenza. Ma ubi maior… è chi è più maior di lui? Quindi, giù il cappello!



Forse troppo affaccendato, il professore ordinario Burioni si chiede chi sia Montanari. Giusto per rinfrescargli la memoria, essendo io Montanari, gli ricordo come anni fa si fosse esibito su Il Resto del Carlino cronaca di Pesaro affermando cose a dir poco fuori dell’ordinario (e per chi ordinario è…) e io, che avendo sempre frequentato ambienti scientifici mai avevo avuto contezza della sua esistenza (nei fui edotto nell’occasione da un amico pesarese), gli risposi con tanto di risposta pubblicata. Da lì iniziò uno scambio di messaggi telematici (caro Stefano e caro Roberto).






Poi Burioni andò in orbita planetaria e il povero Montanari si beccò un’infinità di contumelie senza, tuttavia, essere mai menzionato per nome. E si beccò pure una querela, peraltro archiviata. Sempre per rinfrescare la memoria, ricordo che il motivo della querela originò dall’interruzione delle ricerche di mia moglie e mie sulla leucemia mieloide acuta (la malattia che ora ha colpito Siniša Mihajlović). L’interruzione fu dovuta al fatto che l’ospedale che prima forniva i campioni di sangue disse che non li avrebbe più forniti e l’università che preparava quei campioni per le nostre analisi fece altrettanto.

 Vuole il caso che una persona di cui ingenuamente mi fidavo e che si diceva molto vicina al professore ordinario Burioni mi confidò che proprio lui, il luminare, aveva scritto all’Ordine dei Medici di Pesaro per bloccare le nostre ricerche. Sia l’Ordine sia il Burioni smentirono l’esistenza di una lettera simile, lettera che io, ovviamente, non possedevo e, allora, mi scusai subito pubblicamente: la lettera non esisteva e un mascalzone mi aveva male informato. Di fatto, però, la ricerca fu bloccata come da lettera inesistente. Un caso fortuito: non ci sono dubbi.



A mezzo Internet, un signore chiamato Leandro Pellagrosi invoca ora un confronto tra il grande Burioni e il piccolo Montanari. “Leandro Pellagrosi Montanari chi? Dove insegna?” risponde verbatim il professore. Insomma, non solo Roberto Burioni ha smarrito la memoria di un non troppo lontano passato epistolare e di una sua querela ma si chiede dove insegno io.



Qui la risposta si fa complessa. Per prima cosa bisogna definire che cosa s’intenda per insegnare. Se s’intende comunicare a uno stuolo di gonzi fandonie dettate da un capillare sistema di corruzione, io non insegno. Se s’intende, invece, comunicare i risultati di scoperte frutto di decenni di ricerca e ciò che la scienza conosce, la scienza vera, intendo, io insegno a Ginevra. Lo faccio in una scuola riconosciuta dallo stato e in cui da qualche decennio si ottengono risultati spesso eccellenti su chi è malato, ad esempio, di autismo, vale a dire la condizione che, per certe stranezze della sorte, così spesso si manifesta a ridosso di salvifiche vaccinazioni.



A parte ciò, trattandosi di un centro privato esattamente come l’impresa in cui lavora il professore ordinario ed essendo il mio percorso universitario pari a quello di Burioni (io l’abilitazione alla professione ce l’ho), sempre salvo dimostrazione del contrario, allora sono professore ordinario pure io. Anzi, sono professeur des universités (equivalente al nostro ordinario), visto che laggiù io insegno in francese.



Se io non sapessi di trovarmi al cospetto di un faro del sapere impegnato a salvare l’umanità, gli chiederei come mai scappi come un coniglietto non appena qualcuno propone un confronto, per di più accampando scuse che sono le glas (a Ginevra è la campana a morto); come mai cancelli dai suoi siti Internet in un fiat ogni critica a suo carico; come mai non si accorga di quanto atteggiamenti come quelli che adotta siano tragicomicamente ridicoli; come mai abbia come unico argomento l’insulto nei confronti di chi non cala le mutande davanti ad enormità vergognose.



Ma, come sta critto sull’epitaffio di Machiavelli, tanto nomini nullum par elogium e, allora, non chiedo niente ma, semplicemente, a capo chino continuo per la mia strada troppo distante da quella dell’empireo tacciata da Burioni Roberto da Pesaro, professore ordinario di una delle più grandi università del mondo (cercarla in classifica).
Come raccontava Fedro, a furia di gonfiarsi la rana scoppiò.



macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina

martedì 23 luglio 2019

10 fatti oltraggiosi (ma veri) sui vaccini che il CDC e l'industria dei vaccini non vogliono che tu sappia

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti


PREPARATI A RIMANERE SCIOCCATO. ECCO 10 FATTI OLTRAGGIOSI (MA VERI) SUI VACCINI CHE IL CDC E L'INDUSTRIA DEI VACCINI NON VOGLIONO CHE TU SAPPIA: 

Da Naturalnews.com
Traduzione a cura di Vivereinmodonaturale.com

FATTO # 1) Sì, il mercurio è ancora usato nei vaccini, e il CDC lo ammette apertamente . Non esiste un livello sicuro di mercurio per l'iniezione in un bambino umano. Nemmeno livelli di "traccia". Non ci sono prove di sicurezza per il mercurio a qualsiasi dose. Qualsiasi dottore che affermi che il livello di mercurio in un vaccino è "sicuro" da iniettare in un bambino sta solo dimostrando la sua oltraggiosa ignoranza di fatti scientifici.



Il mercurio è probabilmente l'elemento più neurotossico dell'intera Tabella degli Elementi. È usato nei vaccini per la comodità del produttore del vaccino a scapito della sicurezza del bambino. Qualsiasi medico che inietta il mercurio in un bambino - a qualsiasi dosaggio! - dovrebbero essere immediatamente privati ​​della sua licenza medica. 



Consulta l'elenco degli studi sulla neurotossicità del mercurio su SCIENCE.naturalnews.com, ora la più grande risorsa di ricerca relazionale per prodotti chimici, salute, sostanze nutritive e droghe: 




Tali studi i titoli includono: 















FATTO aggiuntivo: non esiste una forma "sicura" di mercurio, come spesso viene rivendicata in modo ridicolo dagli spacciatori di vaccini. Sia l'etile che il metil-mercurio sono estremamente tossici per il sistema nervoso umano. Nessuno dei due dovrebbe mai, in nessuna circostanza, essere deliberatamente iniettato in un bambino in qualsiasi dose. 



FATTO # 2) L' iniezione di qualsiasi sostanza nel corpo umano rende gli ordini di grandezza potenzialmente più tossici perché aggira le protezioni dell'apparato digerente o dell'apparato respiratorio. Iniezione di mercurio in un essere umano - a qualsiasi dose- dovrebbe essere condannato globalmente come un atto criminale. Il fatto che attualmente sia considerato un atto accettabile nel campo della medicina condanna solo la vera natura distruttiva della medicina moderna. Sotto la dottrina del vaccino, "Primo non nuocere" è diventato "Bambini avvelenati per profitto". 



FATTO 3) Per decenni, i vaccini contro la poliomielite iniettati in decine di milioni di persone contenevano in realtà virus del cancro nascosti (SV40 e altri). Questo è stato apertamente ammesso da uno scienziato del vaccino Merck di primo piano di nome HillemanIl CDC ha recentemente ripulito il suo sito web di queste informazioni in una "epurazione della storia revisionista" . Fino a 98 milioni di americani sono stati esposti a virus del cancro nascosti nei vaccini antipolioQuesto è un fatto storico. Maggiori informazioni su www.sv40foundation.org



FATTO # 4) I principali virologi che lavorano per Merck hanno spifferato e tutto è diventato pubblico con rivelazioni scioccanti su risultati da laboratorio falsificati per regolare dei prodotti per rivendicare un tasso di efficacia del vaccino contro la parotite del 95% al ​​fine di continuare a ricevere contratti governativi su un vaccino che non in realtà aveva una percentuale di efficacia molto più bassa.



Vedi il documento di false dichiarazioni che questi scienziati hanno depositato presso il governo degli Stati Uniti qui: 



FATTO # 5) In quasi ogni focolaio di cui si parla in questi giorni, la maggior parte dei bambini colpiti dall'epidemia sono già stati vaccinati contro il virus! Ad esempio, le epidemie di tosse convulsa coinvolgono abitualmente bambini che sono già stati vaccinati contro la pertosseQuesta è ancora un'altra prova che i vaccini non conferiscono l'immunità. 



FATTO # 6) La storia dichiarata di "successo" del vaccino contro la polio e altre malattie è una pura invenzione. Questo è discusso ed esposto in grande dettaglio nel potente nuovo libro "Dissolving Illusions" di Dr. Suzanne Humphries. Clicca qui per vedere o acquistare il libro su MacroLibrarsi , o clicca qui per visitare il sito web (e visualizzare le classifiche). 



FATTO # 7)L'industria del vaccino si rifiuta di condurre test scientifici sui risultati di salute dei bambini vaccinati rispetto ai bambini non vaccinati. Perché? Perché questi test dimostrerebbero senza dubbio che i bambini non vaccinati sono più sani, più intelligenti e molto più bravi rispetto a dei bambini vaccinati in termini di disturbi comportamentali, allergie e persino disordini autoimmuni. Controlla le persone che conosci: Non trovi di routine che i bambini più pesantemente vaccinati siano quelli che si ammalano tutto il tempo? Nel frattempo, gruppi come gli Amish che in gran parte rifiutano di vaccinare i propri figli hanno tassi di autismo quasi nulli . 



FATTO # 8) La Corte Suprema degli Stati Uniti ha già dichiarato che il "tribunale dei vaccini" segreto è un potere più elevato della Corte SupremaIl cosiddetto "tribunale dei vaccini" ha poteri straordinari per operare completamente al di fuori della Costituzione, la Carta dei Diritti e completamente al di fuori delle regole del giusto processo e della legge. 



La corte stessa - che non è nemmeno un tribunale - è una violazione della legge e una violazione dei diritti umani fondamentali. Deve essere abolito come l'Apartheid. 



FATTO # 9) I media mainstream ricevono una parte significativa delle proprie entrate dalle stesse case farmaceutiche che vendono vaccini. Questa influenza finanziaria fa si che i media coprano storie su bambini danneggiati dal vaccino per timore di perdere entrate pubblicitarie.



Questo è il motivo per cui i media mainstream presentano spesso ospiti e autori che affermano ridicolmente che tutti i bambini danneggiati dal vaccino in tutta l'America non esistono o sono "semplici delusioni" dei loro genitori. Questi deprecabili apologeti del vaccino sono dei bulli intellettuali che, come i servitori di Hitler, apprezzano l'aiuto e il compiacimento di un olocausto della vita reale che sta danneggiando milioni di bambini in tutto il mondo. 



FATTO # 10) Il CDC ammette apertamente che i vaccini contengono additivi che sono noti per essere potenti sostanze chimiche neurotossiche. Tali additivi comprendono: 



• Mercurio (ancora usato come conservante) 

• Alluminio (usato come adiuvante infiammatorio) 

• Formaldeide (utilizzato per "disattivare" i virus vivi) 

• MSG / Glutammato monosodico (utilizzato per provocare l'infiammazione del sistema immunitario) 


Tutte queste sostanze sono tossiche per la biologia umana quando iniettate. Tutti loro sono ancora elencati sul sito Web del CDC come additivi per i vaccini. Non esiste un medico o uno scienziato razionale al mondo che possa dire di credere che iniettare  neonati e bambini con mercurio, formaldeide, MSG e alluminio sia in qualche modo "sicuro", ma i medici iniettano ogni giorno bambini con queste sostanze sotto forma di vaccini . 



I medici che iniettano i bambini con i vaccini sono deliranti. Stanno praticando un olocausto medico contro l'umanità mentre la definiscono fraudolentemente "immunizzazione". Per la cronaca, "La vaccinazione non è immunizzazione" un bellissimo libro del Dr. Tim O'Shea 
Clicca qui per andare nel profilo Facebook dell'autore. 

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
stampa la pagina